Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

giovedì 27 dicembre 2012

IL CIALTRONE DI LEGNANO



Ho aperto google immagini, cercando il mio volto alla voce 'cialtroni', niente da fare, nelle prime 15 pagine nessun volto che
assomigliasse al mio, anzi nelle prime, mi son ritrovato Beppe Grillo più volte (verificate con la vs tastiera).Allora non è vero che sono un cialtrone, un dissidente,una testa calda... E pensare che girando su fb questo termine l'ho visto diverse volte rivolto a Noi di Legnano, perchè forse siamo stati un pò più bravini di altri alle ultime amministrative, forse perchè a noi i salamelecchi piacciono poco, e ci piace dire e discutere tutto. Nel caso + personale,so di stare sulle balle a molti perchè ho quella brutta abitudine di dire quello che penso, ma non perchè sono + intelligente di altri, ma  semplicemente perchè sono me stesso e voglio rimanere me stesso, anche nel Movimento 5 stelle. Nessuno annienterà la mia autonomia di pensiero, nessuno mi potrà dire che questo o quello non si può dire, sono un portavoce  con una dignità da difendere, e se mi devo sentire incollato l'appellativo 'grillino', permettetemi anche, qualche volta di scollarmi dal pensiero unico del capo. Le regole si rispettano, ma si devono rispettare anche gli umori e le debolezze umane,senza prevaricare nessuno,non lo posso fare io con il mio gruppo, non lo può fare nemmeno Grillo col suo di gruppo,chiaro il concetto ?? Il Garante è una cosa, il privilegiato un'altra, se il Movimento è un'idea e non le persone, il Movimento non è nemmeno Grillo anche se è proprietario del marchio, ce l'ha insegnato lui, altrimenti è un conflitto di interessi. Posso dirlo che sono deluso dall'organizzazione di queste regionali e queste nazionali ? Posso dire che a Legnano tutto bene perchè ci si trova  tutte le settimane a discutere mentre per il resto non ci ha cagato nessuno ?? Posso dire che ho trovato vergognoso l'atteggiamento di alcuni amici sapientoni a 5 stelle a cui è bastata una mail fatta male per vedermi 'radiato' dalle 'loro cerchie', ma al di la di quello, posso dire di non aver votato una beata fava, nè di programma , nè di metodi, nè di niente di niente ?? Essere delusi da questo vuol dire essere cialtroni o per forza 'fuori dalle balle'? Se il dialogo e la partecipazione sono i pilastri della famosa 'democrazia dal basso' noi siamo fermi al basso, in attesa di una forma di democrazia. Sia ben chiaro,questa è la mia opinione personale, scritta sul mio blog a beneficio di amici e nemici del mio pensiero, in politica bisogna combattere e se qualcuno cerca in me uno yes man, ha proprio sbagliato a capire...Buon anno a tutti quelli che si entusiasmano come me, lottano, piangono, si incazzano, guardando
al futuro con una certa speranza, ma buon anno anche a chi è appena arrivato o è arrivato da poco e crede che questa sia un isola felice... SIAMO IN GUERRA il libro presentato in primavera dai
nostri leader, ecco diciamola tutta anche tra di noi, l'Eden è un'altra
cosa, non si annullano i pensieri con un simbolo o una bandiera, rivoglio il Movimento dell'entusiasmo e con l'ottimismo si può ancora fare....


2 commenti:

  1. P.S.
    con questo post,scalo le classifiche sulla pagina immagini di google...risulto ora a pagina 6...

    RispondiElimina
  2. Ciao Daniele, ma a cosa servono le tue dimissioni? Credi veramente che contribuiranno al miglioramento del M5S? Condivido le tue perplessità, soprattutto quelle a riguardo della mancanza di una strategia delle alleanze per una forza che non è maggioranza e sulla necessità di convocare un congresso, un'assemblea o qualcosa del genere. Ma se tutti quelli che appartengono ad un gruppo (famiglia, associazione, partito o movimento che sia)quando hanno dei problemi non cercano con forza di risolverli dall'interno, ma preferiscono andare sui media a fare il "gesto provocatorio" finisce, come minimo, nel caos. Non potevi avviare, ad esempio, una raccolta di consensi tra chi la pensa come te e presentarla a Grillo e Casaleggio per obbligarli a discutere queste cose?

    RispondiElimina