Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

venerdì 3 febbraio 2017

RIVOLUZIONE CULTURALE LEGNANESE

























Sono alcune settimane che ci penso, nella speranza inutile che i partiti partoriscano un candidato Sindaco credibile, legnanese, capace di portare una ventata di novità per i prossimi anni. Cinque anni fa credetti in un amico che poi è diventato sindaco davvero, oggi in Lui non si può più credere, non ha dimostrato di essere il sindaco di tutti, è rimasto il sindaco con la esse minuscola, noi non abbiamo bisogno di una figura così, abbiamo bisogno di altro, abbiamo bisogno di un' autorevole figura, donna o uomo che siano, abbiamo la necessità di far entrare nelle istituzioni dei cittadini garanti di ciò che succede a Palazzo. Pensavamo di farlo 5 anni fa col M5S, ci siamo cascati come dei polli, ci si riprova a questo giro, con un simbolo detenuto dalla Senatrice Laura Bignami, che fuoriuscita dai 5 stelle sta facendo il suo onesto percorso per portare qualche risultato per tutti i cittadini dello Stivale. La controparte del csx, il cdx, oramai è quasi certo, presenterà la 'novità' Giambattista Fratus per cercare di soffiare la poltrona a Centinaio, ma anche loro come il Centi, non vogliono liste di cittadini legnanesi tra i piedi, non vogliono 'primarie' dei cittadini legnanesi, vogliono decidere nelle segreterie dei partiti le 'spartizioni' e allora ok, legittimamente possono fare i loro conti, ma si ricordino che questa volta ci sarà un OSTE che vorrà dire la propria, nella propria Città e con questo oste dovrà fare i conti. L'oste porterà tanti legnanesi in lista e diventeranno quel 'terzo polo' che deciderà chi sarà il prossimo Sindaco o sindaco legnanese. Se i legnanesi crederanno a questo progetto, ci potrà scappare anche il nostro Sindaco, se ci crederanno in un numero minore, saremmo comunque noi a fare da garanti, perchè in maggioranza e in Giunta ci saremo anche Noi. Non faremo mai come Ri-Legnano che non vuole più Centinaio ma non ha il coraggio di mandarlo a casa, e non avrà il coraggio di votare nei prossimi tre mesi qualcosa di contrario... Stipuleremo un contratto coi nostri concittadini su pochi punti programmatici ma fondamentali per il futuro della Città del Carroccio, chi ci sta ci mette la faccia, come candidato o come sostenitore, ognuno con le proprie forze e capacità, con la propria voglia di vedere amministratori innamorati della propria comunità non delle poltrone e dei privilegi. 3 febbraio 2017, data da ricordare anche sui libri di storia, questo logo è un piccolo mattone, poi se ne aggiungeranno altri e altri ancora, basta crederci. Noi non faremo come Grillo che manda affanculo tutti e chiede il 51% dei consensi senza ascoltare gli avversari. Noi faremo la nostra parte per portare a casa benefici per tutti, non ci nascondiamo dietro simboli, siamo noi, le nostre facce, belle o brutte che siano, diventiamo riconoscibili per strada, non avremo nulla da nascondere e vorremmo veramente far diventare Palazzo Malinverni un palazzo trasparente come il vetro, in cui anche passeggiando da fuori, scopri tutto... Movimento per Legnano non è la lista civica 'del Berti', stimato e odiato nello stesso tempo per la sua franchezza, è il Movimento di aggregazione per occuparsi dell'amministrazione della Città, non possiamo rimanere fermi a guardare gli scempi fatti 'da altri', ma non facciamo di mille erbe un fascio, nei partiti ci sono persone dialoganti ed intelligenti, con cui condividere, discutere e migliorare progetti per il futuro... La Città ne guadagnerà assai con la nostra presenza, garantiamo, siamo una polizza assicurativa sulla vita del ns Comune. E allora invito chiunque abbia voglia ad aggregarsi di alzare la mano e urlare con entusiasmo: 'ci sono per la mia Città !!', ci siamo per la nostra Città !! Dobbiamo finirla di parlare di politica come 'argomento fastidioso', la politica deve appassionare tutti perchè ne siamo parte integrante, mai cadere in questo tranello... Si, volete sapere anche qualche nome di Sindaco che vorrei ? Ce ne sono diversi e credo di conoscerne solo una piccola parte, tra l'altro di diverse età e di estrazione 'politica' qualche volta opposta, ma per amministrare Legnano serve un cervello non 'una parte', eccoli allora i miei preferiti, nella speranza che alcuni di loro dicano SI, ACCETTO QUESTA GRANDE E INNOVATIVA SFIDA LEGNANESE...

avv. Carolina Toia,
dott. Matteo Bocca,
dott. Nicola Giuliano,
prof. Ornella Ferrario,
avv. Franco Brumana,
dott. Daniela Colombo,

se ne usciranno altri, ben vengano, un percorso democratico verso le amministrative 2017 senza segreterie di partito, con la massima trasparenza e col giudizio del gruppo e dei cittadini... (più di questo da cittadino, credo non si possa fare...)

http://www.legnanonews.com/news/87/66931/berti_getta_la_maschera_e_si_lancia_nella_mischia

2 commenti:

  1. Caro Daniele finalmente al di là di criticare talvolta per partito preso hai espresso una tua posizione. Posizione mi pare di capire di opposizione a priori. O secondo un programma e proposte concrete pensi ad alleanze future, in che direzione ? Volenti o nolenti un orientamento secondo schemi politici tradizionali è indispensabile per orientare l'elettorato che senza approfondimenti si orienta "per tradizione". I nomi che suggerisci potranno beneficiare della tua mediaticità ma vorranno condividerla? Non credo che di fronte ad un successo della tua lista ci si possa attendere un atteggiamento opportunistico contro ma piuttosto un consapevole apposto costruttivo nell'interesse di Legnano che non solo tu ami. Ti scrivo a titolo puramente personale e per favore astieniti da commenti pseudo ironici e cataloganti.

    RispondiElimina
  2. Carissimo Ivaldo, ciascuno può esprimere un'opinione e/o formulare una critica senza mai scendere nelle offese. Una cosa che ho capito è che ti irrita un filo il mio modo di fare, lo dimostri nell'ultima riga in cui addirittura mi suggerisci come rispondere. Ciò significa che le mie risposte 'tagliano' e ti infastidiscono, e pensa, ti stimo pure e mi meraviglia la tua attenzione nei miei confronti. Il tuo sindaco mi ha definito un 'ciurlandari' sabato mattina e col sorriso sulle labbra gli ho risposto che 'il sogno' di fare il sindaco a Legnano, gliel'ho regalato una volta e può bastare. Col mio gruppo si cercherà di essere incisivi per le decisioni amministrative, se il centro destra presenterà un candidato della vecchia guardia, sarà per me la stessa cosa di centinaio e la nostra azione potrebbe essere di puntare al ballottaggio o di far vincere uno dei 2 al ballottaggio, Con una differenza fondamentale: con noi cittadini in maggioranza, i cerchi magici scompariranno, e non mi sembra una brutta cosa per una città rimasta immobile x 5 anni. Spero di averti soddisfatto con questa risposta che contiene sostanza e non ironia e nemmeno catalogazione .

    RispondiElimina