Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

giovedì 31 dicembre 2015

2015 I POST DI STORIA LEGNANESE


























Il mio blog ha 4 anni di vita, 663 post pubblicati e in questo ultimo anno, molti di questi dedicati alla storia della Città, visto che siamo alla fine del 2015, faccio un riassunto, cosi chi ne avesse perso qualcuno, se li ritrova qui tutti belli compattati in un libretto virtuale, con tante foto, con tante brevi storielle che rimangono sempre impresse nella mente, proprio perchè brevi ed essenziali.

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/01/le-case-dellonorevole-carlo-dellacqua.html  Qui si parla delle case operaie con fronte in via Pietro Micca tra via Cavour e via Mazzini 3.1.15

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/01/luigi-banti-il-maestro-la-storia-vivente.html   L'occasione di conoscere il maestro Banti è stata occasione per approfondire qualcosa sulla tessitura 'Bernocchi', 16.1.15

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/02/legnano-anno-1815.html   Un salto indietro di 200 anni, immaginare cosa era Legnano quando gli abitanti erano 3000, non 60 mila...9.2.15

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/02/il-mistero-della-torre-civica-di-san.html  Pochi gioni dopo, 12 febbraio, mi arrivarono alcuni documenti e scrissi sul campanile di san Magno...


http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/03/anacleto-tenconi-eliseo-crespi.html   29.3.15 siamo in attesa di conoscere l'eredità che Elio Crespi ha lasciato alla città...

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/06/mario-villa-ed-il-suo-castello-visconteo.html   Il 23 giugno invece si ritorna al Castello con un sacco di nuove immagini...

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/07/altri-segreti-di-piazza-san-magno.html  Si torna a parlare di piazza san Magno nel mese di luglio, quando faceva quel caldo torrido...

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/07/rinasce-un-pezzo-della-vecchia-legnano.html  13.7.15 una delle villette ex Tosi torna a vivere sotto forma di ristorante...

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/08/loratorio-di-san-domenico.html    L'oratorio di san Domanico è il protagonista del post del 17 agosto 2015

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/09/sottopassiamoci.html Il 12 settembre del '65 si inaugurò il sottopasso centrale, fu un evento straordinario...

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/09/giovanni-mari-con-gli-occhi-di-carlo.html   Sempre a settembre un super post su uno degli uomini che ha lasciato il segno negli anni 60-70-80. Per lui ora c'è lo stadio dedicato...

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/10/villa-de-martini-mon-amour.html  Una perla perduta in piazza Monumento... Peccato, si poteva fare meglio

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/10/lultimo-baluardo-allangolo.html   Casa Lattuada crolla x essere ricostruita secondo i canoni della modernità

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/10/lultimo-baluardo-allangolo.html   Con un sacco di ritagli di giornali vecchi di oltre mezzo secolo si rivivono storie e momenti di un'epoca remota

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/11/don-enrico-locatelli-e-le-chiese-di.html   Una panoramica sulle nostre chiese e sulla figura di do Enrico Locatelli

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/12/il-primo-treno-vapore.html   155 anni fa, arriva a legnano il primo treno a vapore

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2015/12/monsignor-eugenio-gilardelli.html   Eugenio Gilardelli, uno dei monsignori che ha fatto la storia del borgo divenuto città 

Tralascio di linkare Te la do io la piazza carroccio il post successone di pochi giorni fa... Di nuovo buon 2016 a tutti !!!


mercoledì 30 dicembre 2015

SALUTIAMO IL 2015


L'anno passato per salutare il 2014, scelsi di prendere in considerazione le cose che più mi avevano appassionato, quest'anno
per cambiare, prenderò in considerazione la classifica dei primi 10 post più letti dell'anno, per dimostrare che i numeri a volte non sono Vangelo, un post più letto, non è detto che sia più bello di altri meno letti, magari meno linkati, meno pubblicizzati, prima di fare questo vi linko appunto quello di fine anno 2014:
Passiamo quindi alla classifica dei primi 10 partendo con suspense dal gradino più basso: con 328 cliccate c'è Una fontana per il palio del 1 aprile, e un motivo c'era x questa data...
Posizione numero 9 con 356 cliccate, un post che parla della nostra Legnano con foto esclusive, grazie ad una legnanese conosciutissima in città e cioè Anna Lattuada: L'ultimo baluardo all'angolo del 6 ottobre
Posto numero 8, le cliccate sono 422 ed il titolo eloquente e di grande attualità: La cadornata quotidiana del 12 dicembre
Avvicinandoci ai primi ed in posizione 7 con 461 click, il racconto di un cittadino che si sveglia la mattina e sistema un angolino della sua città: Medaglia al merito a Roberto del 19 luglio
Sesto posto con 491 visualizzazioni: La villa dietro san Martino storia di una villa storica che verrà demolita e poi ricostruita con materiali all'avanguardia, data 29 settembre
E siamo alla posizione 5, con 708 click, le dimissioni del consigliere Davide Crepaldi, un ragazzo d'oro, 1 dicembre Davide, cade l'ultima speranza
Posizione numero 4, uno scivolone clamoroso del nostro sindaco, era il 19 aprile, cliccato 730 volte Questo è il nostro Sindaco
Ed entriamo nell'Olimpo dei post del Berti , al 3° posto si parla di Grillo, il meraviglioso imbroglione che ha cambiato il destino politico italiano, anche lui inutile 'come le chiavi chiuse in macchina' (cit. Balasso), 789 click, data 11 agosto Il signorino si defila
Posizione numero 2, si superano i 1000 click, e si arriva esattamente a 1111, del 10 dicembre scorso e il tema è: il finto albero in piazza spacciato per vero: L'albero che non piace proprio
Il post vincitore dell'anno 2015, di qualche giorno fa Te la do io la Piazza Carroccio con 1871 cliccate ha sbaragliato tutti, piaciuto tantissimo e condiviso in abbondanza, essendo cosi recente il dato aumenterà ancora sensibilmente

Di post belli ce ne sono veramente molti, soprattutto quelli che trattano la lettura della storia della nostra Legnano, quando non sapete cosa fare di meglio, sceglietene qualcuno a caso, qualche sorpresa salterà sempre fuori. Vi auguro e ci auguriamo un nuovo anno pieno di emozioni, vi dedico la foto che mi ha inviato l'amico Claudio per augurarmi un felice 2016



lunedì 28 dicembre 2015

ECOLOGISTI PER UN WEEK END


                                                       
Mi domando a cosa servano le restrizioni sulla circolazione del traffico, o meglio, mi chiedo cosa possa servire fermare le auto, tutte o in parte, spegnere o abbassare i riscaldamenti delle case, se dopo nessuno possa controllare le Ordinanze... Il problema è che in questo momento respiriamo un aria di merda ? Giusto, lo era già un mese fa, e forse anche prima, è un mese e mezzo che non piove ed il problema diventa sempre + grave, perchè la cappa sopra di noi è sempre più spessa, e l'inverno non ci aiuta con una nevicata purificatrice. Però il problema si sposta nelle vacanze natalizie e allora ciascun amministratore locale cerca di adottare dei provvedimenti meno impopolari possibile, ma sti provvedimenti a cosa servono ? A nulla, siamo come dentro in un cinema anni 70 dove fumavano 900 persone su 1000, e di quelle 900, lungo le due ore in sala magari la metà fumava 5-6 sigarette, qualcuno il sigaro, si poteva dire alla gente : puoi fumare una sola sigaretta per tutto lo spettacolo ? Nella sala si respirava cesso anche se avessero fumato solo 300 persone su 1000 e se ne usciva tutti puzzolenti. Perchè l'ARPA non mette online tutti i giorni tutti i rilevamenti delle polveri sottili presenti in tutti i paesi e le città ? Perchè un cittadino che non ha il denaro per comprarsi un auto moderna deve fare i salti mortali x andare a lavorare con la propria auto (oggi e domani) 'fuorilegge' ? Perchè un Comune adotta delle restrizioni e quello vicino no ? Degli oltre 1500 Comuni lombardi, per prendere in considerazione la sola Lombardia quanti provvedimenti diversi sono stati presi ? Dai, diciamo che si fa di tutto per complicare la vita ai milioni di cittadini italiani, svegliandosi la mattina e dicendo di essere ecologisti per un fine settimana. Poi quelli presi a caso che si beccano sanzioni, si incazzano, ma è chiaro e giustificato, che politica è questa ? O si fanno le cose fatte bene e che valgono per tutti, o si allargano le braccia e si avvisa del pericolo utilizzando il buon senso non i palliativi senza una logica. Ora è bello andare nelle sale cinematografiche perchè non si fuma più e si respira tutti meglio, se dicessero una sigaretta a testa è concessa, torneremo nel baratro del passato, è chiaro il concetto ?

domenica 27 dicembre 2015

TE LA DO IO LA PIAZZA CARROCCIO
























Era da tempo che desideravo parlare di questo luogo, dove sotto ci passa l'Olona, un luogo fortemente voluto dal Sindaco Tenconi nel dopoguerra, un luogo creato per nascondere le vergogne di un fiume maltrattato e ucciso, che per 3 kilometri attraversa la nostra città. l'occasione per parlare di questo luogo è stata il ritrovamento di alcune foto sul 'trimestrale' Legnano inventato nel 1955 dall'amministrazione comunale per raccontare ai propri cittadini cosa si stava facendo in città. Un volumetto formato A4 dell'epoca costava 100 lire, aumentato negli anni successivi fino a 250 poi negli anni 60 fino alla gestione Accorsi (1975) il prezzo non appariva più. Dunque cosa c'era in piazza Carroccio 60 anni fa ? Se guardate la foto sopra, a destra, al posto del palazzo con la forma un po strana a fungo, c'era la tessitura Giulini e Ratti, rasa al suolo verso la fine degli anni 70 mentre la bellissima villa a graffito vicina alla via Milano è ancora li, con ogni probabilità era degli imprenditori tessili del luogo...


A sinistra della piazza, sempre partendo dal punto di vista della foto in alto, dal 1930, dominava la scuola elementare De Amicis e a partire dal 1955 si sono costruiti in sequenza i 3 condomini fino a via Corridoni, prima della copertura dell'Olona esistevano le due viuzze parallele al fiume, continuazione naturale della via Guerciotti e della via Gilardelli, ma guardiamo ora la piazza negli anni del dopoguerra a copertura effettuata, prima di scoprire le immagini del pre 'Piazza Carroccio'


Ecco in questa foto la ciminiera del cotonificio Giulini e Ratti con la villa quasi all'angolo con via Milano e a seguire la facciata del 'Dell'Acqua, poi Brusadelli' ancora tutto in bianco e nero





Poi arriva il colore...
























































Ma allora, ce la fai vedere la piazza prima che fosse piazza ??
Eccovi accontentati, i lavori cominciano nel 1955 e finiscono nel 1956, ora sappiamo anche perchè i familiari di Anacleto Tenconi abbiano voluto un monumento alla memoria proprio in quel luogo, l'ex sindaco, quella lotta l'ha fatta con tutte le sue forze x regalarci un luogo di svago e aggregazione...










































Olona mentre scorreva, pulitura del fondo, vale a dire tolti 80 centimetri di detriti lungo tutto il letto....





















Copertura effettuata e bella mostra delle macchine utilizzate per compiere l'opera....
















Spero di avervi regalato un'altra bella emozione, io, come sempre mi sono divertito un sacco con questi regalini che mi ha fatto Babbo Natale !!


















sabato 26 dicembre 2015

VORREI RIVEDERE LA PASSIONE DI 60 ANNI FA


Quattro anni sono passati dall'inizio di questa avventura sul blog, proprio il giorno di Santo Stefano scrissi un po di me della mia passione politica all'epoca tutta per Grillo ed il suo finto movimento rivoluzionario, ora passati questi 1500 giorni scarsi, quante cose sono cambiate, e quanta ingenuità nei proclami quasi populisti dell'epoca
ma, quando si fa tutto in buona fede, tutto deve essere perdonato, mentre quando si mente sapendo di mentire, il discorso va capovolto, anzi condannato. Nel 2012, quando portai sul palco in piazza Centinaio e Vitali, il dottore accusò più volte l'attuale sindaco di mentire sapendo di mentire, poi sappiamo come è andata a finire, la vittoria di Centinaio al ballottaggio ci ha portato al periodo della tartassazione in nome di cosa non lo so, so solo che Lui e 'loro' sono sempre i più bravi, e so anche che al prossimo turno scadenza naturale primavera 2017, torneranno tutti all'opposizione, Centinaio compreso ( accetterà l'umiliazione di 'fare opposizione'?). Io sono quello di prima, che ha il coraggio di raccontarsi senza vergogna
http://danielebertisindaco.blogspot.it/2011/12/santo-stefanoprimo-martire.html  ha il coraggio di dimettersi da un Consiglio Comunale per le pressioni ricevute 'dagli attivisti', e dallo svilimento scientificamente provato dell' utilità del CC... Voglio, vorrei, no anzi voglio che i legnanesi tornino ad avere fiducia dei loro rappresentanti come tanto tempo fa, voglio che i rappresentanti siano conosciuti e riconosciuti per nome e cognome, altrimenti che rappresentanti sono ? Osservate bene la foto che vi ho postato sopra: 27 mila aventi diritto al voto, 26 mila votanti, all'epoca c'erano 40 posti a disposizione in consiglio ed è vero che vinceva la DC che con PSI e PCI rappresentavano l'80% delle preferenze, ma guardate i numeri della scelta dei rappresentanti, era una vera lotta per entrare in Consiglio... Era il periodo di gente come Anacleto Tenconi, un lottatore nato, mica dei parolai, degli 'sloganisti' di vacuità... Era il periodo di un cav Elio Crespi che alla sua morte, avvenuta quasi 2 anni fa, ha lasciato tutto il suo capitale al Comune di Legnano e non 4 briciole, tra denaro e immobili, una cifra che supera il vecchio miliardo di lire... Questa si chiama passione, voglia di impegnarsi per una città grande e di una Grande Città, rispettando l'assemblea degli eletti, per altro con le nuove leggi già di per sè destinata alla sua inutilità... Il prossimo sindaco, anzi sarà una Sindaca, dovrà per prima cosa ridare vigore all'assemblea pubblica, e i legnanesi dovranno interessarsi, andare in massa a votare per scegliere il loro rappresentante, non un simbolo arido senza anima, destra e sinistra sono tramontate, cerchiamo almeno una sorta di ONESTA' INTELLETTUALE nei futuri rappresentanti, per il bene e lo sviluppo della bella Città del Carroccio. Come messaggio di santo Stefano ci può stare, su questo argomento insisterò molto nell'anno a venire, un 2016 bisesto che speriamo non faccia la rima con funesto... Dai gente, la passione vi colga, la politica non è vergogna, non è nemmeno sport, è vita.

venerdì 25 dicembre 2015

MONSIGNOR EUGENIO GILARDELLI

Per il giorno di Natale 2015 ho scelto la figura del monsciùr a cui è stata intitolata una via del centro, che per circa quarant'anni è stata dedicata a Franco Tosi, la via Gilardelli ora è rimasta unica col suo fascino di lastre in pietra, e se si va a cliccare su google, ben poco si trova sulla vita e sulle opere del primo preposto mitrato di Legnano ( forse aveva già in mente di future guerre mondiali... hehehhehe...) Il nostro eroe del giorno, nasce a Pontirolo d'Adda (BG) il 13 maggio 1860, e a Legnano compie la sua opera a partire dal 1907 fino al 1939, successivamente gli subentra mons Virgilio Cappelletti, poi il Cantù, il Caprioli, il Galli ed infine l'attuale Angelo Cairati... Prima di Gilardelli, a cavallo dei due secoli, mons Gianni, tutto questo per la cronaca. Come avevo detto in altre occasioni, mi piace scoprire i volti dei titolari di alcune vie cittadine, che sono stati poi attori importanti nello sviluppo del nostro borgo divenuto città, mons Gilardelli ha vissuto la fase + intensa dei cambiamenti cittadini, a leggere sul fascicolo bellissimo che mi hanno regalato era anche generosissimo, personaggio amato da tutta la città... Ma voi sapevate che al seminario di Venegono c'è la biblioteca intitolata alla città di Legnano ? Legnano contribuì in maniera cospicua alla costruzione di quella struttura, sempre grazie all'antico monsciùr... Trentadue anni passati all'ombra del campanile di piazza San Magno, nel 1907, la piazza era una tabula rasa, niente facciata sulla sua Chiesa, tanti restauri da effettuare, ecco allora il Monsignore nel suo splendore :

Nella foto in alto lo abbiamo visto ragazzo, seminarista e abbiamo conosciuto il volto della madre la quale si era opposta alla sua carriera ecclesiastica, ma le cose andarono in altro modo, Gilardelli oramai in pochi lo possono ricordare da vivo, noi grazie a questa pubblicazione del 1932 in occasione del suo 25° anniversario in città, godremo di alcuni particolari, soprattutto fotografici, costui una volta arrivato a Legnano abbastanza giovane (47 anni) vide crescere le 3 grandi chiese del primo 900, sistemò praticamente subito la Basilica, poi il periodo della Grande Guerra, l'elevazione a Città (1924), lo sviluppo industriale dove le sirene facevano a gara coi campanili... Non ho trovato il giorno della sua morte, sappiamo di certo che campò fino a quasi 80 anni, una bella età per tutti. Tra le sue opere l'erezione del vecchio teatro di sant'Ambrogio, ora scomparso ma che in molti ricordano:


Poi inaugurò la Cappella dei Caduti al cimitero monumentale:


Nel 1937 inaugurò la nuova facciata della chiesa seicentesca della Madonna delle Grazie, mentre qui in basso lo ritroviamo in Piazza nel 1923, in un momento di festa ora impensabile...























La didascalia parla chiaro: Monsignore con mitra, per fortuna non ero li vicino a quel tempo... Poi ci sono delle chicche tratte dal libro, prima tra tutte, San Magno con entrata da via Luini, vero, solo una ricostruzione, ma cosi era realmente in passato (ricordiamo sempre che la Basilica ha come anno di nascita il 1513)












                         E a seguire, guardate questa...























Ed infine, uno sguardo al campanile, quello che vediamo oggi è li dal 1752 ( anno di posa della prima pietra, pensato per sostituire il vecchio di oramai 8 secoli di vita e appartenente alla vecchia struttura dedicata a san Salvatore)

A parte il finale, è stato realizzato come da progetto, e possiamo dire che Monsignor Gilardelli, ne ha viste di cotte e di crude nella città dove ha passato buona parte della sua vita. E allora oggi festeggiamo con questo nuovo amico il Natale 2015, ricordiamoci del suo volto quando percorriamo il tragitto da Largo Tosi a Piazza Carroccio, l'esercizio della memoria continua, Lui si cuccò anche il periodo fascista quando c'era lui, vide posare la fontana del Castiglioni in piazza (1932), probabilmente all'inaugurazione delle scuole De Amicis proprio Lui diede la prima benedizione (1930) e magari era presente anche all'inaugurazione dello stadio 'Pisacane' nel '21, certamente l'avranno invitato all'inaugurazione del Sanatorio, dell'autostrada, del nuovo Ospizio di sant'Erasmo e del Museo poi dedicato a Sutermeister, certamente c'era anche nel giorno dell'inaugurazione della Chiesa di santa Teresa, e anche a quella del Teatro Legnano che tra qualche mese tornerà ad essere un teatro aperto alla Città. Insomma sto Gilardelli è stato 'personaggio importante', oggi abbiamo scoperto qualcosina e siamo tutti più felici... Buon Natale amici !


Ed infine, una foto trovata da Donata Dovera, mentre Monsignore era in visita al vicino Cotonificio Dell'Acqua dei flli Brusadelli (1930 circa)

giovedì 24 dicembre 2015

LA SAGA DEI VIDEO DI NATALE


Ho riguardato la serie infinita di video che ho pubblicato su you tube  dal 2009 ad oggi, sono veramente tanti e i più belli riguardano Legnano. Il video però più cliccato è quello dei confronti presente-passato della città di Busto Arsizio, si vede che la, non hanno grande fantasia, in rete c'è evidentemente poco ma quel poco che c'è, lo guardano, e volentieri. Ma questo post, vuole ripercorrere, vuole riassumere i 4 video messi in rete a partire dal 2012, video pensati per fare gli auguri ai miei concittadini, riguardando il film dei ricordi, utilizzando temi musicali che creano l'atmosfera delle feste correlate al Natale e al nuovo anno in arrivo. Partiamo quindi da quello nuovo, quello dove l'amico Adriano ci ha messo del suo per strappare qualche sorriso, aggiungendo alle vecchie foto un pizzico di ironia colorata con i simboli del tempo...Godetevelo.



Solo un anno fa, il video con la colonna sonora in dialetto che bissava quello del 2013...




                                         

Mentre nel 2012, fu Maurizio Frattini a darci delle belle emozioni con le sue foto e i suoi acquarelli...Che dire ? A me sembrano uno più bello dell'altro, ci sono un sacco di immagini e grandi ricordi soprattutto per signori e signore con qualche capello bianco in più.
Auguri quadruplicati allora, proprio a tutti !!




lunedì 21 dicembre 2015

TIRA UNA BRUTTA ARIA NATALIZIA

Partirei oggi dalla vicenda di 4 anni fa, quando il sindaco legnanese era il dottor Lorenzo Vitali:

ultimamente capita spesso che a dicembre piova poco e niente, neve manco parlarne, la qualità dell'aria non diventa pessima, di più, un cesso, ci si sente come quei pesci nell'Olona, che pare limpida quando è abbastanza in secca, ma la puzza la si sente sempre, tutti i legnanesi l'hanno memorizzata la puzza dell'Olona, perchè è da almeno mezzo secolo che il timbro è quello, malgrado di migliorie ne siano state fatte, prime tra tutte, la  perdita dell'80% delle industrie inquinanti. Che si fa? Ci si ferma tutti ? Si spengono i riscaldamenti ? Si installano nuove centraline ? Niente di tutto ciò, l'idea fantastica che leggo oggi sui giornali e news online è non far pagare il biglietto sui bus cittadini, quelle specie di carrette del mare, che navigano ondeggiando qua e la per la città, contribuendo col loro olezzo a rendere sempre peggiore la qualità dell'aria. Si, si dirà, il sindaco ha fatto anche un ordinanza sul divieto di circolazione ai mezzi + vetusti, ma chi controlla ? Chi è in grado di opporsi alla libertà di movimento ? Ve lo  dico io: nessuno.


L'aria fa schifo, non è bello dirlo, ma è la migliore rappresentazione della realtà, l'amico Francesco Wu in questi giorni l'ha paragonata all'aria di Pechino, come dargli torto ? Il problema è solo uno: chi è in grado di rinunciare all'automobile ? Quanto vogliamo bene ai nostri problemi da risolvere e quanto vogliamo bene ai problemi della collettività ? Un' idea che accontenti tutti non c'è, se fossi sindaco io, non potrei permettermi di fermare tutti perchè l'aria è irrespirabile, il problema è ben più generale di una regione intera e non di un singolo primo cittadino. Proporrei allora una danza della pioggia, una pioggia di una notte intera cosi di giorno non ci infastidisce, impegniamoci però, tira una brutta aria natalizia...

domenica 20 dicembre 2015

BRIVIDO LILLA


Questa sera nella palestra di via Parma, sede del Legnano Basket, c'erano tantissimi tesserati del nuovo AC Legnano per scambiarsi gli auguri natalizi, un bel colpo d'occhio sugli spalti, tra ragazzi e genitori e tifosi, direi quasi 400 persone, io ero li nella solita veste di arbitro x il mini torneo di calcetto tra dirigenti e allenatori. A seguire, rinfresco e lotteria, una cosa semplice, familiare, sincera. I complimenti vanno in primis al presidente del settore giovanile Giovanni Munafò, lui ha voluto fortemente questa festa in famiglia, ed è stato premiato da un bel momento di festa ( le immagini le linkerò appena Legnanonews le pubblicherà). Ho rivisto quella folla bellissima di 2 anni fa nel cortile del municipio che tanto ha emozionato tutti, ho rivisto persone che ho conosciuto in quella esperienza di rinascita di una squadra importante come il Legnano calcio dal lontano 2011, insomma, osservare tutta questa 'vita' è stato moolto, mooolto positivo...

C'era anche la prima squadra, reduce da una sconfitta nella finale di ieri di Coppa Italia, orecchie un po basse, a nessuno piace perdere, ma lo sport è questo: imparare anche dalle sconfitte. Oggi ha perduto anche il Legnano Basket, pazienza, ci si rifarà al prossimo turno. Dai Giovanni, sei sulla buona strada, ci vuole tanta pazienza e tanta determinazione, con pazienza, anche questo Legnano tornerà grande, compreso il settore giovanile, 'la cantera' come dicono in Spagna, è fondamentale x il futuro... Buon Natale a tutti e grazie a tutti quegli uomini e donne di buona volontà che credono ancora fortemente in codesto progetto...
http://www.legnanonews.com/gallery/3530/


sabato 19 dicembre 2015

STIMA PER LUIGI CAMPORESI DA RIMINI


Luigi Camporesi, una persona per bene, lui come me, ha fatto il candidato sindaco nella sua Rimini nel 2011, un anno prima di me, lui col suo gruppo è stato uno dei migliori, se non il migliore nella sua Emilia Romagna nel 2011, io ed il mio gruppo, nell'anno successivo siamo stati i migliori della Lombardia, lui si è dimesso dopo di me, ma come me con il nostri gruppi di persone per bene, sfideremo i venditori di fumo, i giganti, 'gli affaristi' della politica, nelle prossime 2 primavere e faremo vedere loro i sorci verdi, ne sono certo al 100%. Seguite i risultati di Rimini nella prossima primavera, e Luigi, sicuramente farà tremare il suo Palazzo Municipale. Lo avevo immortalato in uno dei miei primi video, riguardanti tutti i candidati sindaco m5s dell'annata 2011, l'ho conosciuto di persona a qualche incontro reale, e sulla rete abbiamo percorso il nostro cammino


Ovviamente faccio il tifoso numero uno per il suo futuro riminese, perchè il suo spirito politico è quello che hanno avuto tanti cittadini italiani come Lui, come Me, poi traditi da due furbacchioni, che ancora oggi gettano fumo negli occhi alla gente perseguendo la loro politica del profitto personale, mentre qualcuno sta aspettando la famosa 'rivoluzione'... Hahahhaha, la rivoluzione, si, il sogno proibito di un Paese dove al primo posto stanno i furbi, al secondo i raccomandati poi tutti quelli che in qualche maniera si arrangiano.
Forza Luigi, esempio di lotta fino all'ultimo respiro, siamo tutti con te.


mercoledì 16 dicembre 2015

IL PRIMO TRENO A VAPORE


Leggendo qua e la testi di storia locale, spesso ci si imbatte in date che vale la pena ricordare, mi piace immaginare il passato, mi piace fantasticare anche sul futuro, ma quello, non ha uno sfondo ben definito, mentre sul passato, qualche testimonianza, qualche immagine ce l'abbiamo già, e se non l'abbiamo, possiamo crearla verosimile... L'esempio è dato da questo post corredato da un video che ho messo in rete pochi giorni fa, pensando all'evoluzione del Treno, un amico amato da tutti, alle volte anche dai pendolari che si incazzano spesso per i suoi ritardi e i suoi affollamenti... Il treno, da bambini lo vedevamo uno strumento di trasporto bellissimo, chi non ha giocato con un trenino delle Lima o della Rivarossi ? Una delle prime linee nella penisola italica fu proprio la Milano Gallarate, poi diramatasi verso Domodossola, Luino e Varese, perchè ? Chi ha voluto tutto ciò ? Chiunque sia stato, era un genio, ci ha dato la possibilità di muoverci agevolmente, dopo oltre un secolo e mezzo abbiamo ancora questa importante linea, abbiamo perso il tram, ma era un po il suo destino dopo la rivoluzione industriale, e soprattutto dopo l'avvento del trasporto su gomma...
Sarebbe bellissimo avere qualche foto di quel primo viaggio da Milano, voglio immaginare la folla dei 6000 abitanti legnanesi dell'epoca che accalcava la stazione x vedere IL PROGRESSO che avanzava, che emozioni... Faceva certamente freddo, magari c'era anche una fastidiosa nebbiolina, vedere un treno, forse per l'epoca, era come vedere un astronave, un UFO...Questa strada ferrata in mezzo al verde, ai boschi che tange gli abitati dei paesi piccoli piccoli se pensiamo alle proporzioni d'oggi... Erano gli albori anche delle macchine fotografiche, chi ci potrà far scoprire quanto sia stato bello vedere il primo convoglio transitare a fianco della stazione, la cara vecchia stazione, diventata monumento cittadino, più vecchia delle chiese di san Domenico, santi Martiri e Redentore, più vecchia del monumento del Butti, della Tosi e della Cantoni... 
















Il treno soprattutto nel XIX secolo era l'emblema del progresso, della 'strada certa da seguire', in Italia siamo arrivati ad avere + di 6000 kilometri di vie ferrate, ora è un po in ribasso, valgono solo le linee veloci e i collegamenti con le grandi città, il resto, molto declino, oramai le automobili ci hanno fatto dimenticare la bellezza di questo mezzo di trasporto, peccato, anche a Legnano ha comunque lasciato un segno indelebile ed ancora fortunatamente attuale, pur riconoscendo che...Non ci sono più i treni di una volta !


domenica 13 dicembre 2015

LA FELICITA' DI SANTA LUCIA

Oggi, 13 dicembre è il giorno più corto dell'anno, strano sia dedicato a Lucia, quando la luce è al minimo stagionale. A parte questa considerazione, oggi mi sento bene, stamattina mi sono recato alle gallerie Cantoni per ascoltare il concerto di Natale del Corpo Bandistico Legnanese in una cornice di festa, bravi come sempre, non so come fossero nel 1831 quando sono nati, ma quelli di adesso sono bravi ed un bel gruppo, comprese le leve emergenti giovanissime. Bello stare in quella galleria dove prima si passava con le automobili, si entra nella storia senza saperlo, e ci si sta volentieri, soprattutto quando l'aspetto commerciale non conta e ci si tuffa nella cultura, nel divertimento... Poi sono uscito da li e nel mercatino che avvolgeva il luogo (come ogni seconda domenica del mese) sono andato a trovare l'amico Franco dal quale ho acquistato 3 libricini uno più significativo dell'altro :


Il più bello è questo, scritto dal giornalista Mauro Gavinelli nel 1985, stimata persona qui a Legnano, morì a soli 48 anni, nell'anno 2000, a lui è stato dedicato il campo di calcio in zona san Paolo dove centinaia di atleti si allenano e giocano a fianco all'istituto Tirinnanzi in via Arezzo ang via Parma. Per me, avere questo libro è un po come averlo conosciuto, un ricordo significativo del suo passaggio e della sua prematura scomparsa. Tra l'altro la pubblicazione di 48 pagine è straordinariamente ricca di immagini e curiosità sulla storia 'del guerriero', col tempo le condividerò con tutti voi.



Il secondo libretto invece è una specie di 'bigino' della storia cittadina, scritto da un collega di Gavinelli e cioè G.P. Conti, quello che mi ha attratto, è la data di edizione: 1963, la mia annata, una occasione da non perdere anche per cogliere qualche notizia fresca di 52 anni...


E per finire, ecco la chicca scritta dall'ex sindaco Anacleto Tenconi, uno di quelli da chiamare Sindaco con la S maiuscola, e a Legnano, nel dopoguerra, non tutti sono stati all'altezza, Lui era un passionale, la sua figura mi ha sempre appassionato anche se non l'ho mai conosciuto, questo libro mi aiuterà a conoscerlo meglio, sono sicuro mi renderà felice a fine lettura...
Infine vorrei condividere la copertina di un libro scritto da un ragazzo fuori dagli schemi, già il nome PARSIFAL XOTTA lo presenta come 'particolare', un diciottenne vissuto e cresciuto in Canazza che sogna di divenire poeta famoso, un ragazzo a cui si può e si deve augurare buona fortuna, la vita è un sogno, fatta di ricordi e poche certezze, perchè uccidere i sogni ? Magari un giorno ci accorgeremo di lui e saremo fieri di lui perchè legnanese, venerdi sera al Welcome Hotel ha stupito i 50 convenuti in sala, giusto ricordarlo anche sul mio blog, la fantasia non va mai soffocata.


E per finire, il Legnano lilla ha vinto, il Legnano Basket vincerà contro Chieti ? Santa Lucia, regalaci l'areoplanino del Près al Palaborsani, saremo tutti felici per qualche momento...( ma santa Lucia, su questo ci ha fregato...Peccato...)

sabato 12 dicembre 2015

LA CADORNATA QUOTIDIANA

http://www.legnanonews.com/news/1/54209/viale_cadorna_sara_a_due_corsie_

Cinquecentottantamila euro per realizzare una cazzata immonda: ridurre a 2 corsie viale Cadorna per evitare gli incidenti di chi svolta a sinista in maniera improvvida... Ragazzi, lo dico a voi tecnici comunali e lo dico a voi 'assessori' che manco avete le palle per metterci la faccia: questa è una cazzata senza precedenti. La motivazione di compiere questo intervento di mettere in sicurezza quel chilometro di strada è cosi puerile che vi porterà appresso non l'ira di una città, ma l'ira dell'intero circondario. Viale Toselli e viale Cadorna, non possono essere considerate 'vie cittadine', questo asse è una tangenziale bella e buona, non potete pensare di far viaggiare sul tratto più vicino all'autostrada ad una corsia 'in su' e una corsia 'in giù', è una cagata pazzesca, non serve nemmeno il limite dei 50 kmh, la gente sarà in colonna dalle 6 del mattino a mezzanotte !!
La sicurezza si diceva, vero, tanti incidenti su questa via, succedono sempre perchè un furbo vuole fare inversione e un altro arriva a grande velocità. Bene, la soluzione ve la do io senza spendere 580 mila euro: spartitraffico 'new jersey' e  2 impianti fissi di autovelox con limite 60 km orari, 2 corsie che vanno e 2 corsie che vengono, vedrete che i 'coglioni' che fanno inversione sulla doppia striscia continua scompaiono, e gli autovelox non infieriscono sullo scorrimento doppio. Ricordo ai 'fenomeni' che hanno pensato questa cosa, che circolano su quel tratto oltre 30 mila auto tutti i giorni con punte al sabato che si avvicinano anche al 20% in più... Ma come si può pensare di ridurre a 2 corsie il tratto di strada più battuto in città ? Questa cosa non solo non convince, è un onere troppo grande da pagare per avere in cambio solo disagio, aumento dell'inquinamento e fastidio sociale, però, se volete, fate pure, giocate con i nostri soldi e le nostre vite, vi prendete le Vs responsabilità. Fuori nomi e cognomi di chi vuole questa cazzata : assessore Cusumano, nel video ci ha messo la faccia l'ing Zanotta, per altro l'imbarazzo gli si leggeva in viso, QUESTA CADORNATA NON S'HA DA FARE NE ORA NE MAI...


Ma è possibile che nessuno abbia il coraggio politico di dire: 'questa cosa l'ho voluta io, per questo e quest'altro motivo ?' Per la cagata dell'albero in centro avete fatto rispondere 'gli uffici', per questa cosa qui avete mandato avanti a metterci la faccia 'gli uffici', ma allora cosa siete li a fare ? Se non servite, risparmiamo il fiume di denaro che ci costa la gestione politica, ci teniamo 'gli uffici' per legge e manteniamo un Commissario che firma...Eccheccacchio, poi non possiamo dire che in questa Giunta non c'è coraggio, minchia, lo dimostrate in ogni giorno che passa...

INVITO TUTTA LA CITTADINANZA AL CONSIGLIO COMUNALE DI MERCOLEDI PROSSIMO, 16 DICEMBRE, LE OPPOSIZIONI IMMAGINO VOGLIANO PRENDERE PER LE CORNA QUESTO PROBLEMA, FACCIAMOCI PARTE ATTIVA PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI !!!




















P.S. 60 anni fa si poteva anche pensare, ora per favore, abbandonate il progetto...
Si aggiungono altre opinioni dal quotidiano online della città:
http://www.legnanonews.com/news/1/54547/cadorna_a_due_corsie_un_progetto_catastrofico_

giovedì 10 dicembre 2015

CAMPAGNA ELETTORNATALE

E' incredibile come un abete di Natale possa scatenare sentimenti contrastanti in ciascun legnanese di buona volontà... Giovedi scorso viene posato in piazza il bis dell'anno precedente, una struttura che vagamente assomiglia ad un abete natalizio con il programma degli eventi proposti dall'amministrazione C. Qualcuno comincia a mugugnare pensando: 'ancora sta cagata ?' Faccio finta di non leggere i commenti negativi su questa struttura, finchè qualche amico interviene a gamba tesa dicendomi: 'dimmi sinceramente cosa pensi di quella struttura?'. Non ho mai nascosto il pensiero a nessuno, cosa posso rispondere ? Dico ciò che penso con il post di ieri, scritto il 10 dicembre ore 0.20... Si scatenano gli amici di Facebook condividendo il post, premiandolo con oltre 100 likes e commentando con opinioni non di alto spessore, ma certamente unidirezionali: quel coso è una cagata pazzesca, non piace a nessuno, non crea nessun tipo di emozione. Non posso citare le opinioni che ho raccolto ieri sera al palazzetto da personaggi autorevoli in città (dovrei chiedere loro il permesso), il post di ieri si avvia alle 1000 letture in un solo giorno, consiglierei quindi al signor C di guardarsi il video seguente, può donare qualche spunto.


Lo staff del signor C risponde tramite Legnanonews con questa chicca, questa pregevole chicca, leggete per bene:
http://www.legnanonews.com/news/1/54180/l_albero_della_discordia  Intanto la risposta la danno 'gli uffici comunali' e non l'amministrazione che da le direttive ( mistero), in secondo luogo, si mette in dubbio il buon gusto dei legnanesi ( perchè l'anno scorso andava bene e quest'anno no ?), terza considerazione, ci si attacca alla campagna elettorale anticipata. Figuriamoci se viene spesa una parola scusandosi coi cittadini per 'mancanza di idee'.
Rispondo ora al signor Centinaio: la campagna elettorale è iniziata subito dopo il tuo insediamento a Palazzo Malinverni, perchè ogni giorno è vita e ogni giorno bisogna dimostrare di essere capaci di far qualcosa. Dopo 1300 giorni di amministrazione ne abbiamo viste abbastanza, questa dell'albero è una cosuccia, ma dimostra ancora una volta che la fiducia che ti abbiamo dato l'hai proprio tradita, e in pieno. Alla gente non interessano le beghe di palazzo, ma con questo albero hai dimostrato con la tua troupe di non averci capito una cippa. Però sei subdolo, vai a fare i pellegrinaggi nelle chiese a farti bello, usando i soldi di tutti, invece la tua campagna elettorale te la devi pagare TU, caro cittadino Centinaio, io posseggo un umile blog e ascolto gli umori della città, da prima di essere stato eletto, da eletto e da Consigliere Ombra dopo aver riconsegnato ad un simbolo fanfarone ciò che mi aveva 'regalato'.
Hai capito perchè al prossimo giro tornerai alle tue cose ? Hai tradito tutti, compreso i tuoi compagni di viaggio, li hai utilizzati per i tuoi scopi, ti sei tolto lo sfizio di entrare nel quadro dei sindaci legnanesi e a 500 giorni dalla tua dipartita dall'ufficio dirimpettaio a Palazzo Italia, ancora continui con la tua permalosità e arroganza.
Mettilo fra i 'preferiti' questo link, domani mancano esattamente 500 giorni al cambio, ti inviterei a non ricandidarti, ma lo so, farai di tutto per sfidare l'impossibile con un mantello che ti presteranno i signori del Palio. Ok, vediamo sta volta chi ti sosterrà, vediamo se i ragazzi di Rilegnano avranno il coraggio di sostenerti dopo 5 anni di quasi nulla... Siamo tutti curiosi, nel frattempo se vuoi riappacificarti con i tuoi concittadini, vai a comprare un bell'Abete di Natale da mettere in piazza, riempilo di colori e di luci, cosi quando camminiamo in piazza non guardiamo la pavimentazione sporca e lercia da far schifo, questo vogliono i legnanesi, non i predicozzi e i diari di bordo, hai l'arte di far passare l'ottone per oro.
Centinaio, si, io sono in campagna elettorale, lo sono da quando mi hai fatto perdere la voglia di stare in Consiglio ad ascoltare le tue pantomime sotto dettatura, non voglio che nessuno mi riconosca come la tua stampella perchè ti ho sostenuto al ballottaggio in virtù della nostra amicizia trentennale. Pensavo fossi la persona che conoscevo, come politico è venuta fuori la tua essenza, un filo ipocrita, intrisa di permalosità e superbia. Purtroppo quello non è il tuo ruolo e lo hai dimostrato già a sufficienza, potrebbe già bastare, ma riesci ancora a tenere sul filo la maggioranza che verrà spazzata insieme a te nel 2017. Di questo ne sono certo, Fra 500 giorni Legnano sceglierà delle valide persone unite in una Lista Civica, e sarà la prima volta il Lombardia che una Lista Civica vincerà in una grande Città. Prendi nota. E preoccupati.