Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

domenica 30 novembre 2014

GIRO DI BOA


Fine maggio 2012, fine novembre 2014, caro Sindaco, cara giunta,
pare ieri ma siete a metà strada del vostro mandato... Sono passati
circa 900 giorni dei 1800 che avevate a disposizione, a che punto
siamo ? Io ho cominciato attivamente all'inizio del 2010 con la raccolta di firme per le regionali, mancavano più o meno 2 anni e
mezzo dalle elezioni comunali, e in un batter di ciglio ci arrivammo
come in un sogno... Entrare a palazzo Malinverni, fu un'emozione
unica, ma il palazzo spezza un sacco di incantesimi, la vita non è
quella che un normale cittadino crede. Legnano è sempre una città
speciale, nel 2012 dopo 15 anni di centrodestra, il centrosinistra
vince, ma solo con quell'ago della bilancia chiamato M5S con un
guerriero de noantri che risponde al nome di Daniele Berti, che si
schiera apertamente per il 'cambiamento del colore politico' ( ogni
tanto fa bene cambiare aria). Lorenzo Vitali deve ringraziare me e
il m5s che gli ha letteralmente tolto le castagne dal fuoco per questo 'periodaccio', fare il Sindaco in questi anni è sicuramente un
onere, e nel 2017 con 5 anni di tartassamento, è sicuro che questo
centrosinistra le elezioni le perderà, sicuro come l'oro...
Mentre la giunta Centinaio potrebbe mettere in fila i successi o le
conquiste di questo 'metà mandato', io direi che sarebbe l'ora di
organizzarci un po tutti e cercare di capire già come proporsi per
il successivo lustro 2017-2022, creando un listone civico di gente
per bene slegata da ogni logica di partito e legata giocoforza con la
città, per amministrarla  con trasparenza ed equità, nel rispetto delle
leggi e dei cittadini, osando qualcosa, non semplicemente aprendo
le braccia o invocando il non possesso della bacchetta magica.
Allora chiedo al mio/nostro sindaco, di darci una personale analisi
di questi 900 giorni, è necessario capire cosa percepisce l'amministratore e cosa percepisce il cittadino. La politica è troppo
spesso un 'gioco delle parti' anzichè avere un vero obiettivo, che sarebbe poi il bene comune, ma la verità è che chi amministra è
un essere umano, e l'essere umano non è Mandrake, quindi la selezione va fatta non su di un simbolo, ma su un gruppo di persone
specchiate, affidabili, competenti, disponibili.
Chiedo a persone per bene che intendano presentarsi e candidarsi
per il prossimo mandato, di iniziare un lavoro di equipe serio, per
arrivare alla fine del 2016 con la costituzione di una LISTA CIVICA LEGNANESE VERA, capace di poter presentare la squadra di governo completa agli elettori, con una lista di 24 consiglieri aspiranti a vincere ed essere maggioranza, senza cadere
nei mugugni che da anni popolano le debolezze politiche ad ogni
livello istituzionale. Legnano è la città del carroccio, e deve essere
sempre una 'special town' e sarà ancor più special town se riuscirà
dopo oltre 150 anni ad eleggere un sindaco donna, e allora si faccia
avanti qualche brava signora piena di energia, per rappresentare
la nostra Legnano con la fascia tricolore al collo...
Legnano futura se partisse già con questi chiari obiettivi, diventerà
una realtà, un punto di riferimento, pensioneremo i partiti, oramai
i loro 40 anni di 'lavoro' li hanno ampiamente superati...

lunedì 24 novembre 2014

CONTROTENDENZA


In genere, quando le cose vanno male in economia, quando si va
ad elezioni, la paga sempre chi governa...Dalle europee in poi
invece c'è uno strano sentimento degli italiani: o fregarsene, con
l'astensionismo o votare PD. 


Direi che la foto dello stivale parla da sola, oramai le basi del
centrodestra sono rimaste accerchiate e senza speranza, il m5s
non è l'alternativa a nessuno, nella guerra dei poveri, un Salvini
qualunque si riprende i voti di 4 anni fa e riporta la Lega in auge.
Questo è il quadro triste di una tornata elettorale che ha comunque coinvolto milioni di aventi diritto, arrivare sotto il 40% dei votanti,
non è triste...Di più. L'ultima speranza era Grillo, lo hanno pensato in molti nel 2013, poi il nulla, piazzati raccomandati e amici, il gatto e la volpe erano occupati a dividersi il bottino piuttosto che
parlare di politica, dopodichè si sono seduti tutti, e malgrado Renzi
sia il riformista rivoluzionario alla stessa stregua di Letta, Monti,
Berlusconi, Prodi eccetera, alla fine siamo sfiniti tutti...Si paga,
si piange miseria e nel segreto dell'urna uno si, uno no, vota PD.
PD, per dio, PD, pensiamoci domani, PD partito dellediecicorrenti,
PD, predoni democristiani...
"Capitàno , i passeggeri stanno prendendo possesso delle scialuppe di salvataggio..." Risposta di Schettino: "  e vabbuò..."
Siamo all'isola del Giglio, ma alla fine, va bene anche naufragare...
E allora, vabbuò, può diventare uno stile di vita, si rimpiange il
vecchio pentapartito, che poi è il PD attuale, quindi cosa rimpiangi
se la democraziacristiana ha sempre continuato a vivere ?
Vabbuò, non c'è speranza per sto paese dei balocchi, ora mi adatto
all'onda..e vabbuò...

sabato 22 novembre 2014

IL SOGNO DI MEZZA LEGNANO

https://www.youtube.com/watch?v=1gK5MWQ__Ns


Ieri sera ho scritto il post di getto dopo aver partecipato ad una conferenza, stamane, non posso esimermi dal far volar la fantasia (già proposta in passato) sulla possibilità di far diventare le aree ex Franco Tosi ed ex Manifattura di Legnano, un grande parco dei divertimenti, una specie di incrocio tra Las Vegas e   Disneyland Paris dove il piacere a 360° regni incontrastato 24 ore su 24.
Perchè fare questa cosa ?
Innanzi tutto vorrei augurare ai 350 dipendenti rimasti di quello che
era la Tosi di poter trovare una nuova collocazione con imprenditori seri che possano far continuare la loro storia professionale nel mondo (il famoso 'ramo d'azienda'), una volta fatto questo, caro dottor Lolli, bisogna piazzare 350mila metri quadrati da bonificare, a beneficio della città futura, che assommati ai 40mila della Manifattura diventano un'enormità: 3 volte l'intera area ex Cantoni.
Sono stati buttati dalla finestra 155 milioni di euro per un nuovo ospedale che non serviva, e ce lo siamo cuccati lo stesso, vabbè, tanto paga la comunità...Qui invece c'è bisogno di una sinergia mista tra pubblico e privato, per creare occupazione nel settore dell'edilizia letteralmente 'in ginocchio' e per dare sfogo ad una marea di architetti ed ingegneri per trasformare una vecchia zona industriale centralissima in un esempio di unicità e recupero degli spazi che nessuno ha nel mondo... Servono 5  miliardi di euro di investimenti ? E chissenefrega, se il progetto è dotato di un business plan coi fiocchi, tutto tornerà, si faranno lavorare 2-3mila persone in quell'area la quale diventerà ECCELLENZA EUROPEA... Senza un pizzico di follia non si va da nessuna parte,
e questa non è una follia: con una stazione ferroviaria aderente alla
struttura ci saranno treni che entreranno direttamente li, si sostituiranno le muraglie orribili con inferriate per curiosare nella città del divertimento e del piacere, si inventeranno ponti e passaggi sotterranei per non infastidire la struttura esistente della città, gli ex luoghi della fatica fisica diverranno luoghi dove poter dire: che bello vivere su questo pianeta terra... Ma qualche altro pazzo come me che si metta li a progettare, non lo vogliamo trovare ? Io non sono imprenditore, ma l'idea GRATIS è fantastica, basta solamente crederci e non fermarsi all'ilarità di un sorriso che d'istinto viene a molti... Forza ex palazzinari, consorziatevi e invitate a cena un po'di cervelli del Politecnico, solo cosi abbiamo una speranza di far tornare Grande la nostra Legnano, questo è un luogo prediletto,non perdiamo la ghiotta occasione. Se partirà questo progetto, ripartiranno anche i progetti semi abbandonati come Central Park o la Biblioteca delle ex fonderie...Dai gente, non è difficile...



LEGNANO BY NIGHT


Questa sera, ho giocato il mio jolly e ho deciso di spendere la serata
al Leone da Perego ove i consiglieri Guidi e Daniela Colombo hanno convocato una conferenza NCD con ospiti illustri: i regionali
Del Gobbo e Colucci e l'ex europarlamentare e ex presidente della
provincia di Milano, Podestà...

Vediamo cosa avranno da raccontare di nuovo questi ragazzotti alle
30 persone intervenute, praticamente solo amici e parenti, tanto che si potevano trovare anche al bar Galleria...Dunque, se non sbaglio lor signori sostengono il governo Renzi e hanno anche dei ministri, Lupi, Alfano, Lorenzin...Quindi infrastrutture, interno e salute, più che NCD direi NCL, ma certamente non è un reato...

Ma di cosa si è parlato durante la serata ?? Di come avere visibilità, di come sono bravi a lavorare senza risorse, dei successi ottenuti grazie a loro, di legge elettorale, ma di problemi scottanti come lavoro, economia, pensioni, progetti x il futuro, immigrazione, praticamente zero, il buon Lucianone Guidi, ha fatto da moderatore bacchettando la giunta Centinaio, mentre la migliore (la vice presidente del Consiglio Comunale) ha lasciato ai soli uomini la platea dietro bancone e microfono (brava Daniela).

LAVORO
Nessuno di loro si è lanciato in una proposta, qualcuno ha parlato di cemento fonte di vita ( se si ferma l'edilizia si fermano almeno il 50% dei settori legati ad essa) senza ammettere in maniera onesta che IL CEMENTO E' FINITO, nella sola Lombardia avremo
centomila appartamenti di troppo, che nessuno venderà mai, se poi aggiungiamo il cemento di tutto lo stivale, ci rendiamo conto che abbiamo case per altri 30 milioni di cristiani, ma nessuno ne ha realmente bisogno, servirebbe una bella guerra per radere al suolo un po' di quel cemento... Nessuno ha il coraggio di dire che invece di importare 35 miliardi di euro di prodotti agricoli, potremmo creare lavoro con i prodotti nostrani, noi petrolio e gas non ce l'abbiamo, ma terra da coltivare tanta tanta, tanta e riuscire ad andare in deficit anche sull'agricoltura è veramente folle (esportiamo x 30 miliardi di euro, bilancio negativo di 5).
Nessuno ha il coraggio di mettere la testa su un progetto di turismo fatto come si deve, in un Paese come il nostro dove le eccellenze culturali e le bellezze naturali sono infinite: abbiamo di tutto in  Italia e tiriamo a campare come se non ci fossimo accorti che il resto del mondo si è evoluto. Nessuno ha il coraggio di dire che l'industria produttiva ha perso tutto, perchè gli industriali sono messi in croce ancor prima di partire ed è naturale che l'Italia si svuoti di gente x bene vogliosa di fare impresa, quindi di creare occupazione... E poi le pensioni, e i pensionati ?? Chi ha il coraggio di dire loro che sono troppi? Quasi un terzo della popolazione è pensionato e un altro terzo è minorenne o ancora studente... Nessuno ha in mente di mettere mano alla situazione immigratoria, contenere il fenomeno della clandestinità, e si parla, parla, parla fino alla noia totale...
Ho avuto l'impressione di essere li anche con gente per bene, ma senza armi e senza idee, e per fortuna questo ncd è al governo !!
Poi alle 23,30 sono uscito, ho attraversato il centro che pullulava di gioventù allegra e sghignazzante ed ho pensato: 'ma a questi qui, cosa gliene frega delle preoccupazioni del futuro, del lavoro, dei progetti x l'umanità ?' Qualche banconota in tasca ce l'hanno, lavorare è un fastidio, perchè preoccuparsi di qualcosa che è meglio rimanga nella mente degli altri ? Allora penso nel mio piccolo che la Las Vegas del piacere che vorrei progettare nell'area ex Tosi ed ex Manifattura di Legnano, potrebbe veramente diventare il primo polo del divertimento italiano ed europeo, costruito su un'area dove per un secolo migliaia di operai e operaie si sono rotti i coglioni spendendo la loro vita con milioni di ore di lavoro. Allora cambiamo anche l'articolo 1 della costituzione; " L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul piacere di vivere, la sovranità se la prenda chi vuole, purchè si rispetti il valore della Vita"... Sembrano stronzate, ma sono prospettive che cambiano il quotidiano lamentarsi, in attesa di una manna dal cielo che non arriverà mai, se Renzi e i suoi sodali riuscissero ad effettuare una moltiplicazione dei pani e dei pesci avanzando anche 5 ceste di superfluo, allora li mi convertirò, per ora le speranze sono ridotte al lumicino e nemmeno la senatrice Bignami sentita oggi al telefono mi lascia un gran chè di ottimismo, mi affido allora ai  Ciaparàtt, un gruppo folk emergente che salutando lancia sempre questo messaggio: ALèGHèR !!!

giovedì 20 novembre 2014

IL LIBRO DELLA MEMORIA


Ebbene, oramai manca pochissimo, sabato prossimo 22 novembre
2014, h 17,30 al Palazzo Leone da Perego, ci sarà la presentazione
del libro dei 2 collezionisti legnanesi Franco Pagani (a destra) e
Dario Rondanini : Legnano di ieri, care vecchie cartoline.


Sono felice per i due autori, ma soprattutto sono felice per la città,
che potrà usufruire della loro passione per potersi riguardare i tempi passati, illustrati e fotografati negli ultimi 120 anni...
Sono felice per aver contribuito in qualche modo alla realizzazione,
per aver messo di mezzo il mio amico Sandro Sainaghi che col suo
staff, ha dato coraggio e professionalità ai due autori per poter
raggiungere un prodotto di eccellenza assoluta, un concentrato di emozioni e bellezza, raccontato nei minimi particolari e che farà
appassionare anche i più tiepidi...
Da quella folgorazione dell'estate 2008 ad oggi sono passati solo
6 anni, (x folgorazione intendo la nascita della mia passione x le immagini della vecchia Legnano) ma di soddisfazioni ne sono arrivate parecchie e questa è un pò il top, un modo intelligente
per raccontare e raccontarsi la propria appartenenza a questo
luogo trasformatosi negli ultimi 150 anni da borgo agricolo di
6000 abitanti a grande città di 60.000 attraverso il boom industriale
per passare al terziario e al pendolarismo, in attesa di capire ancora
quale sarà il nostro futuro e di quello delle nuove generazioni.
E allora grido a gran voce GRAZIE DARIO & FRANCO
con quest'opera raggiungerete migliaia di famiglie raccontando
la vostra esperienza attraverso le immagini, che si sa, non hanno
opinione politica, ma raccontano solo se stesse.



Grazie allora a coloro che hanno sponsorizzato quest'opera,
spero tanto per tutti che questo libro si possa addirittura ristampare,
una specie di antologia finale con un sacco di immagini inedite.
Concludere cosi le celebrazioni per il 90° di Legnano città è il
massimo, dalla rievocazione del tram del 28-29 giugno sono passati
solo 5 mesi, e di cose bellissime in città ne sono successe molte.
La mostra fotografica allestita in comune dal 5 ottobre continuerà la propria vita nelle case di riposo della città ed il 6-7-8 dicembre
presso la galleria Cantoni dalle 8 di mattina alle 8 di sera.
Cosa aggiungere d'altro ?
" Un paès sensa memoria, l'è un paès sensa storia "
Le parole della Teresa sono oro colato, facciamone tesoro per il futuro di tutti.



martedì 18 novembre 2014

IL VALORE DEI VOSTRI 90 ANNI



Questa sera, prima di cena e grazie a Marina, ho incontrato
Gianni Salmoiraghi, classe 1924, un novantenne arzillo, pimpante,
lucido, con ancora la voglia di giocare a tennis o a golf...Un personaggio, uno dei tanti personaggi che ho incontrato negli ultimi
anni e che mi ha raccontato qualcosa della vecchia Legnano, e mi
ha promesso, troverà anche delle foto del suo vecchio Molino,
situato dal 1922 sulla via Pietro Micca tra le vie Calatafimi e Mazzini, chiuso nel 1980 e demolito intorno al '90 per lasciar posto
ad un condominio, che nella forma, richiama in qualche modo la
vecchia facciata...Speravo di vedere il vecchio Molino in una foto,
ma candidamente il signor Gianni mi ha confidato di non aver mai
pensato di fotografarlo, mi ha detto che qualcuno lo ha fatto e avrebbe fatto uno sforzo di memoria per capire CHI ha in mano le
foto del sua vecchia fabbrica... Sono nato a pochissime decine di
metri da quel luogo e cioè nelle case dell'on Carlo Dell'Acqua e
il molino, quel molino ha sempre rappresentato un qualcosa di
misterioso per la fantasia infantile...Camion che entravano e uscivano pieni di sacchi, serviranno per fare il pane, pensavo,
invece a sorpresa, scopro oggi che il Molino Salmoiraghi era il
fornitore principe dell'Alemagna, successivamente anche di Motta
e Tre Marie...Che bello sentirsi raccontare queste cose che non sono certo segreti, ma per chi non le sa è come svelare un mistero.
E allora mi ha raccontato a grandi linee come si macina il grano,
ciò che rimane per l'alimentazione umana e quello che si separa
per l'alimentazione animale...E' stata una prima puntata, ci si vedrà
ancora, la gioia di quest'uomo che raccontava la propria giovinezza
si leggeva in quegli occhi azzurri appena opacizzati dall'età, se
non ci fosse stata la cena di mezzo, eravamo ancora li a raccontare
di cose e persone, di tram che passava li fuori, di macchinari, di
cavalli x il trasporto ecc ecc ecc...
Poi mi ha detto una cosa bellissima: il sindaco ha mandato a ciascuno dei 150 novantenni legnanesi un biglietto d'auguri per
i fortunati ancora in vita che hanno la stessa età di Legnano città,
bene, allora mi sono chiesto: ma una cena, un buffet invitandoli
tutti 150, magari nella sala degli stemmi o al Leone da Perego
prima di Natale ove poter raccogliere tutte le testimonianze no ??
Sindaco...SINDACOOOOO....Lo facciamo come atto conclusivo
di queste celebrazioni per il 90° di Legnano città ???

domenica 16 novembre 2014

DISASTRI DELL'UOMO O DELLA NATURA ?


Oggi ho visto girare in rete questo filmato, e poi ne ho visti altri relativi a Genova, Milano, Carrara ecc ecc, a confronto la nostra Olona fa solo sorridere...Danni, danni, danni, distruzione e desolazione, le alluvioni sono veramente delle catastrofi, l'acqua fonte di vita si trasforma in killer...Poi ho parlato con un amico, uno scrittore, che si batte oramai da anni contro le grandi opere, e gli ho chiesto cosa ne pensasse del video in cui Verona negli anni e tanti anni fa, ha deciso di difendersi dal fiume killer... Se si guarda il video, ci si convince facilmente che certe grandi opere vanno fatte, ma le grandi opere hanno bisogno di tante risorse per essere realizzate, e di questi tempi come facciamo ? Dall'unità d'Italia in poi abbiamo costruito ferrovie per migliaia di kilometri, ora più della metà sono abbandonate, e allora come fecero i nostri predecessori ? Avevano grandi obiettivi loro osiamo noi con la pancia troppo piena e non ce ne frega nulla del nostro futuro ? Ho come l'idea che la risposta esatta sia la seconda, ci si scandalizza un po per le immagini, si pensa sempre che i disastri siano a sfortuna 'degli altri' ma qualcuno che 'prenda in mano il proprio futuro' non si trova proprio... E si che si troverebbe 'da fare' per tutti, giovani ed esodati, di mezz'età e in attesa di pensionamento...Perchè non si riesce a realizzare sta cosa ?



sabato 15 novembre 2014

ANCHE I DEMOCRISTIANI HANNO UN'ANIMA


Prendo spunto da una notizia di cronaca molto curiosa:

se non l'avete ancora letta, leggetevela, poichè in un mondo dove si parla spesso e volentieri di morte, di disonesti truffaldini, di politici corrotti, questa è una notizia che più spesso vorremmo leggere.
Questo signore, trapassato diversi mesi fa, non avendo eredi, decide di lasciare tutto al comune che ha amato, la nostra Legnano, e non robetta da poco, denaro e beni immobili... E.C. le sue iniziali, e se tanto mi da tanto, sapendo che è stato eletto nel '51 nella giunta di Anacleto Tenconi che ha governato la città x 2 lustri, non può essere che un E. Crespi o un E. Capone (dal libro di G.Vecchio e G.Borsa: Legnano 1945-2000 il tempo delle trasformazioni)...
Ma la cosa + bella è che, si vocifera, la sua casa sia una vera fonte di documenti e materiale inerente al suo amore per la città, non vedo l'ora di 'scoprirne il tesoro'. Fossero confermate le fonti patrimoniali, bello sarebbe dedicargli la fontana delle 8 contrade nei pressi del Parco Castello, con un' integrazione e abbellimento della stessa... Quante volte abbiamo parlato di democristiani ladri ? (generalizzando come sempre col binomio politico = disonesto). Questo è un caso contrario, un uomo che 'restituisce tutto alla comunità che ha amato', il gesto è meraviglioso...Ho letto il libro scritto dalla Bigatti e dal nipote di Tenconi Una vita per la città, e se questo consigliere- assessore  aveva la stessa vivacità e passione del suo sindaco, ci credo sia finita la storia cosi. Se siete dei curiosoni, leggetevi questo libro,una storia bellissima e documentata degli anni successivi alla seconda guerra mondiale, un mix di politica locale e di grande voglia di regalare a Legnanoun 'nuovo corso'...Sono gli anni in cui ci si riorganizza col palio delle contrade, dove si istituisce il nuovo piano regolatore cittadino, si copre piazza Carroccio, si asfaltano strade,si combatte x evitare di chiudere grandi cotonifici...Insomma un periodo d'oro, dove far politica doveva essere bellissimo, dove gli attori erano un filino diversi da quelli attuali. Grazie allora Ernesto o Ettore o Edoardo o Efrem, il nome lo scopriremo vivendo, anche tu hai speso una vita per la città, assieme al tuo sindaco, ti ringrazio a nome di tutti i miei concittadini...

Grazie quindi ad Elia Crespi, nei prossimi giorni cercherò nell'archivio comunale qualcosa sul suo operato




giovedì 13 novembre 2014

DAE (defibrillatore automatico esterno)


Settimana scorsa assieme a Mirco Jurinovich siamo andati a trovare
Elena Lampugnani nel suo ufficio, ci siamo fatti raccontare l'incredibile avventura andata a buon fine del marito Gianni
come ho avuto modo di raccontare nel post del 30 settembre
http://danielebertisindaco.blogspot.it/2014/09/il-coraggio-di-crederci.html
continuo a credere ci sia bisogno di fare pubblicità su questo
'giocattolo salvavita' ed allora mi sono mosso presso l'amministrazione comunale per chiedere di apporre cartelli ben
visibili di modo che tutti si possa prendere confidenza con questo
strumento...Sappiamo cos'è un cartello dell'uscita di sicurezza, o
di una manichetta x i vigili del fuoco, ma il cartello di presenza del defibrillatore ancora lo conoscono in pochi.
Per esempio, durante il colloquio con Elena, ci diceva che nello studio medico di fianco a lei ce n'è uno...E chi lo sa?  Nessuno se
non i frequentatori dello studio...Elena donerà uno o due defibrillatori nelle prossime settimane, e con lei vorremmo organizzare una serata di testimonianza ed esplicativa di cosa è il DAE, quanto è facile usarlo e quanto è facile salvare una vita.
Con questo post da 'consigliere ombra' chiedo a nome di tutti i
cittadini legnanesi di IMPEGNARE LA GIUNTA all'acquisto di
20 cartelli formato standard 30x30 per la segnalazione della presenza di un DAE nei vari punti della città...
Chiedo alla stampa locale e a tutti i mezzi di comunicazione di
uscire periodicamente con pubblicazioni atti a promuovere la
diffusione di tale salvavita, lavoro semplice che aiuta a migliorare il futuro... Riusciremo in poco tempo a prendere confidenza con 
questa grande invenzione ? Mirco, che lavora in Croce Rossa ed
è socio di Sessantamilavitedasalvare (associazione di promozione per la diffusione del DAE) sta facendo di tutto, ed aggiungo,
è cosa buona e giusta...


lunedì 10 novembre 2014

CENTOMILA

E cosi, dal 24 dicembre 2011 al 10 novembre 2014, il contatore delle visualizzazioni di questo blog ha toccato un traguardo non
indifferente; 100.000 contatti unici...E' una bella soddisfazione...
Grazie a chi mi segue spesso, grazie a chi commenta, chi arricchisce di contenuti un diario che è il mio diario ma è anche
un'occasione di confronto. Ho raccontato chi sono e cosa vorrei fare per la città, ho fatto un po' di campagna elettorale in passato, ora
racconto le emozioni che mi passano sotto gli occhi con uno sguardo sempre puntato su città e bene comune... Ma è solo un diario, niente di più, bello sapere che tanti ci mettono il naso anche
per conoscere le opinioni del Berti...
Centomila grazie allora, è tutto gratis, anche leggere e commentare.

sabato 8 novembre 2014

LA PROFEZIA LILLA



Giuro davanti a Pippo Baudo che questo sarà il mio ultimo post
del mese di novembre ad argomento Legnano Calcio, ma, mi
dovete perdonare, anche se pare una cosa frivola, per me non
lo è, e la mia faccia spesa x questa causa non può uscirne lesa,
poichè quasi per sbaglio ci sono entrato, per scherzo sono
stato nominato vicepresidente e per questo non vorrei, anzi
non voglio  finisca tutto...Bene, la profezia  ora è questa:
nè domani, nè lunedi avremo un nuovo Presidente, perchè
colui indicato come il salvatore della patria non ha i soldi
da investire sul Legnano calcio 1913. Detto questo, rimaniamo
senza prima squadra, sempre ad 8 punti o forse 9 e ci saranno
due strade: A) fallimento, B) rientra in gioco la famiglia Munafò,
che in fretta e furia dovrà accollarsi oneri e onori, inizialmente
solo oneri, a dicembre andrà sul mercato, la squadra si rimette in carreggiata e farà un discreto campionato. Arriveranno nuovi
sponsor che daranno lustro al nostro stadio e una mano concreta
alla società, per il prossimo anno, si allestirà lo squadrone per andare in serie D. Ma non è finita qui: si metterà mano al settore
giovanile, si farà molta qualità e si correggeranno alcune
cose necessarie da subito, si organizzeranno eventi e tornei
di spessore e ciascuno avrà il proprio ruolo come si conviene
in qualsiasi comunità...Non è difficilissimo, io auspico ancora una volta, l'azionariato popolare da 100 euro all'anno per sentirsi PARTE di questa squadra, azionariato che avrà un proprio rappresentante di controllo nella società.
Abbiamo a disposizione uno storico stadio di 93 anni, lo faremo diventare un centro sportivo completo con l'intervento di privati utilizzando il progetto di finanza e potremo cosi giocare anche a calcetto nell'area dello storico 'Mari', torneranno i concerti da 10.000 persone nei mesi estivi.
Questo si chiama progetto per il futuro, non chiacchiere da bar,
chi non ha denaro da investire nel calcio lilla, rimanga al bar a far chiacchiera, o venga alla domenica a vedere la partita o segua nei fine settimana il settore giovanile... Ieri era il compleanno numero
70 di Gigi Riva, arrivato a Legnano praticamente per sbaglio,
poi sappiamo tutti come è andata, quindi nulla è impossibile, soprattutto se affidiamo in questo momento la società alla
presidenza di Giovanni Munafò che saprà certamente toglierci
a breve da ogni tipo di imbarazzo...Non so se questo sia + un auspicio che una profezia, non abbiamo bisogno di profeti in effetti,
bensi di persone affidabili e col portafoglio generoso, lo sport
costa e se uno è bravo, addirittura ci guadagna, MA e dico MA,
non sarà mai colui che dal calcio ci ha sempre guadagnato, a portare il Legnano fuori dalle secche...Chi ha orecchie per intendere, intenda.

Danè alla mano e si riparte, il resto è noia.
Benvenuto al Legnano calcio 1913 presidente Giovanni Munafò.

P.S.  pres uscente nico zanda, poi, quando sarà passata l'arrabbiatura,seguiremo insieme le partite in tribuna e andremo a vederci qua e la le giovanili che tu x primo hai voluto...





venerdì 7 novembre 2014

CARA TIZIANA TI SCRIVO (cosi mi distraggo un po)


http://www.legnanonews.com/news/33/42654/

Ciao Tiziana, ho messo la tua foto in primo piano proprio per avere l'idea di parlarti dal vivo... Ieri sera ero li ad ascoltarvi... Il punto 18 è stata una cosa stucchevole, ma non voglio entrare nel merito, tu avrai le tue ragioni, gli altri le loro. Dal tuo ultimo comunicato, appare oramai palese la sottolineatura che tu stai all'opposizione e non in maggioranza, mi domando perchè A) non passi al gruppo misto, B) eventualmente fai come me e lasci il posto al primo dei non eletti. Tu hai le tue ragioni, si può essere d'accordo o meno, ma allora ti esorto o ti consiglio di prendere una decisione drastica, netta, senza ambiguità... In fondo essere certi di fare x bene il proprio ruolo, implica anche certe dosi di critica, ma la tua, oramai, non è una critica, è bensì una lotta contro questa giunta... Serve ?
Nel senso: si può essere equilibrati rimanendo nel partito mettendolo continuamente in difficoltà ? Il gruppo misto ti darebbe la possibilità di portare avanti le tue lotte da consigliera autonoma, sei stata eletta col PD in fondo, no ? So che sarai una delle prime a leggere questo post e spero di non darti 'fastidio' per il mio pensiero. Io non sono più consigliere x mia volontà, ma gli occhi sulla città li ho puntati ugualmente, non ti sei mai domandata se le preferenze che hai preso sono per la Tiziana Colombo a prescindere dal PD o per la T. Colombo del PD ?
Saluto anche l' amico Max,( la politica è sempre un teatrino
pieno di sorprese, sarebbe sorprendente vederti ancora nel PD
per i prossimi 2 anni e mezzo...)

SMETTILA DI PRENDERE IN GIRO LA CITTA'


STAI PRENDENDO IN GIRO TUTTI, SEI DIVENTATO LO ZIMBELLO DELLA LEGNANO CALCISTICA, DEVI USCIRE DI SCENA PERCHE' ANCHE CHI TI POTEVA DARE UNA MANO SERIA HA RINUNCIATO PER I TUOI CAPRICCI...

PRES, IN 15 GIORNI HAI ROVINATO TUTTO, DOMENICA L'INCASSO LO DEVI PORTARE NELLO SPOGLIATOIO,
CHIEDERE SCUSA E ANDARTENE AL PIU' PRESTO.
SMETTILA DI PRENDERE IN GIRO ATLETI, ALLENATORI,
VOLONTARI, MAGAZZINIERI, TIFOSI E LEGNANESI IN
GENERE CHE CI SEGUONO. NON CI MERITIAMO TUTTO QUESTO.

IO ERO PORTIERE (SCARSO) TU IL MIO STOPPER, ECCO, ORA NON SERVI PIU', HAI FATTO UNA GRANDE COSA
E IN UN BALENO LA STAI DISTRUGGENDO...HANNO SMESSO GRANDI GIOCATORI E GRANDI PRESIDENTI,
TU COME ME NON SEI STATO UN GRANDE GIOCATORE,
E PURTROPPO ANCHE COME PRESIDENTE SEI AL CAPOLINEA.

FATTENE UNA RAGIONE, E TE LO DICO IN AMICIZIA,
STIAMO PARLANDO DI PALLONE NON DEI MASSIMI
SISTEMI, PER FORTUNA. FORZA LILLA (COME SI CONCLUDE SEMPRE UNA SPERANZA...)

mercoledì 5 novembre 2014

(si sta) COME D'AUTUNNO SUGLI ALBERI LE FOGLIE


Oggi è il santo patrono di Legnano, San Magno, sarebbe stata una
bella cosa festeggiare col passaggio di proprietà del Legnano calcio
1913 dalla gestione Zanda alla gestione Munafò come auspicato
in un incontro cordiale 15 giorni fa presso la sede di via Palermo.
Ma c'è qualcosa che mi sfugge in questo ostruzionismo umano,
l'avventura iniziata 3 anni fa esattamente il 15 luglio 2011 nel segno di una vecchia amicizia tra ex compagni di squadra, finisce
oggi, per capricci imbarazzanti, per un amore che a parole è per
la maglia, ma nei fatti è un amore per se stessi, per soddisfare il 
proprio ego, senza mai fare chiarezza...
Un vero peccato...
Nel post di venti giorni fa Elogio al presidente
http://danielebertisindaco.blogspot.it/2014/10/httpdanielebertisindaco.html
auspicavo un veloce cambio al timone, perchè nella vita, certe volte, bisogna fare in fretta prima di compromettere tutto, e qui
siamo arrivati al limite, tanto da rischiare il tracollo sportivo e
societario. Tutta Legnano parla di questa turbolenta vicenda, certo,
il mondo non si stapperà le vesti per i nostri colori calcistici, MA,
per la città, questa è una figuraccia senza limiti, una immeritata
figuraccia x atleti, allenatori, direttori sportivi e magazzinieri,
sponsor e tifosi, insomma, un inutile e sterile tentativo per rimanere
a galla senza saper nuotare...
Domani è il 6 novembre, i più informati la danno come data del
passaggio ad una misteriosa cordata....Bene, auguri ai nuovi avventurieri, (avevamo la sicurezza in mano, si rinuncia per
un incerto...Boh, sono un genuino, qualcuno mi spieghi questo
pazzo mondo del calcio...)