Cerca nel blog

Visualizzazioni totali

domenica 15 luglio 2018

UN MONDIALE VERAMENTE BELLO



Non so Voi, ma a me questa edizione russa dei mondiali è piaciuta molto, per quello che ho potuto seguire, l'ho trovata organizzata bene, una bella cornice di pubblico, Mediaset ce l'ha regalata in salsa seria e faceta, trattandola quasi come luogo sacro dove ovviamente la pubblicità la faceva da padrona... Vi è mancata la nazionale Azzurra ? Per una volta noi non c'eravamo, ma lo spettacolo ne ha perduto ? Non c'era nemmeno l'Olanda o gli Stati Uniti, secondo me, si sono divertiti ugualmente anche loro. Poi abbiamo conosciuto fenomeni poco noti, per un ignorantone come me, i big potevano essere CR7, Messi o Neymar e invece quanti bei giocatorini che ci sono nelle varie Nazionali, uno su tutti il belga Hazard, ma anche il suo portierone Courtois, nipote segreto del generale De Gaulle... Ma ne ho visti tanti bravi, ho visto belle partite, una su tutte Spagna - Portogallo 3-3, ho visto pochi falli, poche ammonizioni, ed il grande contributo del VAR, e poi la considerazione cardine: le Nazionali sono quasi tutte multietniche, addirittura la Nigeria aveva due bianchi... Meditiamo su sto fatto, meditiamo sul perchè la nostra Nazionale ha fatto fiasco, meditiamo sul progetto Inghilterra con obiettivo 2022, meditiamo sulle nostre squadre giovanili, questi sarebbero i temi da affrontare. Senza tifare è bello lo stesso, inizialmente ero x la Svizzera poi ho sognato una finale Croazia Belgio, sono arrivate seconda e terza, i francesi alla fine, culo si , culo no, sono sempre stati sul pezzo e la fisicità e la classe hanno pagato. Buona festa ai confinanti francesi, hanno 2 coppe, noi 4, e loro il bidet se lo sognano ancora di notte !!

IL RESTYLING



Se passeggiate in corso Magenta nei pressi delle medie Bonvesin, vi salterà all'occhio questa pigna di seggiole mischiate a pavimento che 60 anni dopo l'inaugurazione della scuola stessa, lasciano il passo alla modernità. Era il primo maggio 1958 quando nello stesso giorno si tagliarono 2 nastri: uno li, e l'altro di fronte all'entrata principale dell'Istituto Carlo Dell'Acqua e cioè al nuovo padiglione delle 'Bernocchi'... Sessant'anni, tre generazioni, tornando a quelle sedie dell'auditorium, chissà quante ne avranno viste e sentite. Seggiole che poggiano su un terreno che in precedenza è stato giardino pubblico  e che per 90 anni, dal 1808 al 1898 è stato luogo di ricovero per i corpi dei legnanesi defunti...
Alle volte anche una pigna di materiale da alienare, può far partire un' ispirazione, può dare il la ad una piccola parentesi storica...














































































Qui in basso siamo in via Diaz, il 1°maggio 1958, due scuole nate nello stesso momento, ricordatevelo quando passate li a fianco... (La signora Bernocchi moglie di Eraldo, taglia il nastro)






BATTAGLIA E STORIA (quarta puntata)






















Quarta puntata, altre sei preziose pagine, offerte dal mitico Gentile Pagani, che, ricordo, scrisse questi pensieri nel lontano 1876. Per le puntate precedenti, lascio come al solito, il link, dopodichè vi potrete gustare le pagine dalla 21 alla 26, giovedi prossimo nella quinta puntata, uscirò con le pagine 27/33.

Come sempre, buona esplorazione, la storia entusiasma sempre !










mercoledì 11 luglio 2018

FLORIANA TI VOGLIO BENE MA...



























Non so se lo avete letto anche voi, ma la Consigliera Fantini (Lega, quindi in maggioranxa) si è chiesta perchè alcuni residenti del rione San Paolo utilizzano stradine vicinali x raggiungere la bretella e non fare dei chilometri per uscire di casa. Cara Floriana, la soluzione non sono le multe e le pattuglie, è quella di aprire quel maledetto varco tra via Liguria e la via Rita Levi Montalcini (bretella) e abbiamo risolto per tutti il problema. Cara collega, il tuo sindaco 3 anni fa aveva chiesto assieme all'attuale assessore Munafò di aprire quel tratto al vecchio sindaco Centinaio, ora siete voi ad amministrare la città ed oltre a non aver ritoccato di un centesimo al ribasso le tasse come facevano quei cattivi comunisti, non avete nemmeno aperto quella bretella. Siamo gli unici al mondo che spendono più di 4 milioni di euro per una strada e poi la chiudiamo al traffico. E tu vuoi multare chi cerca una scorciatoia ? Dai, convinci i tuoi colleghi e sta bretella con via Liguria si apre per tutti, come è giusto che sia....

sabato 7 luglio 2018

BATTAGLIA E STORIA (terza puntata)























Nel mondo e per tanti millenni sono state combattute milioni di battaglie, battaglie per cosa ? Chi sta seguendo questa serie di post col racconto a puntate, si sta rendendo conto di cosa vuole comunicare Gentile Pagani : poche balle e tanta ricerca per raccontare delle verità. Questo libricino di 60 pagine, per chi ha l'amore per la verità, farà riflettere su ciò che viene vissuto qui da noi come 'battaglia di Legnano' e quello che è stato nei tempi andati susseguenti al fatidico 1176. Se vi imbattete per la prima volta in questo racconto, è obbligatorio attingere dalle due puntate precedenti per capirci qualcosa, e allora cliccate sul link seguente, il quale contiene prima e seconda puntata

Ora è il momento di seguire le pagine da 14 a 20, godete del linguaggio particolare che l'autore ha scritto 142 anni fa...