Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

sabato 30 aprile 2016

AMGA CI ASPETTA SABATO 7


Amga, dice il Presidente, è patrimonio di tutti, soprattutto di noi legnanesi che deteniamo la fetta più importante 'di azioni', e allora è bello per mezza giornata, andare la a guardare da vicino cosa è questa Amga. E' la prima volta che viene promossa questa azione di trasparenza totale e lo poteva fare solo il Presidente Nicola Giuliano, colui a cui va dato il merito di aver defibrillato un'azienda municipalizzata sull'orlo del baratro e qui si che 3 anni sono bastati per toccare con mano qualcosa di concreto. Portate i vostri bambini, i vostri nipoti a vedere i camion e tutti i mezzi in un cortile e deposito gigantesco, venite a scoprire cosa c'è dentro e dietro gli uffici, e poi il grande generatore che da vita al teleriscaldamento, credo si uscirà soddisfatti dalla visita, quel luogo è davvero una parte importante x la Città del Carroccio, occupa oltre 350 dipendenti che equivalgono ad altrettante famiglie, guardare il tutto 'da dentro' potrebbe essere una esperienza indimenticabile. Una gita insomma per capire e per vedere coi propri occhi cosa è questa misteriosa AMGA. Ci sarà anche una mostra fotografica dedicata, se poi ci preparano un aperitivo, sarebbe veramente il massimo. Amga in fin dei conti, fa un servizio per tutti, nessuno può dire di non aver niente a che fare con Amga, e nel bene o nel male, senza la Municipalizzata, avremmo bisogno di privati per espletare il servizio, qui tutti gli utili vengono reinvestiti sempre nel Pubblico. Appuntamento quindi sabato 7 maggio dalle ore 14,30 entrando da via per Busto, non sarà come entrare col trenino nella vecchia Franco Tosi, ma qualcosa di nuovo lo scopriremo tutti...

E se i piccolotti si annoiano (impossibile), c'è anche l'animazione in uno spazio dedicato, ai ragazzi piace fare le cose per bene...

STUPITO E DIVERTITO



Incredibile ! Oggi tra telefonate, messaggi e gente che mi incontra, l'unico argomento o meglio il primo affrontato è:
ma è vero che ti sei candidato a Busto ? SI, è la risposta, vado a dare una mano ad un gruppo di Cittadini che ce la stanno mettendo tutta per migliorare la loro Busto, esattamente la stessa cosa che voglio fare assieme ad altri x l'anno prossimo a Legnano. Per quale motivo non dovrei farlo ? Busto e Legnano sono due Città gemelle, cosi simili tra loro x la storia identica che le ha cambiate nel corso dei secoli. Si, certo, le contrapposizioni sportive, le lotte di campanile, le due province diverse....Ma chissenefrega, aiutare degli amici lo ritengo un gesto nobile, e farlo a Busto o a Magenta cosa cambia ? Nulla. Perciò nei prossimi 35 giorni, oltre che essere Daniele Berti, sarò anche un candidato Consigliere per le amministrative 2016 di Busto Arsizio, orgoglioso di mettere a disposizione le mie conoscenze e la mia voglia di Civico nei Comuni. Sono certo che i maliziosi useranno questa cosa per cercare di denigrarmi, ma sono altrettanto certo che la stragrande maggioranza di amici e conoscenti, comprendano il gesto e lo approvino, senza curarsi dei retro pensieri senza senso. 
Volevo inoltre sottolineare le belle parole spese dall'altro candidato legnanese della lega che tenta la riconferma in Consiglio Bustese, nei confronti dei promotori della lista Movimento per Busto Arsizio Laura Bignami e Giampaolo Sablich, e aggiungerei, un grandioso augurio al nostro candidato sindaco Brasca Andrea, la sua entrata in Consiglio sarebbe la vera vittoria della Lista Civica.
Le champions league, alle volte si vincono anche col 6% !!!



giovedì 28 aprile 2016

LA RISORSA CHIAMATA CASERMA



Le voci si rincorrono, la commissione di stasera lo conferma guardando i volti e ascoltando il sindaco, supportato da un super commissario Radice, il quale afferma: ' i profughi possono essere una risorsa' . Domani il prefetto chiamerà a sè gli undici sindaci della zona del legnanese e dirà: 'caro Centinaio e soci, vi cuccate 350 profughi in caserma (definita 'devastata' dal sindaco) e spartitevi la torta della gestione... Della caserma abbandonata, rifugio per disperati se ne è parlato da anni, ogni tanto veniva fuori un' indiscrezione, poi puntualmente smentita. Ora è arrivata l'ora X : arriva la marea di disperati, per la gioia degli uni, cioè i mercanti di carne calda, e per la gioia degli altri, cioè coloro che rifiutano a priori questa decisione coatta. La cosa orribile è che al Consiglio Comunale viene raccontata solo una parte delle cose, ci si nasconde dietro un dito dicendo dei 'non sappiamo', che sono certo siano sinonimo di 'non ve lo vogliamo dire' ( ve lo diremo a cose fatte).

Cadorna:

Centinaio
Ancora
Dobbiamo
Ospitare
Risorse umane
Nonostante
All'atto pratico, in via Quasimodo i 25 ospiti dopo un anno e mezzo di permanenza, non abbiano un progetto davanti a sè, ora ce ne appioppano 350, cosa facciamo? Il ghetto ? Quale sarebbe la risorsa ?. Forse vale la pena lasciarvi fare, fate come volete nelle vostre stanzette del potere, avevate detto di NO 7 giorni fa ed oggi sembravate tutti cagnolini mansueti, che accettano la punizione...
Voi che andate ancora in chiesa spesso ( stasera anche monsignore presente con altri sacerdoti legnanesi), non vi hanno insegnato che i vostri si siano SI e i vostri no, siano NO ? O forse mi sbaglio io che sono uno sciocco, che non capisce il 25 aprile, che non capisce che il mondo è in mano agli opportunisti e non alla gente per bene... Ah , giusto, risorsa e OPPORTUNITA'... Come quando si parlava di Expo... Buona vita a tutti...

MOVIMENTO PER BUSTO, CITTADINI VERI






































Sono veramente contento di questo risultato ottenuto dagli amici Giampaolo Sablich e Laura Bignami, la Senatrice Bignami, sono contento perchè diranno la loro a Busto, anche senza l'aiutino di Grillo, che va doverosamente ringraziato solo per aver dato un risveglio alle coscienze, per il resto ha fato peggio degli altri, ma in un panorama politico cosi deprimente, il m5s rappresenta ancora una speranza (sigh). Sono contento di dare una mano a questi amici che per la loro Città ci mettono la faccia, l'impegno, sono contento perchè hanno fortemente voluto la democrazia nel gruppo per fare delle scelte, e il 6 giugno, quando si avranno gli esiti per l'elezione del sindaco bustocco, sono certo che questa lista porterà a casa un bel bottino, tale da poter dar voce a tutti i Cittadini della Città più popolosa della zona... Si, ci sarò anch'io in lista con loro, per portare la mia piccola esperienza legnanese che poi riprenderò nel 2017, sono con loro perchè ci dobbiamo aiutare tutti tra persone per bene, e per dare una mano per una causa giusta, io ci sono sempre.

Ieri ho ritrovato il mio nome sulla Prealpina ed è stato il giorno in cui ho accettato la candidatura firmando in Municipio di Busto, a me le sfide piacciono assai, e vuoi vedere che porto a casa  un numero di preferenze sorprendente anche li ? Tranquilli, Consigliere a Busto non potrei mai diventarlo, sono i ragazzi che vivono li che dovranno conquistare qualche seggiola, ma questo gioco è stupendo, sarò testimone di una sfida Civica, e allora combattiamo amici !! Obiettivo portare il candidato Sindaco in Consiglio, se si va in due o tre, tanto meglio, ma soprattutto, si va in maggioranza ad Amministrare, non nell'angolino a fare opposizione... Auguri a tutti noi Ragazzi !!

28 APRILE 1993


Spesso, si fa fatica a cercare un regalo, oggi, voglio tentare di farne uno speciale a mia figlia Ilaria che dal 28 aprile 1993 in avanti, ha completato la nostra famiglia. Chi l'avrebbe mai pensato un dono del genere ? Mi rinfacciano scherzosamente di essermi addormentato in macchina alle 4 di mattina anzichè essere al fianco di mia moglie, ma io sono un tipo sensibile, e non posso sopportare di vedere il dolore ed il sangue da vicino: svengo... Perciò ho visto Ilaria per la prima volta intorno alle 6 del mattino... Era (ed è ancora) un capolavoro della natura, ed era bella come l'avevo sognata qualche giorno prima... Credo in tanti abbiano avuto questa sensazione nel diventare padri, io la confermo.






















Sta bambolina è stata a tratti strepitosa, ed è cresciuta in un attimo, avevo 30 anni, pensavo già di essere un 'uomo consumato e adulto', mi rivedo ora e provo tenerezza per la mia figura cosi giovane e dico grazie al creatore che mi ha dato la gioia di rimanere giovane dentro, e un po anche fuori... Oggi, parlando del 27 aprile, è stata una giornata piena di chiaroscuri, ed in un momento di debolezza durante una telefonata, sono scoppiato in lacrime, ecco, sentire l'abbraccio di mia figlia, l'antico abbraccio che non sentivo più da tempo, è stata la sensazione più bella di questi ultimi 23 anni, sono i casi in cui, la sorpresa supera tutto, e ti da la forza di ripartire per continuare a vivere. Grazie Tatina. E rendere pubblica questa sensazione, mi fa sentire parte di una comunità viva, mi fa dimenticare le frustrazioni della vita che si accavallano di giorno in giorno, per me e per tutti Voi che mi leggete e mi seguite, i numeri li leggo sui contatori, e la gente che mi segue e mi ama e mi detesta è sempre in aumento. Ma il regalo di oggi è tutto per la mia bimba, rimarrà questo un pensiero scritto su un diario virtuale che si chiama 'rete' e speriamo duri all'infinito...















Magari non sono le foto più belle, ma mi riportano a dei momenti sensazionali, ogni immagine è comunque un capolavoro, unica nell'istante in cui è stata scattata, e irripetibile, come tutti noi stessi.
Riguardiamocele allora ste foto, e godiamoci il giorno speciale di questo compleanno...























Non ti metto quelle 'da grande', perchè mi accuseresti di aver inserito quella sbagliata, e poi, 'da grande' ti vedo tutti i giorni, mentre l'Ilariotta piccola la posso gustare solo cosi...

Buoncomple Tata, anche se il 23 come numero non ti piace, porta pazienza, arriverà presto anche il 24, poi il quarto di secolo, e cosi via...

mercoledì 27 aprile 2016

SOGNAVO UNO STADIO PIENO





























Ci ho tentato ad avvisare più gente possibile, ma oramai era tardi, qualcuno è venuto (600-700 persone), ma per la storia, questo incontro amichevole è stato fatto in uno stadio semi deserto, visto che le telecamere puntavano proprio verso la tribuna che vedete in foto... Per chi c'era è stato bello ugualmente, ho chiesto informazioni agli organizzatori e sono stati soddisfatti anche senza uno stadio diciamo pieno, ci hanno assicurato che a Legnano la prossima volta porteranno una gara ufficiale e non una amichevole.
Con questa promessa, tengo in tasca le critiche e faccio un nodo al fazzoletto x questa famosa 'prossima volta'. Sarà la volta che veramente ci dobbiamo impegnare ad onorare tutti lo stadio 'Giovanni Mari' con una presenza massiccia. Forza Azzurri !!!

martedì 26 aprile 2016

ASPETTANDO LA LIBERAZIONE DEL 2017
































Quest'anno non si è badato a spese, il 25 aprile è durato 3 giorni, si è fatto di tutto per riempirsi la bocca di retorica, a quanto pare i partigiani 'hanno fatto tutto loro', hanno cacciato i fascisti e ci hanno regalato una vita di libertà. Bene, i comunisti convinti non aspettano altro che il 25 aprile ed il primo maggio per godere un pochino, per sventolare le loro bandiere rosse, e per sentirsi 'qualcuno', oggi ho evitato di proposito di partecipare alle manifestazioni di piazza per non sentire ripetute le stesse parole vacue, copione di tutti gli anni, comprendenti solo una parte della verità sulla liberazione del 25 aprile 1945. Vorrei chiedere a questi signori, cosa avrebbero fatto senza l'aiuto degli americani, vorrei proprio sentire di questo particolare, vorrei che il 25 aprile si parlasse anche delle tante  Maria Laura Bellini che hanno vissuto esperienze simili in un clima di guerra civile e per il potere di quell'epoca, invece niente, i partigiani sono stati bravi e basta, la storia la raccontiamo come diciamo noi... Ho partecipato invece per pura curiosità al concerto nel centro di Mazzafame dei Modena City Ramblers bravi musicisti che cantano molte storie partigiane, mi hanno ricordato il grande Guccini. Mi ha fatto una certa impressione vedere un assessore di tutti (anche di quelli che non la pensano come lui) approfittare del microfono per divenire per un paio di minuti, l'esaltato sessantottino che si sente vincitore e conquistatore della libertà , ma libertà de chè ? Bandiera rossa la trionferà ! O bella ciao bella ciao ciao ciao... Motivetti simpatici, piace anche a me canticchiarli, ma mi domando se si devono spendere 10 mila euro di denari pubblici per fare un concerto gratis x 1000 persone, non è forse + giusto far pagare 5 euro a testa agli interessati e non gravare sempre sulle tasche di Pantalone ? Un concerto di un oretta, viene definito 'investimento culturale', ma dove ? Ah certo, quando paga Pantalone, si può sempre trasformare l'acqua in vino... Tra l'altro con una folla cosi corposa, non ho sentito pronunciare una parola per l'evento di solidarietà concluso questa sera allo stadio 'Mari' a favore della Casa del Volontariato e peggio ancora, ricordare ai presenti che mercoledi 27 alle 14 ospitiamo nello stesso stadio una partita di calcio amichevole tra le Nazionali under 20 di Italia e Danimarca, rischiando una figuraccia con l'assenza di un pubblico corposo che possa far onore all'evento.
Chiudo gli occhi e penso alla Liberazione del 2017, quando ci libereremo di millantatori di 'capaci amministratori', quando ci libereremo di millantatori di 'progetti per la zona omogenea dell'alto milanese', quando ci libereremo dei millantatori 'della trasparenza e della partecipazione', quando ci libereremo di quelli che 'a volte anche la sinistra ci serve per far vedere che siamo bravi'... Potrei andare avanti, ma mi fermo qui, continuate sulla vostra strada senza ascoltare nessuno, il contatore è a 364 all'alba, poi ci aiuterete coi vostri consigli dai banchi dell'opposizione, vi ascolteremo volentieri, di certo non tasseremo tutti per poi fare campagna elettorale perpetua coi soldi di tutti, sistemeremo strade, marciapiedi, spenderemo denari per i progetti a beneficio di tutti, non degli amici, ci faremo suggerire idee dai cittadini a costo zero, ed elimineremo le complicazioni che avete messo in campo con i vostri scopi poltronari che superano ampiamente le ambizioni avute 'da quelli di prima'. Sistemeremo i centri sportivi obsoleti, terremo la Città in ordine, punteremo su un piano di sicurezza vero non fatto di annunci, rendiconteremo ai cittadini ogni euro speso e soprattutto ci toglieremo dalle palle l'arroganza dei partiti. Siete circondati, arrendetevi, anche se avete i cannoni pagati da tutti e noi le pistole ad acqua, ricordatevelo, dalla nostra parte abbiamo 'gli americani' e la gente incazzata per la vostra abilità e strategia nel 'farvi voler bene', siete democratici e misericordiosi, sempre con chi vi dice signorsi... ( attendiamo con ansia lo sviluppo della vicenda 'viale Cadorna' e sullo stesso viale l'arrivo coatto di 350 nuovi ospiti con un bel bottino da dividere equamente tra catto e comunisti)...W l'Italia, W la libertà di esprimere la propria opinione, W la gente che dialoga e non si arroga il diritto di avere la verità in tasca, W le voci fuori dal coro come quella di Maria Laura Bellini, di anni 16...

domenica 24 aprile 2016

LA NAZIONALE A LEGNANO





















E' da ieri che i ragazzi della Under 20 delle nazionali di Italia e Danimarca sono a Legnano per prepararsi all'amichevole di mercoledi 27 aprile ore 14,00 allo stadio G.Mari. L'ingresso sarà gratuito, allo stadio ci stanno 12 mila persone quando c'è il Palio, mercoledì pomeriggio sarebbe bello riempirlo almeno per metà, diciamo tribuna coperta e popolari... Legnano non può accogliere questo evento con indifferenza, è vero che il calcio è un po in flessione, ma una Nazionale Azzurra a Legnano non si era mai vista, chi non ha impegni di lavoro, giocoforza un giro allo stadio lo deve fare. L'appello che mi sento di fare è: PARTECIPIAMO a questa festa dello sport più popolare di cui siamo fortunati fruitori dell'evento e se possiamo, gridiamo tutti assieme  FORZA AZZURRI !!!

PRIMO BENEMERITO 2016: MARCO TAJANA


Martedi sera, ho rinunciato alla mia partita di calcetto per seguire la presentazione del libro sul mezzo secolo del Legnano Basket. Arrivato al palazzetto di via Parma ho trovato li 400 persone ad assistere ad un amarcord da brivido, dico, quattrocento persone, mica 4 scappati di casa. Il près Marco Tajana e tutto il suo staff hanno fatto un lavoro della madonna (concedetemelo), in 10 anni : hanno unito forze e lottato per far girare il nome di Legnano in tutta Italia, e chissà cosa ci riserverà il futuro ! Giocare in A2 è un sogno, lo si vede negli occhi di tutti i 1500 abbondanti che hanno affollato come stasera il Palaborsani, quel palazzetto sul confine che sentiamo anche un filo nostro visto la contiguità con Castellanza. Ebbene, come annunciato su facebook, stasera mi sono armato di fogli stampati per raccogliere un po di firme, ma ancor prima di iniziare, potevo già smettere, incontrato l'assessore allo sport, mi ha detto di lasciar stare, ci pensa lui a proporre la Benemerenza Civica a Marco Tajana.


Il dott Tripodi ha fatto la promessa, a scanso di equivoci, martedì porterò al protocollo ugualmente la richiesta, cosi rimane un atto depositato. Per il 2016 il Presidente festeggia la Salvezza, i 50 anni di storia della Pallacanestro Legnano divenuta Legnano Basket e sarà uno dei cinque Benemeriti della Città del Carroccio.
Guardavo la festa post partita, troppo bello vedere grandi e piccoli festeggiare tutti assieme, troppo bello vedere gioire anche i tifosi di Treviglio che han seguito la squadra nella loro ultima impresa (hanno infatti vinto  la gara). Cosa altro aggiungere ? Avrei potuto, con un po di impegno, portare a casa 500 firme questa sera, ma era una festa tutta da gustare, vado a nanna contento, con 7 mesi di anticipo abbiamo già una certezza: Marco Tajana Benemerito !


sabato 23 aprile 2016

LIBERAZIONE & DEMOCRAZIA

      Incredibile, è quasi una settimana che non scrivo sul blog, sto forse perdendo smalto ? Non credo, non bisogna scrivere per forza qualcosa, bisogna aspettare l'ispirazione giusta, e stamattina è arrivata. Tra poco è il 25 aprile, la data simbolo della Liberazione, ho visto in Città molto tricolore quest'anno, l'enfasi è al top e allora mi è venuta in mente questa cosa qua, riguardante sia la liberazione per il 2017, sia la democrazia di cui spesso ci si riempie la bocca. Fra poco più di un mese, avremo il nuovo Sindaco Metropolitano che piaccia o non piaccia sarà un esponente del centro destra che risponde al nome di Parisi Stefano oppure Beppe Sala, quest'ultimo per sembrare più di sinistra si è fatto sponsorizzare dal PD, il famoso partito democratico appositamente in minuscolo. Siccome il futuro va programmato, anche Legnano non dorme, nel 2017 ci sarà il cambio della guardia a Palazzo Malinverni ed allora ho pensato alle prime primarie online del pd legnanese per il lustro 2017-2022 ed ho trovato 4 pretendenti alla poltrona somma di tutto rispetto, tutti maschi, le femmine si candideranno in altre liste.
Partiamo da colui il quale queste primarie le vorrebbe evitare, sto parlando del sindaco uscente Alberto Centinaio, i quattro anni passati con la sua Giunta sono sotto gli occhi di tutti, non c'è altro da aggiungere, chi lo vuole riconfermare scriva Centinaio.


Candidato anch'esso con tessera PD, il presidente uscente di amga Nicola Giuliano, commercialista conosciuto in Città, una persona che nel silenzio mediatico ha fatto cose stupende nella municipalizzata, uno che ne sa di numeri e di progetti per il futuro, uno che non ama il dilettantismo, uno che sa quello che dice, uno che non si fa scrivere i teisti, un Sindaco laureato, dovrebbe essere quasi obbligatorio essere laureati, ma, anche Enzo Ferrari non lo era, ed ha scritto comunque una fantastica pagina di storia. Nicola Giuliano, nelle mie primarie democratiche è il candidato che voterei ad occhi chiusi e chi di Voi la pensa come me scriva Giuliano.


Il terzo candidato che vorrei vedere in lista per la poltrona di Sindaco, è l'ex preside dell'Istituto Dell'Acqua Salvatore Forte, egli ha già rischiato di diventare sindaco 15 anni fa, ma non ci riuscì, non devo indorare io la pillola ad uno stimato Professore, ci devono pensare i legnanesi che amano la democrazia. Se volete il prof come futuro sindaco della Città di Legnano scrivete Forte.


Infine serve un outsider, e chi meglio di me rappresenta l'outsider in questo contesto ? Si, andrò la dai bramantini di via Bramante a sottoscrivere la candidatura a Sindaco per vedere di nascosto (alla luce del sole) quanti voti riuscirò a mettere in cascina, sono quasi convinto di non arrivare quarto in questa provocazione, e sono pure certo di non arrivare primo. Perchè non fare questa scommessa ?  Io lo so che non sono l'uomo adatto per guidare la Città, non ho la supponenza di volerlo essere a tutti i costi, ho l'umiltà di dire che potrei fare grandi cose  in una squadra di Governo che rispetti anche il Consiglio Comunale e soprattutto i Cittadini che partecipano allo sviluppo di Legnano, tutto li, e come per gli altri, se vi piace l'idea, scrivete Berti.


E' la foto che ho usato nel 2012, mi rappresenta bene, in quello sguardo, vedo i progetti futuri per la mia Città, per la nostra Città, auspico però un grande fermento di Liste Civiche vere per la prossima liberazione del 2017, più civici saremo e meno tentacoli di partito tenteranno di impossessarsi della cosa pubblica. Ora, attendo qualche giornalista che colga l'occasione di far proprio questo sondaggio per tastare il polso dei legnanesi attenti.

lunedì 18 aprile 2016

O GUERRIERO DELLE MIE BRAME...

Per colpa di quel ficcanaso di Giuseppone Garibaldi, ci è praticamente 'toccato' fare il monumento alla 'vittoria sullo straniero', se Garibaldi non fosse salito su quel balcone a inneggiare alla Battaglia, in nome dell'Unita Nazionale, oggi il corso che porta da piazza san Magno a Castellanza si chiamerebbe corso Sant'Angelo o magari corso Fausto Coppi, chissà... Fatto sta che se i legnanesi avessero trovato le sostanze necessarie, oggi in piazza monumento ci sarebbe ancora la scultura al guerriero di Egidio Pozzi, quella raffigurata nella foto qui sotto, inaugurata con un inganno nel settimo centenario della Battaglia, cioè nel 1876























Il monumento era ubicato esattamente dove c'è ora quello del Butti, oramai lo sanno tutti che per mancanza di fondi, la statua pensata e modellata da Egidio Pozzi, fu all'ultimo momento 'costruita' in cartapesta e gesso, colorata bronzo, e durante la festa nessuno si accorse dell'imbroglio, ma bastarono pochi mesi perchè tutto svanisse, immagino i commenti all'epoca dei legnanesi del tempo, e per quasi vent'anni rimase il nudo basamento in marmo a rappresentare 'la vittoria sul Barbarossa'. Poi arrivò Enrico Butti, volle a tutti i costi creare Lui il monumento, e diciamolo, ne uscì un capolavoro, pluripremiato ai concorsi dell'epoca, Butti adottò Legnano come sua Città, veniva spesso a passeggiare da noi in centro. E allora guardiamolo nella bellezza della sua gioventù piena di sogni e di speranze x il futuro, questo era il giovane Butti


Ho scoperto in questi giorni che l'inaugurazione doveva essere fatta il 3 e 4 giugno del 1900, slittò al 29 perchè nella prima data si svolsero le elezioni nazionali, obbligatorio rimandare di qualche settimana, e il manifesto non nasconde lo spostamento


Infine una curiosità: mi sono chiesto se fosse nato prima il Monumento o prima Palazzo Pensotti, e la risposta l'ha data questa foto del giorno dell'inaugurazione. Il palazzo + bello di piazza Monumento è più giovane di qualche anno rispetto all'opera d'arte dell'artista di Viggiù, risolto anche questo mistero, possiamo ora dormire sonni tranquilli. Resta ancora da capire se Alberto da Giussano sia esistito o no.


domenica 17 aprile 2016

AsPI...ETTA CHE TI PIAZZO LO SPOT
































Ho deciso di spendere la mattina per un gesto di solidarietà, e perchè la Canazza a Legnano, rappresenta un luogo molto particolare della Città, pare quasi uno dei sette colli romani... In mattinata quindi c'erano 2 possibilità nello stesso luogo: corsa impegnativa di 10 km oppure passeggiata nel verde 'del centro' della Canazza stessa, intesa come quartiere che gira intorno alla parrocchia nata nel 1973.


Era questa la settima edizione, vi ho partecipato anche lo scorso anno, correndo pure, ma stavolta, 10 km mi parevano troppi per la mia struttura fisica... Questa è una corsa che meriterebbe i fasti della Legnano Night Run, perchè il luogo dove si svolge è veramente adatto: boschi, parchi, archeologia, abitazioni, verde, e se allargassimo il cerchio potremmo aggiungere: cascine, tiro a segno, caserma... Per il futuro, ci penseremo per bene, questo appuntamento non può rimanere una 'roba per pochi' ( 300 persone tra corridori e passeggiatori), perchè Legnano è una miniera di luoghi e stamattina finalmente ho messo piede per la prima volta nell'ex Colonia Elioterapica, ora sotto l'egida ospedaliera, un luogo bellissimo, tristemente abbandonato a se stesso, nato nel 1939 ancora in epoca fascista, l'epilogo diciamo del ventennio per la salute nel legnanese ( Sanatorio Regina Elena del 1924 e questa Colonia come detto del '39). Il rione Canazza oltre ad essere molto verde, ha un sacco di punti di domanda sul proprio futuro: tralasciando la ex Colonia ridotta ad un rudere come struttura, pensiamo al bosco dei Ronchi, alla ex Caserma, alla ex Casa Accorsi, alla ex Gianazza ( legnanese solo in parte, ma li, a completare il cerchio)... Progetti x il futuro appunto, e cosa è successo di strano oggi ? Pensando ad un bagno di folla, sindaco e metà Giunta, tutti in camminata per una serie di spot, foto di gruppo in prima fila, et voilà il primo progetto descritto proprio nell'area ex Colonia dall'assessore Colombo Gian Piero il quale ha voluto sottolineare l'apertura di una importante porta sulla via Ebolowa nell'ambito del progetto 'passaggi'. Finito il suo spot, con il suo sarcasmo da pochi denari a voce abbastanza udibile ha raccontato che poi ci penserà il Berti a sistemare la ex Colonia, perchè Lui è molto bravo e sa come si fanno le cose. In silenzio ho evitato la sterile polemica davanti ad una 40 di cittadini perchè non mi sembrava il caso, totale della favola però, dopo 4 anni di amministrazione hanno aperto una porta su via Ebolowa ( ma l'assessore conoscerà il perchè di via Ebolowa ?). Si va avanti, si attraversa il bosco, l'assessore Cusumano cerca di evitarmi dopo che 2 mesi fa l'ho accusato di non saper dire una parola sul Cadorna, e allora continuo a chiacchierare con il Consigliere Giordano, più propenso a dialogare anche coi 'nemici'. Ci si ferma allora sulla via Colombes, dove lo zelante organizzatore della passeggiata, l'amico Enzo Tesoro, racconta del progetto pista ciclabile che partirà dal vecchio ospedale e con la sua striscia di verde continuo, passerà di li e collegherà finalmente (entro il 2018) il rione con via Barbara Melzi per poi proseguire sulla Filzi... (la domanda è sempre quella: ma che spot sono questi ? E' una passeggiata x il quartiere, e vengono raccontati questi progetti con mezza amministrazione presente ad un misero anno dalla fine del mandato, mi suona male, o forse sono io che penso male... Il top è stato, per concludere, all'arrivo della vecchia struttura della casa di riposo Accorsi: arriva il sindaco, chiavi in mano, apre un locale di circa 100 mq e annuncia che questo spazio munito di riscaldamento sarà pronto a breve x ospitare gli anziani giocatori di carte in alternativa al vecchio campo di bocce ripulito qualche mese fa li a fianco... Si ferma una signora in carrozzina davanti alla porta, c'è un gradino di 20 cm da superare, chiedo alla Signora se vuole una mano, no -mi risponde- voglio parlare col sindaco: ma voi -dice- perchè non vi fate consigliare da un disabile quando fate i lavori ? poco distante c'era l'assessore ai lavori pubblici, a fianco a lui quello delle politiche sociali, e mentre il delegato alla polizia urbana si apprestava a prendere la sua lavata di testa dalla Signora, il Consigliere Giordano salvava tutti dicendo: ma metteremo una pedana ! La furia di far vedere che si è bravi, ha prodotto un bel topolino. Scenetta finale, l'ass allo sport Tripodi scocciato poichè arrivato alle 10,30, tutto era già finito, niente partenza, niente foto, sarebbe stato il 4° assessore presente e sportivamente parlando, anche il più importante per quell'appuntamento. E della solidarietà ? Dell'AsPI ? Della malattia del Parkinson ? Ma va, quelli son dettagli, meglio far sapere alla gente che ci sono bravi amministratori, mica come quelli di prima che hanno mandato in malora una casa di riposo x farne una peggiore... ( su questo proprio tutti i torti non li avevano). Per concludere un bell'applauso agli scout che hanno ripulito con i mezzi a disposizione il bosco dei Ronchi. Ci sarebbe da fare per tutti e divertendosi pure, invece piace sempre di più la gara a chi ce l'ha + lungo, anche per questo il nostro Paese non riuscirà mai a fare lo scatto d'orgoglio...
Trivelliamoci...

sabato 16 aprile 2016

16 APRILE 2012 - 2016


E' passato 'il mondo' dopo 4 anni, il 16 aprile per me era sempre stato il compleanno della nonna Pasqua, ma quella sera del 2012 pareva nata una nuova era, ero sinceramente convinto che potesse cominciare una vera rivoluzione. Eravamo convinti di mandare a casa Vitali col suo centrodestra, ma sciocchi, non riuscivamo a renderci conto che il cambiamento non eravamo noi, bensì delegavamo il copiaincolla del centrosinistra ad amministrare la Città del Carroccio, convinti in qualche modo, che sarebbero cambiate un sacco di cose. Vabbè, voglio essere buono, qualcosina è cambiato, briciole, e a volte bisogna accontentarsi delle briciole.



















Il Movimento 5 stelle a Legnano era questo qua, immortalato al ristorante 'La Bilancia' dopo aver consumato la cena del post comizio. Il destino ha voluto che rimanessi la in fondo dietro all'ex comico genovese, mentre Marinella e Riccardo hanno fatto ciò che hanno potuto nel mandato (intero per Olgiati, parziale per la Saitta) che sta per avviarsi al suo ultimo anno di attività. Una lista di riempilista, l'entusiasmo era genuino, le capacità e competenze ridotte al minimo, ma ci siamo accorti che a livello locale, poi non si sfigurava tanto col livello a disposizione. Un post questo, fatto per mettere dei paletti, per riordinare le idee, per ripercorrere quasi 1500 giorni legnanesi e non: il m5s non ha più Casaleggio, l'inquietante figura che in molti stentavano a credere fosse il vero motore, ora verrà sostituito dal figlio Davide, che gli assomiglia in maniera incredibile, non si illudano attivisti e soloni della dittatura pentastellata: sto ragazzo non mollerà l'affare del secolo, fino a quando non collasserà in maniera naturale per essere sostituito con un'altra balla qualsiasi. Tra i miei desideri del tutto personali, spero nel prossimo futuro di vedere l'amico e compagno di avventura Ric, annoverato nel club dei raccomandati e onesti per potersi godere una legislatura alla Camera o in Regione, entrambe le scadenze per il 2018 ( spero Ric succedesse questo, ricordati fosse Roma che mi devi un week end pagato da te); secondo desiderio, vorrei vedere Marinella provare l'esperienza di candidarsi a Sindaca, solo Lei potrebbe dare un segnale vero e non farlocco per questa nostra Città. Chiuso, il discorso 5 stelle, termina qui, lo riaprirò quando arriverà il tempo debito. Ora vorrei concludere con una annotazione per il referendum di domani:


cinque anni fa, i soloni snobbarono i 4 referendum pensando che tanto non si sarebbe raggiunto il quorum...Ad una settimana dalla data, i sondaggi dicevano che il 50% sarebbe stato superato, e allora in fretta e furia si pronunciarono per il si e per il no. Io non lo so se sia meglio votare SI o NO, ma per dare un segnale forte, dico che andare a votare è un gran bel segno di MATURITA', un gran bel segno di democrazia, anche se non ci si è documentati, anche se non ce ne frega un cazzo delle trivelle, MA, bisogna far capire che siamo vivi, non dei vivacchianti, in stato di confusione e ubriachi di menefreghismo...Facciamo divertire un pochino coloro che lavoreranno ai seggi, raccontando loro qualche storiella, qualche barzelletta, qualche aneddoto, DIVENTERA' UNA GIORNATA SPECIALE. Per tutti.

venerdì 15 aprile 2016

LA COALIZIONE DEL PARTITO BESTEMMIA



















Prendo spunto quest'oggi, dalla diatriba interna del PD legnanese direi arrivata ai ferri corti, ieri infatti sui giornali appare questa cosa qua: 
http://www.legnanonews.com/news/79/57747/i_renziani_chiedono_le_primarie . 
Quello che scrive Capria è sacrosanto, sta gente della coalizione, vale a dire 'gli amiconi di Polis' si arrogano il diritto di decidere senza chiedere nulla 'alla base', parliamo di base PD che alle ultime elezioni ha preso il 15 per cento, parliamo di gente che con la coalizione di 2 liste civiche e dell'Italia degli ex valori mette insieme un terzo dei consensi legnanesi. Ma ci sta, le regole sono queste e quindi amministrate. Lo avete fatto x 4 anni e a quanto pare anche la vostra base non ne può più. La cosa peggiore la fa nella risposta il vice sindaco, che ultimamente si pone come il grande guerriero mediatico. Egli spara sproloqui di ogni genere, iniziando a mistificare la realtà, e dicendo anche qualche verità. Riporto di seguito la risposta del vice don Chisciotte Luminari:
 http://www.legnanonews.com/news/79/57822/luminari_ai_renziani_farneticanti_e_calunniosi_ .
Caro Lumen Luminari, intanto, dicendoti fuori dal PD, già ti tiri una martellata in mezzo alle gambe, fai rispondere i piddini no ? L'accusa che gli amichetti di Polis abbiano occupato il Palazzo te l'hanno già appioppata tutte le opposizioni, se ora si aggiunge anche una voce interna del partito di maggioranza relativa della coalizione, una domanda te la dovrai pure fare ?  Tu e i tuoi avreste messo al centro il bene comune anzichè il vostro interesse ??? Hahahahhaa, veramente suscita ilarità questa affermazione, avete ridotto il Consiglio Comunale ad un misero consiglio pastorale di paese, avete usato alcuni  eletti in campagna elettorale come galoppini per poi liberarvene perchè ingombranti, quindi sacco viola.
Lungimiranza di Franco Crespi e Salvatore Forte ?
Ma che favola stai raccontando Pier ? Il Dottore e il Professore, non sono nomi da tirare fuori all'occorrenza, per riempirsi la bocca diciamo, loro due potevano fare la loro 'porca figura' in questi 4 anni, invece di quella barbina che avete fatto voi col vostro capitano orgoglioso ed arrogante, permaloso e per esperienza personale anche ipocrita. Non hai vinto le elezioni per Franco Crespi (la civica di cui anche tu fai parte è passata dal 15 al 6%, che cosa stai raccontando ?), hai vinto perchè il centrodestra ha sbagliato a fare i conti e hai vinto al ballottaggio perchè il pirla che sta scrivendo ha indicato voi come via del cambiamento, senza nulla chiedere in cambio. CAPITO INGEGNERE ?? Fissati questa idea nella testa: senza il BERTI le elezioni a Legnano non le avreste mai vinte. Ve l'ho detto già diverse volte ma siete proprio duri di comprendonio. In una situazione normale, se non ci fosse stato l'uomo di Milano di cui oggi è stato celebrato il funerale, con nostro 13,7% avremmo potuto entrare in coalizione a avere 2-3 assessorati e 6 consiglieri, vale a dire che se facevate tutte le vaccate fatte fin'ora eravate tutti a spasso già da un paio d'anni. E ascolta bene Pier che ti infervori per nulla con della gente che ha diritto di farti la critica ( i 'sedicenti renziani' intendo), ti chiedo per favore di lottare per non fare le primarie, cosi blindate Centinaio per il prossimo giro, giro che sarà la vostra TOMBA POLITICA.
Capria non ha calunniato nessuno, rivendica un diritto democratico, che sta alla base di sto Partito Bestemmia con a capo un Berlusconi giovane che ci cuccheremo ancora per un po di tempo. Di tutte le bellezze che hai /avete combinato, l'unica degna di nota è di aver fatto conoscere alla Città un GIGANTE come Nicola Giuliano che, siccome hai la memoria corta, è stato voluto fortemente da 4 consiglieri PD, uno ora è assessore, gli altri due li avete 'cacciati malamente', ti ricordi che il sindaco voleva il dott Geroldi ? Ma con 4 veti dovevate andare a casa subito... Non voglio inoltrarmi sulla Giunta e sul pres del consiglio, oramai mancano 380 giorni e poi si gira pagina, malgrado il vostro bieco tentativo di salvarvi in corner nelle ultime 50 settimane, veramente poche per salvare una stagione disastrosa ( cosi si dice anche nel calcio). Perciò, anch'io che non sono del PD posso dire la mia, e dico che se volete rimanere in sella l'unica speranza credibile e spendibile è candidare alla poltrona di sindaco il dottor Nicola Giuliano, ma poi, che ve lo dico a fa ? Fate ste cacchio di primarie in stile centrosinistra, cosi vi toglierete qualsiasi dubbio. Credo di essere stato chiaro abbastanza, oramai so che vi sto sulle palle, solo perchè ho il coraggio di dire le cose come stanno. Arrendetevi ! Siete circondati !! Me lo ha insegnato....Mmmm non mi viene il nome, ah si, quello che distribuisce comunioni a base di grilli fritti...
Pier, stai sereno, dal 2017 potrai goderti la bellezza di fare il nonno, e anche tua moglie sarà più felice ! Ciao Paola, tornerà il Pier di 5 anni fa...

mercoledì 13 aprile 2016

DUE MORTI E LA FIERA DELL'IPOCRISIA




































Nelle ultime 48 ore, due notizie che mi lasceranno un segno indelebile in questa testolina munita di cervello: la morte di due persone giovani, molto diverse tra loro, due conoscenti, con cui ho parlato qualche volta in vita e di peso specifico differente mediaticamente parlando. Lunedi, intanto che sto telefonando ad un amico arriva in diretta la notizia della morte della Preside del Bernocchi e del plesso Carducci, Rosemary Codazzi, posso dire di avere parlato con lei 4-5 volte in vita, ma mi piaceva come tipo, determinata e volitiva, stimata per la sua voglia di fare... Cosi, l'ho salutata mandando un messaggio al giornale cittadino: 

Chi non è rimasto sconvolto dalla infausta notizia ? Una donna cosi vivace e caparbia poteva essere il sogno come prima Sindaca donna a Legnano, per il quinquennio 2017-2022, glielo chiesi mesi fa, mi rispose 2 volte con un sorriso: vedremo … Quel ‘vedremo’ non era come pensavo io una ‘non risposta’, Rosmary sapeva che stava lottando e non voleva illudere nessuno, mi piaceva a pelle per questo, ma non ci siamo mai conosciuti a fondo… Un arrivederci nel regno delle anime, e come ho scritto su facebook: ‘un colpo al cuore per Legnano.

Un messaggio vero e sincero il mio, vedere una giovane donna che si spegne a 54 anni mi colpisce assai, se c'è un dio, sono incazzato col dio che fa morire la gente con sofferenza e dolore, quella è la cattiveria del morire, non la morte in sè. Un tumore che ti consuma per 8-9 anni è un prezzo altissimo da pagare in qs vita terrena.
Ho letto dei messaggi di condoglianze di gente che con Ros ci ha litigato di brutto e questo mi ha fatto ancor + specie e mi sono domandato: ma serve la morte per essere docili nei giudizi ? Allora è vero che nella vita siamo tutti animali e una volta morti si usano solo parole dolci...Potremmo iniziare a fare il contrario....
Ieri è stata la volta di Casaleggio, colui che ha inventato la bufala della rivoluzione per creare il proprio centro di potere, come hanno fatto in passato partiti e partitini, per arrivare ai giorni nostri come Bossi e Berlusconi e compagnia cantante. Il rivoluzionario de noantri era dato per spacciato già nel post operatorio di 2 anni fa, amici che se ne intendono gli avevano dato i mesi contati, il suo pianeta Gaia sognato e diffuso su Youtube con obiettivo 14 agosto 2054 lo seguirà dal regno dei cieli. Voglio vedere le facce di tutti quelli che lo hanno amato in vita, leggo commenti sul web di amici che forse non l'hanno mai salutato dal vivo una volta e sono tristemente commossi per l'infausto evento, ed un messaggio di cordoglio può essere utile x una sistemazione nel futuro. Non li avessi conosciuti un po di questi personaggi, non mi permetterei di giudicare, ma l'esperienza, almeno in questo ti lascia un segno.
Troppa gente chiude il discorso con 'un rip' o un 'rispetto per i morti', io invece non ho paura della morte in sè, mi darebbe fastidio il dolore di una bastarda malattia, ma giocoforza, se capitasse, dovrei tenermelo come hanno già fatto milioni di persone. Vorrei al mio funerale gente che mi ha voluto bene o mi ha apprezzato in vita, non vorrei ipocriti all'ultimo saluto nella chiesa in cui sono stato battezzato nell'agosto del 1963. Sincerità in vita e dopo la morte, questo sarebbe il mio desiderio, sapevatelo...

domenica 10 aprile 2016

GRAZIE DI CUORE PRES




















Questa sera, con la vittoria su Imola per 74 a 60, Legnano, la Legnano del basket si assicura un altro anno di A2 per la stagione 2016-2017, è stato come vincere una Champions, gli sforzi della macchina da guerra capitanata da Marco Tajana, malgrado tutte le sfighe dell'annata sportiva, hanno portato i loro frutti. Ora ci manca solo la ciliegina della vittoria nelle due prossime partite, speriamo in quella casalinga del 23 alle ore 21. Perchè ha la sua importanza questo movimento del basket nostrano ? Perchè stare in alto è sempre più bello, da lustro alla Città, e chi si impegna lo deve fare in modo super professionale. Ho conosciuto Marco Tajana, il dottor commercialista Tajana solo 2 anni fa, quando ancora ero invischiato nel calcio, quello della squadra Lilla, la più blasonata in città, e domandai a Lui, perchè si fa cosi fatica a far ripartire una società che pur è stata sempre a buoni livelli nella storia. Bene, le parole magiche sono passione, organizzazione, società vera, sponsor, coinvolgimento della Città. La passione è facile trovarla, ciascuno di noi si può appassionare a qualsiasi cosa o a qualsiasi sport, poi va pensata una organizzazione sportiva, non si arriva ad avere 400 ragazzi nelle giovanili solo perchè ti chiami Legnano, serve allora una società vera, che con l'aiuto ANCHE dei volontari, ma non solo di loro, sappia mettere in piedi una intelaiatura forte e resistente. Per fare tutto ciò bisogna essere bravi a coinvolgere gli sponsor, quelli che cacciano gli euro per pagare giocatori, staff, materiali, campi da gioco, trasferte utenze, tasse ecc ecc, ed infine bisogna essere bravi a coinvolgere la Città in un progetto che ha bisogno di tanti appassionati. Marco Tajana ha coniugato tutto ciò al meglio e a lui il prossimo novembre andrebbe conferita una delle benemerenze civiche a disposizione dell'amministrazione comunale ( anzi, pensiamo a presentare un protocollo con le firme di centinaia di legnanesi per questo). 


Non si riempie il palazzetto con 1500 persone tutte le domeniche che si gioca in casa solo per caso, e lo si riempie anche quando perdi nove partite di fila, perchè sai che non hai una corazzata in mano ma 'solamente' un gruppo di ottimi guerrieri che danno l'anima e non si sentono inferiori a nessuno... Perchè l'entusiasmo è palpabile e non solo nel quintetto che tenta di fare un canestro più degli avversari...



















Tutta la città deve essere grata a questo 'movimento sportivo' che oltre ad avere un'eccellenza di prima squadra, possiede anche un'eccellenza di settore giovanile, per qualità e quantità. Per fare questo, tutta la Città partecipa anche contribuendo per l'utilizzo del Palazzetto che ricordiamo è del Comune di Castellanza, ma se i risultati sono questi, ben vengano altri presidenti alla Marco Tajana.
A fine partita li guardavo un po tutti con la gioia negli occhi, dai giocatori ai ragazzini che chiedevano un autografo ai loro eroi giganti, uno spettacolo straordinario davvero. Se penso invece quello che ho vissuto sul versante lilla mi viene quasi da piangere: coinvolto senza alcuna esperienza avrei avuto solamente la voglia di rivedere uno stadio Mari pieno di entusiasmo, ma dopo 5 anni di 'ripartenza', vedo che dei 5 punti citati sopra, forse forse c'è un filo di passione, per il resto servirebbe Mastercard e cambiare certamente il nome del presidente, una signorina che si permette di 'bannare' dei tesserati a servizio della società, cose mai viste su questo pianeta, e parliamo di una società al momento di quinta categoria, che riceve finanziamenti comunali al 50% del basket, che porta 200 persone allo stadio e che...Mi fermo qui che è meglio.
Grazie ancora près per l'esempio che ci hai regalato, continua cosi, sei il presente Pino Cozzi, Giovanni Mari, Peppino Colombo, Ferdinando Villa dello sport Nostrano, un abbraccio virtuale da parte delle migliaia di appassionati della palla a spicchi...


LE 127 PRIMAVERE DEL PRANDONI



























Questa mattina in sala degli stemmi, giornata speciale per Vittorio Prandoni, l'ottuagenario proprietario della ferramenta più antica della Città, premiato da APIL per i 127 anni di attività della famiglia. La sua storia è scritta brevemente sul sito che riporto pari pari qui sotto: http://www.ferramentaprandoni.it/origini.htm.
Il negozio di ferramenta nasce però nel 1944, nonno Giuseppe aveva già capito che si poteva  dividere il ramo artigianale da quello  commerciale e si doveva fare in fretta, ed ha avuto ragione. Gino e poi Vittorio e poi il destino futuro sarà al femminile con le figlie Antonella ed Elena... Lunga vita alle attività nostrane, il negozio di vicinato è una risorsa troppo importante per la Città.













































































Le foto nell'ordine dall'alto: 1963, 1954, 1946...

LA FATTORIA LEGNANESE





















Questa è un'idea destinata a far discutere, più che discutere, direi che è un'idea fantastica su cui farci una bella pensata per la nostra Città. Il monito viene lanciato su facebook dall'amico Alberto Landoni, un ingegnere, mica un 'barlafùs' qualsiasi... Posta questa notizia: http://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/futuro-dell-agricoltura-mondiale-verticale-sta-essere-inaugurata-122342.htm e se non è una bufala del web, è veramente un'idea fantastica... L'area ? Ovviamente nella ex Franco Tosi, obiettivo produzione alimentare e sviluppo dell'occupazione, potrebbe diventare un prototipo per tutta Europa e di fianco ad un Parco Divertimenti e un Expo permanente di eccellenze italiane, completerebbe i 350 mila metri quadri abbandonati. Ci sarebbe un altro vantaggio: la stazione ferroviaria si sposterebbe verso sud di qualche metro con una struttura nuovissima e si chiamerà Legnano Tosiland, non cadrà più alcun calcinaccio in testa alla gente in attesa del treno per Milano o Varese, finalmente si sentirà odore di nuovo e non di piscia nei sottopassi, e a Legnano arriveranno centinaia di migliaia di turisti, altro che 'la Milano che conviene'... L'ora del risveglio è giunta, si facciano avanti gli investitori, anche i 'palazzinari' dovranno trasformare il loro business...

Legnano Futura è questa cosa qui, il resto, BALLE SPAZIALI.

ENZO PAGANI DIMENTICATO ?

























Su Enzo Pagani sono stati scritti fiumi di parole, chi lo ha conosciuto lo descrive come 'un gigante', eccelleva per fantasia e capacità organizzative, è uno di quelli che viveva per l'arte ad ogni livello... Ieri sera sono stato ospite al maniero di sant'Ambrogio per un simpatico incontro ove si parlava di Lui, il grande uomo di Palio, il grande artista che ci ha lasciato una cosa bellissima sul confine legnanese: il più grande museo a cielo aperto d' Europa.


La serata di ieri però mi ha lasciato questo interrogativo: è possibile che un uomo di questo calibro, riconosciuto da tutti come un eccelso, non abbia una via o una piazza a lui dedicata ? Al palazzo Leone da Perego, la sala dei convegni è dedicata alla sua persona, nel museo sito in Castellanza, c'è dentro mezza ex pavimentazione stradale della nostra Città, ma a sentire come decantano i settantenni sulla sua figura, mi domando perchè non ci abbia ancora pensato nessuno ad una 'dedica importante e imperitura'. Mi domando come il Comune di Legnano se ne fotta praticamente del museo che migliaia di artisti del mondo ci invidiano, nel periodo di expo, ho cercato di spingere per un coinvolgimento degli assessorati alla cultura anche di Cerro Maggiore e Rescaldina, ma niente, sto bellissimo museo si vede non porta voti, e non se lo fila nessuno, solo l'assessorato di Castellanza capitanato ancora per poco da Fabrizio Giachi ci ha messo del suo, riaprendolo e creando un trittico di spettacoli, poi è calato il sipario. E allora mi rivolgo all'amico Alberto Oldrini, nuovo Gran Maestro del Collegio dei Capitani e gli domando: "ti impegnerai a far qualcosa per tenere viva la figura del grande Enzo Pagani attraverso la valorizzazione della cosa più bella che ci ha lasciato ?" Ieri sera si è detto che questi incontri fanno bene alla Città, io vorrei andare oltre, abbiamo i mezzi a disposizione, sfruttiamoli, quanto bello sarebbe creare un evento con i figuranti, coi Capitani, le Castellane, la in quel luogo che solo noi abbiamo nel raggio di 5000 kilometri ? Dai che ce la facciamo.


Un ultima cosa: per Google a Legnano esiste una via Enzo Pagani 138 sul confine di Castellanza, poi sulla piantina in effetti questa via non esiste, altro mistero per quest'uomo classe 1920 ( deceduto nel 1993) che ha lasciato un segno indelebile nella Città del Carroccio, infine, vi linko questo bel servizio pubblicato da Legnanonews in collaborazione col grande Giancarlo De Angeli


venerdì 8 aprile 2016

BENTORNATO VICESINDACO


























Bentornato Pier ! Ha ragione il direttore di LN per il 'ritorno' del vice sindaco dopo un momento delicato di salute, martedì scorso eravamo li assieme a Teatro e scherzasti sul 'buco alla testa' che ti hanno praticato, e il giorno prima eri bello spavaldo dai banchi del Governo della Città, tentando di spiegare il bilancio per il prossimo triennio. A differenza del direttore però, vorrei darti una tiratina d'orecchie per quello che hai risposto al coordinatore legnanese della Lega Nord in questo articolo:
Io ti conosco come persona per bene, anche se un filino deluso dal tuo ( e vs) governo cittadino: nell'articolo, non  appare affatto l'assegnazione dei famosi 'giusti meriti' agli attori 'responsabili' della rinascita del Teatro. Intanto, rinascita di un contenitore molto bello, ma al momento vuoto, eh si caro Pier, tagliare un nastro dopo aver tartassato la Città per 4 lunghi anni e non avere ancora l'idea di cosa sarà in futuro, non è un gran bel partire, te lo ricordo ancora, ci hai messo 4 anni per sistemare un Teatro con meno di 600 posti.
Prima cosa: hai visto la foto che ti ha fatto Luigi Frigo ? Dietro di te il 31 marzo scorso si vede il dottor Lorenzo Vitali, era Sindaco prima di Centinaio, e prima ancora Assessore. Egli ha avviato la procedura con la famiglia Tirinnanzi per 'salvare' questa storica struttura, infatti l'ex Sindaco lo dice bene nell'intervista che si trova in rete fatta dal giornalista di Sempionenews Enzo Mari:

Ecco Pier, questo Signore e la sua precedente Giunta hanno avviato un percorso, che voi manco avevate per la testa, perchè Voi nel 2010 quando iniziò l'iter non eravate nemmeno una coalizione e il Teatro era l'ultimo dei vostri pensieri. Vitali andava portato sul palco a fianco all'attuale sindaco, questo significa riconoscere i meriti delle persone. Per fortuna c'è stata almeno la finezza di invitarlo all'inaugurazione.  Nessuno mi toglierà dalla testa che, ora abbiamo questa bellissima struttura,  ma nessuno ha pensato a cosa farne, vale a dire: ci si è riempiti la bocca della parola CULTURA a sproposito, ma ora, oggi 8 aprile 2015 di quel Teatro non sappiamo cosa farcene, lo riempiremo di contenuti, si dice, ma una programmazione dopo 4 anni di attesa non doveva già esistere ? Non c'è una persona che lavori nello spettacolo che non ammetta i limiti di quella sala, lo si dice sottovoce perchè criticando pare di essere cattivi o 'contro a prescindere', ma la verità è che il tempo per pensarci c'è stato, ma il dilettantismo porta a indugiare ancora, io da cittadino voglio sapere se quel Teatro costato oltre 4 milioni di euro sarà un investimento con un progetto vero, un'eccellenza, oppure un bel teatro di cui vantarsi, ridotto a sala per convegni. Tutti sanno le problematiche legate al retro - scena poco accessibile, e tutti sanno che 600 posti scarsi di capienza fanno divenire il Teatro poco appetibile per le Grandi Proposte, oppure ci si può accontentare di fare i provinciali bullandosi di un eccellenza che esiste solo nella testa di qualcuno. Il fatto di aver pubblicato le tariffe per l'utilizzo del teatro la dicono lunga, la manifestazione d'interesse per la sua gestione doveva essere già pronta da mesi se non da anni, invece si continua a temporeggiare. Vorrei trascrivere qui anche una serie di critiche strutturali, ma pare brutto in un momento di 'entusiasmo da inaugurazione', io so solo che vorrei vedere un Teatro VIVO con spettacoli tutte le settimane, che siano di prosa, di musica e di qualsiasi tipo, mi piacerebbe assistere a convegni di spessore di alto livello, steaming internazionali di interesse collettivo ( ops, questo non si può perchè mancavano gli ultimi 50 mila euro per farlo...)... Insomma, vorrei che professionisti del settore  facciano diventare la nuova sala Talisio Tirinnanzi, una fucina di idee, di cultura, di  musica, di cabaret, di officina per i giovani artisti, tutto quello che vorrete inventarvi. Ah, scusami Pier, ogni tanto sogno ad occhi aperti. Risponderai anche a me sul merito di questi quesiti o mi ignorerai come avete fatto in questi 4 anni un po tutti voi quando le questioni sono scomode ?
Grazie comunque per il vostro impegno, ora il Teatro fruibile c'è.