Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

venerdì 26 maggio 2017

VI PREGO, BASTA !























Stasera mi sono cuccato un altro penoso incontro tra candidati sindaco, questa volta al Leone da Perego e organizzato dalle ACLI, gente cosi brava a fare comunicazione sulla serata, che in sala c'erano solo addetti ai lavori, 50 in tutto su 120 seggiole disponibili. Ci siamo parlati addosso per l'ennesima volta. Il più furbo è stato Fratus, che ha preso un altro impegno. le domande patetiche e retoriche, sembra che a Legnano esistano solo i poveri da aiutare, gli invisibili da integrare, gli ultimi da salvare, mentre gli squallidi cittadini di serie A hanno il solo compito di pagare le tasse e tacere, gli imprenditori e commercianti devono pagare e tacere, sono già fortunati ad avere un lavoro. I giovani esistono solo per riempirsi la bocca, il sindaco attuale ha sottolineato l'importanza di aver istituito il Consiglio Comunale dei bambini ( i comunisti infatti si riempirono la bocca di bambini ?) e dopo 5 anni di mandato ha istituito un tavolo a porte chiuse sulla Consulta del lavoro. (sticazzi, quante bocche sfamerà sto 'tavolo' che non comprende solo Legnano ma i comuni dell'alto milanese ?'). Ma i migliori della serata sono stati il vicesindaco Luminari, che dopo tutti i sacrifici chiesti in un lustro a suon di tasse, ora dopo aver fallito con la biblioteca di via Rossini, dopo aver fallito su qualsiasi progetto x il futuro, si vuole comperare lui la Manifattura, i soldi improvvisamente sono spuntati, e allora via, prepariamoci al grande museo 4.0 con accessori integrati, tanto c'è sempre il legnanese medio e il legnanese imprenditore da tartassare. Ah poi non è mancato un altro bugiardo di Insieme per Legnano a dipingere la città come 'perfetta' con il loro modo di amministrare, trasparente ed efficace. Numeri buttati a caso in platea, per dire che Legnano è perfetta, sicura, accogliente e pulita, peccato che i cimiteri in questi 5 anni abbiano subito solo umiliazioni e qualche miglioria grazie ad un decreto Renzi. Mi infastidisce assai sentire parlare questi fenomeni che parlano come se fossero vergini, come se avesse amministrato in questi 5 anni 'frate indovino', nessuno riesce a fargli capire, che sono stati proprio loro a rendere Legnano immobile, degradata e meno attrattiva. Legnano non è l'oratorio e nemmeno l'asilo Mariuccia, Legnano è un'importante città che ha bisogno di nuove idee e nuovi investitori. Hanno continuato a copiare le idee degli altri, dopo 5 anni hanno portato a termine un Teatro già partorito da Vitali, un'isola del Castello con soldi non nostri ma di provincia e Regione, hanno partorito uno stupendo Cadorna dove chi ci casca non ritorna e riempito di dossi e cartelli dei 30 all'ora mezza Città. Questi sono i fenomeni detti anche 'i Robin Hood' moderni con la spiccata arroganza di essere quelli più bravi della classe. Si bullano di aver inventato il 'me car Legnan' scopiazzando di sana pianta tutta la passione che ci mette il Berti per raccontare la storia del nostro Comune, ci hanno rifilato il MAGA per dare un aiutino agli amici varesotti, ma dei campi sportivi orribili se ne sono accorti solo ora, delle asfaltature, se ne sono accorti solo ora, e una parola di ringraziamento a tutti i TARTASSATI LEGNANESI manco l'ombra. Bèh, hanno modificato un pgt 2 mesi fa per dare un senso al loro mandato, ma per esempio di sistemare i fienili al Castello o di riscoprire il Museo Pagani, manco l'ombra. Mandano avanti un loro architetto per dire che l'idea delle biblioteca all'ex tribunale è loro, ma anche questa l'hanno copiata dal blog del Berti, la biblioteca attuale era piccola e fuori norma 5 anni fa e lo è anche oggi, come denunciato su post precedenti. ma va bene cosi, il metodo berlusconi di continuare a cacciare balle, funziona sempre, tanto la gente dimentica in fretta. Ma se non sono riusciti nemmeno ad enfatizzare i 500 mila euro che l'ex assessore Elio Crespi ha lasciato al Comune di Legnano, cosa vogliamo sperare x i prossimi 5 anni ?? Per i pendolari solo chiacchiere, per i disoccupati solo tavoli, per le categorie deboli e disagiate, fiumi di belle parole, per gli imprenditori e cittadini 'normali' il dovere di PAGARE. Tasi, Tari, IMU, addizionale irpef i loro fiori all'occhiello, un'idea per il futuro: zero assoluto. E continuano a parlare da vergini del bordello. Questa sera ho visto anche quel modo 'socievole' di 'circuire' il più giovane candidato, quello che al ballottaggio potrebbe tornare utile in qualche modo, come fece quel pirla del Berti fidandosi del suo ex amico Centinaio. L'onestà intellettuale proprio è un optional, mai sentito uno che fa il 'mea culpa' su scelte discutibili o su quello che non si è fatto, riproponendo di farle 'domani'. Troppo comodo cosi, troppo comodo parlare di partecipazione e poi in  campagna elettorale far 'sparire' i tabelloni elettorali mettendoli al minimo di 10 quando la legge dice che ne puoi disporre fino a 25....Eh si ragazzi, per una poltronissima si può uccidere anche la madre metaforicamente, ma raccontare la verità è proprio come mandare giù un rospo: non ci si riesce. Che arrivi allora in fretta sto 11 giugno, e ci pensino bene gli elettori, vorremmo fortemente evitare bugiardi e ipocriti nel Consiglio Comunale da qui al 2022

2 commenti:

  1. E poi è troppo comodo andare a casa e scrivere su un blog perché non ti sei alzato a discutere??? ��������

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Discutere con chi ? Non c'era una persona che non fosse amico degli amici...Imparare prima a coinvolgere la gente,e poi riempirsi la bocca di contenuti (ma quali?) Fantastici bla bla bla per dire: ho organizzato un confronto pure io....Imparate ad organizzare e a coinvolgere la gente, i citadini, poi permettetevi di far perdere tempo...Grazie lellina.

      Elimina