Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

venerdì 17 aprile 2015

I SINDACI LEGNANESI DEGLI ULTIMI 40 ANNI


Oggi pomeriggio ho cominciato  a sfogliare le pagine web delle elezioni legnanesi degli ultimi 15 anni e la cosa che più mi è saltata all'occhio sono i nomi di coloro che hanno partecipato alle elezioni, di quelli che sono stati eletti e anche di quelli che non sono arrivati all'obiettivo grosso, cioè la domanda è: ma tutta sta gente che voleva farsi eleggere o che anche è stata eletta, dov'è ? Se uno si vuole impegnare x la propria città ha una marea di ambiti in cui agire, ma politicamente, le meteore superano di gran lunga la gente che ci mette la faccia, che si impegna , che segue la vita cittadina in tutti i suoi svariati ambiti. Allora ho pensato ai sindaci ancora in vita, che distrattamente magari abbiamo conosciuto solo per nome o perchè li abbiamo visti qualche volta a qualche manifestazione.
Partiamo da Franco Crespi sindaco da giugno '77 a settembre '85, egli è vivo e vegeto, ancora nelle retrovie con un buon peso politico nella maggioranza attuale, pres della fondazione sant'Erasmo, democristiano dentro e fuori,uno tosto, credo lo ricordino tutti come un buon sindaco, ma non posso dire nulla, ero un ragazzino...


Dopo di lui, n'alter democristiano dentro, Piero Cattaneo, (padre dell'attuale sindaco di Rescaldina ,Michele ), si è beccato il quinquennio 1985-90, ancora attivo nell'attuale maggioranza, defilatosi, diciamo cosi prima di tangentopoli, ha ceduto 'lo scettro' ad un socialista, ma andiamo con ordine e riguardiamo il suo volto.


Anni 90, siamo al top dei rappresentanti di Bettino, di quei socialisti mai morti, che si 'permettevano' di amministrare con un 10-15% quando andava bene, per il sindaco Mauro Potestio, tangentopoli non gli ha portato benissimo, 3 anni scarsi, poi il commissariamento, finchè a fine 1993 verrà eletto il nuovo che avanza...


Il nuovo che avanza è un architetto promosso dalla Lega che risponde al nome di Marco Turri, 4 anni precisi di amministrazione per lui, bocciato dai legnanesi per il mandato successivo essendosi staccato dalla Lega, tentando la via della lista civica...Eccolo:


Il Turri ora è presidente di Arte e Storia, la politica attiva penso lo abbia 'allontanato' dalle sue velleità, giusto che ciascuno trovi i propri ambiti. E' arrivato quindi il momento di Forza Italia, del grande trascinatore Berlusconi, e sul carro dei vincitori sale Maurizio Cozzi, due mandati consecutivi, dal 2 dicembre '97 al 31 maggio 2007...Il centrodestra vince a mani basse, e malgrado nel 2006 a Legnano si vive uno scandalo di tangenti su opera pubblica con coinvolgimento del vicesindaco, dal 2007 al 2012 sarà ancora un 'loro rappresentante' ad amministrare la città...


Arriviamo quindi quasi all'attualità: è nella mente di tutti il mandato quinquennale di Lorenzo Vitali, il farmacista di piazza del popolo, colui che ho conosciuto meglio come 'il nemico da combattere', ma che in fondo, visto da vicino, non mi è sembrato quel 'personaggio di cui diffidare'


Ed infine dal 22 maggio 2012 abbiamo l'attuale sindaco di centrosinistra A. Centinaio, ancora per 2 anni sarà il nostro sindaco, e magari anche lui tenterà di ricandidarsi per il secondo mandato, fallito come abbiamo visto sia al ex sindaco Turri ed ex Vitali...
Ma al di la dei sindaci, decine e decine di consiglieri comunali e pretendenti a quelle poltrone, eclissati nel nulla, tornati al loro lavoro e magari nemmeno più tesserati dai rispettivi partiti...
PERCHE' ?
E' incredibile alle volte capire certe passioni, una mezza idea ce l'ho, ma quella non ve la racconto, ve la racconterò nel 2017...


Giusto non aggiungere nulla....Ora.




Nessun commento:

Posta un commento