Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

domenica 30 dicembre 2018

SI CHIUDE IL LIBRO DEL 2018





































I titoli di coda sono già scritti, un altro libro di 365 pagine si chiude e si deposita sullo scaffale, dentro, un sacco di esperienza, di ricordi, di speranze, di cose realizzate, vediamo allora di sfogliarlo al volo, partendo magari dalle cose più belle. Quale la cosa più bella ? Bèh, non ci sono dubbi: dal 7 maggio gira in casa nei fine settimana, un cucciolo d'uomo chiamato Tommy e questo nome fa rima con nonni, ma quanto ci siamo divertiti in questi 7 mesi nel vederlo crescere e cambiare ??




















Oltre alla felicità insita ad un pargolo che sta crescendo, vedo la serenità di una mamma e un papà che ci hanno pensato parecchio prima di decidere, ma ora, hanno sul volto una stampa che dice: che bello essere genitori ! E tutto ciò fa bene all'umanità intera, il mio tifo ovviamente è per un bis a breve, la vita è loro, decideranno loro. Il mio augurio per il piccolo è già stato scritto il 7 maggio e lo riporto qui per completezza:

Il regalo più bello che rappresenta la situazione me lo hanno fatto due amici confezionando questa chicca


Per quanto riguarda invece l'aspetto politico legnanese e nazionale ho continuato, assieme ad un nutrito gruppo di persone, a sostenere la battaglia per evitare lo scempio della costruzione di una nuova biblioteca nel parco Falcone Borsellino, battaglia che non è ancora chiusa, o meglio, dipenderà dalla voglia dei miei concittadini nel lasciar fare. 4800 firme raccolte per dire NO a questa inutile spesa, sono state una bella soddisfazione, ma non basta, servirà mobilitarsi al momento opportuno, prima che osino presentarsi con le ruspe per scavare, c'è tempo, siete tutti avvisati. Su quello che è successo a livello nazionale, cerco di entrare meno possibile negli scontri verbali: ho mandato a cagare Grillo nel 2014, questo nuovo impasto gialloverde mi urta lo stomaco, mi urtano i soggetti che tutti i giorni sui social e alla TV sono presenti anzichè andare a fare il loro lavoro in parlamento per cambiare le leggi che gli altri hanno promulgato. ma siamo in un era strana, il livello continua ad abbassarsi, e nessuno ha più voglia di studiare soluzioni, bensì fare solo propaganda, parlando alla pancia del popolo, e questo non aiuterà certo il Paese ad uscire dalle secche. La dimostrazione più clamorosa dellla sindrome dello 'scappato di casa', viene dall'episodio più grave successo questa estate allla vigilia di ferragosto: il crollo del ponte Morandi a Genova... Dite la verità, lo avete già dimenticato, lo sconforto e l'indignazione son durati una settimana, Genova piange ancora e noi siamo immersi nelle cazzate che si leggono sui rotocalchi e i litigi che scorrono tutti i giorni in tv. Da Genova in avanti, il web si è riempito di così tanta porcheria e odio, da non riuscire più a scindere il reale dai fake, e intanto si beve tutto, senza mai soffermarsi a verificare e la fabbrica dell'inganno ride, ride della nostra situazione di pecoroni o buoi che dir si voglia...


















Non lo so se oramai la parola 'speranza' l'abbiamo definitivamente seppellita, so che il mondo andrà avanti con o senza di noi e so che con meno egoismo sarebbe meglio trascorrere le 24 ore quotidiane che ci vengono regalate. Io sono curioso per natura e non vado a cercare rapporti con le persone per interesse proprio, forse sarebbe il caso di cominciare ?  Auguro a tutti una partenza sprint per il nuovo libro che si apre, ora tutto bello nuovo e da riempire, qui sul blog ci sarà da condividere un piccolo mondo legnanese, lo faccio sempre volentieri, mi manca solo di riconoscere per strada, tutti quelli che mi salutano, forse devo chiedere un po di fosforo per migliorare l'aspetto archivistico del cervello.

sabato 29 dicembre 2018

SE SI VUOL FARE, SI PUO' FARE


























Vi ricordate che un mesetto fa, lanciai l'idea del container per i libri portati in discarica ? Bene, prima di Natale ho parlato con il responsabile di ALA , uno dei 'rami' di amga e mi ha dato le linee su cui poter lavorare se ne abbiamo voglia, e credo  si possa fare.

In pratica, mi ha detto che il container in discarica non si può mettere, poichè nel momento che si entra li dentro, quello è un rifiuto e nessuno oltre agli addetti, potrebbe girarci attorno. Mi ha dato però una dritta, che mi appare molto collaborativa: sarebbe disposto  a lasciare un cassone mobile all'ingresso, dove poter depositare i libri, ma ha chiesto la certezza che qualcuno se ne occupi per lo 'svuotamento'. L'idea quindi, cambierebbe i suoi connotati e cioè servirebbe un Comitato di volontari, nel numero minimo di 10 direi, che si impegnino a recuperare i libri con mezzi propri per poi distribuirli in più punti della città con collaboratori disposti a crederci nell'idea. Faccio un esempio pratico: una volta composto il gruppo che denominiamo provvisoriamente Libropolis, cerchiamo dei punti strategici dove portarli e che siano fruibili a tutti: mi vengono in mente i bar degli oratori, piuttosto che dei bar pubblici che promuovano l'iniziativa, oppure esercizi commerciali aventi uno spazio disponibile, faccio altri esempi: il Centro Pertini a Mazzafame o al bar della Canazza in quello che rimane del centro commerciale oppure da qualche distributore di benzina, pechè no ? Nella galleria dell'esselunga, se si potesse, alla stazione ferroviaria... Insomma, un progetto tutto da costruire e se avrà le gambe lo faremo trottare. Quindi senza troppo girarci intorno, fatemi sapere in privato se avete qualche ora da dedicare al quanto proposto, formiamo  il Comitato Libropolis o con un nome che ci piacerà e ci divertiremo a diffondere cultura, svago, idee, se ce la faremo scopriremo quanto è bello essere comunità...






mercoledì 26 dicembre 2018

LEGNANO MM OTTO



Fra qualche lustro, la metropolitana linea 8 transiterà anche a Legnano, non potrà altro che essere così, Milano diventerà come le grandi capitali europee e noi verremo inghiottiti nella grande metropoli, come piano piano capiterà a Torino, Bologna, Venezia, Genova, Firenze ecc ecc.  Dopo aver battezzato qualche anno fa, l'operazione 'città metropolitana' come una 'cagata pazzesca', a distanza di tempo, ho capito che la fase di transizione sarà irreversibile, fra 20/30 anni saremo tutti cittadini milanesi, avremo un solo Sindaco e le zone saranno gestite da dei collaboratori metropolitani, giusto perchè saremo (saranno) una comunità di 4-5 milioni di persone e i campanili verranno completamente dimenticati. Scommesse. Quindi, cominciamo ad abituarci, in questi giorni, mi sono regalato un vecchio libro del 1984, libro in cui ci ha messo mano anche Enzo Jannacci di cui vi faccio vedere la copertina molto simpatica:



In questo libro un sacco di perle, ne ho estrapolata qualcuna che vi giro pari pari, ne rimarrete entusiasti e comincerete a conoscere anche la storia del centro milanese, partendo dalla piazza del Duomo, guardatela come era, chiesa alle spalle nel 1850 e dopo nel 1983





































Non male vero ?? Tutte quelle pubblicità, ma ve lo ricordate ?? Il tempo ci cambia anche se sembriamo sempre le stesse persone... Le 'foto moderne', diciamo,  hanno tutte 35 anni di vita, quelle antiche anche più di un secolo.























E che dire di piazza Fontana prima e dopo ? Oppure qui sotto di piazzale Loreto ??










































Un'altra cosa che fa strano, è pensare Milano piena di vie d'acqua, nell'800 una specie di Venezia padana...



Via Senato e poi via Fatebenefratelli in basso...




















Ma vogliamo parlare invece del primo negozio della Motta, quello del famoso panettone, aperto nel 1919 in via della Chiusa ? E delle manifestazioni di promozione del dolce più famoso nel mondo ?
























Poi via Torino, e ciò che vi era prima della Rinascente di fianco al Duomo: i magazzini Bocconi...





Poi corso di  Porta Venezia...






















E cosa dire 'degli orti' in piazza Duomo durante l'autarchia voluta dal Duce ??





















E della piazza dei Mercanti ?





















Quante altre ce ne sarebbero, ma vorrei concludere con le opinioni di personaggi famosi che con Milano hanno intrecciato il loro successo...






























Insomma, piaccia o non piaccia, si diventerà un grande agglomerato civico intorno alla 'Madunina', un secolo fa chi avrebbe mai pensato alla 'Milano da bere'? Ed oggi, quanti cambiamenti stanno avvenendo ? L'Europa 'vuole' questi cambiamenti ed in maniera subdola li spinge. Qualcuno di voi pensa che il Regno delle due Sicilie volesse unirsi al resto dello stivale ? No di certo, è stato imposto, e ci verranno imposti anche questi cambiamenti, tranquilli, dall'alto dei cieli li commenteremo, come li staranno commentando coloro che hanno costruito le meraviglie sotto i nostri occhi in tempi andati...


martedì 25 dicembre 2018

IL NATALE LEGNANESE 2018

























Uno potrebbe chiedersi: 'ma cosa c'entra questa foto col Natale ?', la risposta è: 'nulla, forse' , ma tanto vi riempirò di video in successione col tema natalizio, ne ho fatti tanti e postati su You Tube e qui li metterò in fila, secondo me tutti gustosi e apprezzabili. La foto è un capolavoro di Francesco, dice cosi tante cose su Legnano che merita una copertina speciale... Buon Natale e buona visione a chi si vorrà divertire...


Cominciamo con il video del 2013, con la colonna sonora cantata dal gruppo folkloristico legnanese i Amis... Un arcubalèn d'amur il titolo del pezzo, che non sarà l'unico in dialetto..


Nel 2014 invece confezionai questo: altra canzoncina natalizia in dialetto milanese stavolta. Essendo tutti video di pochi minuti, è come gustare piccoli pasticcini in una buona pasticceria...


Nel 2015, mi venne in aiuto l'amico Adriano Garbo , lui trovò musiche natalizie arrangiate coi sintetizzatori e decorò le vecchie foto, totale, direi, molto apprezzabile...


Poi facciamo un passo indietro ulteriore: siamo nel 2012 quando conosco Maurizio Frattini, mi regalò le copie di diverse foto e dei suoi capolavori, diciamo un Giuseppe Pirovano dei nostri tempi, l'atmosfera è musicalmente deliziosa, apritelo, vi si aprirà il cuore...


Poi voglio aggiungervi questo video con la musica e voce di un giovane sognatore: Vittorio, a me questo pezzo piace molto e ho voluto contestualizzarlo con foto vecchie, moderne e modificate, un Buon Natale anche a Vitt !!


E per finire, non voglio essere noioso, ma vorrei morire sapendo che una moltitudine di legnanesi conosca quel Me car Legnan scritto oltre 60 anni fa, nei momenti di grande gloria della nostra città, e nel testo si può solo ascoltare umiltà e grande visione della realtà. La particolarità è che il pezzo al pianoforte fu proprio suonato dall'autore Ernesto Parini pochi mesi prima di lasciare la sua Legnano, era il 1993.

lunedì 24 dicembre 2018

SI FESTEGGIA CON LA PROF



Era il giorno 24 dicembre 2011 quando questo blog prese vita, ad oggi oltre 1250 post pubblicati, centinaia e centinaia di foto sia della vecchia Legnano sia di fotografi contemporanei che girano e osservano la Città del Carroccio, ed oggi  per onorare il 'giorno di festa', ho chiesto alla simpatica pròfe Anna Maria Macchi un regalo speciale, una sua piccola mostra e scelta di foto che abbiamo imparato ad amare negli ultimi anni. Anna Maria, mi scrive con umiltà, quasi con le guance rosse dalla vergogna perchè non si sente fotografa, si sente una grande appassionata. Nella sua famiglia i fotografi erano solo gli uomini, arrivata alla pensione dopo lunghi anni di insegnamento e con le nuove tecnologie di telefonini e tablet, 'si sfoga' fotografando ogni angolo, ogni sfumatura della Legnano che non è solo piazza Monumento e piazza san Magno. Non si aspettava nemmeno tutto questo apprezzamento dalla rete, lei per prima è entusiasta dei 'fotografi veri' che spesso e volentieri postano le loro opere... Era da qualche mese che non facevo un post-galleria, e quale migliore occasione per il settimo anniversario del blog ?? E allora bando alle chiacchiere, parte la rassegna della prof tutta da gustare, un regalo di Natale molto speciale e come sempre, tutto gratis. Grazie Anna Maria !!!





























E alla fine, anche la prof, il suo Albertone lo ha piazzato ! Buone feste a tutti !!!