Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

domenica 29 settembre 2013

EPPURE E' STATA UNA SERATA PIENA DI SPUNTI


Giovedi sera abbiamo organizzato una serata al Leone da Perego
per parlare dei vissuti degli ultimi 70 anni del castello di Legnano,
quel castello che castello non lo è mai stato,ma il suo aspetto
ce lo ricorda e ci piace chiamarlo castello con il suo torrione,
i suoi buchi del ponte levatoio,le sue torri circolari e semicircolari.
Mario Villa,li dentro ci è nato e ci è vissuto fino a quando nel
1978 sua madre se n'è andata da li,2 anni prima,suo padre era
trapassato dopo aver trascorso dal 1938 una vita come contadino
in quel luogo.Si dal 38 al 78,quarant'anni di terre da coltivare,
di mucche da mungere,di vita agreste in una periferia poi
inglobata con un borgo divenuto città.

Nel 1931 il grande Guido Sutermeister,avrebbe voluto vederlo
cosi il prospetto del maniero,ma poi mori nel '64 senza la
soddisfazione di vederlo realizzato,il castello insomma,non
si trasformò in CASTELLO come si intende generalmente,
diventò una fattoria anzi,e dopo la fattoria,venne abbandonato
e violentato e saccheggiato per quasi 20 anni,durante l'epoca 78
93 circa e nella serata,più di 60 foto sono state proiettate per testimoniare lo stato di abbandono di quel luogo in quegli anni
dove si doveva decidere che pesci prendere.Il Villa ha ricordato
la vita di quel luogo con 10 famiglie di lavoratori della terra,
dei disagi invernali e dell'Olona che riempiva il fossato d'acqua putrida,ma alla fine ha anche chiesto a nome di tutti i cittadini legnanesi,di ripristinare il vecchio portone di rovere giacente in qualche magazzino comunale,di rimettere una campanella nel suo luogo a fianco alla chiesetta di San Giorgio e di rimettere nella nicchia del cortile quel figuro giacente negli scantinati di
palazzo Malinverni,cosi da riportare un filo di storia in quel luogo
ora recuperato per eventi,feste ,mostre,convegni ecc,ecc



Chi non c'era,ha perso una bella serata,di notizie e di emozioni,
spero qualche giornale riporti almeno per sommi capi quanto
si è raccontato,poichè non si è detto solo di emozioni vissute,ma
si sono date anche notizie fresche sui prossimi lavori da
effettuarsi in loco sui ponti d'accesso per esempio e sulla prospettiva di allargare la skyline verso viale Toselli per dare
ancora più dignità ad un luogo che da 800 anni e più è li a far da testimone di trasformazioni di ogni genere,e chissà quanti segreti
potrebbe raccontarci,ma non lo fa perchè gli manca la favella.






sabato 28 settembre 2013

PICCOLI AMICI,GRANDE FUTURO


Questi sono i ragazzi lilla del 2005,8 anni,oggi hanno vinto un torneo,vincere è bello,ma l'importante è partecipare,se non 
partecipi,di certo non vinci,ma non serve partecipare per vincere
per forza,si lotta, si corre, e con un pizzico di bravura e un filo
di fortuna, chi infila più palloni in rete in genere vince...
I bambini con qualsiasi casacca sono splendidi per il coraggio ed
il vigore con cui lottano in campo,quelli di questa età poi,gestiscono
le partite senza arbitri,si spingono e si scalciano senza fare le
signorine fino a che c'è tempo da giocare...Fantastici questi campioncini...Mi domando però,come possano sopportare la
maggior parte dei loro allenatori,dei piccoli Mourinho che sbraitano
per l'intero incontro,convinti di stimolare i loro atleti,spesso usano
gesti di stizza per sottolineare gli errori,dimenticando che chi corre
in campo avrebbe bisogno di essere stimolato a fare meglio e non
ad essere frustrato per un passaggio sbagliato o per un gol
mangiato...Odio quelli che urlano in generale,nello sport direi
addirittura insopportabili,ma sarà un mio difetto,visto che si usa
in ogni sport urlare dalle panchine,i più bravi usano anche epiteti
e singolari infamie,ma quelli sono casi limite...
Poi ci sono gli spettacolari genitori,i quali come apprendisti ultras
vedono solo il loro piccolo dimenticandosi che il calcio è un gioco di squadra: loro sono contemporaneamente allenatori,arbitri e ultras
e spesso non vedono bei gesti tecnici,ma solo vizi e difetti di compagni e avversari e sugli spalti,basta poco,tipo due genitori
irascibili allo stesso modo,per scatenare discussioni molto edificanti
ed educative per questi 'piccoli amici' calciatori emergenti
con il difetto di avere solo 8 anni...
O raga,come siamo lontani dal capire che per ogni età ci sarebbero cose bellissime da vivere...Lo sport,il calcio,non può essere questa
cosa qui,almeno a 8 anni...Oggi ho visto la foto che vi posto qui sotto,roba di un secolo fa circa,quando questi bambini subivano il
sopruso dell'attività lavorativa in cosi tenera età...oggi le cose sono cambiate,ma guardandoli da vicino,pare non sia cambiato nulla:
adulti prepotenti,urlanti,disposti a tutto pur di schiacciare
l'avversario..Lo sport non è una guerra,è solo una metafora della vita,ricordiamocelo per noi,per i nostri figli,per i nostri nipoti...



martedì 24 settembre 2013

I FALSARI


Questa è la facciata di via xx settembre nei primi anni del 900,
c'era la Wolsit, una fabbrica costruita in stile liberty pensata
per realizzare delle autovetture,un' avanguardia,che per vicende
strane,ha trasformato la propria produzione nei cicli  Legnano,
i quali hanno avuto più fortuna, ma dal dopoguerra fino ai primi anni70 hanno trasferito la loro produzione in fondo a viale Sabotino
(nell'area dell'attuale Duplomatic) per lasciar spazio a quell'area ora denominata 'ex fonderie Tosi',costruite nel dopoguerra nell'attuale situazione che vediamo oggi nell'isolato tra le vie 20 sett/Rossini
e via Firenze dove avverrà la famosa riqualificazione entro il 2020.
Venerdi sera all'inaugurazione della presentazione del progetto
un sacco di giaccaincravattati,si bullavano del 'recupero dell'archeologia industriale del 1906'...Ma che cacchio state a di...
Qui stiamo parlando di un capannone ordinario,con pilastri fatti
in putrelle e angolari incrociati,di mattoni tirati in piedi con serramenti di nessun pregio,il tutto costruito nel dopo guerra
con destinazione Fonderie Acciaio Franco Tosi,funzionanti fino a 20 anni or sono.
Poi c'è un'altra cosa che mi fa arrabbiare: oltre che a vendere questo falso,questo palese falso,ho notato un euforia ingiustificata
dell'amministrazione e della maggioranza come fossero stati loro
i fautori di questa iniziativa.Volevo ricordare  che l'ex sindaco ed il suo vice,avevano fatto di tutto per coinvolgere Finmeccanica in qs progetto,ed entrata la nuova giunta,proprio loro
decisero di accantonare tutto,per poi ripensarci,ed oggi a sbandierare il bel progetto di riqualificazione.
Allora decidiamoci,il progetto è carino,riqualificare l'area è una
bella cosa,ma non sbandieriamo meriti che non si hanno,si crea cosi
un falso istituzionale,che a me fa venire il famoso 'fottone'...
Per finire,mi domando perchè un solo fine settimana di presentazione al pubblico dopo tutta la pubblicità sbandierata a caratteri cubitali in città,ovviamente tanti cittadini si chiedono perchè spendere 7 anni circa per cementificare l'area in cambio di una biblioteca ed un museo,si chiedono quanto costerà alla comunità questa operazione,ed io aggiungo: tra l'archeologia da salvare,non si poteva salvaguardare qualcosa di più bello??
La storia è ben altra cosa da quello che si tenta di dipingere...

sabato 21 settembre 2013

GIOVEDI 26,TUTTI AL LEONE



Oggi,uso il mio blog per chiedervi di passare parola
per partecipare a questo evento,di carattere straordinario.
A luglio, l'amministrazione comunale,inaugurò la ristrutturazione
della chiesetta di san Giorgio nel castello Visconteo,e in quella
occasione,spuntò fuori un personaggio che non raccontava
retorica,aleggiante nell'aria in maniera abbondante nel Cenobio,
ma raccontava di vita vissuta per 30 anni e più in quel castello.
fino al lontano 1977...Questo personaggio,tale Mario Villa,
è diventato oggetto delle mie curiosità,per capire come e perchè
quel castello è rimasto vittima dell'incuria per anni,dopo l'acquisto
da parte del comune nel '73,e poi,ci sono troppe domande da fare
ad una persona che ha vissuto 30 anni in un posto speciale come quello...Io e Giampi Riccardi (che curerà la regia delle immagini),
abbiamo già ascoltato decine di aneddoti interessanti,cercheremo di leggere velocemente la storia del castello secolare,ma poi,lo spettacolo,sarà ascoltare lui,Mario Villa,un legnanese doc
nato proprio li,e ci racconterà cose impensabili di cosa fosse il
castello dal dopo guerra alla fine degli anni 70.
Spegnete la TV,e venite giovedi sera alle 21 al palazzo Leone da Perego in via Gilardelli al 10,saranno 2 ore interessantissime !!!










Questa ultima chicca,datata 1931 a firma Guido Sutermeister
la dice lunga sulla visione futura del castello da parte di un
grande archeologo come lui...(e ovviamente mai realizzata).

giovedì 19 settembre 2013

AMGA, I CITTADINI DEVONO SAPERE


Ebbene, il ciclone AMGA è di nuovo in auge, l'ex sindaco Cozzi sferra sulla stampa un attacco nei confronti dell'attuale presidente e del suo cda, il neo presidente si difende, ma non racconta in effetti nulla , se non che il fatturato è sceso in picchiata, che il teleriscaldamento non è un buon affare, che la raccolta rifiuti
è in perdita o chiude al massimo alla pari, che ci sono 130 milioni
di euro di 'indebitamento' (e non chiamiamolo buco), che il direttore Pagani col suo vice Zanzottera sono stati allontanati perchè costavano 500 mila euro all'anno in due,che il progetto industriale futuro c'è, ma nessuno ancora lo sa.
Allora ,a che gioco vogliamo giocare ? Il collega Marazzini farà un'interrogazione martedi prossimo in consiglio comunale, noi che siamo più 'gente della strada', chiediamo un confronto tra i vecchi e i nuovi amministratori, per raccontarci i numeri di questa municipalizzata, i perchè devono essere chiariti alla luce del sole e col contraddittorio in diretta. Io non detto i tempi ma faccio solo una proposta sensata per mettere fine alle polemiche e far parlare i fatti. Che amga sia un calderone dove per anni si è maneggiato di tutto, lo dice la gente, ma quando si arriva a dire che ci sono 130 milioni di indebitamento, qualcuno deve giustificare tutto ciò. E' meraviglioso che il vecchio sindaco attacchi pesantemente i nuovi arrivati, ma dai nuovi arrivati vogliamo sapere tutto E SUBITO senza porte chiuse e senza inutili consigli comunali aperti, AMGA è una municipalizzata che poteva essere la gallina dalle uova d'oro (e lo è stata per anni), ma poi ?? Giusto sapere (e subito) da parte dei cittadini, quali sono le idee dei nuovi arrivati, e auspico  saltino fuori dei bei bubboni, se le cifre in ballo solo quelle dichiarate...Forza, piddini, non limitatevi a dire che la proposta del confronto pubblico sia 'bella ma...'

E' LA COSA MIGLIORE DA FARE DAVANTI A TUTTI I 
CITTADINI CONTRIBUENTI...FORZA, FUORI LA DATA
CHE STO GIA' MONTANDO IL PALCO IN PIAZZA.

domenica 15 settembre 2013

CHIODI DI GAROFANO


Sono solo 4-5 anni che mi occupo di politica attiva,prima ero
un babbeo qualunque che faceva il tifoso guidato dai mass-media,
ora mi sento un filo più libero ed ho maturato una piccola
esperienza locale nella mia città...Ho imparato a criticare e capire
l'avversario politico,ho capito che non è cosi facile amministrare
una città come la nostra,diciamo una città importante,con una storia... Ho guardato e conosciuto da vicino quelli che mi sembravano degli orchi per la loro arroganza e li ho scoperti
'normali',con le loro idee ovviamente,ma assolutamente normali.
Ho avuto alti e bassi di entusiasmo,ma con il mio gruppo,abbiamo
sempre  fatto proposte,siamo andati ad indagare,abbiamo organizzato serate,abbiamo pungolato gli attuali amministratori,
ma non abbiamo mai fatto gli 'ultras' della politica,perchè la
politica è BUON SENSO,non una bandierina da sventolare.
In questi giorni un ex consigliere,che da quando ha perso le elezioni
non si fa + vedere nelle istituzioni,ha attaccato me e Riccardo,
dicendo che siamo inutili e che abbiamo occupato 2 cadreghe
senza fare nulla.
Ecco,forse l'ex consigliere ha ragione,ma passa dalla parte del torto
chiunque si allontani e si disinteressi della vita attiva della città.
Stare sul pezzo non è facile,ma è finita l'era del pigiare il bottoncino
a comando: noi non facciamo un cazzo ma siamo li,a vigilare,ad
ascoltare i nostri concittadini,partecipiamo alla vita culturale,
sportiva e sociale,questo vuol dire non fare nulla ??
Amico che fai il finto grillino da strapazzo e che hai assistito a
disastri nazionali e cittadini (votandoli) senza battere ciglio,
abbi la decenza di posare il fiasco e di passare a bevande non
alcoliche,o semplicemente,partecipa ancora alla vita della tua
città,la prossima chance l'avrai nel 2017,ma fatti vedè...Auguri.

domenica 8 settembre 2013

DODICI ANNI FA IL DELIRIO UMANO


Si avvicina il dodicesimo anno da quella follia dell'11 settembre,
troppa gente è ancora convinta che Bin Laden abbia progettato
questa carneficina...Guardatevi questi 3 video,uno alla volta,
senza premura e con tanta attenzione,poi fatevi la vostra idea,
la mia ce l'ho già...Troverete interessante sapere che questa non
è una fiction,troverete incredibile quanto vi cambierà la vita
sapere queste cose. O forse rimarrete indifferenti,come per molte
altre cose,ma vale la pena tentarci...Quante ore occupate per
dei film,telefilm o varietà ? Questi 3 video sono regali di verità
mai raccontata dai comunicatori di massa...Buona visione.

Ricordo quel giorno,per almeno una settimana sono rimasto
sbalordito,e per un po di tempo,ho creduto alla 'versione ufficiale',
poi,qualcosa non mi tornava,anche un ignorantello come me
ha provato ad interrogarsi. La rabbia è montata forte,sapere,è
sempre meglio che ignorare...

Arrivati a questo punto,siete ancora convinti di ciò che ci hanno raccontato ?? (siete liberi di credere di aver perso tempo guardandoli)

sabato 7 settembre 2013

VI SPIEGO PERCHE' DOBBIAMO FARLO


Non abbiamo alternative,dobbiamo andare ad invadere Roma
col nostro zainetto in spalla e con un bastone in mano...Il bastone
per sorreggerci,perchè sarà lunga l'attesa per cacciarli via tutti,
mica avrete pensato di usarlo per scassare le vetrine no ??
Vanno accerchiati e cacciati con le buone,con la 'presenza' fisica,
basterebbe presidiare 1 milione di persone per volta,con turni di una settimana a testa,se non facciamo cosi,è finita,le manifestazioncine
locali rimangono delle belle iniziative folkloristiche,niente di più-
Sono però convinto che se dal blog di Grillo partisse il 'la', non
esiteremmo un attimo,senza quel 'la',nessuno si prende la briga
di dire : "armiamoci e partiamo". (e questa cosa pare ovvia).
Ma a Roma con zainetto e bastone dovrebbero arrivare anche
piddini delusi e pidiellini delusi,mica solo grillini convinti...
Ma quanto dobbiamo aspettare ancora ?
Il tempo passa e la morte si avvicina,diceva la nonna,ogni giorno
che passa invano come questi,è un giorno perso...
Dai Casaleggio,scrivi sto post dell'invasione pacifica di Roma con Zainetto e Bastone,è una soluzione che troverà milioni di seguaci,
ne sono sicuro,e da li,potrà partire la rivoluzione,160 bravi
ragazzi,li abbiamo già,si torna alle urne,si manda in pensione Napolitano il traditore europeista e forse potrò anche trapassare 
felice...quando sarò trapassato però,non iniziate a fare cazzate !
Buona rivoluzione,l'autunno si avvicina a grandi passi.

domenica 1 settembre 2013

PASSEGGIANDO IN BICICLETTA


E' il primo di settembre,il meteo ci dice che è ancora piena estate,
cosa c'è di meglio di una passeggiata in bicicletta per le vie della città ? Legnano è lunga da girare,160 Km di vie nei suoi 18 kmq
scarsi...Avrò passeggiato pedalando per una 20ina,un paio d'ore spese bene. Ovviamente ho incontrato la sciura Maria,anch'essa
in bici,che mi ha fatto notare come sono conciate e pericolose
le vie cittadine,e,mio malgrado,ho dovuto giustificare le scelte di
bilancio,è vergognoso dirlo,ma è cosi...E' bello scoprire angoli remoti della propria città,o passare in luoghi conosciutissimi,ma a
velocità ridotta: allora scopri,che ci sono centinaia di CADITOIE,
(quei chiusini ai bordi delle strade per far scorrere le acque piovane) intasate e inutilizzabili,per questo,ci dovrebbe pensare
Amiacque, che dalle nostre bollette,trattiene il costo dell'acqua
consumata e anche quello delle acque reflue...Mi sono girato il perimetro del campo di softball 'Cesare Battisti',anche li,una bella
pulizia non guasterebbe prima della fase 'disinfestazione'...Da via della Pace dove gli orti sono rigogliosi e socialmente frequentati,
mi sono portato al famoso parchetto di via Ponchielli,quello che
il comune vorrebbe dare in affido a privati per iniziative pubbliche e non...Chiuso,ma ancora in ordine,in attesa del proprio futuro...Poi
ville,palazzi,condomini di varia specie,belli,brutti,curiosi,originali...
Apprezzo coloro che hanno voglia e coraggio di coltivare un fazzoletto di terra nella propria abitazione,mi sono anche soffermato sul ponte di via Gabinella ad osservare l'Olona: semivuota,ma pulita,3 anatre,e molti pesci,non saprei di che tipo,
pescioloni lunghi almeno 30 centimetri che allegramente
gironzolavano. Poi la tristezza di altre attività chiuse un pò ovunque,dai negozi con le nuove scritte 'affittasi' o 'vendesi',alle
insegne di Crespi gomme scomparse sul Sabotino...I nostri 
tabelloni elettorali ancora li ad attendere nuove elezioni e molto
silenzio,si di domenica si gira bene in bici a Legnano,tanti angoli
silenziosi e affascinanti,vedrete che bello il 15 quando si chiuderà
il centro per tutta la domenica,sentirete che silenzio magico...
Buon futuro a tutti,passeggiando in bicicletta,si scopre sempre qualcosa di nuovo,si guarda la città con occhi 'diversi'...