Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

martedì 31 gennaio 2017

IL CAVALLO DI TOIA



Loro, non vogliono che si scriva nulla, loro vogliono che tutto passi dalle segreterie di partito, loro non han capito che il movimento dei civici questa volta li asfalterà, a destra e a sinistra. Non hanno capito che negli ultimi 10 anni, il mondo è stato stravolto dalla comunicazione, e non gli basta essere stati umiliati da dei 5 stelle che sono dei 'signor nessuno' prestati all'occupazione di potere, vogliono essere umiliati anche a livello locale... Loro dicono che a Legnano non vincerà mai una lista civica o delle liste civiche, loro sono convinti che basti telefonare al parlamentare di riferimento ed il gioco è fatto... Hehehehe, ingenui, a sinistra la gerontocrazia di un cerchio magico si dimentica la democrazia del confronto per scegliere il miglior candidato, a destra dopo aver rifiutato sul piatto d'argento la prima donna Sindaco della Città del Carroccio, ora sono tentati di proporre la ribollita marchiandola Lega-FI-FdI-NCD...

Mi faccio una grassa risata, èh si, c'è una terra in mezzo vastissima, che si chiamerà aggregazione di liste civiche  con un candidato Sindaco autorevole, questa aggregazione nel peggiore dei casi sceglierà chi far vincere al ballottaggio, nel migliore dei casi, andrà al ballottaggio con una delle due fazioni comandate dai figuranti di partito, e verrà affondata al secondo turno... Perchè non ci vogliono in mezzo alle balle ? Per un semplice motivo: I CITTADINI DANNO FASTIDIO, non seguono logiche di spartizione di potere, nelle liste civiche invece, si mettono in gioco i volti dei legnanesi che hanno voglia di dare 'protezione' al nostro territorio, ai nostri portafogli, al nostro 'bene comune'. E' tutto fin troppo facile da capire, entreremo come il mitico cavallo di legno in mezzo alla città, tra la Basilica e il Municipio, e scenderemo a fiumi, per farli accomodare sulle panchine di piazza san Magno anzichè sugli scranni di Palazzo Malinverni. Il Cavallo di Toia mi piace assai, mi piace perchè malgrado l'evidenza dei fatti, della loro inconsistenza politica, malgrado glielo racconti da settimane, niente, vogliono perdere a tutti i costi, la credibilità l'hanno persa già da tempo, ora desiderano anche l'umiliazione di una bruciante sconfitta elettorale. Avete ancora qualche minuto per pensarci, al momento la vostra boria bipartisan può bastare per capire che non ci avete capito una mazza e sto Cavallo di Toia vi rimarrà sullo stomaco per almeno 5 anni, se non 10...


domenica 29 gennaio 2017

HO CAPITO STASERA QUANTO VI VOGLIO BENE































E' stata una settimana particolare questa, tra giovedi , venerdi ed oggi, emozioni con la palla a spicchi e nella sala blu, che hanno lasciato un certo segno. Stasera però voglio parlare  dei nostri ragazzi in biancorosso, quelli del près Tajana, proprio perchè è troppo facile esaltare le vittorie, bisogna esaltare anche le sconfitte... Stamane, alle 11.30 ero al PalaBorsani per un aperitivo con un amico e perchè ero anche curioso di vedere il torneo riservato agli over 40 che dalle 12.30 avrebbe preso il via, e con sorpresa, nel palazzetto vuoto di spettatori, c'erano i nostri 'eroi' per  la rifinitura... Un clima di serenità, i ragazzi tiravano verso il canestro infilando di seguito decine e decine di volte, incrociavo volti di amici e conoscenti e scambiavo i saluti, poi ho trovato Roberto, un amico che mi ha visto crescere all'oratorio, con lui ho scambiato un lungo abbraccio, pochi giorni fa ha perduto l'anziana madre, ma si sa, la mamma è il principio di tutti noi... Settanta ore fa, i 'ragazzi' uscivano sconfitti dal meraviglioso palazzetto di Treviglio, dedicato ad un grande del calcio: Giacinto Facchetti. Incrociando il près, ho chiesto sensazioni per il pomeriggio, e dallo sguardo, nulla presagiva ad un incasso di punti: "loro, rispetto all'andata si sono rinforzati, per noi è la sesta partita di gennaio". Sul parquet poi, può succedere di tutto, ma sotto di 21 al primo quarto, ogni speranza svaniva, nel tardo pomeriggio del 29 gennaio 2017. La partita ha poi avuto dei sussulti, i 'guerrieri' sono tornati in partita arrivando per pochi momenti fino a meno 4, ma poi Roma ci ha restituito quanto abbiamo fatto con loro all'andata, portandosi a casa la posta in palio. E allora a 2 minuti dalla fine, solo i ragazzi della curva erano li ad incoraggiare i piccoli eroi in maglia nera per l'occasione, il pubblico si è ammutolito, la partita è finita con volti scuri e poca voglia di applaudire a scena aperta. Si, dobbiamo imparare questo: incoraggiare sempre i nostri ragazzi, soprattutto dopo una sconfitta, perchè sono le sconfitte a ridarti la forza di vincere la prossima... E' ingiusto andarsene a testa bassa dal palazzetto perchè hai perso una partita, i ragazzi sono secondi in classifica e hanno lottato coi loro mezzi a disposizione, alzi la mano chi ha visto un lazzarone in campo... Ed allora, alziamoci in piedi ed applaudiamo a fine gara vincitori e vinti, come qualche tempo fa si faceva sempre, ho cominciato a seguire questo sport assiduamente 2 anni fa, quando spesso si perdeva, ma la cosa bella era proprio la festa finale, gli applausi sempre, non perdiamo questo smalto di sportivi, Legnano deve essere speciale anche per questo e solo con una coscienza critica e libera daremo sempre lustro a tutti i contendenti della sfida, che siano vincitori o vinti... Ora due trasferte, poi il 17 febbraio si torna in casa per una sfida epica contro Siena, prepariamo le nostre mani che  dovranno spellarsi dagli applausi, i ragazzi meritano SEMPRE un incoraggiamento speciale !!! E come spesso si legge sui social: GO KNIGHTS, siete ragazzi speciali, in una squadra speciale, con un près... Unico.

sabato 28 gennaio 2017

L'ALTRA MEMORIA



Ieri, 27 gennaio era il giorno dedicato alla memoria, in questo giorno si ricordano specialmente le atrocità compiute nei campi di concentramento tedeschi, anche se, a onor del vero, di follie umane nell'ultimo secolo ne sono successe tantissime ed in ogni angolo di mondo. Accendendo la radio ho ascoltato alcuni racconti, descritti nei particolari, di come si attuavano le 'eliminazioni' di disabili, ebrei, vecchi, semplicemente allucinante. La memoria, questo grande dono di cui si fa poco uso, a me piace un sacco ricordare, mi piace rivivere i ricordi, ma la memoria dovrebbe servire per imparare, imparare per non commettere più errori, imparare per migliorare lo stile di vita, ricordare per essere consapevoli di se stessi. Ed allora, la giornata della memoria si conclude con una serata al Welcome Hotel, dove oltre 100 persone in una sala stipatissima hanno ascoltato la testimonianza di un genitore: Gianpietro Ghidini il quale ha raccontato ai presenti il dolore di aver perso un figlio, Emanuele,  con alle spalle solo 16 anni di vita a causa di una droga, consumata in maniera inappropriata... Una testimonianza da brividi, da magone, una testimonianza dove sono affiorati tutti i sensi di colpa della classe adulta, vittima anche lei di quello che dovrebbe essere 'l'educazione' che dovremmo 'dare' ai nostri figli. Educare, 'tirar fuori' sarebbe il suo significato originale, anzichè imporre degli standard vecchi e obsoleti ancor prima di partire. Una società che ti tritura in un turbine di pregiudizi, di difficoltà economiche, sociali, fisiche, una società che un giorno ti esalta e l'altro ti ammazza, una società che per prima, non ti accetta cosi come sei, con le tue potenzialità, ma ti vorrebbe come 'consumatore della vita'. E allora diventa tutto difficile: fare i genitori, fare i mariti o le mogli, diventa difficile per un figlio 'essere figlio', la scuola non supplisce eventuali mancanze, anzi spesso crea nuove frustrazioni, i genitori non sanno dire, i figli non sanno chiedere, la nostra gioventù, che tu sia nato negli anni 40 o negli anni 90 è sempre stata un problema. E allora la memoria dell'esperienza dovrebbe essere materia di insegnamento per genitori e insegnanti, i giovani che sono il futuro di domani a 20-25 anni dovrebbero essere già 'forgiati' alla loro vita, non gli eterni mantenuti... Ma i problemi sono tanti, troppi, quasi insormontabili: se sei un poveraccio, parti già svantaggiato, se sei brutto/a la tua vita sarà tutta in salita, se hai una piccola o grande disabilità, non ne parliamo, o se vieni da un paese lontano, magari con una pelle diversa da quella bianca... Ed il mondo continua ad evolversi, e l'esperienza che ti porta a dire: 'non ci sono più i giovani di una volta' è la peggiore sconfitta che un adulto possa incamerare. Autostima sempre, rapporti sociali, sempre, voglia di sognare, sempre, questi sono i presupposti per far diventare il mondo 'social' al passo col terzo millennio. Sicchè, ieri sera anche a Legnano è arrivato un messaggio di speranza, una memoria da ripetere continuamente, non nel solo giorno a lei dedicato. Droga, pornografia, iphonedipendenza, contro dialogo, carezze e rapporti d'amore, queste potrebbero essere le alternative da mettere in campo, siamo dentro tutti, ciascuno col suo ruolo di figlio, genitore, nonno, zio, educatore, insegnante, commerciante, dipendente, imprenditore, badante, allenatore, consulente... Lo so, dovrei guardare cosa sto facendo io o cosa ho fatto nei miei 53 anni di vita, cosa potrei o potrò fare in futuro... Ma la vita è fatta di piccolissime cose, ed avere nella memoria la prima persona ( era una mamma) che salutandomi mi ha detto 'ciao bello' e questa persona non era mia madre ed avevo 20 anni, ti fa rendere conto che la tua vita può cambiare anche con 2 parole. La consapevolezza di essere unici e irripetibili e di essere belli anche contro i giudizi di chi ti sta vicino è una grande vittoria per il proprio benessere. Non ho fatto mai ricorso a droghe per non 'essere stato accettato' nello standard, ma ho sempre vissuto i sogni di un bambino che cresce coi suoi problemi e le proprie 'menate', dette anche 'seghe mentali', utili solo per distruggere la propria personalità. Tornato a casa visibilmente toccato dalla serata vissuta, mi sono domandato quanti giovani, magari anche belli come il sole e senza problemi economici, si spaccano il cervello per la loro inadeguatezza nei confronti 'del mondo'... La memoria della nostra gioventù, la dobbiamo trasmettere ai nostri figli per evitare che anche loro passino da sto travaglio inutile e artificiale... Primo: siamo tutti bellissimi, abbracciamoci, guardiamoci negli occhi, sorridiamoci, raccontiamoci, e droghe, telefonini, tv e tutto ciò che è effimero, non ci 'ruberanno' la parte più bella della vita, corrispondente esattamente alla giovinezza stupendamente descritta da Lorenzo il Magnifico... Dai, proviamoci...

Partire da questo link è il primo passo, poi, a ciascuno le proprie scelte, i mezzi ci sono, sosteniamo la memoria.

mercoledì 25 gennaio 2017

UN GRAZIE DI CUORE





















Potrebbe sembrare una sviolinata interessata, ed invece non lo è, perchè io non vendo case, ma quando vedo delle belle cose nella nostra Città, mi entusiasmo come un bambino. Siamo in via XXIX maggio nell'area che è stata  quasi per un secolo 'lo spaccio alimentare per i dipendenti Tosi', poi divenuto supermercato con vari loghi, dal Comprabene al Pellicano. Ed allora voglio ringraziare lo Studio Ferè per aver disegnato questo piccolo capolavoro e Nicola Seguino col suo papà (edil S.A.E.) che si sono impegnati ed in un paio d'anni hanno consegnato questa opera. Perchè li voglio ringraziare ? Per un motivo semplicissimo: quell'area era a rischio abbandono quindi degrado, la via 29 maggio non aveva bisogno di altre aree abbandonate e degradate, con questa costruzione si è regalato a tutta la zona una dignità migliore, anche il 'Tennis Bonfiglio' risulta più 'in grazia di dio' per una città come Legnano, sono proprio soddisfatto e dico a pieni polmoni: GRAZIE, e beato chi ci abiterà, il posto è molto bello. Dieci giorni fa telefonai a questo giovane imprenditore che conosco tramite amici, complimentandomi con lui, la cosa mi ha molto emozionato e credo abbia avuto un effetto empatico in lui... Non devo aggiungere altro se non ringraziare Francesco per la foto e Max per aver aggiunto un prato che ancora non c'è ma che rende l'idea, e postarvi i due video della demolizione dell'ex spaccio aziendale...





Questo secondo video realizzato dall'amico Bruno. (Passate di la a vederlo, e ditemi se non ho ragione)






















martedì 24 gennaio 2017

LAS TUTO LUMEN




























Che bella notiziona oggi sui giornali: l'assessore al bilancio Lumen, farà pagare a tutti legnanesi il parcheggio dell'ospedale per i fruitori che lo hanno già pagato per tre giorni evidentemente per divertirsi al nuovo nosocomio. E attenzione: chi oserà dire che questa è una manovra elettorale verrà spennato !! Che geni della comunicazione ! Che geni della trovata che spacca ! Oramai affronto questo argomento col sorriso sulle labbra: i 'signori' del parcheggio gratis all'ospedale mai nato, i signori delle supposte fiscali, hanno ancora il coraggio di metter becco su questi argomenti, se dovete farlo, fatelo per bene non con queste 'petarette'. Lo sguardo di questa volpe mi fa paura, temo che sarò uno dei primi ad essere spennato. Che 'peso politico' ste decisioni, pefino Renato Pozzetto recentemente apparso al Galleria ha pronunciato a suo modo:






























Di seguito, l'articolo apparso oggi su un quotidiano locale...



lunedì 23 gennaio 2017

LA RIVOLUZIONE DELLE STALLE




Avrei voluto mettere simboli con gli animali della fattoria, ma rendono meglio le teste di Pinocchio, estremo simbolo della bugia, e i 5 stelle di balle ne hanno raccontate tante, non li avessi conosciuti da vicino, non potrei dare tante testimonianze. Sei anni fa, 23 gennaio 2011 arrivava in Galleria Beppe Grillo, fu il primo incontro con lui, vis a vis, per raccontargli qualcosa di Legnano cosi da poter fare qualche battuta in sala...


Esattamente un anno dopo, mi presentai come candidato Sindaco nella mia Città, 23 gennaio 2012 presentazione ufficiale al Leone da Perego, con una gigantesca torta offerta dalla pasticceria Asperti.
http://www.legnanonews.com/news/1/18145/il_movimento_5_stelle_presenta_daniele_berti






















Poi ci fu la grande performance elettorale, 3376 voti a Legnano, superato il 13%, miglior risultato in Lombardia, io e Riccardo Olgiati entrammo come 'primini' nel Consiglio Comunale...
Poi arrivò il 2013, il grande boom elettorale del 25% alle nazionali, milioni e milioni di italiani si affidarono alle urla di Grillo per cambiare l'Italia. Già 4 anni fa tutti quei milioni di voti, non servirono a nulla, piazzarono però 'gli uomini' della 'Casaleggio associati', l'azienda di marketing che in coppia con il guitto genovese, fece breccia nei sogni di tutti noi, e da li, capii che era inutile, le bugie cominciarono ed essere troppo evidenti, io non ci metto più la faccia per furfanti che vogliono scalzare altri furfanti. Grillo sapeva tutto, si è creato un esercito di creduloni, lui incassa, noi, i coglioni, lavoriamo o lavoravamo gratis x lui... Lasciato tutto compreso il mio posto in Consiglio Comunale, mi sono messo a cercare gente per poter formare una lista civica tutta legnanese, fatta di legnanesi che vogliono e vorranno dedicarsi alla propria Città, per andare ad amministrare, non per assistere ad un teatrino. Cinque anni poi passano in fretta e quando vedo i pinocchioni trasformarsi in amministratori di Roma o in legislatori dei miei calzettoni, direi che non siamo alla frutta, siamo messi veramente male. Per quanto riguarda l'aspetto legnanese, mi viene da sorridere quando vedo annunci come questo che vi posto sotto:


















Ma Riccardo, non scendere anche tu, biecamente in annunci alla Grillo, Grillo ti regalerà sto 10-12%, in 5 anni hai fatto la tua parte di opposizione, ma cosa hai costruito in questi 5 anni ? Ti ho lasciato fare il Capogruppo da subito, per incentivare la tua esuberanza giovanile, ma devi dire alla Città la verità: siete un gruppetto che farete fatica a trovare 15 persone da mettere in lista, lo abbiamo visto insieme 5 anni fa, ma cosa vuoi vincere... Ma cosa vuoi promettere ? Sii serio, devi dire agli elettori 5 stelle che hai un vincolo: non puoi decidere nulla, perchè la tua posizione e quella dei tuoi sarà perdente, e all'opposizione sai benissimo che non conterai un cazzo. Peccato, perchè sarebbe stato bello essere 'lista civica' come inizialmente ci avevano promesso, ed invece ci hanno ingannato. Speriamo la spunti Marinella Saitta nella scelta intelligente del candidato Sindaco, ma giassò che sarà la new entry Andrea Grattarola ad occupare quel ruolo, quello che con tutto il rispetto, va ad aprire le cassette dell'enel in via Vittoria e dice che cambierà la Città da così a così... No dai ragazzi, non si può vedere nel 2017 fare le cose che si facevano 5 anni fa per attirare l'attenzione, fingendo di conoscere i problemi della Città. Io ho scelto di non candidarmi a Sindaco perchè riconosco i miei limiti, perchè per amministrare servono tante competenze e le competenze per Legnano, le hanno determinate persone, che siano Civici, o tesserati di partito o 'tecnici', professionisti del loro ramo. Legnano città felice ? Bella come utopia, a me basterebbe 'amministrata bene', la felicità lasciamola ai sentimenti umani, nei PGT, nei servizi sociali, nei servizi cimiteriali, nella scuola, nell'anagrafe, nella polizia locale, non c'è niente di felice, bisogna solo spiegare cosa fare ai nostri concittadini, chiaro ? Dopo 5 anni di esperienza in Consiglio Comunale che nomi e cognomi tirate fuori dal cilindro ? Dai, siamo seri un po tutti, diciamo le cose come stanno, non come vorremmo che siano, chi semina vento, raccoglie tempesta, 5 stelle compresi, coloro che si vendono come il nuovo che avanza.






















E stavolta Riky, non hai nemmeno il Berti che tira il carretto, magari te ne frega poco, ma conta, su questo ne ho la certezza.

sabato 21 gennaio 2017

LA SFIDA ANCHE A DESTRA





























Dopo aver tirato le orecchie per bene all'amministrazione uscente, è giunto il momento di dare qualche frustatina anche a quelli che "riverginandosi" vorranno sembrare, apparire, come l'alternativa al Centinaio bis. Oramai pare deciso il ritorno del 'centrodestra' compatto, vale a dire Lega, Forza Italia, Nuovo Centro Destra e Fratelli d'Italia. Nel post parlerò soprattutto di indiscrezioni, certezze non ce ne sono ancora, ma qualche informatore c'è e le voci spesso e volentieri divengono realtà. Come avevo già detto qualche giorno fa, anche nel cdx sarebbe il caso di fare serie primarie per scegliere il candidato sindaco, ma pare ci sia qualcuno, soprattutto la Lega, che proprio non ci vuol sentire a confrontarsi in democrazia. Allora cosa succede ? Succede che quelli che volevano fare i duri e i puri sul territorio cominciano a ricevere le telefonate 'dall'alto', e guardacaso cominciano a mettere insieme castelli di accordi e spartizioni che non hanno nulla a che fare con la politica per la propria Città. Saltano allora fuori i nomi dell'ex vice sindaco Fratus oppure del vecchio sindaco  avv.Cozzi Maurizio, e la domanda che sorge spontanea è: ma se sono stati mandati via la scorsa volta (2012), come possono essere ripresentabili in prospettiva futura ? E poi: perchè fate i conti come se a Legnano esistessero solo i partiti e non tenete in considerazione l'emergente propulsione civica ? Cari amici del centrodestra, leghisti in particolar modo: avete gettato nel cesso la candidatura di una donna in gamba che vi avrebbe fatto vincere senza fatica al primo turno, parlo di Carolina Toia, la Consigliera Regionale che avrebbe rinunciato ad una carica meglio remunerata e con meno rotture di palle, che si era messa a disposizione fino dal mese di febbraio 2016 per la sua città natia Legnano. Forse la sconfitta del 2012 non è bastata ? Ora cercate accordi tessendo una tela senza tirare fuori novità ? E pensate di vincere cosi ? E non pensate che sta nascendo un MOVIMENTO CIVICO con cui dovrete fare i conti ? Vi avviso, calcolatori del centrodestra: la vittoria elettorale prossima ventura, passerà proprio da questo movimento civico, il vostro calcolo di poltrone nei vari comuni del circondario, mi fa vomitare, come mi fanno vomitare le alleanze che non hanno come obiettivo il bene della Città ma la spartizione di poltrone e potere. In sostanza, senza farla troppo lunga, tirate fuori un nome o dei nomi spendibili per il futuro e insieme si amministrerà fino al 2027, altrimenti rischiate un'altra frittata. Evito di fare nomi eccellenti di potenziali Candidati Sindaco, ne avrei almeno 5, sarà pure questione di giorni, ma questo messaggio vale tanto quanto una delle vostre riunioni carbonare, con la differenza che è in chiaro a beneficio di tutti. Capito cosa è lottare per il bene della propria Città ? Anche leggere libri di storia, girare le vie, ascoltare la gente... Stavolta la sfida è lanciata a millantatori 'potenti': senza il nostro apporto, la poltrona di Sindaco non la portate a casa, fosse poi con una persona da 'minestra riscaldata', ancora meno. 

Per altre informazioni, telefonare o mandare una mail, numeri e indirizzi li conoscete già.  A presto !














oia

giovedì 19 gennaio 2017

IL TRAPPOLONE




















Dialogando su fb mi si è accesa una lampadina sul centinaio di persone che l'altro giorno hanno firmato in bianco la riconferma di Centinaio. Sul quotidiano 'il Giorno' il giornalista si domandò come mai non ci fosse la firma di Nicola Giuliano presidente di amga dal 2013 al 2016 oppure dell'a.d. di Euro.Pa Mirco Di Matteo, io vado oltre, e mi chiedo perchè mancano all'appello molte firme Autorevoli, soprattutto dell'ambiente piddino. Vi spiego perchè ritengo faziosa questa lettera di appoggio al sindaco uscente: alcuni di loro in maniera confidenziale nelle ultime settimane hanno ammesso che la condotta del quinquennio appena passato, non è stata proprio limpidissima, sottolineando anche i limiti caratteriali oltre alle competenze 'conquistate' in ambito istituzionale, ma la cosa più grave è che persone  di spessore con nomi e cognomi importanti, culturalmente messi bene, scelgano Centinaio senza sapere chi sono i suoi competitor. Questo è paradossale, hanno firmato per Centinaio in bianco, come fosse il più bravo di tutti, qualuque sarà o saranno i suoi avversari. Queste lettere, cari amici dell'oramai sindaco uscito, si mandano a candidature completate, con nomi e cognomi degli avversari, in maniera che la decisione vostra sia comandata dalla razionalità della migliore soluzione, non perchè è il vostro amico. Nel 2012, al ballottaggio firmai una cambiale in bianco per Lui, scegliendolo come 'il cambiamento' per la Città, con l'esperienza appena trascorsa, non potrei mai più spendere una buona parola ad un amministratore che ha deluso (la persona non si discute, si discute invece sui risultati amministrativi). Detto questo consiglierei a quelle persone 'autorevoli' di non cascarci più in questi trappoloni, siate certi che gli altri candidati siano peggio di Centinaio prima di mettere la vostra firma, altrimenti la figuraccia la fate voi, non il sindaco uscente. Domandatevi perchè i ragazzi di Rilegnano non lo vogliono più, domandatevi perchè alcuni consiglieri di maggioranza sono passati all'opposizione o hanno lasciato il Consiglio. Fatevi ste domande prima di prendere le parti che ciascuno di noi prenderà al momento opportuno. Se il centrodestra candidasse Paolo Alli per esempio, sarebbero ancora tutti disposti a firmare per il Centi ?  E forse nomi e cognomi che su questo blog sono comparsi come Nicola Giuliano, Carolina Toia, Ornella Ferrario, Daniela Colombo, Franco Brumana, Federico Amadei non sarebbero degni di un vostro giudizio positivo ? Avete fatto una figuraccia, avete dimostrato di fare gli amiconi, non coloro che votano in base ai progetti e ai programmi, questa figura ve la ricorderete per un pezzo, parola di un cretino che vive la Città intensamente, e soprattutto guarda le persone negli occhi e per finire, fa proposte, lancia messaggi per trasformare questo luogo in un posto bellissimo.


mercoledì 18 gennaio 2017

ACCAM, 45 ANNI FA LA RIVOLUZIONE DEI RIFIUTI



Era nel lontano 1972 che si inaugurò questo impianto per mettere fine alle discariche e bruciare tutto, ma se leggerete l'articolo completo a cura dell'Amministrazione comunale di allora guidata dall'ingegnere Luigi Accorsi, si parla chiaramente di recupero della frazione umida per trasformarla in fertilizzante. Non sono sicuro, ma credo che il recupero dell'umido non sia mai partito, solo sulla carta si è parlato di quello, interessante è comunque leggere gli annunci di chi lo ha voluto. Leggetelo, è troppo interessante e negli ultimi 5 anni di amministrazione guidata dal sindaco Centinaio, di tira e molla sul revamping o sullo spegnimento, ne abbiamo sentite tante, troppe, e mi chiedo: ma ci avranno capito qualcosa o stanno aspettando ordini dall'alto? Da destra o da sinistra ? Non posso sapere, non possiamo sapere, neanche loro forse lo sanno ... Diciamo che è notizia di oggi dell'avvio della gara d'appalto x la nuova centrale a biogas di via Novara, chiamiamola pure la centrale contestata, un 'lavoretto' da 20 milioni di euro a ridosso del centro abitato, e allora, più che dirvi cosa significa ACCAM, Associazione Consortile dei Comuni dell'Alto Milanese, non saprei cosa aggiungere, vi invito a seguire ciò che si diceva 45 anni fa a tal proposito, i sogni della rivoluzione dei rifiuti, tra retorica e nuovo business, come è sempre stato nella storia del mondo, buona lettura.



I comuni oggi sono 27, ancora incerto il futuro, li comunque il compostaggio dell'umido doveva essere previsto, chi avrà cassato da subito il progetto ? Chiediamocelo, poichè i milioni di euro, ora della fine, li pagano sempre i cittadini...

martedì 17 gennaio 2017

ANTONIO NOOOOOOOO




















Stamane a mezzogiorno circa, passo da viale Matteotti e per vizio o deformazione mentale, un occhio se non due, mi cadono sempre sui manifesti necrologici... Nooo Antonio Bertocco, 49 anni, un altro colpo al cuore... Una bella persona, siamo praticamente cresciuti insieme, lui qualche anno meno di me, ma anche lui come me ha cominciato a lavorare presto nell'azienda di famiglia, in tanti ricorderete il distributore di benzina sulla XXIX maggio all'incrocio con le vie Calatafimi e Rosolino Pilo... Ed allora ancora nessuna parola ti può uscire dalla gola, avevo in archivio una foto scattata al campo di via Lodi, quando anche lui da giovane ha provato la gioia di indossare la maglia lilla... Un abbraccio a Paola e al figlio Andrea, un abbraccio a tutti i parenti che gli volevano bene, Giovedi mattina alle 9.00 l'ultimo saluto alla chiesetta di Sant'Erasmo.


NON CI POSSO CREDERE

























Cercherò di essere più razionale possibile, se seguissi l'istinto dovrei utilizzare delle parole volgari, ma non voglio... Questa sera si è celebrato il funerale di RiLegnano la lista civica del 6% che ora sostiene la maggioranza con 3 consiglieri ed ha un assessore in Giunta. Una settimana fa uscirono con questo comunicato:
in cui promuovevano i 5 anni di amministrazione Centinaio, ma bocciavano la sua candidatura e l'allargamento della maggioranza. Questa sera in molti si aspettavano una presa di posizione ferma, decisa sul da farsi dopo le decisioni prese dal PD che ha riconfermato la fiducia al Centi. Al di là del clima soporifero  creato nella sala Ceccarelli di Euroimpresa, sono state presentate 2 tesi di lavoro: A) ritirarsi dal gioco, B) no dai rimaniamo che magari nei prossimi anni cambierà. Il ritmo era quello del bar del Ginocchio del vecchio oratorio di San Domenico e allora ho preso la parola dicendo: " ragazzi, siete giovani e aitanti, vedere questo clima da funerale mi fa veramente specie, chiedete le primarie e misuratevi su quello, questa è democrazia ! Deve arrivare uno che non c'entra nulla per spronarli a lottare ! Roba da matti ! Ma la cosa peggiore è arrivata dopo: l'ipotetica candidata per le primarie Chiara Bottalo non era più disponibile a mettersi in gioco e sfidare Centi o Amadei, nome alternativo uscito ufficialmente dal simposio piddino... Quindi il suicidio politico si è compiuto, che succeda o meno di esistere ancora come forza politica, la mia sensazione è stata di vuoto assoluto, zero proposte alternative, solo stanchezza e 'vuoto interiore', e questi ragazzi sono stati in maggioranza, non all'opposizione ! Il loro NO alle primarie per mancanza di tempo non lo posso accettare, la Città la consegnate voi in mano a quelli che ce l'hanno duro e accoliti, avete già perso a tavolino. Dico anche purtroppo, perchè mi piacerebbe vedere una partita alla pari, giocata lealmente ma alla pari, ho avuto l'impressione in alcuni momenti di essere all'ingresso della vecchia Casa Accorsi, scambiavo degli sguardi col mondo e mi chiedevo: schiaffeggiatemi e ditemi che non è vero ! Più che dirvi, in bocca al lupo per il futuro, non so cosa aggiungere, senza entusiasmo e voglia di spaccare i sassi non si va da nessuna parte, e con un'assemblea piena di laureati mi aspettavo ben altra carica, il vostro Giallofluo, è diventato un avorietto sbiadito... Ri- destatevi, per il bene della vostra amata Legnano, o prendetevi sta pausa e caricatevi per il 2022...

domenica 15 gennaio 2017

100 GIORNI ALLA LIBERAZIONE





















Dall'ipotetico giorno del cambio dell'amministrazione comunale, fissato per il 25 aprile 2017, mancano 100 giorni, poi se si voterà a maggio, poco cambia, oramai sono giorni di fibrillazione per sapere chi saranno gli aspiranti candidati a Sindaco per il prossimo lustro e se non è oggi, sarà domani o dopodomani, ad uno ad uno salteranno fuori. Io al momento sono uno spirito libero, non starò certo a guardare e farò di tutto per far vincere una Lista Civica Vera, fatta di legnanesi che vogliano lottare con le loro forze e competenze per la Città del Carroccio. Una carica speciale, piena di romanticismo me l'ha data ieri sera un figlio dell'ex Sindaco Anacleto Tenconi, con il quale ho conversato oltre tre ore, e se non fosse stata l'ora tarda, sarei rimasto li ancora a parlare del suo papà, della vecchia Legnano... Si, sarà una lotta romantica questa campagna elettorale perchè all'orizzonte si profila un grande rinnovamento: i due poli maggiori proporranno a quanto pare delle 'grandi novità' ( sul settantenne Centinaio è quasi certo, dall'altra parte diciamo che sarà un maschio, ma non ho la certezza e spero ancora in un coup de theatre all'ultimo minuto). Ecco, qualcuno a Legnano crede che PD, Lega, FI, FdI, NCD possano spadroneggiare e decidere da sè senza calcolare le realtà 'civiche'. OCCHIO, occhio perchè stavolta rischiate di andare a sbattere un po tutti, se le 'civiche' si dice che a Legnano difficilmente vinceranno, anche i partiti tradizionali non sono in una botte di ferro, anzi rischiano grosso. A destra più sigle tradizionali non garantiscono nulla con dei candidati non autorevoli. a sinistra è un po PD contro tutti e contro se stesso, le pantomime di questi giorni lo dimostrano e senza la 'voce civica' a sinistra sarà sconfitta senza appello. Giusto per citarli i miei ex compagni di viaggio, si porteranno a casa quell'inutile 15% che non servirà a nessuno perchè non sommabile ad altro... E allora è giunto il momento di dichiarare aperta la sfida civica ai partiti per soppesare il valore elettorale di chi non ne può più di pastette gerarchiche e vuole genuinità nei rappresentanti dell'Amm. Comunale. Il peso specifico di tali liste dovrà essere come il piombo sulle decisioni prese, e garantire tutti noi. Continuo a sposare l'idea che abbiamo delle quote rosa  valide in grado finalmente di rappresentare la Città del Carroccio con la fascia tricolore ed il Mantello del Supremo Magistrato... Ci arriveremo ? Dai che li mettiamo tutti in crisi, liberiamoci, il 25 aprile è vicino !

ISTRUZIONE PUBBLICA A LEGNANO



















Sulla rivista del Comune Legnano edita dal 1955, numero 2 anno 1972, vi è allegato un estratto del libro del vecchissimo e benemerito segretario G.B. Raimondi, voglio riportarvi ciò che c'è scritto, perchè più che un racconto pare una poesia, il tutto coordinato con qualche foto e qualche scheda. La foto che vedete sopra è il Museo archeologico voluto da Guido Sutermeister, con la skyline della vecchia scuola Mazzini di cui parleremo dopo.

Se la pagina più bella della vita comunale legnanese nei secoli passati è senza dubbio quella della liberazione dall'infeudazione avvenuta nel 1652 e da noi narrata in un precedente capitolo, la pagina più fulgida e meravigliosa del suo grande sviluppo moderno è data dallo sforzo immane che il Comune ha compiuto negli ultimi tempi nel campo della pubblica istruzione, per la liberazione cioè da un servaggio ancora più triste e umiliante, quale quello dell'ignoranza.(voglio ricordare che il libro in questione è del 1913). Fino al 1820, il bilancio comunale, bilancio ben magro, ma che pure aveva fondi pel medico, pel chirurgo, pel cancelliere, pel cursore e per altre spese minori, non ha il più modesto stanziamento, neppure un soldo, per la pubblica istruzione. Fino a quell'epoca, l'istruzione pubblica era rappresentata tutta da alcune modestissime scuole private, tenute per lo più da religiosi, senza alcuna ingerenza da parte dell'Autorità comunale. Nel 1820 il Convocato generale, che fu l'ultimo della serie, deliberò di istituire una scuola per i ragazzi e vi nominò il maestro nella persona di Giuseppe Terreni collo stipendio annuo di Lire 350, stipendio del resto che gli venne pagato solo nel 1821. (come si può notare, il vizietto di far fatica  a pagare per tempo ha radici profonde). Nel 1822 venne aperta la prima scuola comunale femminile colla maestra signora Claudia Mazza alla quale fu accollato anche l'obbligo di provvedere al locale per le alunne ( che furono nel primo anno ben 80) per lo stipendio complessivo annuo di Lire 120, portato poi nel 1823 a Lire 200 ( anche qui la differenza uomo - donna, si sentiva, eccome !). Se a noi fosse consentito di esporre un desiderio... ( continua a leggere sull'originale che troverai dei dati e delle date eccezionali)

stava lo stabile dell'ex convento dei frati di S.Angelo, il quale dall'epoca della soppressione ordinata da Giuseppe II, era passato attraverso molti proprietari ed a diverse vicende. L'area acquistata fu di circa 17.000 mq e la spesa d'acquisto ammontò a Lire 70.000. Per la sua sistemazione il Comune accese un mutuo per Lire 100.000 nel 1897 con la Banca di Gallarate e dallo stabile si ricavarono 16 ampie aule, l'abitazione del Direttore didattico , del bidello e del capo delle guardie comunali. Nel 1901, l'amministrazione comunale, preoccupandosi dei molti scolari esistenti nelle frazioni  Ponzella, Mazzafame e san Bernardino, decise di provvedere anche ad essi in modo da evitare almeno ai più piccoli il grave disagio di doversi recare fino al capoluogo per frequentare la scuola. Nel 1902 venne pertanto costruita nella frazione Ponzella, posta nel mezzo alle altre due, una Scuola Mista Rurale com- (continua leggendo sulla foto)

della provvida legge scolastica del 4 giugno 1911 nota col nome di S.E. il Ministro Credaro. Colla occupazione di questo palazzo scolastico, verranno abbandonate le sei aule d'affitto di proprietà della Società Wolsit ed il Comune avrà a sua disposizione n° 71 aule delle quale alcune dovranno cedersi alla Scuola tecnica Comunale che pure ha urgente bisogno di ampliamento, Il Comune quindi, malgrado i suoi sforzi, è ancora assai lontano dall'aver risolto radicalmente il problema delle aule pe rle scuole elementari e (continua sulla foto)





portanza, come forma oggetto di legittimo orgoglio di quanti, entro e fuori l'Amministrazione civica, hanno cooperato per il raggiungimento del meraviglioso risultato...

Dai, è stata lunga, con un percorso tortuoso, ma abbiamo vissuto la nascita della pubblica istruzione che ha la genesi vecchia di 2 secoli...

sabato 14 gennaio 2017

RIPARTIAMO DALLE TORRI



Ho dei pallini in questa testolina, non pallini personali, ma di tematica sociale: sono convinto che con l'emancipazione della società occidentale, è inutile pensare ad un futuro agricolo, o industriale, o commerciale, bisogna invece crearsi delle opportunità turistiche e legate al divertimento e benessere, anche alla formazione se vogliamo, ma soprattutto ai primi 2 temi, in cui includerei anche la scuola dello sport. Siamo agli sgoccioli per il trasferimento del ramo d'azienda di quel che rimane della vecchia Franco Tosi, Presezzi deve fare i conti in tasca propria, Lolli deve vendere l'area per ridimensionare una parte di debiti i quali favorirebbero banche e fisco, inutile oramai pensare che la Tosi rimanga li, lo dicevo anche anni fa. E sempre anni fa iniziai a fare progetti virtuali sul destino di quell'immensa area svuotata dai contenuti. Partiamo allora da questa idea, un' idea di carattere immobiliare: costruiamo 2 torri, simili alle rimpiante 'torri gemelle' di New York al centro dell'area, costruiamole in proporzione, anzichè 60x60 metri di base, larghe un terzo, e alte un terzo: 30 piani ciascuna, una ad uso residenziale ed una ad uso uffici, diventerebbero i nuovi grattacieli di Legnano, dopo il primo del 1929 in piazza san Magno ed il secondo in piazza Mocchetti del 1963. Dobbiamo metterci in testa che la posizione del territorio su cui insiste l'intera area, abbraccia la ferrovia internazionale che collega il nord Europa con Milano, e si presta in maniera incredibile ad uno spazio simile a Disneyland Paris o a Las Vegas, ovviamente tutto ridimensionato ad una città satellite come la nostra nell'ottica di Milano Città Metropolitana. Cosa mettere dentro in questo contenitore ? Contenitore che per sua natura potrebbe inglobare anche i rimanenti 40 mila metri della Manifattura di Legnano, totale 400 mila metri, come l'area della vecchia fiera di Milano. Le Torri dicevamo, certo, perchè le torri rappresentano una rinascita, e noi di quello abbiamo bisogno, guardate Milano come ha cambiato pelle negli ultimi 10-15 anni, era in fase decadente e solo investimenti straordinari la stanno ridisegnando come Città della grande Europa, non si può più tornare indietro, a Legnano non sarà nè l'agricoltura , nè l'industria a salvare i nostri destini, solo un progetto futuristico darebbe linfa vitale alle prossime generazioni, nel presente creerebbe un indotto da favola, quello che serve ora: LAVORO e commercio locale. Cosa potremmo inserire allora in questa immensa area, in ordine sparso e non per importanza: 1, un'area coperta e scoperta per Grandi Eventi, la faccenda di questi giorni del Rugby sound fa riflettere su questo. 2, una serie di strutture sportive legate a tutti gli sport, soprattutto a quelli meno conosciuti, per creare in parallelo una vera e propria scuola per atleti che li lanci in tutto il mondo verso il successo, ricordiamoci che SPORT significa anche disciplina, regole da rispettare. 3, zone commerciali per rendere appetibile il business plan, non delle outlet qualsiasi, ma veri e propri spazi commerciali ove si è a contatto con tutto il mondo, dove soprattutto l'alimentazione dovrà arrivare da tutto il mondo, con uno sguardo privilegiato alla 'solidarietà commerciale' ( pensate come sarebbe bello avere prodotti in arrivo da zone terremotate o alluvionate per aiutare coloro che sono in ginocchio). 4, un moderno parco, tra piste ciclabili per raggiungere le varie zone: un Luna Park permanente un Acqua Park permanente anche indoor, buone idee si potrebbero acquisire da Gardaland... Bar e ristoranti a go go, privilegiando la professionalità giovanile locale... 5, questo territorio per noi sconosciuto perchè recintato da muraglie dovrà apparire 'trasparente', sottopassi e sovrapassi dovranno armoniosamente collegare questa nuova Città nella Città dove in pratica nulla dovrà sconvolgere per il resto del tessuto urbano poichè i parcheggi saranno solo sotterranei e ci si renderà conto che da via Cavallotti si potranno vedere transitare anche i treni... Vogliamo mettere la più grande pista lombarda per gli appassionati di skate ? Già scritto nel 2012...

Tutto corredato da telecamere e webcam per promuovere questo luogo in tutto il mondo, almeno in tutta Europa...
Poi mi piacerebbe promuovere l'artigianato, cioè l'arte di tramandare mestieri in via d'estinzione, con una serie di spazi dedicati, magari salvando uno o più  capannoni  tra i più belli rimasti. Dalle nuove Torri il panorama sarà fantastico e questa nuova fabbrica tra piazza san Magno e la Stazione vivrà 24 ore su 24 e darà quindi da lavorare 24 ore su 24, ricordiamocelo. Criticità ce ne saranno, ma solo grandi professionisti potranno proporre dei progetti fantastici per un futuro almeno da terzo millennio... Renzo Piano per esempio progetta in tutto il mondo, sottoporre questa 'pazzia' tramite il nostro 'sindaco metropolitano' Beppe Sala sarà solo il primo passo. Banche, imprenditori e investitori ne avrebbero sicuramente i frutti per gli anni a venire. Anche l'ospedale nuovo ha avuto una buona dose di iniezione di denari col 'progetto di finanza', qui serviranno 2 miliardi o forse più, ma questo non ci interessa, noi non si guarda il dito, ma la luna. Non so se a Legnano abbiamo gente capace di fare pressing per un progetto cosi ambizioso, parlamentari ne abbiamo: Alli, Casero, Monaco, ma loro, al futuro della città, della loro città, ci stanno pensando ? Hanno tutti ruoli di rilievo nel panorama politico, perchè non crederci ? Questo caparbio progetto, sbloccherebbe anche altre aree, perchè lo sviluppo crea sviluppo, e noi saremmo in una botte di ferro per almeno altri 50 anni... Prima di dirmi che sono uno scemo però, scrivetemi la vostra alternativa, sperando non sia fatta solo di condomini, anche se belli, perchè di quelli la zona è piena, diamo una speranza di lavoro a tutti e si ricominceranno a vendere pure le case. Nel progetto che ho descritto sopra c'è dentro di tutto, mi pare socialmente corretto, nè di destra, nè di sinistra, un po centrista e un po realista, frutto del buon senso e con l'obiettivo del benessere non il contrario... Dalle  Torri bisogna ripartire , per guardare Legnano da una nuova prospettiva...




venerdì 13 gennaio 2017

CENTI, E' L'ORA DELLA RISCOSSA !!




























Caro Alberto, ho trovato su google questa bella foto, con le tue due reginette che si stavano dando il cambio per il rimpasto in Giunta, le uniche donne che hai avuto come collaboratrici. Una di loro due, quella di destra, 'i 4 gatti' di RiLegnano la vorrebbero candidare al tuo posto per i prossimi 5 anni, e ti hanno fatto sapere che non ti vogliono più come Sindaco, e non vogliono nemmeno l'allargamento della attuale maggioranzanzanza, quindi anche quelli che stanno cinguettando con Voi, e cioè 'Noi della Lombardia', non sono graditi, in poche parole, hanno anticipato i vostri tempi Piddini x far sapere a tutti che sei stato bravo, ma non ti vogliono più. Oggi su una pagina facebook che si chiama Legnano c'è, ho letto una cosa interessante che copio e incollo qui sotto:

DILETTANTI AL POTERE SPETTACOLO TRAGI COMICO
Cercheremo di spiegare con un semplice ragionamento il perchè riteniamo che la lista Rilegnano debba uscire dalla maggioranza e chiedere al proprio assessore Chiara Bottalo di lasciare la poltrona in giunta. Naturalmente la lista Rilegnano ha tutto il diritto di non voler più sostenere Centinaio come sindaco ma allo stesso tempo ha fino ad oggi condiviso per intero l'azione di questa amministrazione e bon ton politico avrebbe richiesto almeno di aspettare Domenica 15 gennaio p.v., data nella quale il PD legnanese prenderà una decisione definitiva tra la ri candidatura di Centinaio o le primarie di coalizione. A quel punto tutti gli attuali alleati e magari anche altre forze politiche potranno in base alla scelta prendere le proprie decisioni. Invece un intervento preventivo come quello fatto da Rilegnano ha ovviamente l'obbiettivo di condizionare tale scelta in quanto nel caso in cui legittimamente il PD decidesse di ri presentare il sindaco uscente dovrà tenere in considerazione il distacco della lista civica Rilegnano.E' comunque vero che il sindaco in qualche occasione li ha definiti 4 gatti e forse questo ha contribuito ad una loro piccata reazione ma in tutti i casi si sono resi responsabili di un duro intervento a gamba tesa quanto meno in questa fase inopportuno.Comunque il dado è tratto ma quello che non vogliono trarre sono le conseguenze naturali della loro posizione. A questo punto in mancanza di un loro gesto politico sarebbe opportuno per fare chiarezza che ci sia un intervento da parte del sindaco, cosa che molto difficilmente avverrà in quanto presuppone capacità di analisi politica, termine a lui sconosciuto. Quindi continueranno la loro convivenza da separati in casa a scapito della città e dei legnanesi che ancora per qualche mese ( per fortuna) saranno costretti a sopportare questi signori che dopo aver mal governato per 5 anni ci lasciano con uno squallido spettacolino che ci saremmo volentieri risparmiato.....

Come vedi, non hanno risparmiato anche una battuta acida nei tuoi confronti nel finale, tu stesso sai che pure per me la tua avventura di sindaco sta per terminare definitivamente, ma io sono andato oltre, sostengo le primarie sia per il cdx che per il csx, magari dalla tua parte potresti vincerle, chi potrà saperlo se non ti sottoponi ad esse ? Se domenica nel PD legnanese si deciderà di andare a primarie oppure i tesserati a maggioranza ti daranno fiducia cosa farai ? La coerenza dice una cosa: la democrazia deve vincere, anche per un solo voto, mi devi dire però come potrai fidarti dell'unica assessora donna che è stata indicata come tuo successore alla poltrona di Sindaco. La licenzi tu o aspettiamo il bel gesto delle dimissioni ? E coi tre Consiglieri ? Chiederai loro di portare pazienza ancora per 4 mesi, cosi approvi la variante al PGT, e chiederai quindi un comportamento responsabile o cos'altro ? I Rilegnanini sono convinti che tanto si può tirare a campare cosi, di separati in casa ce ne sono a manciate, ma voi siete amministratori, non una coppia di fatto, ricordiamocelo sempre... Dopo domenica vorrei avere una risposta per tutti i cittadini Legnanesi con la L maiuscola, i giochini di potere mi piacciono poco, voglio trasparenza e coerenza, quella che tutti avete citato almeno 77 volte 7 a testa in questi cinque anni di mandato amministrativo. Dai Albert, sarai comunque una risorsa anche per il futuro, per chiunque andrà ad amministrare, potresti suggerire preziosi consigli, meglio delle mie idee farlocche che periodicamente appaiono su questo blog !!
Ci tengo ad una tua risposta pubblica...




P.S. questa è la foto del post apparso su 'Legnano c'è'.

giovedì 12 gennaio 2017

LA MORTE DI UN FIGLIO



Ieri ero contento, mi avevano appena dato belle notizie riguardanti dei documenti sulla nostra Città, mi ero appena soffermato sulla XXIX maggio per ammirare un condominio uscito un capolavoro, incontrato un amico che non vedevo da molto tempo e poi il mio sguardo è caduto sull'entrata di quel condominio... Nooo, 17 anni, un odioso drappo grigio che annuncia una tragedia sicura per una famiglia... I 17 anni ce li ricordiamo tutti, una delle età più belle e contraddittorie della nostra esistenza, mi ha rattristato tutto ciò, avrei voluto stringere in un abbraccio i suoi genitori. Ho girato queste sensazioni su fb, e a centinaia i legnanesi con un piccolo gesto, sono stati vicini a Luca e Maria Daniela, genitori di Niccolò Magon un ragazzo che ha lasciato su fb questa ultima immagine che ho copiato ed incollato qui sopra... Scrivo questo post mentre sento il campanile di san Domenico suonare a lutto, mentre un'affollata chiesa da l'ultimo saluto terreno ad un ragazzo portato via senza pietà da una malattia... Rabbia, tristezza, si tristezza più che rabbia, credenti o non credenti, ciascuno reagisce a proprio modo. Amici e parenti avranno modo di ricordare il loro figlio, amico, nipote, conoscente, io amo ricordare e mi affido al web piuttosto che al camposanto. Niccolò lascerà il suo profilo coi suoi ricordi su fb, e noi gli staremo vicini, ha subito una grave ingiustizia terrena, morire a 17 anni, non si può sentire...


Riposa in pace, questo è il fiore per rimanere nella nostra memoria.




























UN' ORA IN RADIO































Lunedi pomeriggio ho avuto il piacere di chiacchierare in radio con Laura Defendi a Breaknews sul futuro politico della Città del Carroccio, abbiamo affrontato il tema delle prossime elezioni e non solo, abbiamo esordito con questo :

https://www.youtube.com/watch?v=EozHu40Rt_Q




Mi sono riguardato, ho ancora tanta strada da fare per essere un buon comunicatore, ma la sostanza e le opinioni personali sono ben presenti negli spezzoni. Mi sono divertito, e auspico di averci preso qualcosa per il futuro della nostra Città. Il treno per le amministrative è partito, facciamolo diventare un confortevole Frecciarossa !!!



mercoledì 11 gennaio 2017

RI-MEDIAMO































Carissimi amici Rilegnanini, eh no, non fate i furbetti, se Centi non vi sta più bene, non potete stare ancora al suo banchetto e al suo servizio. Non si è mai visto che una coalizione cosi 'coesa' che non ha mai avuto il coraggio in 4 anni e mezzo di mettersi di traverso, votando qualche volta contro, ora, a 4 mesi dal cambio a Palazzo Malinverni, voi sfiduciate l'attuale Sindaco e cercate però di rimanere in maggioranza come se nulla fosse... Come ho già scritto sul commento al vostro documento, la minima cosa che possiate fare è di ritirare Chiara Bottalo da assessora all'istruzione, visto che poi l'avete 'promossa' a candidata sindaca... Non scandalizzatevi se qualcuno vi ha già definito sui social 'dei Giuda', voi predicate la politica della trasparenza e questo è il peggior tradimento che potevate piantare sulla schiena del povero Albert da Legnano... Dai coraggio, fuori le palle e prima dell'assemblea di lunedi 16, presentatevi con la dimissionaria assessora, fareste una gran bella figura di politici coerenti con le proprie dichiarazioni e convinzioni.

Se si ripresenta Centinaio, tanto perderà, se voi gli starete accanto ancora turandovi il naso, fareste la stessa figura europea di Grillo che sta facendo parlare in questi giorni, chi vi crederebbe più ? Ma chi ha scritto il documento, l'ha riletto o sono cose scritte di getto pensando che tanto non le legge nessuno ?? Dai, avete 5 giorni per rimediare, Ri-mediate in fretta, di virginie raggi è pieno il mondo, e da voi, non me l'aspettavo proprio...

martedì 10 gennaio 2017

LIVIO vs CAROLINA


Bèh, nessuno parla, a  sinistra dovranno decidere se continuare con Centinaio oppure no, a destra la Lega rivendica il diritto di scegliere il proprio candidato, nessuno di loro ha capito che serve un candidato forte credibile e autorevole per vincere la prossima tornata di primavera x governare la Città di Legnano. Non si sono ancora convinti che le Liste Civiche avranno un peso determinante e se è vero che sarà cosi, una delle poche figure spendibili per il PD è Livio Frigoli, attuale direttore organizzativo del Comune, autorevole quanto basta, conosce a menadito i meccanismi dell'Ente... Possiamo definirlo 'un tecnico', ha già amministrato in gioventù Castellanza per 10 anni, solo lui ha una visione a 360 gradi sulle faccende burocratiche, lui potrebbe mettere fine alle polemiche interne, per cercare di mantenere quel 30 - 35% che porterebbe il centrosinistra al ballottaggio. A febbraio del 2016, la Consigliera Regionale Carolina Toia, in un'intervista a Legnanonews, si propose come candidata del centrodestra, in pochi hanno capito che Carolina sarebbe la candidata ideale, non per raggiungere lo scontato ballottaggio, ma addirittura per vincere al primo turno.


Il mio sogno sarebbe di vedere delle primarie sui due blocchi, come già espresso nel post 'il peso della democrazia', essendo però un semplice osservatore in attesa di dichiarazioni ufficiali, posso solo lanciare idee, fare scommesse, esprimere desideri... Che bello sarebbe vedere dopodomani il centrodestra che mette a disposizione dei cittadini legnanesi la candidatura oltre di Carolina Toia, anche di Giambattista Fratus, di Daniela Colombo, di Matteo Bocca, due giovani emergenti e due di esperienza, due maschi e due femmine. e che bello sarebbe vedere dall'altra parte, misurarsi il sindaco uscente Alberto Centinaio con Livio Frigoli, con Lorenzo Radice, con Chiara Bottalo, con Federico Amadei, qui, tre giovani e due 'esperti', (non mi è venuto in mente un secondo nome femminile però). Quante Liste civiche autonome salteranno fuori ? Un commento a parte per la lista a 5 stelle, ce la faranno almeno a mettere insieme la lista ? Ha senso votare un simbolo che a Legnano non vincerà mai (per fortuna) le elezioni e non potrà stringere accordi con nessuna forza politica, anche fosse civica ? Tra votare M5S e scheda bianca, è scelta più coraggiosa la bianca, piuttosto che il nulla ( la politica è sporcarsi le mani e rimboccarsi le maniche, non sbraitare per cercare di guarire dei mal di pancia con i placebo). Detto questo attendo sviluppi sulle candidature, c'è pronto un Movimento di Garanzia con  legnanesi doc, e chissà, potrebbe decidere chi far vincere a questo giro, ovviamente al ballottaggio...