Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

domenica 27 dicembre 2015

TE LA DO IO LA PIAZZA CARROCCIO
























Era da tempo che desideravo parlare di questo luogo, dove sotto ci passa l'Olona, un luogo fortemente voluto dal Sindaco Tenconi nel dopoguerra, un luogo creato per nascondere le vergogne di un fiume maltrattato e ucciso, che per 3 kilometri attraversa la nostra città. l'occasione per parlare di questo luogo è stata il ritrovamento di alcune foto sul 'trimestrale' Legnano inventato nel 1955 dall'amministrazione comunale per raccontare ai propri cittadini cosa si stava facendo in città. Un volumetto formato A4 dell'epoca costava 100 lire, aumentato negli anni successivi fino a 250 poi negli anni 60 fino alla gestione Accorsi (1975) il prezzo non appariva più. Dunque cosa c'era in piazza Carroccio 60 anni fa ? Se guardate la foto sopra, a destra, al posto del palazzo con la forma un po strana a fungo, c'era la tessitura Giulini e Ratti, rasa al suolo verso la fine degli anni 70 mentre la bellissima villa a graffito vicina alla via Milano è ancora li, con ogni probabilità era degli imprenditori tessili del luogo...



A sinistra della piazza, sempre partendo dal punto di vista della foto in alto, dal 1930, dominava la scuola elementare De Amicis e a partire dal 1955 si sono costruiti in sequenza i 3 condomini fino a via Corridoni, prima della copertura dell'Olona esistevano le due viuzze parallele al fiume, continuazione naturale della via Guerciotti e della via Gilardelli, ma guardiamo ora la piazza negli anni del dopoguerra a copertura effettuata, prima di scoprire le immagini del pre 'Piazza Carroccio'


Ecco in questa foto la ciminiera del cotonificio Giulini e Ratti con la villa quasi all'angolo con via Milano e a seguire la facciata del 'Dell'Acqua, poi Brusadelli' ancora tutto in bianco e nero




















Poi arriva il colore...

























































Ma allora, ce la fai vedere la piazza prima che fosse piazza ??
Eccovi accontentati, i lavori cominciano nel 1955 e finiscono nel 1956, ora sappiamo anche perchè i familiari di Anacleto Tenconi abbiano voluto un monumento alla memoria proprio in quel luogo, l'ex sindaco, quella lotta l'ha fatta con tutte le sue forze x regalarci un luogo di svago e aggregazione...











































Olona mentre scorreva, pulitura del fondo, vale a dire tolti 80 centimetri di detriti lungo tutto il letto....
























Copertura effettuata e bella mostra delle macchine utilizzate per compiere l'opera....


















Spero di avervi regalato un'altra bella emozione, io, come sempre mi sono divertito un sacco con questi regalini che mi ha fatto Babbo Natale !!



















3 commenti:

  1. Abito in piazza Carroccio; se mi manda la sua e-mail, le invio foto aggiornate. ornella.raccagni@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, aggiungo volentieri... gourcuff63@hotmail.it

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina