Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

mercoledì 6 febbraio 2019

RIFLESSIONI A VOCE ALTA


























Cercasi psicologo, vi è un filo di confusione nell'amministrazione comunale di Legnano, in maniera più volgare: 'c'è in piedi un casino'. Cinque giorni fa, salta fuori lo scoop che il sindaco farà fuori due assessori, uno della sua Lega e uno di FI, nomi e cognomi noti: Colombo e Venturini. Prima domanda: perchè ? Cosa avranno mai combinato per meritarsi la cacciata ? Quelli ben informati che sanno tutto, dicono che l' architetto Laura Venturini deve cedere il posto all'ex presidente di amga Chiara Lazzarini, mentre per la sostituzione del peccatore dottor Franco Paolo Colombo è arrivato il momento duro di dire 'o faccio il Dottore o faccio il Politico'. C'è qualcosa che mi sfugge. Nel 2014 dopo due anni di mandato da Consigliere, cedetti anch'io all'inutilità del momento e lasciai il mio posto in contrasto con la farsa a 5 stelle, per credere alla tesi del mio amico Franco Colombo che oggi ha dichiarato di scegliere la professione alla politica con un gesto clamoroso di togliersi di mezzo proprio anche dalla Lega, ecco, questo lascia a  molti perplessità giustificate. Non sarebbe servita la conferenza stampa di oggi (vergognoso il sindaco che non ci ha voluto come auditori malgrado ci fosse una diretta streaming), non c'era nulla da giustificare, si faceva un passaggio di consegne e finiva tutto. Invece addirittura si arriva quasi ad uno struggente addio strappalacrime... Franco, lo voglio ricordare, a giugno 2017 ha collezionato 452 preferenze, che significano una stima ampissima in Città, come può ritirarsi dalla lotta solo dopo un anno e mezzo? Forse nella Lega c'è la lotta per la poltrona lasciata vacante ? Non ci credo. Fratus del resto, non è certo l'espressione del circolo verdano legnanese, è stato un accordo calato dall'alto come hanno ammesso sempre i colleghi con cui ogni tanto si riesce a scambiare quattro chiacchiere. Se c'è dolore, litigio, imbarazzo, vuol dire che sotto la cenere il fuoco bolle e ribolle e nel gruppo legnanese, è acclarato che qualcuno sta puntando i piedi più di altri e serve un genio per ricompattare tutto. Pessimo l'atteggiamento del sindaco nei confronti della ex fiduciaria Laura Venturini: in conferenza stampa la si è accusata di essersi assentata volontariamente, di aver fatto saltare appuntamenti, il tutto senza la controparte a ribattere, questa è stata una vera e propria cacciata senza stile, una classica 'esecuzione' alla Ponzio Pilato. Vero, la signora Venturini è quella che ci ha voluto far digerire il progetto della follia 'nuova biblioteca', ma il genere umano ha una dignità e vederla partire con un calcio nel culo come fosse un sacchetto di umido è francamente inconcepibile ( ed è forse per quello che la gente in genere, quando sente la parola 'politica' ha ribrezzo e non ne vuole proprio sentire). Concludo dicendo che aveva ragione il vecchio saggio che diceva: la politica è sangue e merda, non è per niente facile nuotare in queste due sostanze... In attesa delle new entry, auguro davvero ai due assessori uscenti un buon futuro, li esorto a rimanere in contatto con noi per non lasciarci soli a lottare contro i furbetti del quartierino, a darci delle dritte per migliorare la nostra Legnano, questo è quanto ci hanno chiesto i nostri elettori di qualsiasi parte politica. E se qualcuno è qui per sopravvivere con gli stipendi pagati dai cittadini facendosi gli affari propri. basta denunciare i soprusi, la giustizia umana e consiliare, farà il proprio corso... ( corso Garibaldi, corso Magenta, corso Italia, corso Sempione, Mariolino Corso, Mariolina Cannuli, Nicoletta Orsomando, Maria Giovanna Elmi e dell'elmo di Scipio s'è cinta la testa..... Può bastare ?)


Nessun commento:

Posta un commento