Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

venerdì 31 luglio 2015

EDUCAZIONE AL RIFIUTO


Oggi volevo mettere in rete il mio disappunto per ciò che vedo per le strade soprattutto nella mia zona, (ma credo il malcostume sia un po da tutte le parti in città). Il tutto parte da uno spunto chiamiamolo di gossip, vale a dire una persona al di sopra di ogni sospetto che fa la furbetta nel prendere il proprio sacchetto di indifferenziato e con eleganza ipocrita riempie i gettacarta al posto di attendere il giorno giusto per depositarla fuori di casa...Ma anche quelli che depositano bidoni e sacchi prima di mezzogiorno sui marciapiedi del giorno precedente, quando la regola impone l'esposizione dopo il tramonto ... Quindi tirerei in ballo questa bella parola: EDUCAZIONE CIVICA che guarda caso ha come significato 'tirar fuori'. cioè bisogna imparare a tirar fuori i rifiuti al momento opportuno e stabilito da una regola.

Lo so che fare la raccolta differenziata è un sacrificio, ma se ci si abitua alle tasse e alle ingiustizie del mondo, si può fare bene anche la raccolta dei prodotti di scarto per non soffocare con loro. Sapere che nella comunità ci sono una piccola quantità di maleducati cioè di coloro che non si vogliono adattare a 'tirar fuori' i materiali al momento giusto, deve sempre tenerci sulla corda affinchè si possa arrivare alla perfezione... La persona famosa 'pizzicata' se ne venisse fuori il nome sarebbe passibile di scandalo e questo post serve proprio per far capire al personaggio in questione, che per ora non saltano fuori nomi e cognomi, l'esempio è una cosa importante, e se chi fa il furbetto ha un ruolo sociale di un certo livello, ecco diciamo che si potrebbero riempire fiumi di righe sui giornali...
E' come essere su un pullman  affollato: regola fondamentale, non si scorreggia, perchè il piacere di uno non sia il fastidio di 50...Chiarissimo il concetto no ??


P.S. e ricorda il nome di questa cappella scomparsa...


giovedì 30 luglio 2015

RITA SAREDI : un ricordo per la rete
























Se allargate la foto, la Rita la vedete li in prima fila, questa era la piazza alle ore 18 circa del 17 maggio 2012, io ero sul palco assieme ai 2 candidati sindaco Centinaio e Vitali


Una giornata indimenticabile, un po perchè 'le prime volte', nel bene o nel male sono sempre indimenticabili ed io di quel tardo pomeriggio ho impresso nella mente la sua immagine che dalla piazza con tutte le sue forze tentava di incitare il suo candidato.
Una Rita che non ti aspetti, una signora stimata da tutti, una signora conosciuta in città per il suo impegno e la sua umanità. Non ho mai avuto occasione di approfondire l'amicizia con lei, lei era un avversario politico e ci avevano insegnato a diffidare...Ma una volta conosciuti tutti da vicino, il rispetto e le intelligenze comuni vanno sempre presi in considerazione, e Rita da vicino ispirava fiducia... Poi arrivò il giorno che chiesi delle delucidazioni sugli affreschi dell'Ospizio di sant'Erasmo, mi accolse e mi spiegò la vicenda di quelle testimonianze storiche, ignoravo che fosse stata anche nel mondo del Palio della contrada di sant'Ambrogio, apprendo oggi di tutte le sue passioni 'altamente legnanesi'.



Poi mi donò questo libro, per me il più bel ricordo che rimane, e di questo ne sono veramente emozionato. Essere stroncati a 63 anni è una pura ingiustizia, al mondo oramai siamo abituati a vedere di tutto, questa volta è toccato a te cara Rita, sono sicuro quindi che prima o poi ci rivedremo in paradiso dove non ci sarà nè politica ne ipocrisie del mondo terreno, solo infinita vita eterna...



P.S. sarebbe bello vedere in calce altri commenti di persone che l'hanno conosciuta e stimata.













EXPO: 2015 CONCORRENTI ( e forse più)


Ieri sera, al 90° giorno di apertura, ho messo piede nel recinto di 1 milione di mq chiamato EXPO 2015, situato in posizione comoda dall'uscita della fermata Trenitalia Rho Fiera ed un crocevia di forme, di colori, di razze umane, che solo con questa occasione si potevano vedere tutte insieme... Questo per me è stato proprio un 'giro di ricognizione', a settembre consumerò il biglietto di una giornata intera per insinuarmi in qualche padiglione curioso o segnalato, ieri appunto è stato un piccolo assaggio, come andare a fare un giro in piazza S.Magno. Ore 19,00 entrata come in aeroporto, 20 minuti di fila, metal detector e una volta oltrepassato il confine, ecco la maestosità dell'impianto...Un fiume di gente che va verso dove ? Ti accolgono le cariatidi alte 5 metri col tema del cibo, sembrano uscite tutte da una cornucopia tanto è l'abbondanza che rappresentano e poi gente che in ogni angolo ti vorrebbe far mangiare o degustare qualcosa...Molte forze dell'ordine, molti addetti, pulizia impeccabile, cestini con raccolta differenziata ovunque..Il Decumano, quel corridoio che domina l'esposizione universale è veramente suggestivo: passa tanta aria e ti protegge dalle eventuali intemperie, e poi da l'idea del mondo a portata di gamba... Le forme dei padiglioni sono veramente originali, e si cammina e si guarda, incroci sguardi di ogni genere, luoghi dove bivaccare ovunque, ci si sente liberi di transitare in ogni direzione fino ad esaurimento forze...Ovvio che il primo obiettivo è arrivare all'albero della vita', con a fianco Palazzo Italia, una fila interminabile x entrare, mi accontento di guardarlo da fuori, alla prossima ci si infilerà dentro. Poi il punto di domanda dell'albero : ma nei confronti della Tour Eiffel, questo è davvero poca cosa, e la conferma arriva dopo aver assistito allo spettacolo con luci e fontane (francamente deludente senza un benchè minimo momento emozionante) dove i circa 5000 seduti ad assistere hanno a malapena applaudito al termine dei 20 minuti musical-fontanital-lucical-scoppiettibal... Insomma, albero della vita bocciato, ma nell'insieme tutto troppo oltre la fantasia umana. Bello, bisogna ritornarci per forza a 'guardarci dentro sul serio'. La domanda che sorge spontanea è: ma questo evento internazionale è concorrente rispetto alle attività ricettive del territorio, non attrattivo, la gente va ad EXPO anzichè fare un giro a Milano o a Legnano o a Como, ma chi ha inventato sta balla ? Le migliaia di persone che ho visto ieri sera erano li in alternativa alle solite cose e una volta girato e rigirato quel mondo, sarebbero tornate nelle proprie case o al massimo al proprio albergo stravolte da tanto girare... Expo è expo e indotto pure, si mangia , si beve, si guarda, si cammina ma di tutto quel parco giochi che veniva millantato prima di aprire, ho visto poco, il tutto molto più vicino ad una fiera campionaria che ad un evento straordinario di scambio di eccellenze...Questa è la prima impressione, poi, prima del 31 ottobre tirerò le somme dopo aver fatto un  altro paio di giri ben più approfonditi... Buona passeggiata nel milione di metri quadri e di fantasia di EXPO 2015.


mercoledì 29 luglio 2015

RIFIUTIAMOCI


Come un fulmine a ciel sereno, è di ieri la notizia che qualche furbacchione ha fatto la domanda di trasformare il 'termovalorizzatore' da forno x rifiuti a forno x ricavarne energia...
Oggi il furbacchione Farioli, sindaco di Busto dice: " tutto a posto, sapevamo tutto, buona notizia"
Ieri invece scendevano tutti dal pero, nessuno sapeva chi avesse fatto la domanda in regione per il cambio d'indirizzo del forno inceneritore, e allora non mi risulta strana la nuova strada che collega ACCAM alla bretella A4-Malpensa, dai diciamolo, ci volete riempire di rifiuti che arrivano da ogni parte d'Italia per farci respirare ancora quantità industriali di merda... Il dubbio deriva dal modo in cui si sono svolte le cose: i 27 comuni votano per lo spegnimento entro il 2025, si va verso la fabbrica dei materiali, ma nel frattempo qualcuno sta già tramando un piano B da non far sapere a nessuno, gli amici a Roma fanno la leggina ad hoc  ed ecco che il coniglio esce dal cappello. Il "non sapevamo" è una stronzata bella e buona, Legnano come secondo socio per quota ha sempre l'Amministratore Delegato in carica, mentre Busto Arsizio ha il presidente: come fare a non sapere che si è fatta la richiesta per la trasformazione ??  Stamattina ho parlato al telefono col consigliere Crepaldi, ma non mi ha saputo dare notizie confortanti. Perchè nelle infinite commissioni mai nessuno ha accennato a questa trasformazione ? Accam è un consorzio nato per incenerire i rifiuti dei comuni consorziati, non per fare business di altri generi, NON PRENDETECI PER IL CULO VI PREGO abbiamo deciso di andare nella direzione del riciclo e non dell'incenerimento, Vicesindaco Luminari, facci sapere cosa sai di tutta questa storia e perchè ci è stata nascosta, non se ne può più dei segreti di pulcinella che puntualmente vengono alla luce... Grazie.

martedì 28 luglio 2015

DANIELE: DIO E' IL MIO GIUDICE (DI PACE)

   E cosi se dio vuole, Legnano avrà di nuovo il Giudice di Pace, questo è il risultato partorito dal Consiglio Comunale aperto straordinario richiesto dalle opposizioni per oggi convocazione per le 18.30... I cocker rappresentati sono quelli che a orecchie basse escono sconfitti da questo confronto politico, sono i ragazzi della maggioranza variegata, che rispondono sempre con un signorsi alle banderuole del PD, il partito bestemmia che a Legnano fa sempre parlare di sè: nell'ultima settimana saranno arrivati alla stampa almeno 15 comunicati per sto GdP, uno che parla a nome della maggioranza e dice NO. poi il direttivo dice SI, poi arrivano i comunicati che scomunicano chi ha scritto prima, poi i comitati non invitati, proprio come scherzi a parte... Tradotto in soldoni, 3 mesi fa del giudice di pace non se ne poteva fare nulla perchè troppo costoso, tutta la maggioranza col sindaco per il NO, poi in una crepa interna su pressione degli avvocati forse, le azioni del GdP sono salite fino al punto di mettere il sindaco in croce per chiedere una proroga delle scadenze, infine stasera TUTTI d'accordo per ripristinare il servizio ritenuto dai più una necessità istituzionale... Mi è sembrato di rivivere la pantomima del bar interno al comune: chiudo il bar, sistemo 'i fannulloni', qui chiudiamo il gdp tanto Gallarate è qui a 15 km senza considerare un benchè minimo giro di posta per sentire la varie campane. E' da tre anni che funziona cosi, e malgrado la sciura Rosaria continui ad indorare la pillola facendo campagna elettorale nel posto sbagliato, sarà proprio questa spocchia che Vi seppellirà, perchè Noi si aspettava il governo della città del dialogo, non quello dei primi della classe, non di quelli che non sanno fare un intervento se non hanno il testo scritto, non di quelli che non sono consapevoli che esiste anche una opposizione propositiva e collaborativa, non di quelli che si inventano i cerchi magici. Questa è una sonante sconfitta ragassuoli della maggioranza, gli unici che si sono chiusi in un religioso e rispettoso silenzio sono i giovanotti di RiLegnano, un silenzio eloquente, li osservavo dall'alto dei cieli dell'aula consiliare. Raga, fate ancora in tempo a salvare dal naufragio il Vs bel progetto, e concludo dicendo  Velo dico, Velo ripeto, Velo torno a dire... Che cos'è ?? Questa città ha bisogno d'altro, ad un bilancio dalla fine della partita, possiamo dire che il rischio di RiConsegnare la città ai soliti noti è altissimo ??? Come posso dirvelo ? Io conosco solo l'italiano e qualche parola in dialetto, 
siete di Legnano anche voi...Pensateci bene...

Infine, una tiratina di orecchie anche ai sindaci che chiamiamo 'dell'altomilanese', 6 giorni fa avevano dichiarato tutti in coro NO al GdP, poi forse un giro di telefonate voluto dal partito bestemmia ha fatto cambiare idea a tanti,,,
http://www.legnanonews.com/news/2/50429/#

Mistero della fede !

lunedì 27 luglio 2015

UN 'ME CAR LEGNAN' PERPETUO


Potevo certamente fare meglio nella prestazione canora, ma a volte ci si prepara molto, con scrupolo e 'live' vien fuori quel che vien fuori... Ma a parte questo, quello che volevo sottolineare con il post odierno è il grande fluido che salta fuori dalle serate organizzate da Giuseppe Calini nella sua sala conferenze di Via Grigna: legnanesità allo stato puro, ed è bello che ci sia sempre un grande pubblico a stipare la sala, è bello perchè pare una riunione di famiglia dove si organizza tutto con una scaletta, poi la formalità da spettacolo, viene messa da parte, i protagonisti sono parte del pubblico ed il pubblico diventa protagonista. Storie legnanesi, documenti , famiglie di commercianti, ingegneri ed industriali, volontariato, sport, arte e cultura, c'è dentro sempre di tutto nel contenitore dell' incantesimo della nostalgia, che con sabato 25 luglio ha consumato la 5^ delle 187 puntate previste entro il 2100 dc....



Nella foto qui sopra un riassunto di chi è passato e qualche spunto per il futuro prossimo, dopo le vacanze temi forti come la 'cura Di Bella' con il prof presente, lo scottante tema dei marò col giornalista Tony Capuozzo e il 9 ottobre la replica sul Vajont a 52 anni esatti dalla tragedia...Insomma, Welcome ombelico del mondo !!! Concluderei con una serie di link riguardanti le varie serate che si sono susseguite dal 24 luglio 2014 ad oggi...






Quindi passatevi delle buonissime vacanze, da settembre, sappiate che ci farà piacere avervi come ospiti nella sala conferenze del Welcome Hotel e come spesso è capitato ci scappa anche l'omaggio degli ospiti d'onore come hanno fatto il Pinuccio Longo, Alessandro Sironi e Carlo Salmoiraghi... A presto amici !!

giovedì 23 luglio 2015

LAURA PRATI, NOI C'ERAVAMO.


Non so se Laura Prati sia stata un buon sindaco o meno, so solo che questa sera nel secondo anniversario dalla sua morte ho deciso assieme ad altri due amici di partecipare ad un semplice gesto di solidarietà per ricordare una donna uccisa dalla follia umana. Nel giorno della sua morte, i tg nazionali e berlusconiani si sono occupati a tempo pieno del principino d'oltre Manica, oggi, a distanza di due anni anche la gente di Cardano ci ha capito poco, mi domando dove fossero i rappresentanti delle istituzioni dei comuni limitrofi, speriamo oggi, sia stata ricordata in Senato come ho chiesto ad alcuni amici che stanno la a Roma a rappresentaci...
Cardano al Campo, provincia di Varese, 15 mila abitanti, al netto di amici e parenti, presenti 50 persone sulla scalinata che porta al municipio dove è stato organizzato l'evento...

Pensavo di trovare una folla in Cardano, pensavo di vedere  dei Gonfaloni, manco l'ombra, pensavo si ricordasse di Laura anche qualche giornalista.... Zanzare tante, caldo pure, ma non si può liquidare cosi la questione, siamo un paese di smemorati cronici, questo episodio, non può diventare una cronaca di tutti i giorni che l'indomani si dimentica. Ancora una volta le debolezze umane vincono, cara Laura il tuo sacrificio involontario non è servito proprio a nulla...

mercoledì 22 luglio 2015

LA GUERRA DEL GIUDICE DI PACE


Non so Voi, ma io non ci ho ancora capito nulla su questo tira e molla relativo alla presenza o meno del giudice di pace a Legnano.
Non ci ho capito nulla perchè mi devono spiegare e ci devono spiegare i pro e i contro per mantenere una cosa che tra una balla e l'altra ci costa 200 mila euro l'anno, il Sindaco poi deve spiegare anche ai suoi omologhi del circondario perchè prima NO, poi NI, poi le  richiesta di deroga, poi il suo partito che gli si rivolta contro e lo vuole, poi le minoranze cavalcano la cosa e chiedono il Consiglio Comunale aperto...E' veramente dura capire chi decide e chi comanda, in campo anche gli avvocati che anche tra di loro mi sembrano spaiati sulla necessità di tenerlo o meno... Di certo, questa amministrazione si vorrebbe liberare dell'ex tribunale, un cadavere vero e proprio che verrebbe 'regalato' con poco meno di 5 milioni di euro....Ma chi è quel pazzo che se lo vorrà prendere ? Seguendo tutto ciò mi vien da pensare che non si è voluto salvare l'archivio elettronico e il GdP per lasciare lo stabile libero, ma questa potrebbe essere solo un ipotesi senza fondamento...
Oggi le comiche era un programma domenicale che la rai metteva in onda nell'ora di pranzo 40 anni fa, sulla questione, se continua ad andare avanti cosi, potrebbe scapparci qualche risata, finchè non verrà fuori la verità. Ma il cittadino ci guadagnerà qualcosa ? (questa è la domanda che si dovrebbero fare tutti gli amministratori locali quando debbono prendere decisioni, dalle + semplici alle più complicate, ma credo in pochi lo facciano, nelle segrete stanze, la trasparenza si opacizza un pochino....)

domenica 19 luglio 2015

MEDAGLIA AL MERITO A ROBERTO


Questa mattina mi sono risvegliato e sentivo picchiettare nel silenzio domenicale...Ho pensato: ma chi ha voglia di rompere le palle di prima mattina della domenica ? Fatta la colazione sono sceso per inforcare la mia bici e mi trovo davanti questo spettacolo: il vicino Roberto, si è levato di buon ora ed ha ripulito una ventina di metri di marciapiede dalle erbacce che lo stavano infestando ed ha svuotato un paio di caditoie colme di terra e detriti di ogni genere. La foto è eloquente, il sacco  in primo piano è l'erba strappata in quel pezzo che vedete e il mucchietto di terra ciò che è stato estratto dalle caditoie che lungo la via san Martino sono praticamente quasi tutte ostruite sul lato sinistro...
Bravo Roberto, meriti un premio virtuale, anche se non è compito tuo nè pulire le caditoie, nè strappare l'erba dai marciapiedi...L'anno scorso più o meno in qs periodo una domenica raccogliemmo diversi sacchi di erbacce per dimostrare il nostro disappunto, ma il gesto, a distanza di un anno, vedo che non ha sortito gli effetti desiderati: Amiacque continua a fregarsene della pulizia delle caditoie e Amga ha si ottenuto un buon risultato amministrativo, ma a volte tagliare i costi non basta e non per volere la botte piena e la moglie ubriaca, semplicemente per avere un servizio che si paga.
Quindi, bravo Roberto che ti sei reso utile 'volontariamente' alla tua città, però una tiratina d'orecchie va fatta a chi di dovere poichè si deve assumere le proprie responsabilità.
Ops, sono andato a riguardare la notizia dell'anno scorso, datata proprio 19 luglio...Incredibile... Andate a leggere cosa risponde Cap Holding..hahhahah le risate.... Poi con la bici ho cominciato il mio giro domenicale, i parchetti e i manti erbosi quasi tutti secchi, qui sotto vi metto un immagine del Falcone - Borsellino in centro (oggi anniversario della strage)


Quindi attraversando il centro sono arrivato al cimitero parco per controllare le condizioni che ritengo non ottimali ma discrete, ed infine sorpresa: sulla nuova bretella proprio di fianco al cimitero parco, sono stati piantumati un centinaio di aceri credo, lungo la pista ciclabile, bene, 81 di questi sono completamente secchi, gli altri penso che non tireranno la fine dell'estate...Ma tutto ciò è normale ? La bretella è stata inaugurata solo 9 mesi fa, cominciamo già a dimenticarci della manutenzione ?

Non è il consigliere ombra che si deve fare gli affari suoi, sono gli incaricati a svolgere un lavoro di pubblica utilità che si devono impegnare di più, ma di sta città, chi se ne deve prendere cura ???



venerdì 17 luglio 2015

EX TRIBUNALE: TERESA FAI QUALCOSA.


Da fuori, sembrerebbe una costruzione avveniristica, ci entri e capisci che li dentro ci sono tutti i difetti dello scibile umano, tramutati in maniera 'figurativa' su una costruzione di cemento e ferro, e vetro e plastica, e tubi, e ferro ancora e bulloni, e linoleum e pannelli... Una pessima costruzione,concepita a metà degli anni '80, ultimata nei primi anni 90, e poi una serie infinita di aggiunte interne per migliorarne la vivibilità. Da fuori si capisce che non è un gioiello, la manutenzione non è mai stata al top, nemmeno al mezzo top, ma dentro, Signori, c'è da entrare per credere. Non ho voluto fotografare di proposito, perchè spero si organizzi un 'ex tribunale day' per chiedere ai cittadini legnanesi cosa ne vorrebbero fare ora di questo colosso senza (per ora) un' idea di destinazione d'uso. Io, la dentro, ci metterei tutti gli uffici ora decentrati dei servizi sociali, istruzione, urp, cultura, archivi vari sparsi in ogni angolo della città cosi da compattare e semplificare a  tutti i legnanesi la vita, ci metterei il giudice di pace che tanto fa parlare in questi giorni, ma soprattutto penserei ad una manutenzione straordinaria per renderlo 'vivibile', quella è una serra che in periodi come questi fa a pugni con la sopravvivenza umana...Il corpo centrale dove c'erano gli uffici giudiziari pare l'interno di una prigione, linoleum anni 70 e interpareti in laminato, ora in disuso fa venire da piangere, ma ovviamente ripulito dagli avanzi di rifiuti, farebbe altra impressione. Uno cattivo potrebbe dirmi: lo trovi cosi orribile e ci vuoi mettere dentro i dipendenti comunali a lavorare ? Certo, dico io, con l'aria condizionata a manetta, gli ascensori funzionanti e con le sistemazioni ad hoc di alcune criticità, li dentro possono lavorare 200 persone e c'è spazio x archivio pari alle cantine di tutto il Palazzo Malinverni, dal punto di vista logistico, una situazione ideale, va tutto messo in ordine, ma non possiamo certo abbatterlo e farne parcheggi... La mia idea è anche di utilizzare a questo punto i proventi dell'eredità dell'ex assessore Elia Crespi per sistemare il tutto, intitolargli il palazzo che rimarrebbe adiacente alla piazzetta appena dedicata al sindaco Tenconi che con lui ha condiviso il mandato dal 1951 al 61.
L'ex assessore a pratiche ultimate, ci lascia una somma totale tra beni alienabili e liquido disponibile vicina al milione di euro e con questa cifra, di migliorie se ne possono fare, eccome, migliorie che serviranno in futuro anche a tutti noi: Palazzo Malinverni e Palazzo Crespi saranno gli uffici di tutti i legnanesi, basta girare a destra e manca per la città, il cuore pulsante è li, in pieno centro. Invito quindi gli assessori ad organizzare magari x settembre un 'teresatribunaleday', migliaia di legnanesi non ci hanno mai messo piede la dentro,  e tra tante proposte, salterà fuori quella migliore per tutti noi. Vi piace l'idea ? L'accendiamo ? Anche la Teresa sarebbe felice di avere vicino a sè un luogo vivo e dei suoi concittadini legnanesi...


giovedì 16 luglio 2015

EPPURE QUALCUNO LO SA


Oggi quindi giro di boa numero 52, dentro il tempo si è fermato, fuori inesorabilmente no, lentamente il numero comincia a pesare ed allora ho deciso di regalarmi il countdown del trapasso, cosi so quanto tempo ho a disposizione per realizzare un po di progetti...
provateci anche voi a fare la scommessa, no dai, non c'è da tastarsi le palle, la vita è tutta un gioco....
Mia nonna, santa donna, mi ha triturato per tutta la sua esistenza pronunciando spesso la massima: 'il tempo passa e la morte si avvicina' dopodichè ho conosciuto un altro saggio, il nonno Rino che all'alba dei suoi 87 anni sosteneva che fino a 80 la vita ci spetta di norma, quello dopo è tutto regalato, lui è trapassato a 90 suonati e in buona salute, quindi un bel bonus di 10 anni...
Straordinario Facebook che mi inonda di pensieri di amici vicini e lontani, parenti, conoscenti, amici mai incontrati in vita oppure 'ex' di qualcosa, insomma, il social come dicevo in un post pubblicato poco tempo fa è 'socialmente utile' se lo si sa utilizzare bene...
Alla fine di questa giornata, 16 luglio 2015 almeno 500 persone mi hanno dedicato qualche secondo, e di ciò ne sono felice, e soprattutto vi abbraccio tutti compresi quelli che per ragioni di ogni genere hanno avuto altro da fare che pensare al mio compleanno...
Passiamo oltre, godiamoci il presente e con ottimismo affrontiamo il futuro, a me rimangono poco più di 10 mila giorni, fatevi il vostro calcolo e createvi un countdown, se si cederà prima pazienza, lui si fermerà solo nel momento in cui lo avete desiderato...


lunedì 13 luglio 2015

RINASCE UN PEZZO DELLA VECCHIA LEGNANO


E cosi arrivò il giorno dell'inaugurazione del nuovo locale, in un angolo della vecchia Legnano, centralissimo, ad un passo dalla stazione ferroviaria, ad un passo dal Monumento, a 3 passi dal centro della città... Sono particolarmente felice di questa inaugurazione e da giovedi 16 luglio 2015 tutti potranno gioire di questa nuova attività, questo luogo 'rivivrà' una nuova giovinezza, dopo essere stato testimone dello sviluppo di una grande azienda come la Franco Tosi, dopo essere stato testimone di un attentato in tempo di guerra nell'adiacente e famoso 'Albergo Mantegazza', da 120 anni è li, ha visto altre costruzioni crollare, ha visto nuove costruzioni nascere ed ora trasformato gli auguriamo di durare molti decenni ancora. L'idea di questa trasformazione è di un giovane architetto emergente Nicola Ghilardi, a tanti questa trasformazione non piace, ma col tempo tutti si renderanno conto che quell'angolo di città li, è un angolo speciale, un angolo in cui si gusta oltre un secolo di storia... Quando salirò sulla balconata potrò
godermi a 360 gradi la storia e il presente di quel luogo, bellissimo inoltre il video messo in rete da Nicola per presentare il suo lavoro :


E molto bello, l'articolo pubblicato da Legnanonews nel settembre scorso con tutti i dettagli e foto del progetto:


Non ci rimane che attendere sino a giovedi per toglierci la curiosità di dire: 'che bel lavoro, che bella novità a Legnano'!!!

sabato 11 luglio 2015

FERRAZZANO HAI PISCIATO FUORI DAL VASO


Nel post dell'altro ieri ho illustrato i talloni d'achille degli amministratori odierni della città di Legnano e della maggioranza che li sostiene, oggi punto il dito su chi, dopo 5 ore e 13 minuti di streaming si è permesso di 'togliere i vestiti di presidente e diventare improvvisamente consigliere semplice' pensando cosi che tutto sia lecito data l'ora e data la solitudine e del deserto dell'aula consiliare. Caro Ferrazzano, caro Presidente, hai pisciato fuori dal vaso, hai dimostrato di non essere il presidente del Consiglio del Comune di Legnano, hai dimostrato invece di essere quel vetero comunista che si toglie in pubblico i sassolini dalle scarpe, dimenticando il supremo incarico che ti hanno affidato. E aggiungo che la tua è stata una manifestazione di codardia, perchè hai avuto il coraggio di dire quelle cose solo in assenza delle opposizioni, se avessi detto le stesse cose con tutti presenti, ti avrebbero interrotto più volte e lanciato meritatamente qualche ortaggio. L'hai fatta grossa, perchè non si fanno interventi di parte quando il ruolo TI IMPONE di essere super partes ...T'è capì president ? Ma adesso ti faccio il giochino della trascrizione di ciò che hai detto, spero che le 'minoranze' abbiano la decenza di chiedere le tue dimissioni, perchè TU PRESIDENTE queste cazzate non le devi commettere, chiaro ? Mi hai ammonito in passato perchè ho pronunciato qualche 'parola grossa' ed è sembrata per te 'una concessione' lasciarmi vestito in aula da 'signore del giorno', ma tu sei il Presidente di tutto il consiglio comunale, hai commesso niente meno che un abuso d'ufficio (che alla gente non gliene frega una beata cippa, ma dal punto di vista istituzionale merita di essere censurata senza se e senza ma, anzi, lunedi dovresti già essere li al protocollo con la lettera di dimissioni). Hai fatto un atto d'accusa bello e buono alla vecchia amministrazione, quando tu eri all'opposizione e dovevi fare l'opposizione, hai fatto di mille erbe un fascio, perchè nell'attuale minoranza non c'erano l'intera maggioranza passata dal 2007 al 2012, e non se la prenda Signor presidente come un fatto personale, ha commesso un errore gravissimo e voglio vedere istituzionalmente parlando come se ne verrà fuori ( presidente non so se darti del tu o del lei, se considerarti Presidente o presidente, userò un po uno e un po l'altro, cosi non sbaglio più, ma se mi incontri per strada, salutami, non fare il voltafaccia....). Quindi passo alla trascrizione dell'intervento del Presidente del Consiglio Comunale di Legnano, seguitela sul link dal punto ora 5 minuto 13...

'a questo punto, mi vesto anch'io da consigliere,e dico qualcosa in virtù del fatto che sono stato consigliere di minoranza per cinque anni, e come diceva prima il cons Radice...Io stasera sono profondamente dispiaciuto, ma non perchè non è legittimo operare o comportarsi...In democrazia è previsto anche l'abbandono dell'aula consiliare,piuttosto del Senato (?),ma sono dispiaciuto perchè nei banchi dell'opposizione sedevano emeriti illustri illustrissime personalità dell'amministrazione precedente, tengo a sottolineare che c'era l'assessore all'urbanistica nonchè vicesindaco, i 2 capigruppo della forza di maggioranza dell'amministrazione precedente,che si sono alternati e che conoscono bene le dinamiche di questa aula consiliare...Io li inviterei in modo semplice, pacato, tranquillo, senza nessuna polemica, a elencarci, farci un elenco completo di quelli che sono: gli ordini del giorno, gli emendamenti, le proposte che le minoranze dell'amministrazione Vitali hanno sottoposto all'attenzione dell'allora amministrazione stessa...vengano in Consiglio Comunale e ci presentino l'elenco di tutte quelle proposte che Noi come minoranza abbiamo fatto e che loro hanno condiviso....** Dicendo questo tra l'altro sembra di giocare con i bambini: Tu hai fatto quello ? Bene anch'io farò cosi, ma non eravate quelli diversi ? Quelli del dialogo ? (per dire)***
Torniamo quindi alla trascrizione...
'Io non voglio ripetermi, però ribadisco una cosa che è passata in sordina ma che è fondamentale, : c'è una dichiarazione agli atti dell'allora assessore Fratus, riguardava il bilancio , il pgt, ha elogiato il pgt, ma non potevano accettare le proposte delle minoranze, c'è il verbale, lo possiamo andare a prendere e vediamo la dichiarazione che è scritta, ma la domanda è questa, : perchè l'allora maggioranza non poteva accettare proposte che erano condivisibili delle minoranze ? La risposta era che noi abbiamo ricevuto continuamente in quest'aula era IDEOLOGIA, noi eravamo ideologici,...Io ringrazio gli uffici,l'assessore, il sindaco, i consiglieri per il contributo che hanno dato a questo bilancio, che grazie a Questa Amministrazione è diventato un bilancio strutturato,perchè prima non era strutturato, era un bilancio che si basava su 'una tantum', su vendite, su oneri di urbanizzazione, su dividendi amga...Noi l'abbiamo strutturato e come minoranza,a suo tempo, abbiamo avuto il coraggio, a differenza di quello che ho sentito dire ripetutamente questa sera... Noi come minoranza,abbiamo proposto di introdurre nel bilancio per poterlo strutturare l'addizionale irpef, noi l'abbiamo proposto,l'allora partito democratico l'ha proposto...L'addizionale irpef che non doveva essere utilizzata per mettere le mani nella tasche dei cittadini...guarda caso poi com'era stato già detto,bilancio 2013-2014 se non vado errato brr bbrtrrr...triennale, è stato introdotto per il 2013 addizionale irpef per lo 0,8 per mille , quello che è...
Ora noi, stasera per l'ennesima volta mi sono dimenticato  ho sentito violenza perchè sento parlare di housing sociale , di consumo di suolo, ma , quando noi, quando è stato elaborato il pgt, chi ha parlato di housing sociale chi ha parlato di consumo di suolo,noi abbiamo fatto delle proposte, degli ordini del giorno, degli emendamenti, che riguardavano la distribuzione dell'housing sociale nei vari ambiti territoriali,...L'housing sociale proposto del pgt è sotto stimato, noi abbiamo fatto degli emendamenti, noi abbiamo incrementato l'housing sociale ma non creando i ghetti, distribuendolo...oggi ci sentiamo dire che il mazzafame è praticamente un ghetto, Noi stiamo praticamente portando avanti una operazione giusta legittima prevista a suo tempo....

Manca pochissimo e non ce la faccio più a trascrivere il discorso, abbiate il coraggio di ascoltarvelo, dura 'solo' 5 minuti e mezzo circa...
Detto questo, Michè... Non si piscia fuori dal vaso oppure lo si può fare come dici te... IN LUOGHI PIU' CONSONI, sei caduto male in questa clamorosa scivolata e la risposta che la tua maggioranza da, fingendo di tendere una mano, è veramente patetica e poco convinta

Possiamo dire: peggiore la pezza del buco stesso ?

venerdì 10 luglio 2015

ALTRI SEGRETI DI PIAZZA SAN MAGNO


La vedete quella casa con torretta ? Questa è una foto di 140 anni fa, si stava festeggiando a Legnano il 7° centenario della battaglia, quindi era il 1876... Al posto di quella casa li ora ci sono 2 proprietà, quella dove c'è la farmacia e l'altra dove i Bossi nel 1937 hanno edificato il nuovo condominio di recente ristrutturato, poi a dx nel 1915 circa hanno costruito il nuovo palazzo ancora esistente (il primo di corso Garibaldi davanti al Cremonesi), mentre a sinistra, nel 1969 quella casa che vedete è stata abbattuta x lasciare il posto all'attuale condominio in angolo con la via Cavallotti (ex Cristal Ceramica ora Tezenis per capirci)... Ecco, questa mattina ho incontrato per caso una amica che conosce la storia di questo angolo di Legnano, ha dei documenti 'clamorosi' sullo sviluppo del progetto di quella facciata e prossimamente diventeranno storia nota a tutti, perchè documenteremo gli eventi di questa trasformazione. Grazie Anna Lattuada che mi hai riconosciuto e raccontato queste bellissime vicende che diventeranno patrimonio cittadino di memoria storica.
Nel frattempo vediamo come dal 1876 sono cambiate le cose...


Quindi cosi fino a circa il 1910...









Poi dopo il 1915 spunta il nuovo condominio di fronte a Cremonesi  e un ampliamento sulla 'torretta'...






 Quindi la panoramica dopo la seconda guerra, siamo negli anni '50







                                                                                                                                                                                                                                       Ed infine spunta il grattacielo sulla skyline dall'alto



Qui siamo tra il 66-67 e a breve il caseggiato giallo andrà giù...



Dimenticavo questa chicca, donatami dalla Carla 'Giussani' che da varie generazioni porta avanti il forno (ora in via Cavallotti) che era ubicato dietro le auto nel caseggiato in primo piano

giovedì 9 luglio 2015

PARERE E NON ESSERE E' COME FILARE E NON TESSERE


E adesso vi spiego perchè il grande errore è tutto Vostro, della Giunta Centi&co e della Maggioranza che la sostiene...
Parlerò come se fossi davanti al mio amico Centi, ma userò anche il plurale come se fossi davanti alla Giunta composta da Chester, Giampy il coscritto, donna Raimondi, il buon Cusumano, Tripodi, Ferrè non lo stilista, il bilancista Luminari e ai 13 rimasti a sostenere questa giunta...
Cari amici, ieri sera vi ho seguito in streaming per una oretta e mezza, ero tentato di venire la con le brioches sul serio, poi sentendo il clima, ho pensato che sarebbe stato meglio starne fuori, stamane ho scoperto che avete fatto tutto da soli e soli siete rimasti a cantarvela e suonarvela, i più anziani addirittura quando oramai l'una era scoccata hanno tenuto due discorsi di 12 minuti cadauno, come ci fosse la folla esultante ad ascoltarli...( questo è il vero top), invece eravate sempre e solo in 13, il minimo garantito per sopravvivere... Vedi Alberto ( Centinaio ndr) questo governo della città, doveva dare un nuovo stimolo dopo i vent'anni post tangentopoli vissuti qui a Legnano, hai radunato i tuoi soldati, ognuno ha aperto il suo botteghino, qualcuno una lista civica e con l'aiutino di un ignorante, diciamo per il rotto della cuffia, sei riuscito ad iscrivere il tuo nome sul quadro che ricorda tutti i sindaci dal 1860 ad oggi... Anche tu come me, di palazzo conoscevi poco, di intrallazzi politici molto di più, sei una persona specchiata, su questo non ho dubbi, ma hai un carattere troppo adolescenziale, forse sei proprio convinto di essere il più bravo, lo hai dimostrato ancora una volta ieri sera, battibeccando con i tuoi ex sostenitori di maggioranza...Te l'ho già detto, bisogna essere superiori o cercare di tessere e non solo di filare... Ti rammento qualcosina di importante: hai perduto 3 consiglieri punte di diamante, ti ricordo i loro nomi, Gigi Cattaneo, Stefano Quaglia, Tiziana Colombo e lo sai perchè ? Non li hai saputi ascoltare, li hai trattati come i vecchi padroni della messe: usati in campagna elettorale, poi dimenticati...Per qualcun altro invece è stato diverso, voleva qualcosa ed ha ottenuto qualcosa, ora per sopravvivere per i prossimi 650 giorni circa, dovrai fare i salti mortali e sperare che nessun virus faccia venire il raffreddore a qualcuno... Ed è un peccato, perchè state facendo anche cose interessanti, buone per la città ma il destino sarà che in primavera 2017 tutte le colpe della crisi economica e della grande tassazione che avete utilizzato, vi spazzeranno in maniera quasi definitiva, perchè nel sottobosco c'è già qualcuno che sta pensando in grande, quel qualcuno che voi pensate di aver 'debellato', invece non è cosi, una svegliatina non farebbe male...

E allora aprire questo link con il countdown fissato per il 25 aprile 2017 non è una provocazione o una cattiveria, è solo per farvi rendere conto che è partito con il numero 1800 e rotti, sono trascorsi due terzi del cammino e cosa vogliamo raccontare ai nostri concittadini ? Non una decisione presa con coraggio, dialogo con le minoranze inesistente, minoranza che avete rimpinguato con la vostra testardaggine... Cosa vi dice la gente ai gazebo ? Che siete bravissimi e simpaticissimi ?  Anni fa i sindaci davano alla cittadinanza un report prima trimestrale poi semestrale, poi annuale della situazione in città, ora nulla, il buio totale, quelli prima di Voi vi hanno fatto tagliare qualche nastro, ma voi cosa state preparando per il futuro ? Niente nastri ? Va bene, qualcos'altro allora....Cosa ?
E poi Alberto, ma non ti bastava la rogna di una città importante come Legnano ? Dovevi proprio prenderti la bega della città metropolitana, ma lo fai per orgoglio personale o sei convinto di portare dei benefici alla comunità intera ? Su 3500 consiglieri di 131 comuni proprio tu ? Tu sei stato eletto per fare il sindaco, non per fare altro, oppure chiedevi alla cittadinanza il permesso di allontanarti da casa, perchè Palazzo Malinverni non è casa tua, ma la casa di tutti i legnanesi... Capito Albert ? Capito Assessori ? Capito Maggioranza ? Se la politica buona ( o millantata tale) vuole procurarsi una continuità, non è certo questo l'atteggiamento da tenere, da vecchio teatrino dei partiti, bisogna pensare oltre, visto che la farraginosità dell'istituzione impone tempi biblici... Che senso ha allora la vostra buona amministrazione (o presunta tale) se state facendo di tutto per far incazzare TUTTI  ? Il sindaco, la sua giunta e la sua maggioranza dovrebbero fare di tutto per limare le tensioni, rimanendo accorti su qualsivoglia tema, altrimenti si farà la fine che nessuno vorrebbe: si verrà asfaltati da 15 cm di bitume.
Io lo so che farete fatica a digerire la mia critica, perchè, malgrado mi prendiate in giro, io consigliere ombra mi sento davvero, sto ascoltando i miei concittadini, sto contattando belle persone per potersi mettere a disposizione della città, senza Cerchi Magici, senza associazioni culturali del pit che mi lasciano le riviste sotto il banco e non hanno il coraggio di parlare con la gente perchè amano parlarsi addosso... Dèmm gentì, 650 giorni sono pochi e tanti, l'anno prossimo di questi tempi avrete a disposizione l'ultimo bilancio da approvare e poi c'è da scegliere su 3 strade: A) Riconsegnare la città ai soliti noti, B) Fare 'mea culpa' e recuperare il rapporto con tutto il Consiglio Comunale e sperare di giocarsela. C) Intestardirsi e tornare a casa con le orecchie basse, lasciando alle liste civiche un ruolo di sorveglianza su un potere che cancellerà quanto fatto di buono fin ora.

Se nascono dei siti di questo genere, un motivo ci sarà, bisogna avere l'umiltà di capire il perchè, bisogna avere l'umiltà di saperli leggere, perchè i numeri non sono solo quelli del bilancio, sono anche questi e spesso e volentieri, non sono nemmeno soggettivi...
Io per onestà intellettuale vi ho avvisato e dato la mia personale visione per il futuro, come ho detto altre volte, mi batterò per portare più 'garanti' possibili della società civile nelle istituzioni, occhio però che i Grillo, i Salvini, i Renzi, i Berlusconi, sono sempre in agguato e non tutti i 2012 si ripeteranno nel tempo con il Trota che si fotte una manciata di euro e fa perdere credibilità ai suoi colori sociali... Imparate a tessere, a filare (via) in bum tùti....

MEGLIO SOLI CHE MAL ACCOMPAGNATI ?


In sè, non gliene frega niente a nessuno se il bilancio di previsione 2015 sia stato approvato col Consiglio Comunale al completo o solo con gli esponenti di maggioranza (sul filo del rasoio, lo ricordiamo), il fatto grave è come sia avvenuto questo e come abbiano reagito, punti sul vivo, gli esponenti o supporters, chiamiamoli cosi, della Giunta Centinaio. Ieri sera non ho partecipato al CC, ero stanco, un po ci speravo in questo esodo dai banchi dell'opposizione che ho occupato fino ad un anno fa... Ho denunciato il Cerchio Magico di Grillo e Casaleggio, mal sopporto anche questo, si, un Cerchio Magico che aveva promesso dialogo e apertura verso tutti, poi, man mano che hanno preso confidenza, tutto è diventato come un deja vu, e Marazzini stavolta l'ha detta proprio giusta parlando di Centinaio e la sua giunta sulla Prealpina di ieri: " ha disfatto la sua maggioranza coesa, ha ricompattato l'opposizione". Non ho altro da aggiungere, linko qua sotto le 'loro dichiarazioni riportate de Legnanonews:
e, di fronte a tali dichiarazioni, si può ben capire quanta voglia di dialogo ci sia, comunque bravi, il countdown è iniziato, è un bel tappeto preparato per le prossime elezioni del 2017 che vedranno il centrosinistra, questo centrosinistra, scomparire definitivamente, per riconsegnare la città in mano ai soliti noti, certi destini sembrano già scritti.

domenica 5 luglio 2015

IL MITO DI GIULIO PORRO LAMBERTENGHI

Oggi ho scoperto anche un grande mito, si tratta dell'editore Giulio Porro Lambertenghi, che nel 1346 editò Statuti delle strade e delle acque del contado di Milano fatti nel 1346. Sembra una cosa quasi comica per 2 motivi, il primo è che sembra scritto in veneto, e la seconda è che lascia a bocca aperta il problema dell'acqua sacra, cioè il fiume era sacro, era vita, era business e già all'epoca i furbetti c'erano e bisognava regolamentare tutto, inventandosi ovviamente un'autorità, belle le scritture dei nomi dei borghi, roba lontanissima da noi, per questo curiosa. copio e incollo da un libro preso in prestito dall'amica Donata Colombo ( momenti di vita castellanzese nella storia lombarda 1975) e andrò avanti per un pezzo, poi tra qualche giorno metterò la seconda parte.

La determinazione de la strada de Ro: e comenza fora de la porta Zobia in cima del boscho :
In la pieva de Olza Ollona con la corte da Legnano.
El locho da Gorla Majore
El locho da Gorla Menore
El locho da Precipiano
El locho da Marna
El locho da Reschalda
El locho da Nizorina
El locho da Olgia per i vicini
El locho da Olgia per li zentilhomini
El locho da Fagnano
El locho da Bergaro
El locho da Castegna, Sponzano e Cogorezio
El locho de Sulbia  de sopra
El locho de Sulbia de sotto
El borgo de Buste Arsizia
El locho da Cayra
El borgo o corte de Legnano
La cassina de Ravello e de Reschaldina

De cavare e netezare il lecto de l'aqua in favore de li molini e come se possa condure l'aqua per adaquare li prati. CAP II

La causa da li molini el qual favore e publico de rasone nostra municipale approbata per una altra regula si è: che quello quale ha il molino possa il lecto de l'aqua fare fundare: netazere da za e da la: zoe a man drita e sinistra: et ogni obstaculo il qual fosse in quello lecto d'aqua novamente facto a quello molino sel noce al molino vegio removere: non obstante alchuna prescriptione e contra la vuluntate anchora de quelli li quali appresso alla ripa hanno li soy campi e questo fine ai molini de sotto: et anche possa vedare a quelli li quali volesseno adaquare li prati che non li adaquano. E il judice in favore de li molini possa far pena de soldi cento de terzoli se li sarà contrafacto.

Come nel fiume publico non sia facto obstaculo. CAP V

Nel fiume publico non romanga ne li sia tenuto ne avenire alchuna clusa o vero obstaculo per li quali laqua non possa liberamente correre per lo fiume publico. E se se ne trovasse alchuni ciaschaduno per autorità propria senza pena alchuna possa removere et farli removere. Et ultra de zo ciaschaduno judice sie tenuto e debia dopo la notitia hauta farli removere. Salvo la rasone de li molini.

Come se possa condurre laqua per adaquare li prati vegi et novi CAP VII

Dal fiume publico o privato possa ciaschaduno condure aqua per adaquare li prati vegi et novi: sel se po fare senza damno de alchuno et specialmente de  molini l'uso de li quali secundo la nostra rasone si e favorevole e publico.

Come se deno largare le strate et le vie CAP XII

Se al achade in la città o borghi o contato alchuna strata o vero via de novo essere facta o vero za facta alargarla: la qual sia de tanto tempo che del so principio non se ne ha memoria alchuna e per quella causa le case o vero li fonde de alchuno e de più persone in tuto o vero in partehabia a essere guastato: prima che sia facta dicta via, o vero che dicta dia sia alargada, sia facta la debita extimatione del danno che se farà a quelli de chi sarà tale cosa per boni et sufficienti homini che siano electi da d.no lo potestate o da li d.ni Sesi et tale eximatione si facta sia pagata de li denari dal comune di Milano, sotto la pena de lib. cento de tercioli de muneta currente da essere pagata al comune de Milano per chi contrafacesse o fesse contrafare e da restituire il dopio de la extimatione del damno a chi havesse patito tal damno. simile pena sarà a quello el quale indurà a quello de chi sarà tal cosa da fare o prestare alchuna spesa in fare o vero alargare quella tal via o per quella cagione: la qual cosa habia anchora locho ne li pendenti.

Fermiamoci qui, diciamo che già 6 secoli e mezzo fa ce la mettevano tutta per confondere le idee, qui quanto meno ci siamo divertiti un pochino... Alla prossima ci saranno altri capitoli interessanti... 

MALE NON FARE, PAURA NON AVERE


























La domenica mattina, spesso inforco la mia bici e comincio a girare la città, per un paio d'ore, fino a che mi sento soddisfatto dell'uscita. Oggi fa molto caldo, la direzione non poteva che essere il parco castello, cosi iniziavo a curiosare il grande evento partito ieri col ritorno al medioevo...Prima però dovevo guardarmi il parco senza nome che insiste tra il parcheggio delle scuole Bernocchi-Dell'Acqua e l'Olona, quello dove c'è il 'the mode estivo' per capirci... Me lo sono scrutato in tutto il suo percorso e mi sono convinto: questo diventerà il parco dedicato alle vittime e superstiti del Vajont e alle vittime e superstiti dell'11 Settembre. Ci sono delle motivazioni 'forti' : un fiume che scorre accanto, un'area su cui per quasi un secolo ha insistito la vecchia tessitura dei flli Dell'Acqua, di cui ci sono rimasti giusto i 2 ponticelli e la vecchia palazzina dove c'erano i vigili, ma c'è anche adiacente e contiguo il tribunale simbolo di una giustizia mai accertata nè in un caso, nè in quello più recente...
Il cotonificio Dell'Acqua, fu raso al suolo nel 1969, pochi anni dopo il Vajont e pochi sanno che l'attuale via Diaz si chiamava dopo la Grande Guerra via delle Rimembranze e i tigli che vediamo adesso erano stati muniti di targhette recanti i nomi delle vittime legnanesi di quella tragedia, rimane sconosciuto il momento in cui qualcuno decise di toglierle e dedicare la via al generale Diaz (ma sto generale la meritava la dedica ?). Quindi nei prossimi giorni assieme ad altri legnanesi doc ci si muoverà in questa direzione: Legnano non può non ricordare nelle propria toponomastica la tragedia del Vajont ed il vile attentato alle Torri Gemelle di New York, sono passati 52 e 14 anni ed è ora che Legnano ricordi. E visto che erano ricordati anche i caduti in battaglia di un secolo fa, ecco, presi 3 piccioni con una fava... Sarebbe bellissimo trovare anche uno o più artisti nella zona che propongano un monumento alla memoria per ciascuno di questi eventi: follia dell'uomo la guerra, follia dell'uomo costruire una diga su una frana conclamata, follia dell'uomo abbattere 3 grattacieli per conquistare il mondo...





venerdì 3 luglio 2015

LA MAGNIFICA INVENZIONE DEI 'SOCIAL'


Prendo spunto da alcune discussioni che nascono per la strada o anche sui social, sul ruolo vero o presunto di questi 'mezzi di comunicazione' in cui non sei solo ascoltatore o telespettatore  bensi parte attiva, diciamo che il social ti fa sentire 'importante' perchè puoi scrivere e quindi dire quello che ti pare. Ho amici e conoscenti che del social non gliene può fregar de meno, altri che vogliono far sapere a tutto il mondo dove sono, cosa mangiano, come si sentono, se stanno a bolletta, se hanno mal di pancino e altre cose del genere...Ci sono quelli che pur avendone la possibilità di interagire, non parlano perchè amano guardare e al massimo cliccare un 'mi piace', perchè sono timidi o hanno paura di scrivere malamente, ci sono gli eternamente incazzati, quelli che vogliono avere sempre l'ultima ecc ecc ecc. Poi ci sono milioni di sfumature che sfuggono: gli appassionati di qualsiasi cosa che siano farfalle, francobolli o sesso esplicito...Perchè demonizzare il social ? Vedo in giro gente con l'iphone in mano, non solo giovanotti che in compagnia ascoltano (?) con le orecchie e sono concentrati sul display, gente che guida e risponde sui social o ai messaggi sms...
Facendo un passo indietro, quando nel 1954 furono attivati i primi programmi RAI qualcuno per bene aveva pensato che questa rivoluzione comunicativa avrebbe portato in  fretta l'Italia fuori dall'analfabetismo e avrebbe insegnato un sacco di cose bellissime a noi tutti, qualcun altro invece ha pensato che con la TV si può tenere sotto controllo un popolo intero, perchè insegnare loro le cose del mondo ? Meglio fargli credere ciò che vogliamo....
Dopo mezzo secolo, il social arriva e ti da una grande possibilità di diventare PROTAGONISTA dei tuoi pensieri, perchè rinunciare ? I 'professoroni' non amano il social perchè infarcito di deficienti, ignoranti, arroganti, presuntuosi, razzisti, e chi più ne ha ne metta, ma questo è lo specchio della vita reale, ne più ne meno, i 'professoroni' vanno a chiedere consenso a chiunque, i professoroni vogliono fare affari con chiunque e con qualsiasi ceto sociale...
Per tornare a chi sul social non vuole esprimere le proprie opinioni perchè 'non è il luogo adatto' dico solo che se hai la coda di paglia il tuo luogo adatto sono solo le stanze dei bottoni, buie e piene di uomini grigi, il social è trasparenza dove renderti conto che se stai parlando con un cretino puoi rispondergli garbatamente non più di 2 volte perchè alla terza diventi come lui, ma un tentativo di dialogo lo hai voluto, perchè tutti hanno diritto di cambiare idea ma anche di tenersi la propria...Capito ? Non è difficile, è un esercizio di socialità bella e buona, non ce lo ha ordinato il medico ma non è nemmeno un male incurabile, i tumori sono altri nella società, forse i tumori siamo proprio noi che vogliamo trovare il modo di 'curare gli altri' ( con tutti i difetti più che i pregi del caso).
Abbiate fiducia in voi stessi, il coraggio di confrontarvi, senza chiudervi a riccio nelle convinzioni universali...Se ne imparano tante nella vita, si può imparare anche a rapportarsi virtualmente, ma quanto accorciano le distanze i social ? Dai professoroni, entrate nei social ad insegnare qualcosa di positivo, tutta l'umanità avrà guadagnato qualche cosa, oppure siete degli egoisti, e pure misantropi. Tiè.


giovedì 2 luglio 2015

IL PALIO E LA LEGNANO CHE CAMBIA


Oggi mi hanno 'regalato' delle foto riguardanti un vecchio Palio degli anni '60, ho colto l'occasione per aggiungerne altre e con un sottofondo musicale allegro dei nostri Legnanesi che cavalcano i teatri di tutta Italia, ho confezionato questo prodottino...Se vi piace son contento, se non vi piace...piacenza... Buona visione !!


mercoledì 1 luglio 2015

CHE ARIA TIRA ?





Ma che aria tira a Legnano ?
Una mattina di qualche tempo fa ero seduto sul divano ed il raggio di sole ha penetrato la finestra ... Cosa ? Nell'aria tutta sta porcheria ?  Niente polemiche ambientaliste, solo constatazione. forse in alta montagna si respira meglio, forse anche mettendo 10 centraline x il rilevamento delle polveri ci facciamo solo del male, allora facciamo come i pesci dell'Olona, che si turano il naso e continuano la loro vita grama, o forse, stanno meglio di Noi