Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

mercoledì 6 gennaio 2016

LA PRIMA PASSEGGIATA DELL'ANNO


Questa mattina era l'inizio del fatidico giorno in cui 'tutte le feste si porta via' ed ho pensato di consumare un po di suola compiendo un giro lungo almeno 3 chilometri per guardarmi da vicino la città. In estate prediligo la bici, con questa stagione, le mani in tasca sono necessarie, e per vedere certi particolari, le due gambe vanno ancora meglio che le 2 ruote... Passo davanti agli ex uffici della tessitura Bernocchi, mi domando ogni volta se prima di trapassare, questa struttura verrà ristrutturata o la vedrò abbattere x nuove iniziative. Le attività in quel luogo si chiusero nel 1971, dopo 45 anni, il suo fascino non è cambiato, la situazione della struttura invece è degradata in maniera quasi irreversibile, per dare una nuova vita a quel luogo serviranno almeno un paio di milioni di euro, e un progetto per il futuro: cosa fare ? Una nuova biblioteca ?
Non pensiamoci, lo stabile non è del comune, solo un privato potrà lanciarsi in un progetto innovativo, la Soprintendenza dei Beni Culturali gli metterà dei vincoli, speriamo bene. 


Proseguendo il mio cammino, arrivato al ponte sull'Olona di via Pontida, ho dato uno sguardo alla sede attuale della CRI... Anche li, mi domando quale volontà ci sia per il futuro, quel luogo vecchio di oltre 110 anni ha un grandioso bisogno di intervento restauratore, quello è di proprietà del Comune, ma a quanto pare, ci sono sempre cose più importanti (quali ?). Vero, la struttura è in comodato d'uso alla Croce Rossa Italiana, è anche vero che si millanta l'arrivo di fondi x la sua ristrutturazione, rimane il fatto che l'immobile è comunale.


Cammina e cammina, osservo le scuole De Amicis, credo sia rimasta l'unica struttura legnanese pubblica con ancora addosso i fasci littori, del resto tirarli giù sarebbe come snaturarla, ma guardando in alto, si nota un tetto abbastanza sgretolato, il sotto gronda sta letteralmente 'crollando', li una manutenzione straordinaria sarebbe da mettere minimo in agenda


Da qui a via Verri, sono proprio due passi, all'angolo con via Bissolati c'è l'ex sede del liceo, prima di ciò sede dei mutilati di guerra... Lo stabile è praticamente abbandonato, cosa pensare x il futuro ? Stiamo parlando di stabili che hanno tanti anni e di manutenzione ne è sempre stata fatta poca, per non dire nulla, più passa il tempo e più il danno si 'allarga'...


E facendo pochi passi ancora, si arriva in via Milano, l'una di fronte all'altra si trovano le ex palazzina dei Vigili Urbani e la ex casa Gil (Gioventù Italiana del Littorio), una conciata peggio di quell'altra, entrambi cespiti del Comune di Legnano. La ex palestra GIL mi risulta abbandonata, mentre nella palazzina ex Vigili trovano rifugio alcune associazioni, ma la situazione, visitata mesi fa all'interno è semplicemente vergognosa, piove dentro, serramenti rotti, insomma, situazione quasi da terzo mondo. Serve anche qui o un progetto o una urgente manutenzione straordinaria, questo stabile è sempre dentro nei beni alienabili, ma in quelle condizioni e a quel prezzo non lo vuole nessuno, non vale + di 300mila euro e il comune ne vorrebbe incassare il doppio...


Non faccio in tempo a pensare che ristrutturati sarebbero tutti luoghi stupendi, che, alzando gli occhi mi appare lo stabile del vecchio Tribunale: terminato nei primi anni 90, questa è una struttura gigantesca con un sacco di problemi strutturali, d'estate si crepa dal caldo e d'inverno si gela, ci ho fatto un giro 6 mesi fa, quando con quattro soldi ci 'scipparono' un archivio meccanizzato da favola che valeva 10 volte il prezzo incassato, ma vabbè, perdoniamo anche questa. Vogliamo parlarne della destinazione di sto luogo o facciamo finta di niente ? Qualcosa bisognerà fare no ? Un'idea bisognerebbe averla no come amministratori della città ? Tutto tace, mentre ancora nell'aria si sente l'eco di questi che dicono: "avete venduto i gioielli di famiglia..."


Cavoli, ma che elenco sta venendo fuori, parlerei allora di cose più terra terra... Camminando, vedo marciapiedi pieni di asperità, buchi, asfalto mancante, chiusini sgretolati...Ma è possibile che negli 8 milioni che si dovranno spendere a nessuno è venuto in mente di mettere in sicurezza un po di chilometri di strade e marciapiedi ? Centosessanta chilometri di strade, si lo so, una parte piccola andrà per asfaltare qualche arteria principale o bisognosa, ma il centro è conciato come il Belgio da questo punto di vista e una squadra di bitumatori in 3-4 mesi darebbero migliore dignità e sicurezza a decine e decine di angoli cittadini, ma qualcuno gira la città a piedi o sono tutti motorizzati ? E' vero, servirebbero 80 milioni di euro e non 8 per sistemare per bene tutta la città, ma qui non ci sono idee, non c'è trasparenza sugli intenti e il territorio deperisce, si continua a mentire dicendo che non si mettono le mani nelle tasche dei legnanesi, si continuano a cannare i bilanci per fare felici i palazzi romani che poi ti restituiscono le briciole e si sbattono nel cesso fiumi di denaro per iniziative a sfondo elettorale : 'ti regalo cultura e spettacolo gratis, tanto pagate voi, ma io mi prendo il merito' (visto anche oggi in Galleria). Poi se li critichi, ti accusano di essere in 'campagna elettorale'. PER FORTUNA 3 anni e mezzo abbondanti sono passati in fretta, la città non è assolutamente contenta di quello che vede, e le famose 'promesse elettorali' si tramutano in fumo nauseabondo, quando di cose se ne potrebbero fare a vagonate. Oggi, con l'epifania si è anche chiuso il sogno di Giuseppe in Comune, domani sui giornali trionfalmente ci informeranno che è andato benissimo e centomila visitatori si sono commossi davanti a due tele del Legnanino e vi inviteranno al Leone da Perego a vedere un po di disegni colorati ovoidali fino a fine febbraio, tutto gratis, tanto paga Pantalone, cioè noi, il MAGA ride, per 3 anni consecutivi incasserà un'abbondante cedola per coprire i propri buchi amministrativi...
In attesa della nuova sindaca, costruiamo alcune priorità che diano un senso a qualsiasi azione politico-amministrativa.




Nessun commento:

Posta un commento