Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

sabato 26 maggio 2018

CUORE BIANCO E ROSSO


























La foto è di quel genio dello scatto che si chiama Francesco, il destinatario del post odierno è il près Tajana... Marco, le dichiarazioni lette sui giornali in questi giorni, lasciano un po di malinconia, noi tutti sappiamo che sei un lottatore nato, un condottiero per natura, ma la dipartita di coach Ferrari, la certezza di vedere le valige in mano a Nik e Ale, e qualcuno da per certo anche l'addio a Wil, non ci lasciano sereni. Non posso e non voglio fare un panegirico sulla bellezza del movimento che tu ed i tuoi collaboratori avete creato in questi anni, facendoci godere immensi momenti di sport in quel finto palazzetto dedicato a Piera Borsani, grande atleta castellanzese nel ventennio fascista... Non ci sono industriali per fare lo sponsor importante ? Ci siamo noi, semplici tifosi appassionati della bellezza del progetto Knights, non vogliamo lottare solo per salvarci, vogliamo lottare alla pari con tutti. E' giunto il momento di provare con l'azionariato popolare, per capire anche di che pasta siamo fatti, per capire quanto biancorosso abbiamo dentro, per compiere un altro miracolo nella stagione 2018-19... Non troviamo 1000 legnanesi che cacciano 100 euro oltre al normale abbonamento ? Si, li troveremo, troveremo amici degli amici che arriveranno ad assicurarti i centomila più altri 150mila di abbonamento, questa è la scommessa e il tuo Legnano Basket Knights non avrà bisogno di altro se non dei numerosi sponsor che hai già acquisito nel tempo... Ed il Legnano Basket si chiamerà LEGNANO BASKET KNIGHTS cavalieri saremo anche noi seduti sulle tribune rosse e verdi, ciascuno con la propria dignità di tifoso appassionato e sportivo. Oggi ero a Busto e ho incontrato per caso una famiglia che ha due bimbi di 8 e 5 anni nelle tue compagini giovanili: abbiamo l'obbligo di far sognare il vivaio, quei 400 mini campioni dovranno essere il nostro potenziale futuro, e allora, forse, nel tempo non serviranno nemmeno i 'main sponsor'... Spero di non essere stato troppo invadente, chi mi conosce sa, per la bellezza della nostra città, ci si fa sempre in 4 e con il potenziale che abbiamo a disposizione, sarà un gioco da ragazzi puntare sempre in alto, fino ad ora sei stato, siete stati bravissimi, sappi che noi ci siamo, sono certo che se lancerai l'iniziativa, prima di luglio avrai il tuo main sponsor: Legnanesi for Knights !!!


LA SPONS OBI ZZAZIONE



























Ahiaiai signora Longari, mi è caduta sullo scoiattolo dalla coda grossa... E cosi è partita la polemica del giorno: l'ufficio eventi raccoglie una sponsorizzazione di euro 15mila dal supermercato 'del fai da te' e tra le iniziative pubblicitarie inserisce la vestizione dei bambini delle scuole elementari 'Manzoni' durante l'esecuzione dell'inno d'Italia. Questo è l'oggetto del contendere. Qualcuno dei genitori dei citati bimbi, sostiene di non essere stato avvisato, se non ieri di 'questa novità'. Cosa poter dire ? Direi che ben vengano gli sponsor per tutti quegli eventi sportivi, culturali e di costume, ma, nel caso specifico, mai usare i minori per scopi commerciali (perchè di questo si tratta) senza il consenso dei genitori. Sta tutto in questa semplice clausola. Quando noi Consiglieri chiediamo trasparenza, intendiamo questa cosa qui, a Natale nel bell'evento del calendario, ci 'oscurarono' l'idea successiva del maxi cartellone pubblicitario centrale da 300 mq, oggi ancora ci risiamo. Fatta dal Comune, mi piace poco anche se capisco le finalità ( servono tanti soldi per allestire lo spettacolo della rievocazione storica). Domani pomeriggio, sono sicuro che i bambini canteranno l'inno d'Italia con magliette prive di sponsor, in queste ore, c'è super fermento per evitare lo scontro frontale con le varie posizioni. Che vinca sempre il buon senso e perdinci, qualche volta, fate sapere a coloro che sono stati eletti dal popolo le intenzioni, cosi le polemiche manco nascono più e con tante opinioni a disposizione, si troverà sempre il modo giusto per proporre le più belle iniziative per la nostra Città. Uomini avvisati, (speriamo) mezzi salvati per il prossimo giro...

mercoledì 23 maggio 2018

VIA NOVARA O VIA MORTARA ??























Et voilà, l'ennesima tragedia consumata sulle strade legnanesi: l'illuminazione zero e la scelleratezza di un uomo che viaggia sul ciglio di una strada stretta e buia ed ecco servita la tragedia. Ieri sera verso le 22,00 un'auto ha travolto un uomo a quanto pare nordafricano, senza documenti e sulla 40ina, uccidendolo sul colpo. Nel 2014 un giovane ragazzo in bici, a pochi metri dal luogo di ieri sera ha fatto la stessa fine, un mix di negligenze e di illuminazione mancante e due morti servite sul piatto intriso di sangue. Rabbia. Quando un essere umano fa questa fine la rabbia è tanta, non vorrei essere nei panni degli automobilisti che hanno, nei due casi, travolto un loro simile... Se da una parte c'è la negligenza di 'non farsi vedere', dall'altra c'è una colpa istituzionale: quel pezzo di strada va allargato e illuminato, e subito. Nel 2010 venne spostato l'ospedale, tre anni più tardi la nuova piattaforma ecologica, nel 2020 si aggiungerà la centrale del biometano... Nel 2011 ricordo come fosse ieri che l'ex sindaco Vitali ad una conferenza pubblica sul PGT disse che c'erano 10 anni a disposizione per sistemare via Novara, siamo già nel 2018 e via Novara è come prima, stretta e buia nel tratto dalla rotonda dell'ospedale al confine con Busto. E ci scappa un altro morto, qualcuno in maniera cinica ha già fatto commenti sui social che non voglio riportare, quando muore una persona, mi spiace ma non si facciano distinguo di razza ed età, la tragedia è anche per chi rimane con gli incubi... Non l'avessimo ricordato nel mese di febbraio , durante una conferenza stampa sulla nuova biblioteca: con sei milioni e mezzo a disposizione, una fetta di denaro per quell'opera urgente, bisognava metterla a bilancio anzichè buttare letteralmente nel cesso 5 milioni di euro per la fiera delle vanità nel giardino centrale di Legnano.


Queste non sono balle, sono realtà, sono denunce che decine e decine di cittadini fanno da 8 anni a questa parte, da quando per andare in ospedale devi passare in via Mortara, ops, via Novara... Eravamo al Leone da Perego il 25 febbraio 2018 ad esporre al pubblico e alla stampa i nostri cartelli con le nostre 'controproposte'


Allargate la foto, poi ditemi se siamo qui a fare i populisti, i marchettari, gli sciacalli... Il denaro pubblico va speso con intelligenza non con arroganza, e le priorità, un buon amministratore le sa conoscere e la nuova biblioteca non è una priorità o meglio, spostarla in un luogo nuovo e accessebile va bene, non va bene costruire un involucro da 5 milioni di euro in un parco pubblico... Ma come lo dobbiamo ripetere ?? Mi sento forte, ci sentiamo forti delle 4700 firme di legnanesi incazzati, che scuotono la testa, perchè non siamo buoni solo per la campagna elettorale, anche uno che segue poco, quando viene a sapere come si spendono questi soldi, si incazza e pensa male, anzi malissimo. Il morto senza nome di ieri sera mi fa incazzare, poteva essere mio fratello, vostro nipote o un distinto signore con un vuoto di memoria... Signori, pensateci ancora una volta e spiegate ai legnanesi i perchè ( se dovessimo andare ancora più indietro, anche i 155 milioni spesi per il nuovo ospedale mi fanno innervosire e i 4 milioni della bretella per poi non far passare la gente in via Liguria mi fanno battere la testa dalla rabbia...).

sabato 19 maggio 2018

UOMINI DA MARCIAPIEDE



Avevo solo 9 anni, ma quei marciapiedi dipinti in centro, me li ricordo bene, era il 1972 e Legnano stava subendo ancora grandi trasformazioni. L'idea fu dell'estroso artista Enzo Pagani, all'epoca dei fatti assessore con la giunta Accorsi ter... Qualche anno fa ci fu un altra esperienza simile, meno 'evidente', cancellata subito dopo il Palio, ma questi marciapiedi, non possono diventare davvero delle 'tavole per comunicare gioia'?  Cambiano i tempi, ma da una buona idea si può trasformare tutto in un'ottima idea per il futuro. Il sasso è lanciato, vediamo i 'creativi' cosa potranno tirare fuori dal cilindro a buon mercato e che susciti emozione, soprattutto per i bambini che come me nel 1972 ricordano indelebilmente quell'idea, Pagani del resto, ci ha lasciato cose incredibili da gustare, speriamo si ricominci a valorizzare un artista nostrano, il quale, il segno l'ha lasciato eccome...

mercoledì 16 maggio 2018

LE CITTA' DELLA CONCORDIA

























Innanzitutto partiamo con un po di storia: solo i legnanesi più anzianotti ricorderanno l'esistenza di via della Concordia, era l'attuale via Alcide De Gasperi, a cavallo tra gli anni 50 e 60 la sostituirono, il bar Concordia, lo ricordo ancora e ricordo mia nonna che ha continuato per tutta la sua vita durata fino al 1997 a chiamarla via Concordia... Ho scoperto solo recentemente cosa significasse per noi legnanesi 'la Concordia', un significato legato alla famosa Battaglia contro lo straniero, i Comuni che si alleano per combattere il potente 'invasore', quel tale con la barba rossiccia...



Ve la ricordate ?? Sono cambiate le auto, il traffico, il palazzo che fa angolo con via della Vittoria, ma sostanzialmente, passati 60 anni circa, differenze poche. Adesso andiamo a citare le 24 città che hanno partecipato a quella famosa battaglia, città inscritte sul basamento del nostro Guerriero in piazza Monumento...



Ci tengo moltissimo a tener legato quel filo di storia e ieri sera in Consiglio ho letto questa cosina qui, una cosa semplicissima...



Il mio desiderio è già quasi stato esaudito con la delibera di giunta numero 111 del 7 giugno 2017, in cui si stanziano i denari per intitolare la piazza antistante al Castello come nuovo Piazzale della Concordia. Ora, il desiderio di tutti noi dovrebbe essere quello di includere in qualche modo nei festeggiamenti le 24 Città, sarebbe bello se il Sindaco mi volesse conferire una speciale delega gratuita per tenere i contatti coi Comuni per poi inserirli, se non nella sfilata storica (sarebbe giusto e bello ma se si impegnasse anche l'assessore alla cultura andrebbe bene lo stesso...), almeno in uno degli appuntamenti del maggio legnanese...


Ecco qui sopra il succo della delibera citata sopra... Sta per nascere di fianco a piazza primo maggio, il piazzale della Concordia, speriamo non servano ancora mesi e mesi visto che la delibera ha quasi un anno di vita... Dai Fratus che ce la facciamo ad impreziosire la nostra Battaglia... Poi una proposta più 'osè', la proposta la faccio al près Tajana: portare al Palaborsani il torneo di basket della Concordia, magari riservato a ragazzi delle medie, una squadra per ogni città, una prima fase che faccia partecipare tutti ed una seconda dedicata alle sole finaliste, altro valore aggiunto per il nostro territorio... Marco, chiedo troppo ??