Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

mercoledì 29 maggio 2013

una volta si diceva : LE BALLE DI FRA' GIULIO


Lunedi sera scrissi: 'italiani,che popolo di merda'...tradotto: 'ma come è possibile dopo la presa per i fondelli delle recenti politiche,
votare ancora per sta gente'? Poi ho guardato le percentuali,molte ad 1 sola cifra,sembrava di essere tornati al 2011 nei 199 comuni
dove abbiamo gareggiato. A fine febbraio 8 milioni e mezzo di
italiani,hanno detto BASTA alla vecchia politica di questo finto
bipolarismo,a maggio,un campione ben + modesto ha dimezzato
i suoi tifosi,mentre il m5s porta per la prima volta un qualcosa
come 200 nuovi consiglieri nei comuni. Tutto questo,con l'ostilità
di tv e giornali,che in questi 3 mesi hanno ricamato il nulla sul
nostro nulla,perchè noi non siamo i salvatori della patria,ma nemmeno il PROBLEMA...Quindi,di pancia,possiamo dire che siamo 'delusi',ma guardando i numeri,cari miei,la situazione è
completamente diversa,piaccia o non piaccia a chi ritiene il contrario. Vero,chi sostiene che al ballottaggio ci sono quelli del pd e del pdl e non il m5s,hanno tutto il diritto di affermare questa
verità,ma anche qui ,vi ricordo,c'è la stessa differenza tra un politico ed uno statista: il politico guarda l'immediato,lo statista
ha gli occhi per il futuro,e non capire che hai dimezzato i consensi,
significa chiudere gli occhi ad un' analisi approfondita.
A febbraio,presero il 25% anche comuni senza una nostra lista civica,ora ,in questo test a campione,anche i migliori sono rimasti
delusi,come a Brescia per esempio,dove Vito Crimi si bullava
di avere un super gruppo in città,super organizzato e pieno di attivisti...Tante cose bisogna imparare tutti,anche ad essere umili
per esempio,poi,forse,nemmeno essere umili basterà,questa crisi
spariglia molto le carte e i media,sono maestri per confonderci le
idee,,,Più che maestri,direi professori,e le balle di frà Giulio,diventano verità incontrovertibili...

2 commenti:

  1. il dato più allarmante è l'astensionismo.
    a febbraio sotto la neve si era arrivati al 75%

    credo ci sia ostilità di tv e giornali,
    che da una parte hanno ricamato sul nulla del movimento
    e dall'altra hanno messo in evidenza ogni sua deficienza (nel senso latino del termine).

    credo la gente sappia che non siamo il problema,
    probabilmente pensava fossimo la soluzione e
    probabilmente i risultati si vedranno a lungo termine.
    credo però che la gente si sia stufata e non aspetta più
    e questa situazione spariglia molto le carte.

    da una parte dici "capire che hai dimezzato i consensi significa chiudere gli occhi ad un'analisi profonda"
    dall'altra "siamo delusi, ma guardando i numeri, cari miei, la situazione è completamente diversa"

    nella tua analisi prendi in considerazione le frequenze assolute e non quelle relative

    dal 2008 son passati 5 anni ed il movimento è una realtà ben diversa.
    il movimento, quasi sicuramente, si sarà presentato in più comuni rispetto al 2008. stai giocando con i numeri.
    in base alla tua riflessione la "lista di edcorporation" che nel 2008 non si era presentata,
    si fosse presentata nel 2013 avrebbe sicuramente ottenuto 1 voto
    e rispetto al 2008 sarebbe stato un successone
    con una crescita che è addirittura impossibile misurare in percentuale!

    a febbraio si contavano 8.000.000 di elettori!
    se si escludono i voti esteri, il primo partito in italia.
    è stata una delusione,
    e spero che anche il movimento rifletta e faccia un'analisi profonda
    non parlo di inciucio,
    ma democrazia, trasparenza, diaria, crescita, etc...

    la gente è stufa.
    spera nel cambiamento
    ma lo vede difficile
    e vede che il movimento non ha la forza
    e probabilmente anche la preparazione per
    scontrarsi con politici di vecchia data con una spanna di pelo sullo stomaco
    e preferisce stare a casa e non votare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. correggo: "non capire che hai dimezzato i consensi...

      Elimina