Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

lunedì 18 aprile 2016

O GUERRIERO DELLE MIE BRAME...

Per colpa di quel ficcanaso di Giuseppone Garibaldi, ci è praticamente 'toccato' fare il monumento alla 'vittoria sullo straniero', se Garibaldi non fosse salito su quel balcone a inneggiare alla Battaglia, in nome dell'Unita Nazionale, oggi il corso che porta da piazza san Magno a Castellanza si chiamerebbe corso Sant'Angelo o magari corso Fausto Coppi, chissà... Fatto sta che se i legnanesi avessero trovato le sostanze necessarie, oggi in piazza monumento ci sarebbe ancora la scultura al guerriero di Egidio Pozzi, quella raffigurata nella foto qui sotto, inaugurata con un inganno nel settimo centenario della Battaglia, cioè nel 1876























Il monumento era ubicato esattamente dove c'è ora quello del Butti, oramai lo sanno tutti che per mancanza di fondi, la statua pensata e modellata da Egidio Pozzi, fu all'ultimo momento 'costruita' in cartapesta e gesso, colorata bronzo, e durante la festa nessuno si accorse dell'imbroglio, ma bastarono pochi mesi perchè tutto svanisse, immagino i commenti all'epoca dei legnanesi del tempo, e per quasi vent'anni rimase il nudo basamento in marmo a rappresentare 'la vittoria sul Barbarossa'. Poi arrivò Enrico Butti, volle a tutti i costi creare Lui il monumento, e diciamolo, ne uscì un capolavoro, pluripremiato ai concorsi dell'epoca, Butti adottò Legnano come sua Città, veniva spesso a passeggiare da noi in centro. E allora guardiamolo nella bellezza della sua gioventù piena di sogni e di speranze x il futuro, questo era il giovane Butti


Ho scoperto in questi giorni che l'inaugurazione doveva essere fatta il 3 e 4 giugno del 1900, slittò al 29 perchè nella prima data si svolsero le elezioni nazionali, obbligatorio rimandare di qualche settimana, e il manifesto non nasconde lo spostamento


Infine una curiosità: mi sono chiesto se fosse nato prima il Monumento o prima Palazzo Pensotti, e la risposta l'ha data questa foto del giorno dell'inaugurazione. Il palazzo + bello di piazza Monumento è più giovane di qualche anno rispetto all'opera d'arte dell'artista di Viggiù, risolto anche questo mistero, possiamo ora dormire sonni tranquilli. Resta ancora da capire se Alberto da Giussano sia esistito o no.


Nessun commento:

Posta un commento