Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

sabato 6 agosto 2016

IL PORKEGGIO





























La nostra stazione, lo riconosciamo tutti, è veramente imbarazzante, e non è certo colpa dell'attuale sindaco se è ridotta in quelle condizioni, c'è da domandarsi invece perchè nel tempo passato, nessuno abbia voluto dare un certo lustro a quel luogo, visto che Città come la nostra, parlo di Busto e Gallarate, già decenni fa hanno rinnovato le loro stazioni, abbandonando le vecchie strutture in favore 'della modernità', ma attenzione,ora c'è il colpo di genio... Vi ricordate un paio di anni fa ? 'Mettiamo mano alla stazione, coinvolgiamo giovani writers e operai in cassa della Tosi' (e trasformiamo la stazione in una cosa meravigliosa). Morale: i graffiti meglio degli scarabocchi ma tutto il progetto di riqualificazione dei locali che fine ha fatto ? Si avvicina la campagna elettorale della prossima primavera ed ecco l'annuncio degli annunciatori di professione: 'ricaviamo 150-200 posti in una area degradata e cosi accontentiamo anche qualche pendolare'... Sarò malizioso, ma questi spot sanno tanto di retorica e soprattutto sanno molto di ruffianismo nei confronti della cittadinanza e in un certo senso, sanno anche di senso di colpa per non aver fatto nulla di importante in 4 anni abbondanti di amministrazione. Bello avere questo spazio in più, non c'è dubbio, ma perchè programmarlo ora con le valige in mano proprio mi fa specie. Mi fa specie come la modifica del PGT all'ultimo momento, mi fa specie come l'enfasi spenta della nuova biblioteca che non si realizzerà mai in quel luogo, mi fa specie come tutte le cose non realizzate da questa Giunta che mi aveva dato molta speranza nel 2012 sul cambiamento di rotta del 'sistema' e che invece si è rivelata un altro bluff ( e nei prossimi mesi ne salteranno fuori ancora parecchie di rogne incandescenti, don dollaro preparati...). Prima di scrivere questo post, ho dato un veloce sguardo al programma di questa coalizione: 30 pagine di proposte dove si dice tutto ed il suo contrario, dove si vuole arrivare a tutto arrampicandosi sugli specchi ed il risultato sono solo povertà, solo progetti iniziati precedentemente, non tutto negativo, per carità, ma tante parole gettate al vento...Andate a dirglielo alle persone che hanno versato migliaia e migliaia di euro di tasse nei primi 4 anni, per poi ottenere in cambio quello che è sotto gli occhi di tutti... Si abbia la decenza di scrivere un programma di 4 pagine, ma quelle 4 pagine siano il concentrato di cose realizzabili nei 5 anni di mandato, troppo comodo promettere mari e monti per poi iniziare dicendo 'non ho la bacchetta magica' e terminare concludendo 'purtroppo non ce l'abbiamo fatta, ci servono altri 5 anni'. L'onestà intellettuale prima di tutto, nessun medico ha ordinato a Centinaio & C di proporsi come salvatori della patria, ci hanno provato, tutti i legnanesi hanno provato sulla schiena la clava tassatoria degli ultimi 1500 giorni, ma i risultati chi li ha visti ? Trecento milioni di 4 bilanci comunali, di sangue succhiato ai legnanesi, quali 'miglioramenti' hanno portato ? Qual'è quel 'marketing territoriale nuovo' portato nella nostra Città ? Diciamo che almeno abbiamo provato supposte nuove, quello si, ma il malato non è guarito, anzi, dovrà ancora correre molto per tornare in forma... Attendiamo la prossima primavera per capire l'indice di gradimento degli scambisti, ops, amanti della Città di Legnano...


Nessun commento:

Posta un commento