Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

venerdì 31 ottobre 2014

COME STIAMO ? COME QUESTO TRAM


Questa è l'ultima sera di ottobre 2014, molti si staranno preparando
per la festa delle zucche, io invece fisso questa immagine e le
dedico un post, perchè la foto è veramente ricca di interpretazioni...
Parliamo di una foto di quasi 100 anni, ma che senso aveva andare su quel tram, in mezzo ad un mare d'acqua ? Questa vaporiera assomiglia tantissimo al nostro amato Paese, accerchiato
da un'alluvione di problemi...Come venirne fuori ? Bah, la vedo
dura, forse la vedevano dura anche 97 anni fa i passeggeri e il
manovratore di quel tram, era tempo di guerra, era tempo di
trasformazioni, di grandi trasformazioni, i tram stavano divenendo tutti elettrificati (nel 1915 la linea tranviaria che attraversava
Legnano era già elettrificata..) e la gente lavorava in gran parte o
nelle campagne o nelle industrie...Passato un secolo circa, sono
passati di moda sia le campagne, sia le industrie, e anche di tram
ce ne sono in giro pochi...Il mare di guai c'è sempre, quello non ce lo scolliamo nemmeno a piangere o pregare, e la domanda che
sorge spontanea è: ma siamo noi il problema, o i problemi ci assalgono malgrado la nostra buona volontà ?
Ai posteri l'ardua sentenza. 

P.S. Ma alla fine, la mafia aveva la sua morale o no ?

mercoledì 22 ottobre 2014

ECCO IL NUOVO CONIO


Hahahaha.... Questa è la migliore vista su facebook oggi : ecco
le nuove banconote che dal 1° novembre circoleranno in Italia.
La nuova Banca di Gaia con sede in via Morone a Milano ha iniziato nella notte a stampare, sono stati scelti i 6 volti più significativi del gruppo, e già qualcuno è risentito per non essere
stato incluso tra le icone degne...Ci sono delle cose strane, per
esempio la Maria Montessori ha fatto sapere di essersi rivoltata 
nella tomba più volte vedendosi sostituita da una Taverna qualunque, e lo stesso Casaleggio avrebbe preferito il taglio più
prezioso. Ci sono però  delle indiscrezioni, secondo cui entro poche ore si potrebbe concretizzare l'ipotesi della 20mila con l'effige
dell'astuto Crimi e  la 500mila per non sapere ne leggere ne scrivere, verrà assegnata all'immarcescibile equilibrato videomaker
bolognese....RIVOLUZIONEEEEEEEEEEEEEEEE !!!!!!!!!

martedì 21 ottobre 2014

DATEMI UN CLICK E VI SOLLEVERO' IL MONDO



Ieri sera, mi sono imbattuto in un pezzo di video in cui si vedeva
quel pover uomo di Casaleggio a Roma mentre prometteva per
l'ennesima volta 'il porcale per le decisioni democratiche'...
Ho pensato: ma questo è veramente peggio del Silviuccio, a furia di
dire balle si convince anche lui che per miracolo questo porcale
arriverà...E la folla ad applaudirlo (folla, 4 amici supporter presenti al circus).
Questo qui, sarebbe l'ideatore della nuova democrazia, la democrazia del click, quello della rivoluzione culturale, annientatore dei partiti tradizionali...Questo essere che usa le persone per poi buttarle in un cestino a piacimento se non sei d'accordo con lui, un cialtrone che ora se ne viene fuori con gli
stessi slogan della Lega contro i negri e i banchieri ladroni...
Più passa il tempo e più mi rendo conto che non ne usciamo più da questo marasma con questi personaggi che si procurano una flotta
di lacchè per conquistarsi una fetta di potere e se ne fottono del
resto, in primis degli elettori che li hanno voluti e salutati come
salvatori della Patria...
Poveri Noi, poracci quelli che ancora fanno banchetti promettendo
alla gente comune la rivoluzione, poracci quelli che beatificano
in terra i 'bellocci' del parlamento scambiandoli per 'rivoluzionari'.
E in Europa ?  Un cinema, na risata per non affondare in un sudario
di lacrime...
E questo post lo dedico a Marco Fabbri di Comacchio, un ragazzo,
un sindaco, che come me aveva sposato la causa 5 stelle nel 2012.
Usato, e buttato fuori anche lui come una cartaccia inutile, quell'uomo col cappello fa veramente andar di stomaco, molto di
più di una macchietta vista e rivista sugli schermi dei TG nazionali.
Ci risolleveremo da questo punto basso basso ??

sabato 18 ottobre 2014

UN DERBY TRA LILLA E TIGROTTI


Chissà se tra gli oltre 30 ragazzini del 2002 che si sono incontrati oggi pomeriggio allo stadio Pino Cozzi di Legnano, ce ne sarà qualcuno che arriverà in prima squadra...Chissà...Di certo, oggi hanno dato vita ad una partita intensissima, col risultato a reti bianche, ma con tantissime emozioni, in campo e sugli spalti gremiti di genitori-tifosi...A me è capitato di inseguirli questi campioncini, vestito di giallo e nero come un arbitro vero, ho corso con loro per 60 minuti (3 tempi da 20 per la categoria esordienti 2002) e abbastanza 'cotto' sono arrivato alla fine come loro, che hanno dato tutto per vincere la partita. In questa categoria, non tutti sanno che si tratta di tre partite separate: si può vincere 4 a 0 il primo tempo, ma se gli avversari vincono 1 a 0 il secondo tempo e 2 a 0 il terzo tempo,non hai vinto 4 a 3 ma hai perso 2 a 1...Chiaro il concetto ?? Per i ragazzi vale il punteggio finale, ma non è cosi nella realtà dei fatti, solo dall'anno prossimo quando l'annata si trasformerà in 'giovanissimi', le regole saranno come quelle del calcio 'vero', quello dei professionisti, quest'anno per loro ancora arbitro un dirigente della società e tempi di gara ridotti fino ad arrivare agli juniores per la classica partita da 45 minuti x tempo.
Mamma mia, quanto mi hanno fatto correre oggi, per stare vicino all'azione, bisogna muoversi, mica passeggiare...Primo tempo il Legnano si mangia 3 occasioni che nemmeno il mitico Calloni degli anni '70 avrebbe fallito, poi i Tigrotti, scampati i pericoli, ci hanno creduto e piano piano hanno avuto le loro belle occasioni. Nessun fuori gioco fischiato, i difensori non hanno mai perso la testa buttandosi in avanti, ed un emozione vera, grossa, clamorosa è capitata proprio agli ospiti, quando per uno sgambetto ingenuo in area di rigore ho indicato il penalty per la Pro Patria...Giffoni, lilla l'anno scorso, tira una sabongia-missile che si stampa sotto la traversa, rimbalza sulla riga, e dopo essere salita a 5 metri da terra scende nei pressi del portiere disorientato e messa in rete dallo stesso giocatore che ha calciato il rigore...RETE !! Chiudo gli occhi e mi ricordo della regola del calciatore che non può ribattere a rete se la palla colpisce pali o traversa...Nel marasma, chiedo all'autore del gol se lui ha tirato il rigore, mi dice di si e allora sono costretto ad annullare andando a spiegare ai Mister e poi ai ragazzi il motivo della decisione....Dagli spalti un miscuglio di insulti e di 'bravo' verso l'arbitro cornuto per eccellenza e a fine partita, ancora qualche mamma bustocca non si capacitava della decisione...Ma tant'è, la decisione è stata impeccabile, grandissimi i Mister che sono stati + che bravi a gestire la tensione del derby che ci stava tutta, bravi i ragazzi che hanno dato l'anima per superare gli avversari...Sono contento di essere stato con loro, e di aver contribuito allo svolgimento sereno del gioco, dall'anno prossimo, arriveranno arbitri alle prime armi, allora li si che sarà un bel cinema, di film particolari, ne ho già visti diversi, allora rimpiangeranno il 'Paparesta de noantri' che li insegue per vederci chiaro e per giudicare in maniera 'certificata'... Alle volte anche certi 0 a 0 sono speciali, questo sicuramente lo era...Buona fortuna a tutti ragaaa...






Le foto scaricate da fb nel gruppo 'asd Legnano 1913'




giovedì 16 ottobre 2014

ELOGIO AL PRESIDENTE

http://danielebertisindaco.blogspot.it/2012/10/asd-legnanoil-calcio-lilla-che-mi-piace.html


Scrissi il post linkato in alto, esattamente 2 anni fa, mentre la foto
nel cortile di palazzo Malinverni è dell'anno scorso... I sogni di gloria non sono terminati... Quest'anno la prima squadra non vince,
e a Legnano non si può non vincere, quindi aperta la crisi si cerca
di capire cosa fare per il futuro. Non servono troppi giri di parole,
il presidente ha esaurito il suo ciclo, passerà la mano e la società
con risorse fresche tornerà a sognare in grande.
Tre anni di vita, 2 promozioni ed una terza quasi raggiunta, con le
risorse a disposizione quasi un miracolo, lo sport per essere vincente deve avere risorse per mantenersi, deve trovare uomini validi dal Mister della prima squadra al magazziniere dei 'pulcini'.
Abbiate pazienza ancora per pochi giorni e l'asd Legnano tornerà
a vincere, perchè Legnano è una piazza che conta e come tutte
le belle storie che contano, il primo pezzo della rinascita lilla lo
ha compiuto Nicolò Zanda, ora toccherà a qualcun altro, chi sarà,
lo scopriremo nei prossimi giorni, e sono certo che nel futuro
prossimo venturo, cambieranno molte cose e i risultati arriveranno.
Non so se ci sarò anch'io nella continuazione del progetto,
l'importante è che prosegua, il mondo è fatto di gente che viene e
gente che va. Sempre. 
Grazie Pres per il coraggio che hai avuto, grazie a chi vorrà
continuarlo per arrivare a breve in serie D e poi si vedrà, grazie a chi investirà per far diventare lo stadio Mari un centro sportivo
coi campi di calcetto (anche questo a breve succederà), grazie a
tutti i tifosi che hanno creduto a questo nuovo Legnano Lilla e
continueranno a crederci in futuro, un appello anche a chi ha
snobbato questa squadra perchè ritenuta tarocca... Grazie all'ex
sindaco Vitali e all'ex assessore Brignoli che ci hanno permesso di 
ripartire, e grazie al sindaco Centinaio x la fiducia affidataci con
la convenzione in corso...Insomma, io sono fiducioso, ottimista
e convinto che raggiungere certi obiettivi non sarà difficile, ma
umanamente attuabile...Forza gente, c'è sempre bisogno di tutti,
un profondo respiro e si sprintaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa...

domenica 12 ottobre 2014

FLOP,FLOPPETE, FLOCCHETE...la povera fontana malata


http://danielebertisindaco.blogspot.it/2014/09/peppe-per-te-al-massimo-un-circo.html

L'avevo scritto l'11 settembre 2014, questo evento che doveva portare al circo massimo centinaia di migliaia di persone, si deve
accontentare di 4 amici e parenti, non era difficile scommetterci.
Ma la cosa peggiore è che chi c'è andato era pure consapevole del
bagno di sangue, ma c'è gente che ancora ci vuol credere malgrado
l'evidenza dei fatti... Roma e provincia avrebbe dovuto da sola
riempire quello spazio, invece nulla, anzi un Casaleggio innervosito
dai giornalisti che gli fanno domande semplici semplici, gazebo
semivuoti, o ideali per selfie con le 'star' dei 2 rami del parlamento
(ma in quanti dei 150 staranno già pensando alla 18^ legislatura
nel PD ?). Insomma, bastava veramente un tendone del circo Togni
almeno ci si sentiva tutti vicini vicini...

Mi viene proprio in mente La fontana malata di Aldo Palazzeschi:
Clof clop cloch...cloffete cloppete clocchete...
la povera fontana malata..tossisce tossisce...

E cosi ora è il m5s, un malato terminale, chi l'ha conosciuto da vicino SA, altro che rivoluzione, altro che referendum sull'euro...
E cosi, dopo lo sberlone ricevuto alle Europee, bisognava ricevere
anche questo scappellotto con dolore lancinante...Anche i talebani
più convinti abbandonano la nave, andare a Roma costa e caro
Beppone tu le tasche le hai piene, hai obbligato i parlamentari
all'angolo, e questo è il giusto prezzo che tutti devono pagare.
Chi voleva la razza ariana ha fatto una brutta fine, il dialogo in
politica è necessario per ottenere risultati, le mani si sporcano
giocoforza, perchè chi lavora si sporca le mani...Fare i fighetti sui
tetti o facendo girare dei video con bei discorsetti
NON SERVE A UN CAZZO... capiii? Capito Giggetto, Tavernetta e Dibba ? Voi che siete le star del people delle stelle
spente ?
Pensavate di costruire leggi perchè basta essere onesti ? Studiare no èèè ? Fare esperienza in un consiglio comunale prima no èèè?
Pizzarotti vi bagna il naso a tutti, ma lui è intelligente, altro calibro,
ma non obbedisce, quindi meglio evitarlo..Ridicoli, semplicemente illusi...Ma che ve lo dico a fà ? Siete i migliori, vivete intensamente questa XVII legislatura e al prossimo giro se vi va bene sarete in
50, tappe intermedie: altro flop in Emilia...
Mollate l'urlatore telecomandato e cominciate a studiare, ascoltate
un cretino, dalle stelle alle stalle ci siete già arrivati, scemo io
che ci ho creduto per troppo tempo.

venerdì 10 ottobre 2014

LA MAGGIORANZA è SALVA


http://www.legnanonews.com/news/32/41715/

Maurizio è una brava persona, con lui, e i consiglieri Tiziana Colombo e Luciano Guidi, a fine ottobre 2013 siamo stati a Firenze
all'assemblea nazionale dell' Anci, l'associazione nazionale dei 
comuni italiani...
Il dottore, diciamolo e credo non sia un segreto, aspirava a 'qualcosa', e questo 'qualcosa' è arrivato... Quaglia e la T.Colombo
sono i due dissidenti, oramai l'hanno detto e ripetuto ma non sono
ancora al gruppo misto, lui sarebbe stato troppo rischioso perderlo,
e allora come un metronomo arriva 'il premio'...
Cosi è la vita cari ragazzi, non è un peccato avere aspirazioni,
è un po patetico avere delle pretese nel post elezione, ma si sa da
una vita che le direzioni di partito 'danno ordini', via, sarà l'ultima
volta per Legnano, al prossimo giro non ci saranno + partiti vincenti, VINCERA' una lista civica di persone per bene legnanesi,
che si metteranno d'accordo PRIMA, presentandosi alla città con
l'intera squadra di governo  e i consiglieri faranno i
consiglieri, non è forse x questo che cercano consenso ?
Al prossimo giro, presumibilmente alla scadenza naturale del 2017
i cittadini legnanesi sapranno che voteranno per il loro sindaco,
il loro assessore allo sport, al bilancio, alle politiche sociali, alla cultura,all'istruzione, alla sicurezza, al territorio, alle opere pubbliche...
VOTERANNO una squadra, perchè la responsabilità non è di uno
solo, ma di una squadra.
CHIARO ?
Ora Maurizio Tripodi sarà soddisfatto di questo incarico, non ne ha mai fatto segreto anche in pubblico, ora sappiamo con certezza
che l'amico sindaco Alberto Centinaio non avrà troppi problemi
coi numeri....Si, quei maledetti numeri che tramite quella parolina
magica PATTO DI STABILITA', stritolano i nostri stomaci e
annullano piano piano i nostri risparmi... 
Cose tristi, cose che fan girare le palle, ma arriveranno idee per
una svolta...Certo che arriveranno, come si scriveva sulle autostrade: 'stiamo lavorando per Voi'

mercoledì 8 ottobre 2014

sFORZA POPULISMO


http://www.legnanonews.com/news/32/41626/

Ecco la grande idea di Forza Italia: mettere dei maxi poster in città
per sottolineare quanto sia vorace di tasse l'amministrazione comunale ed il gioco è fatto...
Sono questi gli stessi sistemi utilizzati dalla Lega prima e da Grillo
poi per stuzzicare 'la pancia' degli incazzati x questa che rimane
comunque un'ingiustizia...
Proposte alternative ? Dall'articolo non ne viene fuori una, e allora
signora Monticelli del club di FI legnanese, si sforzi di suggerire
ai nostri concittadini cosa avrebbe fatto al posto di Centinaio e della
sua giunta... Se la vecchia politica non ci piace con le sue brutture,
nemmeno la politica degli slogan porta lontano. La Lega ce l'ha
fatta per 20 anni a mantenere la propria fetta di potere, Grillo
sfrutterà meno il potere acquisito perchè al prossimo giro non arriverà alle 2 cifre percentuali, ma senza andar lontano, chi non amministra la città, se fa critiche deve dare un'alternativa...
sFORZAtevi berluschini, la vostra esperienza in città ha lasciato
il segno, e brava o no nel 2012 ha perso le elezioni...Quindi ?
In consiglio comunale sull'approvazione del bilancio non mi sembravate proprio dei combattenti nati, con qualche idea diversa
dal 'BASTA TASSE'... mica starete diventando grillini anche voi ?

lunedì 6 ottobre 2014

OLTRE IL CATASTROFISMO


So da dove parto, non so dove arriverò... Dopo un tuffo nel passato, è il momento di dedicarsi anche alle fantasie per il futuro, e se è troppo pensare al futuro di un Paese intero, provo fantasticare sul futuro della mia città, che poi guardacaso, rappresenta la millesima parte ( a livello di abitanti ) di un' Italia alla ricerca di se stessa. Dire che siamo in un periodo di crisi economica è raccontare una inutile ovvietà, chi non se n'è ancora accorto ?? I poveri, o gli ultimi della 'scala sociale' si possono permettere sempre meno, la famosa 'classe media' sta retrocedendo sempre più per andare ad
ingrossare la fascia alla base della piramide, oppure, impaurita dalla
'crisi', non spende più, o molto meno, mettendo in crisi il meccanismo del consumo, necessario per far sopravvivere un po tutti... Non  dimentichiamoci che quasi un terzo della popolazione è pensionato, e i minorenni o studenti o giovani in cerca di occupazione, rappresentano quasi un altro terzo di tutto il 'blocco umano', infine c'è la 'parte attiva', quella che lavora, produce, ha in qualche maniera 'un lavoro', quindi uno stipendio, un reddito. Partiamo dalla 'storia', rappresentata dai pensionati: essi hanno il problema di come passare al meglio una vita di riposo, non dovranno più timbrare alcun cartellino, i più fortunati saranno nonni superattivi, i più sfortunati cominceranno a frequentare ospedali e case di cura, il capitale che hanno accumulato in vita, se lo hanno accumulato, spesso serve per tamponare 'i vuoti' economici dei figli in crisi, si aggiunga che una casa, la prima casa, il mattone per intenderci meglio, ha perso metà del suo valore negli ultimi 6-7 anni, e chi ha case in abbondanza, ora sono più un onere che una sicurezza. Quanto potrà durare ancora la storia di tassare i beni immobili ? Cinque anni ? Dieci ? Difficile dirlo, ma dieci mi sembrano troppi, in fondo, anche il cemento sembrava la panacea di tutta l'economia, fermato quello in maniera naturale (non serve più ) nessuno ha capito cosa si potrebbe fare di diverso per dare un reddito a tutti. Quindi, poco lavoro o meglio, non abbastanza per occupare tutti, perdita del potere d'acquisto, erosione del proprio capitale con fastidiose tassazioni che non si tramutano in progetti per il futuro.
Proseguiamo allora con la 'fascia dei fortunati', quelli che hanno un lavoro, uno stipendio, un reddito... Oramai lo dicono tutti: avere un lavoro è una fortuna, bello o brutto che sia è l'oasi nel deserto per chi non ce l'ha, ma nel mondo del lavoro, non ci sono solo operai,impiegati e dipendenti, c'è anche un imprenditoria soffocata, imprenditori esasperati da un sistema Stato che li vuole crocifiggere con burocrazia, tasse e balzelli di ogni genere: come fa un imprenditore ad avere fiducia nel futuro ? Ci sono produzioni particolari che non conoscono crisi, perchè nel mondo il 'loro' prodotto 'tira' e i margini sono più che sufficienti per fare sviluppo, ma c'è anche un manifatturiero che non regge la concorrenza di chi lavora al ribasso, ed inevitabilmente sarà costretto ad arrendersi, resiste chi fa lavori superspecializzati, per i 'lavori' semplici o umili la concorrenza si fa sempre al ribasso, è penoso accettare degli impieghi a 2-3 euro l'ora (e magari senza alcuna protezione assistenziale e assicurativa)...


Infine, abbiamo 'i giovani', coloro che più dovrebbero rappresentare il futuro, perchè loro, giocoforza, saranno destinatari + a lungo di quello che si progetta ora...Ma cosa si sta progettando ora per loro ? Mi sembra poco e niente, li si porta a 25 anni per una laurea e poi metà di loro non troveranno un impiego o peggio saranno costretti ad accettare 'qualcosa' per portare a casa un'elemosina, in attesa di giorni migliori... In  questo quadro desolante, francamente ci sono due vie: una guerra che distrugga tutto o molto, per poter ripartire a 'costruire qualcosa' (diciamo il sistema all'americana) o inventarsi qualcosa, in fondo è dalle crisi che poi riparte sempre tutto. Bisogna però vincere questo desiderio di catastrofismo, di negatività, è necessario 'crederci' e Legnano è fatta per crederci... Chi avrebbe mai detto che nel 1176 un gruppo di scappati di casa messi insieme con 4 cavalli e 2 spade avrebbe cacciato il teutonico Barbarossa ?? Chi avrebbe mai detto che dopo secoli di zappa e aratri trascinati da buoi, una manciata di imprenditori illuminati avrebbe fatto diventare Legnano una fiorente città industriale? Sono segni del tempo, e forse destini, siamo dei privilegiati, nelle due guerre mondiali non ci hanno mai bombardato, quindi cari legnanesi, non è nemmeno un caso che solo noi e Roma siamo citati nell'inno di Mameli... E allora lo ripeto, l'idea per il futuro c'è: Legnano deve diventare la città del benessere e del divertimento, trasferito il ramo d'azienda ancora produttivo in zona industriale, tutta l'area ex Franco Tosi ed ex Manifattura di Legnano deve diventare un centro di eccellenze che punti al benessere dell'uomo, arti, fitness, piscine, campi sportivi, musei, moda, e tutte quelle iniziative che abbiano un denominatore comune al piacere dell'essere umano... Per fare ciò servono investimenti ? Certo, le banche cosa esistono a fare ? Gli imprenditori che rischiano perchè calcolano esistono ancora ?Abbiamo in città costruttori che non hanno lavoro, abbiamo architetti a spasso, dobbiamo trasformare a tutti i costi con un progetto di finanza quell'area nel cuore della città, mantenendo la caratteristica di una archeologia industriale che ridà il piacere a chi ha donato la vita per 'il dovere', e alla ex Franco Tosi in decine di migliaia hanno trascorso la loro vita per avere un reddito... Potrebbero lavorare in quell'area almeno 3 mila persone, con un grande progetto di finanza e promozione turistica, la Città vedrebbe il ricettivo rinascere ed in poco tempo diventare una delle attrazioni preferite per i turisti nostrani ed esteri... Perchè non crederci? Perchè fossilizzarsi su quello che è stato ed ora non è più ? Commissario Lolli, lei che ha in mano il pallino della situazione ascolti questo cretino, si faccia portavoce del lancio di questa idea, signori Trifone, voi che possedete le torri degli uffici della ex Tosi, credeteci e coordinatevi perchè quello diventi uno dei punti più appetibili e vivi della città, inventiamoci una nuova Tour Eiffel, per strabiliare il mondo... 110 anni fa pareva una follia progettare Palazzo Malinverni o l'Ospedale di Legnano, ma tutti contribuirono e la città ne guadagnò e noi ci godiamo i frutti, entriamo nella città metropolitana con una 'scusa europea', a questo punto, inventiamoci il nostro primato, la nostra particolare storia...Forse ha ragione Alberto Landoni che coi suoi calcoli esoterici dice e sottolinea che il nostro è un territorio 'privilegiato', ma immaginatevi la nostra città con un campo dei miracoli e la torre pendente...Immaginatevela con un ottovolante che raggiunga e sfiori la cima della ciminiera della Manifattura di Legnano, immaginatevi una città del piacere dentro la città stessa, con magari
qualche problemino di viabilità in più, ma certamente con un progetto futuro sostenibile e realizzabile...La finanza di progetto è un contratto col futuro, gli attori non mancano, serve volontà e ottimismo e chissà mai che la ventata di idee che arriverà da EXPO 2015 convinca un gruppo di persone a far partire una grande
opera che trasformi Legnano in un qualcosa di unico, direi una Venezia del piacere...( a Las Vegas cosa hanno fatto ? Era deserto è diventato ciò che sappiamo...). A costo di essere preso per un pazzo visionario, chiederei ai giornalisti locali di lanciare l'idea, che sa di follia, ma è sempre meglio dell'immobilismo in attesa della morte...



Inviterei da subito anche l'amministrazione comunale attuale a prendere in seria considerazione quanto proposto sopra, poi dal 2017 continueremo noi cittadini legnanesi l'opera e nel 2020 potremmo già essere pronti per l'inaugurazione... Assessore Luminari, mica penserà di tartassare per l'eternità i nostri concittadini vero ? L'ingegner Franco Tosi mori per mano di un suo operaio a soli 48 anni, i suoi 3 figli maschi morirono anche loro per

cause diverse a 48 anni, questo è un altro caso della vita, quindi se a Legnano non succede un 48, non è Legnano...

mercoledì 1 ottobre 2014

ED IO RINASCERO', STAZIONE A PRIMAVERA



Forse ci siamo, dopo l'apertura dei bagni (azz, dei bagni !), forse tra poco, grazie all'impegno della manodopera di alcuni lavoratori della ex Franco Tosi, l'impegno delle ferrovie italiane o come diavolo si chiamano adesso, l'amministrazione comunale e il
commissario Lolli, forse, in primavera avremo una stazione F.S. più accogliente, sicuramente riverniciata, sicuramente più decente. Intanto accontentiamoci di questo, per l'ampliamento di piazzale Butti, perchè diventi anche stazione dei bus, bisognerà pazientare. Stamattina, in conferenza stampa, è stato presentato il protocollo di intesa tra le parti che integralmente posto qui sotto... L'idea mi piace, l'idea ci piace, la nostra stazione con più di 150 anni di vita, ora, diciamolo, 'fa cagare', alle volte non ci sono eufemismi che tengano, chi fa il pendolare, un po si vergogna di abitare a Legnano per questa stazione... Ed io rinascerò, stazione a primavera ( poi inizia expò, non possiamo presentarci cosi)