Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

domenica 17 gennaio 2016

GRAZIE GUIDO SUTERMEISTER !


Questa mattina, visita al museo di Legnano, dedicato al grande appassionato di archeologia Guido Sutermeister. Perchè scegliere di fare una visita la ? Perchè il museo, è un patrimonio di tutti e grazie all'impegno della professoressa Volontè, curatrice del sito, ora possiamo dire di poter effettuare delle visite, e uscirne con una certa soddisfazione. Andai a visitarlo per la prima volta 6 o 7 anni fa, ne uscii leggermente deluso, e mi domandai se valesse la pena tenere aperto quel luogo in quelle condizioni. Con piacevole sorpresa, ieri per caso mi sono trovato li e spinto dal custode Ruggero e dalla profe, ho visitato 'un altro museo', migliorato in tutto e con soddisfazione, questa mattina con un gruppo di amici, ne ho goduto del suo contenuto, finalmente esposto in maniera degna, con tanti pannelli esplicativi con una guida da portare a casa molto ok.


Anfore , vasi, urne, lanterne, monili, attrezzi la fanno da padrone, addirittura c'è una bellissima urna unica in tutta Europa, e la affascinante raccolta di monete è la ciliegina sulla torta, proprio nella saletta più alta del maniero ricostruito per diventare museo...





















Peccato che i legnanesi conoscano poco questa perla, un sondaggio effettuato su fb indica inesorabilmente un dato: il 40% non ci è mai entrato, il 30% una sola volta, e il rimanente 30% più di una volta...
Questo post nasce per promuovere la conoscenza del sito museale, in fondo contribuiamo tutti per il suo mantenimento, esiste un gruppo di volontari che si fa carico di promuovere attività in quel luogo assieme all'assessorato alla cultura, io, da testimone oculare, posso solamente dire che ORA ha raggiunto una dignità che prima non trovavo, pur rimanendo orfano del trittico del Previati spostato nel 2011 al Castello. Andateci amici, il luogo è anche ben riscaldato, sarebbe fantastico fermarsi anche per un tè o un caffè, ma quelle sono fantasie per il futuro...




















Ed ora gustatevi degli scatti dell'amico Francesco Morello, colui che con una macchina fotografica, inventa la poesia di un luogo...






































































































































































































































































Nessun commento:

Posta un commento