Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

domenica 9 settembre 2012

FAVIA O NON FAVIA...

Il 5 settembre,tornato dalle vacanze,un pò stordito,mi sono deciso:
'aspetto l'11 e dico la mia sul MoVimento'...Nell'aria c'era qualcosa
di cupo,anche in me...l'incontro avuto con Beppe al mare,mi ha
dapprima dato una gioia,il giorno dopo mi ha inquietato,mi ha
raccontato delle bugie su banalità(vai a Brescia ?-No...La sera dopo
lo vedo la in streaming...E Vito come sta?- mah,io non è che lo vedo tutti i giorni...e dopo 24 ore era la...) e soprattutto non ha voluto
rispondermi a delle domande secondo lui nemmeno da pronunciare
per un consigliere a 5 stelle,cercando di parlare solo lui in maniera
da non dare spazio ad alcun contraddittorio...Ma il problema,non
è nemmeno li,se vogliamo,facciamolo partire dall'epurazione dei
ragazzi ferraresi,i quali volevano organizzarsi per 'essere gruppo di proposta per le nazionali'. All'epoca ho pensato:'certo che questi lo sanno che dall'alto non amano qs tipo di incontri(vedi Roma-cozza day) perchè lo fanno ?' Poi col tempo ho capito che hanno ragione,
le politiche nazionali vanno discusse,e noi attivisti che ci mettiamo
corpo-tempo-anima dobbiamo partecipare alle decisioni col nostro
voto( è cosi che uno vale uno).Invece nulla,si epura,si approfitta
del momento tecnico delle amministrative,si fa passare l'estate e a 
7 mesi dal voto siamo ancora qui a chiederci con che metodo
sceglieremo i candidati,chi sarà il ns 'premier portavoce',quale
programma tricolore proporremo ai 45 milioni di elettori...Insomma
mica pizza e fichi direi...Favia ha scoperchiato il pentolone,son
convinto di proposito,e son convinto per il nostro bene,perchè al
PD ci poteva andare prima,non adesso e invece è qui con noi che
si fa il culo con noi da anni per vedere realizzato un sogno: 
cacciare dal parlamento più gente possibile,più affaristi possibili
e non posso esprimere con altri termini più coloriti la mia voglia
di vedere Piazza Pulita (hahaha come quella di Formigli...)
E' stata l'occasione per far conoscere Casaleggio a tutti,ovviamente
non in maniera positiva,ma c'era da aspettarselo,anzi,mi domando come mai abbiano aspettatto cosi a lungo per sputtanare Gianroberto e la sua Casaleggio associati (su Libero lo hanno dipinto come un orco in maniera magistrale e questa non è colpa
di Favia,è un servizio che si poteva ricordare e pubblicare in qualsiasi momento). Da questa esperienza,vorrei che ci si rendesse
conto che è necessario coordinarsi tra noi esseri viventi a 5 stelle,
basta dire che coordinarsi vuol dire diventare un partito,E' UNA
CAZZATA,c'è troppa gente integralista che pensa che noi siamo
bravi e gli altri delle merde punto. Smettiamola di pensare che
bravi siamo solo Noi. Noi siamo Gente Volenterosa,gente semplice
gente umana,con i vizi umani,che prevedono anche un pò di
ambizione,che prevedono la differenza tra uno bravo e uno + bravo...Uno vale uno quando si vota,ma tra noi ci sono milioni
di differenze e di qualità,non siamo un click sulla tastiera,siamo
uomini e donne con sentimenti ed esperienze diverse e professionalità diverse,capacità diverse..La vogliamo capire??
Dopo 2 anni e mezzo in Lombardia ci si conosce a sprazzi,non so
come sia la situazione nelle altre regioni,non c'è la volontà di
farci ritrovare tutti per confrontarci dal vivo e questa cosa mi
fa soffrire,ma sono certo che fa soffrire tantissimi di noi,che hanno
solo l'ambizione di vedere un progetto che cammina,qui non c'è
carriera per nessuno,nemmeno per i più preparati...E allora,
chiediamo a gran voce a Beppe e a Casaleggio di discutere insieme
il nostro futuro Nazionale,non voglio in parlamento sconosciuti
a 5 stelle,vorrei sapere quale uomo o donna ci metterà la faccia
per fare il candidato premier,vorrei si discutessero le cifre,non
con i 'comunicati politici'...INSIEME. Uomo normale sono ora
e tale rimarrò anche dopo una esperienza politica a 5 stelle,
almeno condividiamo le scelte con un voto,almeno guardiamoci
negli occhi,noi che vogliamo onestà e trasparenza,legalità e una
certa uguaglianza tra noi ed il mondo intero...Ragazzi,non incazziamoci con Favia,quanti insulti via web ho visto...Ha detto
cose anche inesatte ma ha aperto una porta,se la chiudiamo è la
fine per tutti, Noi,Casaleggio e il buon Beppe...Riflettiamoci...

7 commenti:

  1. Daniele, ma siamo sicuri d'andare a votare con la preferenza del candidato ?
    Penso che la scelta dei candidati, indipendentemente dal sistema, la facciano gli attivisti. collegio per collegio.
    Non dimentichiamoci l'obbiettivo:
    Togliere il potere alla casta per darlo ai cittadini con il referendum senza quorum e l'obbligo di discutere le petizioni popolari.
    Raggiunto questo obbiettivo, il M5S non avrà più motivo d'esistere, se non quello d'avere dei portavoce scelti per delle nuove proposte.

    RispondiElimina
  2. Mimmo,se si andasse a votare con codesta legge sarebbe Beppe a scegliere i suoi candidati poichè verrebbe equiparato a un segretario di partito.Se la legge elettorale cambiasse,con la scelta dei candidati,bisognerà pur scegliere.Ma il problema maggiore è sul contenuto del ns obiettivo:cacciare tutti senza se e senza ma,oppure dire cosa vogliamo da questo paese.Il m5s ha dentro tante anime e c'è differenza da una lista civica ed un gruppo parlamentare.Discuterne è necessario...poi tutto è possibile

    RispondiElimina
  3. Mamma che casino ..... E quanti cuori e .... Menti spezzate !!!!!!!
    Anch'io avevo voluto credere che il m5s potesse essere il "circolo culturale" da cui far partire un movimento vero che potesse cambiare la nostra società
    Purtroppo mi sono reso conto che così non era quando proprio un anno fa sono passato una sera con curiosità a vedere cosa si faceva e soprattutto cosa si pensava in qu di Legnano !!!!
    Non so se ti ricordi di me .... Dopo meno di 2 ore me ne sono andato lasciandovi proprio con le stesse accuse che adesso vi "tirate dietro l'un l'altro !!! B
    Ma veramente non vi eravate accorti di nulla !!!! Non sono un genio ma in 2 ore avevo capito che poteva finire solo così.
    O forse speravate solo di trovare tutti il vostro spazio .. Se non avevo capito male proprio tu , Daniele , parlavi di una probabile carica come coordinatore regionale , o forse, non ricordo bene, addirittura nazionale

    RispondiElimina
  4. Ciao Daniele.
    Sono d'accordo con te. L'elezione dei candidati deve essere fatta da noi. Sei stato a Brescia? Quello credo che sia il modo migliore. La provincia di Varese, per esempio, si sta organizzando in autonomia per portare qualche nome.
    Capisco la tua rabbia per Favia, ma ho trovato molto bello questo articolo. Forse lo hai già letto.
    Ciao

    http://triskel182.wordpress.com/2012/09/08/il-diavolo-veste-grillo-marco-travaglio/

    Ciao Ste.
    Non puoi credere che si possano fare qualcosa di nuovo e democratico andando tutti d'accordo. Il solo discutere di democrazia interna è un grande passo avanti verso la democrazia diretta; obiettivo fantastico, rivoluzionario, ma difficile da raggiungere. L'importante è non cedere a fatalismi. Un link per te.

    http://www.beppegrillo.it/2012/09/il_dubbio_e_rivoluzionario.html#commenti

    RispondiElimina
  5. Ste,sinceramente il nome non mi riporta ad un volto,ti dico solo che in tanti in questi 2 anni e mezzo in cui ci siamo ritrovati per organizzare una lista civica a 5 stelle,sono transitati e poi non si sono visti +. Il motivo principale è che qualcuno pensa di trovare una struttura organizzata,invece siamo un gruppo di cittadini che cerca di darsi da fare per la propria città.Ed è dura ,ti assicuro tenere insieme 100 anime,100 pensieri diversi,ma l'obiettivo cittadino l'abbiamo raggiunto e come,impegnandoci sulle strade e nelle piazze a dare una speranza.I limiti ci sono a livello locale,figurati a quello nazionale,mi sembra strano,quella sera,come dici tu ,si parlasse di coordinamenti nazionali quando non c'era ancora realizzato quello cittadino,forse hai capito male..però...L'alternativa è tenerci dallo sterco,se ci si impegna tutti cambia qualcosa se siamo convinti che basta cambiare un simbolo e delegare non cambia nulla...Il resto sono beghe da umani,nulla di nuovo,ma ci sta,nemmeno i santi erano sempre santi interra,anche loro peccavano in qualche maniera e magari si masturbavano pure..hahahhaa Guardiamo al futuro !!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Andrea , sono d'accordo che poter parlare di "democrazia interna" non sia facile (sopratutto nel nostro paese) , ma se lo consideriamo un gesto rivoluzionario vuol dire che stiamo partendo proprio da "sotto zero" !!!!!
    Pensavo che in un movimento come questo, potesse essere un gesti comune (inteso come facile) e di primaria importanza

    Daniele , ti assicuro che nelle 2 ore in cui vi ho frequentato , tu e il tuo collega mi avevate fatto capire che il movimento avrebbe avuto da li a poco una organizzazione più strutturata e che tu avresti avuto una carica importante
    Sono d'accordo che dobbiamo allontanar i dallo sterco che ci circonda ( ero venuto a sentirvi perché pensavo che potevate essere una risposta valida) ma dopo aver capito 1 anno fa cosa sarebbe successo ( uscito sall'incontro con voi avevo paragonato la figura di Grillo a quella di Berlusconi considerando il potere all'interno del movimento ) e guardando adesso la vostra esitazione a prendere una posizione autonoma (e che risponda alle vostre coscienze di "uomini nuovi e diversi") ho ancora più ti
    timore a scoprire cos c'e dietro questo movimento ( meno male che me ne sono andato prima di lasciarmi coinvolgere)
    Vuoi guardare al futuro ..... Che qualcuno di voi "gerarchi" Bussi un colpo !!!!!!

    RispondiElimina