Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

venerdì 31 gennaio 2014

BOMBA O NON BOMBA (siamo arrivati a Roma...e poi ?)


Oggi è una giornata strana, sento molta confusione, tutti raccontano
cose interessanti,soluzioni interessanti,discorsi interessanti...
Però...mi tocca...devo fare le mie considerazioni.
Abbiamo fatto (posso dire 'abbiamo'?) un bordello della madonna
in parlamento,abbiamo dato del boia a dio napo,abbiamo preso
quattro schiaffoni,ci hanno definito squadristi,fascisti,nazisti,
dopodichè i pennivendoli hanno dato il meglio di sè (e gli abbiamo
prestato il fianco),e, morale della favola,il paese va a rotoli,si
fanno i regali alle banche e si confeziona un altra supposta IMU
e l'argomento del giorno è se giustiziare Sorial davanti alla corte
marziale e scandalizzare i vecchietti per questi comportamenti 
indegni. In ultima analisi, Grillo che riprende a fare gli spettacoli
nei teatri, ha ancora senso ?
Stamattina su Radio 1, il migliore di tutti è stato il piddino SPERANZA, un nome ,una sicurezza...Ci ha infamato in continuazione,sostenuto anche da QUAGLIARIELLO, uno dei
saggi e altri,per finire con LA RUSSA il quale rappresenta lo zero
virgola del paese...Uno straccio di rappresentante del m5s in un ora
di trasmissione, manco l'ombra...
Però,come dicevo qualche giorno fa e ribadisco,a questo punto
bisogna scegliere una strategia migliore: abbiamo 160 tra deputati
e senatori,abbiamo scelto di metterci in un angolo per non 
'contaminarci', per non sporcarci le mani, che cazzo andiamo in
aula a fare ?? No dico,dal punto di vista formale,hanno ragione
loro, o rispetti le regole o se secondo voi le regole non vanno
rispettate, si fanno altre azioni,non quelle di rimanere li a subire
frustrazione perpetua: si chiede a Grillo un' occupazione del suolo
pubblico a milioni di italiani e si fa la rivoluzione... Se non si fa
cosi,la rivoluzione non pensiamo di farla dentro nel palazzo, perchè
nel palazzo ci sono regole democratiche da rispettare...
E vogliamo farci dire che siamo anti democratici ?
Togliamoci dalla testa di arrivare a conquistare il 51% dei
consensi usando questo sistema 'misto di protesta', fin ora abbiamo
dimostrato solo di fare una serrata opposizione,ma la realizzazione
di 'qualcosa' è a zero.( bisogna anche saper ascoltare la gente).
Per me quindi, il vero sogno consiste non di condividere il video
di Beppe che guarda il mare e dice che siamo un paese fallito e
prossimamente, insiste, diventeremo la prima forza politica...
Se LUI e i nostri parlamentari,avessero la forza,i coglioni, di
ribellarsi veramente,questo è il momento ideale per una protesta
oceanica da far vedere a tutto il mondo. ( ho invece l'impressione
che Lennon de noantri ami di più le sceneggiate, che sollevano polveroni e lasciano tutto cosi com'è..).
Ovviamente, questo è un pensiero di uno come tanti,uno che vale
uno, tanto per capirci.
Morale della favola: TUTTI A ROMA,non c'è alternativa.
Per finire,questa sera, ho lanciato una perplessità su fb, e cioè
sulla necessità del tour di Grillo nei teatri...La prima accusa che
riceveremo noi tutti è che il nostro capo, va in giro per l'Italia a
fare comizi a pagamento,vero, è il suo mestiere, ma tutto cambia,
tutto si evolve, Beppe non può più essere il comico che è stato
perchè è diventato un baluardo per la vecchia politica partitica.
E' un po come pretendere di cancellare la storia dell' 11 settembre.
Grillo non fa più ridere,dice un sacco di verità ma ha perso il
suo smalto,oramai non è un comico,è un POLITICO, e se ci ha
infilato un po tutti in questo tunnel, ora non può far finta di niente.
A Roma va lui o Casaleggio a tirare le fila,non prendiamoci in giro,
il MoVimento pende dalle loro labbra...
perciò,che si fa??
Annamo a Roma ?? Beppe, raga-cittadini-onorevoli, cosa aspettate
a lanciare la rivoluzione ??


giovedì 30 gennaio 2014

IL BOIA E LA GHIGLIOTTINA


Ho visto le immagini della famosa 'ghigliottina' mai usata alla
Camera fino ad ora, ho sentito le polemiche sul boia riferito a N...
Non so più cosa pensare,l'istinto è di chiedere ai 155 5 stelle e alle
menti pensanti di uscire da quei palazzi e convocare un assembramento perpetuo attorno al centro romano fino allo 
sfinimento umano...Oramai è certo,si parlerà del vilipendio ad
un nonno e di qualche ematoma sul braccio dei servetti vestiti bene
della camera pagati come ingegneri e non dei miliardi regalati alle banche e non dell'IMU da purgare ancora...Se non si vuole dialogare,(e a quanto ho capito,non si vuole dialogare) rimane una sola strada: L'occupazione fisica degli spazi fino alla morte,o se ne vanno tutti sul serio,o la nostra morte è annunciata,senza speranza alcuna.
La domanda poi che sorge spontanea è : "è tutta una fiction o c'è
qualcosa di vero in questa faccenda"? Tutti vogliamo la rivoluzione
ma non possono certo 150 persone delegate ad avere un peso
democraticamente rivoluzionario...1 milione di persone che stipano il centro di Roma giorno e notte dovranno essere abbattute con le armi,non avendo armi per difenderci,useremo il nostro spazio fisico. Ragazzi , infischiatevene di attendere un cenno da Grillo o Casaleggio,convocateci a Roma, stavolta non rimango a casa,
facciamolo però.

giovedì 23 gennaio 2014

LA DONNA NON PUO' DIRE MESSA


Avevo pronto un post di quelli tosti per Pdor de noantri, ma ho
deciso di lasciarlo li nelle 'bozze'...Oggi un'amica mi ha detto una frase molto carina: "sei come la donna cattolica che vuole dire la messa". Ok, accetto,poichè mi ha lasciato la speranza (hahahah)
che nel futuro,magari questa donna cattolica potrà anche cantarla.
Io mi accontenterei di fare 4 chiacchiere sul sagrato della chiesa,
ma sono paziente, e conosco anche l'ipocrisia umana.
Oggi ho sentito Grillo un pò in difficoltà coi giornalisti europei,
non gli hanno risparmiato critiche, e qualche volta è scivolato
fuori dal seminato,o per rimanere in tema religioso,fuori dal
seminario...Ma a lui, voglio perdonare tutto,un pesce rosso che
lotta nella vasca dei pescecani è comunque un valoroso.
A me piace fare scommesse goliardiche, 11 mesi fa,ne vinsi una
e mi presentai in consiglio comunale spavaldo come un leone;
oggi invece vorrei fare un augurio al M5S per il raggiungimento
di quota 51% alle europee,cosi, preso atto dello stato di sopportazione del popolo italiano giunto al limite, manderemo in europa cittadini fuori dagli schemi e reclameremo nuove elezioni
anche in Italia con qualsiasi legge elettorale.
Il problema è convincere il 51% degli italiani,non sarà facile.
A quel punto,visto che il dialogo e il compromesso non sono nel
nostro dna (in senso metaforico politic-razzistico), voglio vederci
all'opera,voglio vedere come si trasformeranno gli slogan,voglio capire cosa sarà del nostro futuro e quali cervelli emergeranno
per un progetto sostenibile. Oggi, sempre Grillo, non ha affondato
sui banchieri europei,e nemmeno sui privilegi vaticani,ha sviato 
sull'immigrazione e proposte di rilancio del lavoro nemmeno l'ombra... Nel mio piccolo,quando sento critiche aspre e spesso
faziose nei confronti di chi cerca di amministrare la città, lascerei seduta stante agli eroi emergenti della protesta, le chiavi
del potere. La gente vuole il cambiamento ? Bisogna sapere bene cosa fare, e magari rimboccarsi le maniche un po tutti...
Amici,arriviamo a sto 51% IN FRETTA questa agonia non serve a
nessuno, peggio di cosi non potrà andare (il carnefice non soccorre mai la propria vittima). Dobbiamo pensarci ancora ?? Il m5s è
un tentativo, (prenderà non oltre il 15% in Europa ma crediamoci
lo stesso) un abbozzo, un'entità imperfetta, ma quando mancano
i cavalli, vanno benissimo anche dei ronzini...La saggezza popolare
non tramonta mai.

lunedì 20 gennaio 2014

VOGLIA DI NOVANTESIMO


Bene,mentre impazzano sul web le clamorose intese delle BR
(berlusca&renzie),l'inciucio decadente,vergogna senza fine,
ho deciso di buttarmi in questa avventura cittadina,quella
cioè,della commemorazione del 90° anniversario del conferimento
del titolo di CITTA'. Avvenne il 15 agosto 1924,a Legnano si
era in pieno boom industriale,il borgo oramai meritava questo
titolo,assegnato ben 60 anni prima ai cugini di Busto Arsizio.

In questi 90 anni sono cambiate una marea di cose,passate almeno
5 generazioni di legnanesi e non,la città si è trasformata
incredibilmente,ed è allora bello fermarsi un istante e guardare
il percorso che ci ha preceduto. Questa mattina mi sono recato
dal Sindaco ed ho chiesto la Sala degli Stemmi per il giorno
venerdi 14 febbraio 2014,san Valentino alle ore 17,30 per
creare un punto di partenza per le iniziative che potranno essere
inglobate in un programma integrato per tutto il 2014.
Mi piacerebbe vedere in quella serata,i responsabili delle
associazioni legnanesi di ogni genere,dalla C.R.I. alla Famiglia
Legnanese,dalle ass.sportive a quelle degli Industriali,Commercianti,Artigiani,alla Società Arte & Storia
a liberi cittadini che amano la propria città e magari hanno
ricordi importanti da mostrare alla collettività.
Credo sia questa un iniziativa molto importante,per non
lasciare l'amministrazione sola col compito di organizzare
qualcosa,le amministrazioni passano,la storia resta,ed è
fantastico poterla condividere con tutte le generazioni passate,presenti e quelle che vedranno meglio il futuro.
DIFFONDETE questo messaggio se potete,un esempio di
democrazia e partecipazione da non perdere.

14.2.14 ore 17,30 Sala degli Stemmi di Palazzo Malinverni

PASSAPAROLA

sabato 18 gennaio 2014

RENZIe LA PALLONATA SUI COGLIONI


Ma quali parole vogliamo trovare per definire questa 'genialata'
di Renzi(e) che va da berlusca per decidere del futuro di una legge
elettorale?...No, non pensiamo al decaduto, pensiamo ai milioni di italiani che credono in quest'uomo di mezza età, che si vende come
'IL ROTTAMATORE'...
Non uso toni teneri per il mio capo Casaleggio,ma qui siamo alla follia,questa è una PALLONATA SUI COGLIONI di dimensioni
galattiche,è una palla medica che colpisce ai 40 all'ora il basso
ventre dell'elettorato italiano intero...Secondo me,nemmeno il
più convinto dei pidiellini ci crede, è sicuramente una bufala !!!

E allora cosa credere per il futuro ?? Deputati e senatori di qualsiasi
schieramento politico con un po di cervello, SVESTITE LA CASACCA DEL MONOPARTITO e mandateli veramente tutti
AFFANCULO quelle 4 marionette comandate dalle lobbyes...

MA FATELO SUBITO PER FAVORE, DISTINGUETEVI SE
SIETE ITALIANI ONESTI !!!!!!


LEGNANO, 20 MESI DOPO


Oggi, voglio guardarmi indietro per un attimo,guardo il calendario
e scopro che son già passati 20 mesi dall'insediamento a Palazzo
Malinverni...20 mesi ?? Si, siamo ad un terzo del cammino, un
cammino ancora lungo davanti ai nostri occhi,un percorso
lunghissimo se mi guardo indietro...Si è partiti con la timidezza
di chi deve imparare,si è capito da subito che non sarebbe stata una passeggiata, si è anche capito che con la buona volontà,tutto si
supera,tutto si impara,lo dimostrano anche i nostri amici in consiglio
regionale e quelli di Camera e Senato, che c'è di strano ? Lo si
capisce solo quando si è dentro. Ma parliamo della nostra Legnano,
di quella città cresciuta forse troppo velocemente negli ultimi
150 anni,che sembrano tanti,ma poi li guardi e ti domandi : e ora ?
Si, da vocazione agricola all'unità,per diventare una superindustria
tessile-meccanica e non solo, alla decadenza post bellica,al
consolidamento del boom economico e demografico,alla speculazione edilizia degli ultimi 30 anni, ed ora in cerca di un 
perchè, di un futuro. 150 anni e si è passati da 6000 a 60mila
abitanti, la città del lavoro per un sacco di decenni,ora, diciamolo
lo spettro del futuro incerto, un po di paura lo fa.
L'agricoltura l'abbiamo perduta definitivamente (rimasti un paio di kmq da coltivare), l'industria,la grande industria, MORTA, seppellita dalla globalizzazione che punta al ribasso della qualità dei prodotti e della vita, la piccola e media impresa nel panico totale,
il commercio che arranca,il commercio sempre + in mano a chi
di Legnano non gliene importa una cippa, il turismo non è una 
nostra risorsa, cosa ci rimane ?  Abbiamo però la città + bella del
circondario,riferimento per tantissimi comuni limitrofi e non solo,
abbiamo la maggior densità per Kmq della zona, alle volte porta vantaggi ma anche il contrario...Quale futuro per una città di
queste dimensioni e con queste caratteristiche ? Non lo so, come
tutti ,ho un po paura, le decisioni che si prendono in Comune, sono
quasi tutte di carattere fiscale, mancano risorse, non c'è nulla su cui investire,se non palliativi per navigare a vista...La gente si lamenta
ed ha ragione,,paga le tasse ed ha ragione di lamentarsi, però, cari
amici, non sarà un sindaco superman a farci vivere meglio, se poi
non è nemmeno superman, le difficoltà aumentano, per tutti.
Vorrei per questo 2014, anno in cui celebreremo il 90° anniversario
di Legnano città (15 agosto 1924), che tutti i cittadini proponessero
un'iniziativa,un'idea, per poter sperare di 'ripartire alla grande'
o quantomeno, volando bassi, di riuscire a non peggiorare ulteriormente la situazione. Difficile fare promesse in questa
situazione, si possono fare tentativi, quello si, il passato recente
non è ancora nel dimenticatoio, il futuro, mi sembra avvolto da una fitta nebbia, vi ricordate i nebbioni di tanti anni fa ?? Ecco.

venerdì 17 gennaio 2014

DITEMI CHE è UNO SCHERZO

Ho trovato questa cosa qua sul sito di Eugenio Benetazzo...Sono rimasto allibito: è possibile che ci sia

una lobby cosi potente nel mondo da poter pensare di mettere in atto programmi simili ?? Ma noi cosa stiamo lottando a fare ?






Quelli del Think Tank 11.1.14


Tratto dai meeting minutes di Campbell Minsk & Associates, think tank indipendente finanziato da filantropi statunitensi. Testo recuperato e interpretato da [… omississ ...]. Onorati Colleghi, ci ritroviamo anche quest'anno per definire le principali linee di azione e di pressione nei confronti delle più influenti lobby dei paesi industriali e delle nuove economie emergenti. Prima di passare la parola al primo dei nostri guest speaker il quale ci relazionerà sui main events di natura politica ed economica di maggior rilievo che si verificheranno durante quest'anno analizzando i possibili scenari ed impatti che questi ultimi potrebbero avere sulle attività economiche e finanziarie dei nostri Clienti, Noi del Board vogliamo focalizzare la nostra attenzione sull'importanza delle prossime elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo che si terranno alla fine del mese di Maggio. A riguardo sono costantemente visti in crescendo sia in termini di consenso che di visibilità numerosi partiti euroscettici. Questo fenomeno sembra essere trasversale in tutti gli stati europei, si va dalla Francia alla Finlandia, persino la Germania ha una forza politica a Noi avversa che si è attestata, per nostra fortuna, appena sotto la soglia del 5% alle passate elezioni.

Vogliamo spronarvi ad utilizzare tutta la vostra influenza ed ingerenza nei confronti dei vari canali mediatici in Europa per sminuire e ridimensionare sul nascere questa preoccupante forma di protesta e contrasto politico. Di contiguo a Noi anche alcune autorità sovranazionali ci hanno evidenziato i rischi sempre più oggettivi che si delineano all'orizzonte, nonostante i proclami istituzionali di tenore opposto. Vi ricordiamo, Onorati Colleghi, che i nostri Clienti e Sponsor non si possono permettere un esito elettorale controproducente, rischiando a quel punto di mandare in fumo il lavoro di quasi due decenni di pressing politico. Ritorneremo su questo comunque durante lo speech di Sir [… omississ ...] che ci aiuterà a definire le varie criticità sistemiche del momento con un maggior grado di approfondimento. Tornando a Noi, ricordiamo come si stanno dimostrando molto efficaci le strategie che abbiamo intrapreso ormai da anni per disinnescare la bomba demografica che grava su questo pianeta, tema molto caro ai nostri principali finanziatori. L'opera di destabilizzazione e controllo della società moderna attraverso il ricorso a modelli di vita incentrati sulla conflittualità ed ambiguità sessuale deve per questo essere amplificata ulteriormente.

Soprattutto continuiamo a stimolare i mass media e le varie forze sociali affinchè focalizzino la loro attenzione sull'importanza dicotomica del sessualmente diverso, unitamente ad una maggior propulsione alla emancipazione economica della donna. Solo percorrendo questa strada possiamo diminuire i tassi di natalità nella popolazione umana. In tal senso i nostri finanziatori stanno assistendo con soddisfazione ad un calo della natalità proprio nei paesi asiatici, segno questo che il plagio della globalizzazione nelle giovani generazioni si sta rendendo più efficace del previsto. Di questo passo in Asia si invecchierà molto più in fretta che in Europa o negli States. Per questa ragione dovete incoraggiare anche i governi dei paesi di frontiera ad abbracciare la stessa dinamica favorendo i fenomeni di delocalizzazione industriale e di nuova penetrazione colonialista in modo tale da poter ottenere entro un decennio lo stesso tipo di risultato. Sempre per lo stesso motivo dobbiamo incentivare il più possibile i flussi di immigrazione verso le principali vie di ingresso nei confronti dei paesi industrializzati i quali possono essere più facilmente indeboliti dal contatto osmotico con culture non autoctone.

Sul fronte sociale si dovranno utilizzare tutte le risorse disponibili soprattutto grazie alle vostre entrature mediatiche affinchè si acceleri la diffusione delle modalità e degli strumenti di fruizione delle nuove tecnologie digitali che consentono a livello virtuale la condivisione delle proprie esperienze tra gli individui stessi congiuntamente al tracking delle interazioni e transazioni economiche di ogni persona. Dobbiamo cercare di rendere operativi sul mercato a livello retail i principali players entro due anni, in modo da avere il picco di massima diffusione entro il 2020. Questo ci consentirebbe di indebolire ancor di più quella nomenclatura collegata agli ideali cristiani,permettendoci di contrastare le istituzioni religiose che recentemente hanno tentato un recupero della loro credibilità e visibilità modificando internamente la propria leadership. Ricordiamoci, Onorati Colleghi, l'obiettivo finale che si prefiggono i nostri Sponsors: la creazione di una grande società globale con individui destabilizzati, privi di valori morali e di riferimenti culturali, ancorati esclusivamente a futili bisogni materiali grazie al plagio dei mass media che impongono di volta in volta mode, costumi e stili di vita pianificati e concepiti a tavolino per il controllo sistematico delle masse.

mercoledì 15 gennaio 2014

LO DICO O NON LO DICO ?

Ognuno da le proprie interpretazioni,ho appena letto un bell'articolo
di Scanzi,  http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/01/14/reato-di-clandestinita-la-scelta-di-sinistra-del-popolo-m5s/842381/
giornalista che ho apprezzato già anni fa quando scrisse:
"Ve lo do io Beppe Grillo"...
Nel mio piccolo,nel mio infinitamente piccolo, potrei raccontare
centinaia di righe sulle sensazioni vissute in questi anni, che li voglio inquadrare tra i primi MU reali del 223 (Castellanza-Busto-Legnano) fino ai giorni nostri.
                                            PREMESSA
Devo necessariamente fare una premessa, prima di partire, perchè
altrimenti potrebbe sembrare la solita critica vigliacca di quello
che sputa nel piatto dove mangia (sapendo poi che qui da mangiare
non c'è proprio nulla). Se ho aderito con entusiasmo dapprima alle
idee promulgate da Beppe Grillo,successivamente al M5S, è perchè
credo (ingenuamente) si possa creare una  società  migliore,
dove il rispetto per le persone e per l'ambiente, vengano messi 
sempre in primo piano, QUINDI è fantastica l'idea di scardinare e
annientare i partiti come sovrastrutture fatiscenti ed obsolete.
Fantastico è anche denunciare le vergogne del nostro tempo,che
sono poi vergogne che durano da decenni e pare non si riesca proprio a debellarle. Bella l'idea di trovare un 'metodo nuovo'
per ripartire,eliminando se possibile le perpetue cariatidi che non
si scollano mai dalle poltrone del potere, insomma, se faccio delle
critiche al 'mio' M5S,non è perchè voglio o vorrei un partito a 
disposizione,ma voglio o vorrei dialogare sul futuro di un nuovo progetto che di acqua ne fa, non ha ancora rubato nulla, anzi ha
restituito, ma di problemi di condivisione ce ne sono, e non c'è da
stupirsi, siamo umani.
                             IO SONO UNO FORTUNATO
Si, credo di essere un 'ragazzo fortunato', ho cominciato a sognare
nel 2008 partecipando a Torino al V2 day, in quel 25 aprile di liberazione che ricordo minuto per minuto, ho vissuto la raccolta firme x le regionali 2010 cogliendo la prima soddisfazione elettorale,nel 2011 ho chiacchierato con Beppe nel suo camerino
prima dello spettacolo BG is back, inebriato dal profumo di quel
luogo,successivamente per la campagna elettorale a Busto A.
ho avuto altra occasione per incontrarlo,nel 2012 ho avuto l'onore
di essere stato scelto per fare il candidato sindaco e sono stato eletto come consigliere, e poco dopo,dall'estate di quell'anno, dopo
l'incontro balneare di Bibbona e dopo alcuni 'eventi' che non ho
gradito,sono cominciate a scricchiolare le mie certezze,culminate
nella conferenza stampa di fine giugno 2013 per annunciare le
mie dimissioni e per 'denunciare' il mio 'malessere'...
Poi arrivò la telefonata che 'salva la vita', sempre lui, il Beppe,
il quale mi convince a desistere dai pensieri 'globali', mi invita a
continuare il mio lavoro, se me la sento, mi racconta che tra poco
sarà vera rivoluzione...
Siamo nel 2014, il mio entusiasmo è ai minimi storici, alcuni amici
attivisti non sono soddisfatti del mio operato e mi chiedono di
essere sostituito,altri mi dicono di continuare, è il bello della democrazia,è il bello di essere esseri... Non me la sento più di fare
il 'grillino' che manda affanculo tutto il mondo,non me la sento più
di fare critiche a basta,vorrei  creare una forza propositiva VERA,
non credo più alla genuinità di Beppe, finchè il vero padrone e
ideologo del M5S rimarrà G.Casaleggio,perchè bisogna anche farlo capire che un Movimento che si dichiara democratico,contro
l'organizzazione,contro il sistema,non può rimanere in mano ad un
web marketing, ad un blog dove nessuno conosce chi è lo 'staff',
dove l'ideatore,non sta con noi che ci mettiamo la faccia,il tempo
e i denari per inventarci qualcosa, LUI ama fare l'eminenza invisibile, utilizzando i suoi 'yes man', in nome del 'bene del MoVimento', in cambio un pò di notorietà,un posto in parlamento
o in regione o anche (e non è poco come esperienza) un posto in
consiglio comunale. (voi intanto dedicatevi notte e giorno ai problemi dei vostri concittadini,non pensate ai soldi che sono lo sterco del demonio, e ascoltate me che ho l'idea fantastica per farvi uscire da questa poltiglia marrone).
                                              QUINDI
Quindi a me è venuto questo dubbio: Beppe, fa la parte a pagamento ? Quanti 'attivisti' conoscono l'influenza che ha il capo
su tutto il M5S ? La rete che noi abbiamo benedetto come la panacea x il futuro cosa ci ha dato di nuovo ??  E perchè tagliare
fuori dalla rivoluzione chi non usa la rete ?? questo non è un nuovo tipo di 'razzismo' ? Quasi nove milioni di elettori a febbraio 2013
mica sono tutti internauti e se non si arriva a 100mila iscritti
sul 'blog', bibbia x le nostre menti, qualcosa di strano c'è, non credete ? Quando ascolto i nostri 'cittadini' alle camere proclamare
dei bellissimi discorsi,spesso e volentieri mi viene il 'magone',
sono veramente emozionanti,ma mi chiedo,quanto valgano quei
fiumi di parole,quando il Paese ha bisogno IMMEDIATAMENTE
delle nostre idee. Oggi ben 20 minuti ha dedicato Casaleggio per
spiegare i perchè della non partecipazione alle regionali sarde...
Perbacco,a vaccata fatta, venti minuti danno l'idea dell'importanza
di questa consultazione... Non mi piace esaltare le falsità di chi chiede trasparenza per le cazzate come gli scontrini da 2 euro...
Ma a nessuno di voi è saltato in mente di chiedere al buon capoccia
quanti soldi guadagna con il blog ? In fondo,non è per far polemica,
ma se Uno vale Uno in nome della trasparenza,il capo deve per 
primo dare il buon esempio. Nei MU e su fb un sacco di attivisti
rompono letteralmente i coglioni sulle spese 'dei romani' ma nessuno si preoccupa di verificare cosa combina il capo ??
Il capo che butta fuori la gente,il capo che scrive i comunicati politici,il capo che non rendiconta una mazza, il capo che non sta
tra la gente,nemmeno quando convoca un Vday e rimane la dietro
ad osservare il 'suo popolo'...Questo capo,non mi piace,non piace
a molti,altri lo accettano,altri ancora ignorano della sua esistenza.
Ma noi siamo 'grillini', il megafono è stato consegnato a lui..Ho detto qualche cosa di non vero ?  Quanti di voi hanno condiviso
il programma nazionale ed europeo fatto 'a punti'  per semplificarne
la comprensione ? (condiviso inteso per votato, tutti i punti o quasi erano certamente condivisibili) .Eravamo MU,poi liste civiche,
poi potevamo allearci con altre liste civiche,poi no, il non statuto,
una volta vale,altre no,un po come i bambini col pallone di loro
proprietà...Uffa,quante cose dimentico,ma il post non può diventare
ulteriormente prolisso...Ho messo un sacco di braciole al fuoco,
fatto delle critiche per aprire un dibattito senza tabù, perchè le idee
si possono anche discutere non solo condividere e/o introiettare a piè di lista...Faccio il tifo per tutti i ragazzi e ragazze che lottano
come me per avere un Vero Movimento dei cittadini e non della 
Casaleggio Associati di Milano, dai Gianroberto, cosa abbiamo di cosi brutto per non mischiarti con noi inutili cittadini ?? Non dico
coi grezzi elettori del PD, dico con noi,coi tuoi elettori,coi tuoi consiglieri, e non solo quelli che frequentano frequentemente gli
uffici del centro....capisciammè...
Diventeremo più forti anche senza un capo,ma non doveva essere cosi ??

domenica 12 gennaio 2014

L' OTTIMISMO ESISTE ?


Quando ho iniziato a raccogliere le prime firme per le regionali 2010 lombarde, mi sentivo un uomo felice, pur soffrendo un freddo glaciale, ho vissuto la successiva esperienza di rappresentante di lista, come una magia, e raccogliendo il 3,3% a Legnano, ho pensato che il ns futuro sarebbe sicuramente diventato roseo. Poi sono nati i primi dissidi interni al gruppo, i sentori li avevo già da tempo, leggendo qua e la i post spesso demenziali e litigiosi visti sui vari MU, poi, vuoi il buon senso, vuoi l'ingenuità di chi non ha mai conosciuto la politica da vicino ci ha portato all'anno successivo con un incontro a teatro con Beppe che mi/ci ha dato molta linfa...  A quell'epoca si parlava ancora solamente di liste civiche, le politiche potevano essere domande dei più 'avanti', noi qui a Legnano avevamo un obiettivo: scalzare un'amministrazione di centrodestra che si era 'innamorata troppo del palazzo'... Il 2011 ha dato comunque un'altra botta di vita, in alcuni comuni si era già arrivati al 15%,e non per caso. Poi è arrivato il nostro turno, l'appuntamento 2012 assieme ad altri 100 comuni... Successone, sono arrivati anche i primi sindaci, la crisi nazionale è cresciuta in maniera esponenziale,ed il MoVimento è divenuta l'unica speranza per il cambiamento. A seguire a fine 2012 l'apoteosi siciliana e nel 2013 la conquista del 25% alle politiche. Fin qui tutto bene,ridendo e scherzando,nessuno è riuscito in cosi poco tempo a fare quanto ha fatto il MoVimento. Una cosa sola non è cambiata dal  4 ottobre 2009 ad oggi: il progetto ideato dall' eminenza grigia e divulgato a lettere cubitali da Beppe è rimasto saldamente nelle mani e nella mente di uno solo e questo ha scontentato molti, è stata la prima illusione mancata. Certo, siamo entrati nei comuni, nelle regioni e nei due rami del parlamento, abbiamo tutto il sistema 'contro' perchè  'rompiamo le balle', ma il progetto futuro in sè fa acqua da tutte le parti, perchè non vi è organizzazione, perchè sui temi forti non ci si confronta sapendo che il confronto porterà a disgregazioni, perchè quando comanda uno è meglio, sappiamo che la democrazia pura è inapplicabile. Ma la riflessione carica di ottimismo è quella della foto che apre questo post: la mafia, i poteri forti, cioè tutta quella gente che decide per noi, che rapporto ha con noi gente normale ?? Non mi faccio troppe illusioni per il futuro, questa crisi creata ad hoc è la testimonianza: non faremo alcuna rivoluzione con il M5S, porteremo una ventata di onestà, uno spruzzo di nuove illusioni, ma per la gente 'normale' cambierà poco e niente. Politicamente non abbiamo peso perchè rappresentiamo un simbolo e non dei Valori, e il 'trucco' sta per affiorare a molti...Non ci si improvvisa 'politici' in parlamento se crediamo alla democrazia parlamentare, non ci si improvvisa nemmeno consiglieri comunali, ma su quello, tutto si può perdonare, devi rispondere direttamente ai tuoi concittadini tutti i giorni e non ti puoi nascondere dietro ad un dito (poi diciamolo : i consigli comunali  contano zero virgola, nei confronti del normale cittadino). Credo allora all'ammortizzatore di rabbia che sostituisce la violenza urbana, credo che il nostro popolo sia adatto x questa cosa, penso che senza una strategia condivisa le guerre non si vincano, e questa è una 'guerra diversa', ma  sempre di guerra si tratta. Apprezzo la buona volontà dei nostri ragazzi a Roma, un pò meno la strategia che li ha portati quasi da subito a farsi definire 'talebani' e 'dissidenti', a che serve questa strategia ?? Accusiamo il PD di avere 10 correnti e noi corriamo sparigliati sulle decisioni importanti ?? Il 2014 sarà un altro banco di prova, Beppe col discorso di fine anno ha già pensato di mettere le mani avanti, facendo palesemente la sua personalissima campagna elettorale. I poteri forti che noi combattiamo ci lasceranno un varco ? Non ci credo, la storia ci ha sempre dimostrato che le parole scritte da Paolo Borsellino sono tristemente vere e sempre attuali. Allora andiamo avanti con ottimismo, lo stesso ottimismo che ci diede l'omino di Arcore dopo tangentopoli, a pensarci bene, viene quasi la nostalgia dei 'bei tempi' di Andreotti e del 'pentapartito'. Quando ci chiamano 'pentastellati' mi viene in mente sta cosa,con la differenza che la, almeno 5 partiti con 5 idee diverse c'erano. Sono curioso di vedere cosa succederà a maggio, dalla promozione di Sonia Alfano e De Magistris è passata molta acqua sotto i ponti, mi aspetto, qualche buona idea, partendo da delle candidature 'accettabili', dopodichè, almeno per l'Europa, potremo scegliere chi mandare a lottare contro i pescecani...
OTTIMISMO, hop, hop..OTTIMISMO !!!

sabato 11 gennaio 2014

NAPO ORSO CAPO,L'EX COMICO E...BALASSO







Se avete 50 minuti di tempo,godetevi questa panoramica:
il vecchio presidente che dal Quirinale finge di soffrire,
(dai non prenderci più in giro...)
il Beppe che racconta un sacco di verità e che all'inizio
faceva anche ridere, ed infine un comico vero e proprio,
che, come Bertoldo, scherzando , si confessava...
Ecco: alle volte rimango confuso,del primo ho certezze, dovrebbe cioè lasciare il suo posto ad una persona giovane,requisito indispensabile per il futuro di una nazione,il secondo è 'il mio capo'
che mi ha regalato un sogno e poi questo sogno al momento
è leggermente offuscato,ed infine un comico ancora comico,
che mi fa ancora sorridere,anche lui dice un sacco di verità,facendo spettacoli a dx e manca per lo stivale...
Vedete  voi, li ho messi di proposito in questa sequenza ;
il primo fa piangere(o pena) il secondo fa denuncia e snocciola dati,
(facendo campagna elettorale) ed infine il balosso Balasso
è giusto ridere un po alla fine...





lunedì 6 gennaio 2014

VIOLENZA SARDA

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/01/04/elezioni-in-sardegna-m5s-fuori-grillo-non-concede-luso-del-simbolo/832051/


Non so quanti siano gli attivisti in Sardegna,tanti credo,abbiamo
anche Puddu sindaco e qualche consigliere comunale, 4 deputati
e due senatori....Eppure,i gruppi si dividono,fanno la lotta tra
di loro,non riescono a trovare mediazione e Casaleggio cosa fa?
Porta via il pallone e non gioca più nessuno...
Che tristezza,che delusione...E' vero,non siamo un partito
ma dovremmo rappresentare dei valori,invece il risultato
ancora una volta è che il capo decide per tutti.
Dopo il flop in Basilicata ed in Trentino,il guru di Milano
ha deciso che è meglio non far figure in Sardegna,meglio preservarsi
per le Europee di cui a 5 mesi dalle consultazioni,conosciamo
solo 7 punti,come 7 sono i soli e 7 le lune...
Un attivista mi ha chiesto questa mattina il numero di telefono
di Beppe per una preghiera in ginocchio,gliel'ho dato dicendo:
"sarà tutto inutile,non è Beppe che decide,ma se vuoi giocarti questa carta ,fallo pure".
Il 2014 inizia male,forse finirà peggio,certo che noi,
imparare qualcosa di nuovo...
Grazie ancora Gianroberto Casaleggio, sei un mito.

giovedì 2 gennaio 2014

IL PRIMO POST DELL'ANNO


E cosi,è arrivato anche l'anno 2014. Nulla di nuovo: il vecchio,
vetusto e illegittimo pres,ha salutato tutti a reti unificate,palesando
l'ottimismo di UNIEURO, centinaia di aziende hanno chiuso i
battenti con la fine del 2013, ma non c'è da preoccuparsi,va tutto 
bene. Il panorama è quello del navigare a vista e tirare a campare.
A Legnano ??
Tutto ok,a parte che non si vende più una casa,a parte i 100 milioni mancanti di Amga,a parte gli scherzi del destino sulle nuove tasse
che si affacciano all'orizzonte,a parte l'euro il vero affare del
terzo millennio,diciamo tutto bene...Stamattina mi son recato negli
uffici al terzo piano per sapere qualcosina di più sulla vecchia 
chiesetta del vecchio oratorio di Legnanello,ed oltre al pasticcio
burocratico,ho scoperto che c'è pure una bozza di investimento
per trasformare quel luogo in 'archivio comunale'.
Chiedo alla giunta di fare pressione alla soprintendenza per sospendere il vincolo esistente su quel capannoncino di 200 mq
in mattoni,senza alcun valore artistico (se ce ne fosse stato anche uno affettivo, la parrocchia avrebbe dovuto tenerselo stretto quel luogo). Se la chiesetta rimane chiesetta è una cosa,se dobbiamo spendere 600-700mila euro per trasformarla in archivio comunale,lasciamo perdere,attendiamo la nuova biblioteca di via Rossini,luogo più consono e logico per un lavoro di quel genere.
Non mandatemi a cagare, a Legnano sono state cancellate decine
di opere architettoniche d'arte pura, se ora dobbiamo accontentarci
di una chiesetta di oratorio per fare le barricate,siamo alla frutta.
Nel 74,nessuno ha pianto per la chiesetta dell'oratorio di san Domenico,nessuno si è strappato le vesti per l'abbattimento del
più antico 'Dio ti Vede',ora, quella chiesetta, li non ha + senso di esistere in quel contesto. E' stata fatta fuori anche la casa Giacobbe
per lasciar spazio ad un nuovo condominio, l'arte è una cosa, il
puntiglio di certi uffici è ben altro.