Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

domenica 12 gennaio 2020

MEZZO SECOLO AL BAR BROGGI





























Diciamo che gennaio dell'anno bisesto 2020 è iniziato bene, prima Roberto che mi nomina 'custode' dei due antichi volumi, oggi Elena Broggi mi fa avere un po di foto e documenti per ricostruire la storia di quel bar in piazza 4 novembre nato nella costruzione del Teatro Legnano. In quella piccola piazza, ora ridotta ad una rotonda, per la verità c'era un altro bar, quello dei Trombetta, al loro posto ora c'è il Rolling Stones mentre al posto del bar Broggi ora c'è il Sipario Alcolico... Ma torniamo alla storia del Bar Broggi nato nell'anno 1936, il nonno di Elena, Felice, acquista la licenza dalla signora Iside Cicogna la quale ha gestito il bar dal 1929 quando è stato inaugurato il Teatro.


















Ho estrapolato il particolare da una foto più ampia dove non si vedeva bene l'insegna e il super cono tricolore che da bambini ci faceva impazzire...



Ecco quindi il nonno Felice, fondatore dell'impresa, nata come abbiamo detto nel 1936, poi il primo gennaio 1963 subentra nella titolarità il figlio Umberto a cui di fatto vengono passate le 'consegne', il nonno era nato nel lontano 1893, rimase con noi fino al 1972, nella foto con la nipote, sorella di Elena. Pochi anni dopo, la sorella Ester con il fratello Francesco.



Quindi dall'anno 1963 inizia l'era di Umberto Broggi, il bar funzionava inizialmente anche da trattoria, fu proprio nell'era di Umberto che il taglio dell'attività venne più spostato sulla gelateria, panna montata e, considerando la posizione, per la vendita dei biglietti del pullman, tabaccheria, enalotto, gioco del flipper e biliardo. Ecco Umberto da giovane seguito dalla foto con la moglie una volta chiusa l'attività. Il bar fu anche sede del Milan Club


  
Nel 1971 il bar fece il restyling e fu posato il famoso cono gelato, e successivamente cedette l'attività nel 1980, il bar seguì un po le fortune del Teatro che intorno all'anno 2000 chiuse i battenti e nei primi anni 2000 era già scritto che i destini di piazza 4 novembre sarebbero cambiati. Se la piazza della stazione era sinonimo di Franco Tosi, piazza 4 novembre era l'ingresso della Cantoni, nel 1946 si abbellì con la fontana dei caduti di Riccardo Gironi, qui sotto qualche scatto della vecchia piazza...











































Per i più curiosi, Elena mi ha recapitato anche i documenti di alcuni permessi e domande per le varie somministrazioni, ve li posto pari pari, non prima di avervi ingrandito cosa c'era alle spalle del sig Umberto...














Ed ora i documenti, ingranditeveli e godete della storia...














E per finire, la superchicca dell'aperitivo dell'Umberto, ricetta segreta dal costo molto contenuto, diomio, sessanta lire !! Umberto Broggi, ci lasciò nel 2012, sua moglie pochi mesi fa



Ma non finisce qui: il nipote di Umberto, Giacomo, mi ha mandato le foto di un quaderno con gli autografi di personaggi famosi dello sport e soprattutto del Milan, ma anche un Gigi Riva, un Gianni Rivera, un Pierino Prati, il pugile Aldo Spoldi, Trapattoni, Arturo Silvestri vecchio allenatore del Milan, insomma, divertitevi a decifrare le dediche... (Grazie Giacomo !)















2 commenti:

  1. Ciao Daniele.
    Grazie per le belle parole.
    A complemento aggiungo che negli anni '60 il bar Broggi e' stato sede dell'Inter club Legnano (ci fu anche una visita di Helenio Herrera), del Vespa Club, del Moto Club e degli "Artiglieri" (non c'era ancora la palazzina Associarma).
    Grazie ancora
    Ciao
    Francesco

    RispondiElimina
  2. Ciao Francesco, temo tu sia quel bimbo in bici vicino a tua sorella Ester... Ci dai una notizia clamorosa dicendo che prima del Milan Club, il bar broggi fu anche Inter Club... Ho appena visto che il post è stato condiviso da Giacomo Broggi, dimmi che è tuo figlio... Del Moto Club ho visto l'insegna su una foto, e sul Vespa e sugli artiglieri ci dai una news da aggiungere... Ciao.

    RispondiElimina