Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

giovedì 26 maggio 2016

PIUTTOSTO AMMAZZATEMI


























Diventare vecchi e ingombranti è un problema, nel terzo millennio ancora di più. Ieri sera ho speso il mio tempo per ascoltare due testimonianze di parenti che hanno 'ospiti' in una RSA legnanese, una volta la si chiamava 'casa di riposo', all'inizio del 900 la si definiva 'ricovero per i vecchi', chiamarla Residenza Sanitaria per Anziani, fa molto più figo... Quello che non fa figo invece è quello che succede in buona parte di queste strutture: esseri umani trattati come carne da macello, umiliati anche se il senno è ancora vivo, abbandonati a se stessi in una vita di sussistenza senza senso... Ho visto foto rivoltanti, ascoltato testimonianze che ti fanno venire la pelle d'oca, i vecchi malati, diciamolo, sono un problema grandioso e quel Dio che si dice esista, guardi giù e ci dica perchè una donna di 102 anni deve rimanere allettata ancora per un tempo X, che in una struttura di 100 'ospiti' nessuno riesca a scambiare una parola coi vicini o con gli 'inservienti', questa anticamera della morte, diventa un incubo, non una 'residenza'. In questi 5 anni di blog, credo di non avere mai affrontato questo problema, le testimonianze di ieri sera, mi hanno scatenato addosso rabbia e tristezza, ma il cuore degli 'uomini' è solo portato a pensare allo stipendio e al proprio piacere ? Il piacere è un fine stupendo della vita, ma nel suo ciclo veloce, davvero in poco tempo ci si può trovare in una specie di lager, dove la dignità viene azzerata in pochissimo tempo, e se il cuore resiste e non vuoi morire, sei una cavia bella e buona, il tuo essere è azzerato. Mi chiedo allora quale sarebbe l'alternativa, quale dignità si può regalare a chi comunque è dentro nell'anticamera verso il trapasso... Ci sono vecchi che in case di ricovero ritrovano la voglia di vivere perchè nelle proprie abitazioni rimangono soli e abbandonati, ma ci sono vecchi che dentro in certe strutture, vengono brutalmente 'azzerati', umiliati, sfruttati (pagano una retta per creare uno stipendio a gente solo più giovane di loro...). Chi controlla queste strutture ? Cosa si può fare per questi esseri umani di diverso ? L'omertà nell'ambiente è un'altra piaga: nessuno denuncia per paura di ritorsioni, ma a che punto è 'la vocazione' degli addetti a questo tipo di lavoro ? Io sono dell'idea che chi lavora con e per le persone debba avere una vocazione dentro, non posso pensare ad insegnanti, educatori, medici, infermieri, che non abbiano questo 'dono' interiore. Generalizzare ovviamente si sbaglia, ma ogni tre per due, salta fuori uno scandalo, dalle violenze agli asili nido, a queste case, chiamate RSA, chiamiamole AdM, Anticamere della Morte, forse è meglio... Aiutiamoci a capire, lo so che pulire il culo ad un vecchio fa schifo a tanti, ma se uno lo fa di lavoro, DEVE fare il proprio dovere, come dovrebbero fare tutti in una società complessa come la nostra... Se dovesse essere questa la mia fine, ammazzatemi prima, non voglio subire questa onta, non voglio infastidire nessuno ma nemmeno essere umiliato come una pezza da piedi. Ve lo chiedo qui, oggi, in data 26 maggio 2016, spero di diventare 'vecchio' fra 30 anni, in tanti mi seguite, prendete nota, nessuno merita le cose disdicevoli che ho ascoltato ieri sera...


1 commento: