Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

lunedì 21 dicembre 2015

TIRA UNA BRUTTA ARIA NATALIZIA

Partirei oggi dalla vicenda di 4 anni fa, quando il sindaco legnanese era il dottor Lorenzo Vitali:

ultimamente capita spesso che a dicembre piova poco e niente, neve manco parlarne, la qualità dell'aria non diventa pessima, di più, un cesso, ci si sente come quei pesci nell'Olona, che pare limpida quando è abbastanza in secca, ma la puzza la si sente sempre, tutti i legnanesi l'hanno memorizzata la puzza dell'Olona, perchè è da almeno mezzo secolo che il timbro è quello, malgrado di migliorie ne siano state fatte, prime tra tutte, la  perdita dell'80% delle industrie inquinanti. Che si fa? Ci si ferma tutti ? Si spengono i riscaldamenti ? Si installano nuove centraline ? Niente di tutto ciò, l'idea fantastica che leggo oggi sui giornali e news online è non far pagare il biglietto sui bus cittadini, quelle specie di carrette del mare, che navigano ondeggiando qua e la per la città, contribuendo col loro olezzo a rendere sempre peggiore la qualità dell'aria. Si, si dirà, il sindaco ha fatto anche un ordinanza sul divieto di circolazione ai mezzi + vetusti, ma chi controlla ? Chi è in grado di opporsi alla libertà di movimento ? Ve lo  dico io: nessuno.


L'aria fa schifo, non è bello dirlo, ma è la migliore rappresentazione della realtà, l'amico Francesco Wu in questi giorni l'ha paragonata all'aria di Pechino, come dargli torto ? Il problema è solo uno: chi è in grado di rinunciare all'automobile ? Quanto vogliamo bene ai nostri problemi da risolvere e quanto vogliamo bene ai problemi della collettività ? Un' idea che accontenti tutti non c'è, se fossi sindaco io, non potrei permettermi di fermare tutti perchè l'aria è irrespirabile, il problema è ben più generale di una regione intera e non di un singolo primo cittadino. Proporrei allora una danza della pioggia, una pioggia di una notte intera cosi di giorno non ci infastidisce, impegniamoci però, tira una brutta aria natalizia...

Nessun commento:

Posta un commento