Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

mercoledì 13 aprile 2016

DUE MORTI E LA FIERA DELL'IPOCRISIA




































Nelle ultime 48 ore, due notizie che mi lasceranno un segno indelebile in questa testolina munita di cervello: la morte di due persone giovani, molto diverse tra loro, due conoscenti, con cui ho parlato qualche volta in vita e di peso specifico differente mediaticamente parlando. Lunedi, intanto che sto telefonando ad un amico arriva in diretta la notizia della morte della Preside del Bernocchi e del plesso Carducci, Rosemary Codazzi, posso dire di avere parlato con lei 4-5 volte in vita, ma mi piaceva come tipo, determinata e volitiva, stimata per la sua voglia di fare... Cosi, l'ho salutata mandando un messaggio al giornale cittadino: 

Chi non è rimasto sconvolto dalla infausta notizia ? Una donna cosi vivace e caparbia poteva essere il sogno come prima Sindaca donna a Legnano, per il quinquennio 2017-2022, glielo chiesi mesi fa, mi rispose 2 volte con un sorriso: vedremo … Quel ‘vedremo’ non era come pensavo io una ‘non risposta’, Rosmary sapeva che stava lottando e non voleva illudere nessuno, mi piaceva a pelle per questo, ma non ci siamo mai conosciuti a fondo… Un arrivederci nel regno delle anime, e come ho scritto su facebook: ‘un colpo al cuore per Legnano.

Un messaggio vero e sincero il mio, vedere una giovane donna che si spegne a 54 anni mi colpisce assai, se c'è un dio, sono incazzato col dio che fa morire la gente con sofferenza e dolore, quella è la cattiveria del morire, non la morte in sè. Un tumore che ti consuma per 8-9 anni è un prezzo altissimo da pagare in qs vita terrena.
Ho letto dei messaggi di condoglianze di gente che con Ros ci ha litigato di brutto e questo mi ha fatto ancor + specie e mi sono domandato: ma serve la morte per essere docili nei giudizi ? Allora è vero che nella vita siamo tutti animali e una volta morti si usano solo parole dolci...Potremmo iniziare a fare il contrario....
Ieri è stata la volta di Casaleggio, colui che ha inventato la bufala della rivoluzione per creare il proprio centro di potere, come hanno fatto in passato partiti e partitini, per arrivare ai giorni nostri come Bossi e Berlusconi e compagnia cantante. Il rivoluzionario de noantri era dato per spacciato già nel post operatorio di 2 anni fa, amici che se ne intendono gli avevano dato i mesi contati, il suo pianeta Gaia sognato e diffuso su Youtube con obiettivo 14 agosto 2054 lo seguirà dal regno dei cieli. Voglio vedere le facce di tutti quelli che lo hanno amato in vita, leggo commenti sul web di amici che forse non l'hanno mai salutato dal vivo una volta e sono tristemente commossi per l'infausto evento, ed un messaggio di cordoglio può essere utile x una sistemazione nel futuro. Non li avessi conosciuti un po di questi personaggi, non mi permetterei di giudicare, ma l'esperienza, almeno in questo ti lascia un segno.
Troppa gente chiude il discorso con 'un rip' o un 'rispetto per i morti', io invece non ho paura della morte in sè, mi darebbe fastidio il dolore di una bastarda malattia, ma giocoforza, se capitasse, dovrei tenermelo come hanno già fatto milioni di persone. Vorrei al mio funerale gente che mi ha voluto bene o mi ha apprezzato in vita, non vorrei ipocriti all'ultimo saluto nella chiesa in cui sono stato battezzato nell'agosto del 1963. Sincerità in vita e dopo la morte, questo sarebbe il mio desiderio, sapevatelo...

Nessun commento:

Posta un commento